Firenze Gelato Festival 2012, l'estate nel capoluogo arriva prima

Cento iniziative tra assaggi, lezioni, show, mostre ed eventi speciali. Al Firenze Gelato Festival il miglior gelato d’Italia Nelle più belle piazze di Firenze dal 23 al 27 maggio


GELATO —
Firenze, 22 maggio 2012 - Un percorso emozionale nel mondo del gelato, per conoscerne le origini e il futuro. Ammirare la preparazione in diretta di uno dei prodotti italiani più amati al mondo nei laboratori a vista ed assaggiare le creazioni più innovative di maestri gelatieri, gelatieri emergenti e aziende provenienti da tutta Italia e dall’estero. Una occasione unica di veder “cucinare il gelato” e di conoscerne la storia e le tecniche di produzione.

Questo e molto altro a Firenze dal 23 al 27 maggio 2012 per il Firenze Gelato Festival, che torna a esaltare le origini del dolce freddo nella culla del Rinascimento. Il tema di quest’anno, Gelato, Food, Cultura, sarà declinato in alcuni grandi eventi per mettere al centro della manifestazione la cultura del gelato. Le piazzeI maestri gelatieri e i gelatieri emergenti saranno presenti in piazza Santa Maria Novella, dove si potrà ammirare la nascita del gelato in diretta nei laboratori a vista, imparare i segreti della produzione del gelato artigianale negli spazi Carpigiani Gelato University, oltre a cimentarsi nel fare il gelato. In piazza Strozzi sarà presente il Fior Fiore Coop Village e in piazza della Repubblica torna Sammontana, con un palinsesto ricco di attività per grandi e piccini, oltre al vero gelato all’italiana.

Gelato cultura
Sammontana presenterà nei giorni del Firenze Gelato Festival il restauro illuminotecnico artistico della Grotta Grande di Buontalenti in Boboli. Guido Martinetti, fondatore di Grom sarà a Firenze per presentare il suo libro appena uscito. Al genio di Bernardo Buontalenti sarà inoltre dedicato il volume “Bernardo Buontalenti e la Grotta Grande di Boboli”, pubblicato proprio nei giorni del Festival da Maschietto Editore. La giornalista e scrittrice Luciana Polliotti presenterà il volume dal titolo “100 anni di gelato artigianale”. Alinari 24ORE e Museo Alinari collaboreranno al Festival con l’organizzazione di una mostra fotografica, immagini evocative capaci di testimoniare che il piacere intramontabile del gelato viene da lontano, dai primi coni venduti per strada dai carretti colorati a poche lire. Fabbri porterà a Firenze la mostra “Un secolo e 7”, composta dalle trenta creazioni di pittura, scultura e fotografia che hanno partecipato alla quarta edizione del Premio Fabbri per l’Arte. La Fondazione Bruto e Poerio Carpigiani sarà presente con una speciale preview del suo Gelato Museum, dedicata a “La storia del Gelato a Firenze”. In primo piano, preziosi utensili artigianali, rarissime immagini storiche e contributi interattivi e multimediali.

Al Firenze Gelato Festival si potrà inoltre partecipare al contest “Designing Gelato Cone Evolution”, che mira a sviluppare un nuovo contenitore per il gelato e mette in palio golose borse di studio. Gelato come foodPer il lato food, sono previsti percorsi gastronomici attraverso degustazioni che abbinano gelato e piatti preparati dagli chef più quotati. Carpigiani Gelato University organizzerà anche quest’anno lezioni di gelateria artigianale per tutti i possessori della Gelato Card. I Gelato show-cooking in programma ogni pomeriggio vedranno alternarsi i grandi nomi della cucina nazionale alle prese con ricette inedite a base di gelato. I protagonisti sono Simone Rugiati, Andrea Trapani e Simone De Castro di Apicius, International School of Hospitality, Roberto Lobrano, Arturo Dori, Claudio Pistocchi e Francesco Sanapo. Alcune sessioni saranno dedicate alla preparazione dell’IceBau per gli amici a quattro zampe e altre vedranno cimentarsi con le macchine per il gelato personaggi importanti della vita fiorentina.

Il gelato come opportunità di lavoroAll’edizione 2012 del Firenze Gelato Festival uno spazio particolare sarà dedicato a chi ha da poco deciso di intraprendere la carriera di gelatiere e ai giovani diplomati presso le scuole di formazione di gelateria artigianale. Accanto ai gelatieri selezionati da tutta Italia per portare la propria miglior invenzione, i gelatieri emergenti potranno esibire le proprie competenze ed idee con il doppio obiettivo di assicurare un avvenire di successo alle giovani generazioni, ma anche garantire che la tradizione vincente del gelato italiano continui a fare scuola nel mondo.
Il Firenze Gelato Festival sarà un’occasione per imparare sul campo per gli oltre 150 studenti dell’Istituto Alberghiero Saffi che affiancheranno i professionisti del gelato nelle attività di preparazione e somministrazione di gelato.

I giovani studenti avranno modo di lavorare al fianco di tutor professionisti e di interagire direttamente col pubblico per una vera e propria esperienza formativa sul campo.
Il Firenze Gelato Festival si conferma un evento unico a livello internazionale capace di richiamare il grande pubblico amante della qualità del dolce ghiacciato e dedicato al made in Italy d’eccellenza, specchio della più alta cultura gastronomica che sa mettere insieme qualità degli ingredienti, ricercatezza e innovazione per realizzare il migliore gelato italiano. www.firenzegelatofestival.it


Il gelato italiano sta conquistando il mondo: da New York a Sidney, da Londra a Mosca, da San Paolo a Pechino, si moltiplicano le gelaterie che propongono questa delizia tutta italiana, inventata nel Rinascimento a Firenze. E proprio nel capoluogo toscano si apre il 23 maggio il Firenze Gelato Festival, l’evento che per 3 giorni riunisce i migliori gelatieri e le principali aziende del settore.

Ma cosa rende unico e inimitabile il gelato italiano? Il know-how dei professionisti e la scelta di materie prime fