Tartufo Bianco delle Crete Senesi: la Mostra Mercato Di San Giovanni d’Asso l'8-9 e 15-16 novembre

Autunno in Valdarno e Valdisieve: cooking show a Firenze dal 6 al 9 novembre. Degustazione di libri in Chianti con la rassegna “Leggere Leggèri” . A Montemagno arriva la Festa della Castagna


Per tutti i visitatori della Mostra Mercato di San Giovanni d’Asso e per tutti i gourmet amanti del Diamante Bianco delle Crete Senesi, i due week end centrali di novembre (8-9 e 15-16) offrono numerosi appuntamenti golosi. A San Giovanni d’Asso, infatti, la Coop “Il Tartufo delle Crete Senesi” organizza la manifestazione “Lungo il Borgo”. Due appuntamenti al giorno, nei due week end della Mostra Mercato, con l’AperiPranzo e l’AperiCena durante i quali, camminando fra le vie di San Giovanni d’Asso, si potranno degustare i prodotti tipici locali (olio extravergine, vino Doc Orcia, formaggi pecorini, miele, salumi e tanto altro) in abbinamento con il tartufo Bianco delle Crete Senesi e le sue creme ricavate dal prodotto fresco. L’appuntamento con l’Aperipranzo inizia alle ore 12 e quello con l’AperiCena alle 17,45. Per chi cerca un confronto più approfondito con il Tartufo Bianco delle Crete Senesi e con i numerosi piatti della gastronomia tradizionale e non, c’è a disposizione un vasto bouquet di ristoranti che per tutto il mese di novembre presentano menù speciali dedicati ai profumi e ai sapori che il Diamante Bianco può offrire. Dalle proposte più classiche della cucina senese, agli abbinamenti più innovativi, gli chef presentano i loro migliori piatti per esaltare le qualità del Tartufo Bianco delle Crete Senesi. Ecco l’elenco completo dei ristoranti che aderiscono a “Novembre a tavola nelle Crete Senesi” (è consigliabile prenotare): Antica Posta L’Abbeveratoio, Via di Pieve a Salti 1, San Giovanni d’Asso (tel. 0577 802911); “da Roberto” Taverna in Montisi, Via Umberto I 3, Montisi San Giovanni d’Asso (0577 845159); La Locanda del Castello, Piazza V. Emanuele II, San Giovanni d’Asso (0577 802939); La Locanda di Vergelle, Loc. Vergelle, San Giovanni d’Asso (0577 1698131); Osteria delle Crete, Via XX Settembre 22; San Giovanni d’Asso (0577 803076); L’ombelico del mondo, Via Umberto I 147, Montisi San Giovanni d’Asso (0577845190); Il Pozzo di Chiusure, P.za del Pozzo 5, Chiusure Asciano (0577 707148); La Torre, Loc. Monte Oliveto Maggiore, Asciano (0577 707022), Piccolo Hotel S. Valentino, Loc. S. Valentino – S.P. 451 di Monte Oliveto Asciano (0577707153); Davide Canella, Via del Finimondo 6 Armaiolo, Rapolano Terme (0577 725251), Osteria il Granaio, Via dei Monaci, Rapolano Terme (0577 726975); Conte Matto, Via Taverne 40, Trequanda (0577 662079), Osteria da Donatella, Fattoria del Colle, Trequanda (0577 662108).

Alla Fattoria del Colle di Trequanda di Donatella Cinelli Colombini, che propone due giorni intensi all’insegna del tartufo, in uno dei territori tartufigeni migliori d’Italia, le Crete senesi. Grazie alle piogge dei mesi scorsi la raccolta 2014 delle preziose trifole sarà ottima come qualità e quantità, addirittura la migliore degli ultimi anni e questo “pacchetto” potrà rappresentare un’ottima occasione per unire due giorni relax con le eccellenze gastronomiche di un territorio suggestivo e ricco di preziosi gioielli che Madre Natura ha contribuito a far crescere e maturare. Gli ospiti della Fattoria saranno accolti il sabato con una visita guidata della parte storica della Villa cinquecentesca, della cappella e della cantina per iniziare a immergersi nella tranquillità e nella storia centenaria del luogo, e da una degustazione di vino novello e di Brunello. A seguire, Happy Wine in cantina con degustazione di tre vini in abbinamento con tre formaggi pecorini di cui uno al tartufo (8€ a persona) e cena in veranda all’Osteria di Donatella affacciata sul borgo di Trequanda a base di pietanze locali con tartufo abbinate a Sanchimento IGT e Rosso di Montalcino. La domenica sarà la giornata delle escursioni, a partire da quella con il tartufaio alla ricerca del prezioso tubero in una delle cinque riserve tartufigene della fattoria e a San Giovanni D’Asso, dove negli stessi giorni è in svolgimento la Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi. Per chi preferisce rientrare alla Fattoria prima di pranzo, è in programma una piccola lezione di cucina sulla gastronomia tipica e sul tartufo e un pranzo (al costo di 39€ a testa comprese bevande e Brunello di Montalcino) a base di pinci al tartufo, cacio e pepe e al ragù toscano. Nel pomeriggio, chi lo vorrà potrà cimentarsi in un percorso di Trekking nei vigneti della Fattoria - passeggiata didattica con cartelli esplicativi di vigneti e vitigni che culminerà con un quiz e piccoli premi – o allungarsi nelle vicine città d’arte come Pienza, San Quirico d’Orcia-Bagno Vignoni, Montepulciano o Montalcino. O ancora, lasciarsi andare a due ore di puro relax nell’esclusivo centro benessere affacciato sulle Crete Senesi attrezzato con bagno turco, sauna, stanza relax, doccia emozionale, percorso Kneipp, vasca idromassaggio e – a partire dal mese di ottobre – una vasca rotonda in legno di ginepro per sedute di Vinoterapia di coppia. L’ingresso al centro benessere è consentito a max 6 persone alla volta, al costo di 25€ a persona per due ore. Il programma è valido per entrambi i week end dell’8 e del 15 novembre al costo di 142€ a persona che comprende: una notte in camera doppia con bagno e colazione, la visita guidata della Fattoria con degustazione itinerante, la ricerca del tartufo con il tartufaio e il suo cane, la lezione di cucina tipica e del tartufo, la cena del sabato all’Osteria di Donatella con menù a tema e piatti cucinati con tartufo vini compresi. Prenotazioni a info@cinellicolombini.it



Tre serate dedicate alla degustazione di libri e Chianti. Sono quelle in programma al Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga venerdì 7, 14 e 21 novembre, alle ore 18, con la rassegna “Leggere Leggèri”, che proporrà incontri con gli autori e un aperitivo finale con vini e prodotti tipici del territorio. L’iniziativa è promossa in collaborazione con il Teatro “Vittorio Alfieri”, il cui direttore artistico, Matteo Marsan, darà voce ai libri proposti. La rassegna si aprirà venerdì 7 novembre con la presentazione del libro “Il punto estremo” di Paolo Pajer, che racconta tre vite legate fra loro dal corso circolare del tempo e da un destino comune. Il secondo appuntamento, venerdì 14 novembre, vedrà protagonista Massimo Granchi con il romanzo “Come una pianta di cappero”, mentre il terzo e ultimo incontro, venerdì 21 novembre, sarà in compagnia di Laura Perrini e del suo libro “I cavalli di Montaperti”, ambientato tra Siena e uno scavo archeologico nella piana teatro della famosa battaglia tra senesi e fiorentini e arricchito dalle impressioni di uno studente romano durante un periodo di studio nella città toscana. Per informazioni sulle tre serate, è possibile contattare la biblioteca comunale ai numeri 0577-351346 e 340-5163211, inviare un’e-mail all’indirizzo biblioteca@comune.castelnuovo.si.it oppure consultare il blog bibliocastelnuovo.blogspot.com


I prodotti del Valdarno e della Valdisieve in vetrina per quattro giorni a Firenze. Tutto pronto per la quarta edizione di “Autunno in Valdarno e Valdisieve” che dal 6 al 9 novembre sarà alla Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi con il mercato dei prodotti tipici, ma anche con degustazioni, assaggi interattivi e cookingshow. L’iniziativa è organizzata dall’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve con il patrocinio della Provincia di Firenze e in collaborazione con l’associazione “Cavolo a Merenda” e le tante aziende agricole che caratterizzano questo territorio. L’inaugurazione è prevista per giovedì 6 novembre alle ore 12. L’occasione è sicuramente unica e permette ai “fiorentini”, ai turisti ed a tutti coloro che passeranno dalla città in quei giorni, di acquistare e degustare, senza spostamenti, i prodotti del territorio del Valdarno e della Valdisieve. Si tratta di eccellenze enogastronomiche, in certi casi anche particolarmente conosciute a livello mondiale. Basti pensare al vino Chianti Rufina, all’olio extravergine d’oliva, ai marroni del Mugello IGP e la patata che caratterizzano San Godenzo e alla “Pesca Regina di Londa” che a Firenze si presenterà sotto forma di confettura. Non mancheranno anche il miele, i formaggi, i salumi tra i quali il Bardiccio ricavato dalle parti povere del maiale e realizzato con una ricetta segreta, ortaggi ed i legumi come i fagioli zolfini ed il cecino rosa di Reggello. Quest’anno la manifestazione presenterà delle interessanti novità grazie alla collaborazione con l’associazione “Cavolo a Merenda” già conosciuta per aver organizzato Foodstock evento enogastronomico di grande successo che si è svolto a Pontassieve. Il 6-7-8 novembre spazio, oltre al mercato dei prodotti del territorio, al lunch time delle ore 12.30 ed a tre cooking shows alle 18 alle 19 ed alle 20. Entrando nel particolare i cooking shows di giovedì saranno a cura rispettivamente dei produttori dell’Unione, quello delle 19 dello Chef Nicola del ristorante “Cipolla Rossa” ed il terzo con Marco ed Andrea Moretti del blog “Cibus Faber”. Venerdì 7 ancora 3 cooking show alle 18 nuovamente a cura dei produttori dell’Unione e poi alle 19 ed alle 20 con Simone Cipriani Chef de “Il Santo Graal” di Firenze e con lo Chef Tommaso Cintolesi del ristorante “Calino” di Scandicci. Sabato 8 novembre alle 18 sarà protagonista Antonio Badalamenti del ristorante “Rocka Fish” di Rio De Janeiro, alle 19 Cristina Galliti del blog “Poveri ma belli e buoni” alle 20 Fabio Bianconi del “Fosso Bandito” di Firenze. Domenica 9 sarà invece tutta dedicata alla degustazione dei prodotti del territorio. Tutti gli eventi di degustazione sono organizzati dall’Associazione “Cavolo a Merenda”. I prodotti utilizzati nelle degustazioni sono forniti dai produttori del territorio.


Montemagno celebra anche quest’anno la pienezza della stagione autunnale con la 8° Festa della castagna. La castagna sarà dunque la regina incontrastata sabato 8 novembre dalle 15.00 alle 22.00 e domenica 9 novembre dalle 10.00 alle 22.00, al bivio di Pioppetti (bivio per Massarosa sulla provinciale per Lucca) affiancata da una serie di eventi collaterali fatti di piacevolezze enogastronomiche. Una leccornia che saprà mettersi in mostra in tutta la sua semplicità, abbinandosi a un buon bicchiere di vino novello e vin brulé, ma che si presta anche per ricette più ricercate capaci di soddisfare palati raffinati. Sono tanti, infatti, i prodotti tipici locali e di stagione: ravioli di castagne al burro e salvia, pappardelle di castagne al ragù di coniglio, brasato stracotto in birra di castagne, pane di castagne con o senza affettati tipici (lardo o biroldo), e soprattutto le prelibatezze della stagione: mondine, necci con ricotta, nutella o miele e castagnaccio. Il tutto, da abbinare con birra di castagne o di farro bianca.

Redazione Nove da Firenze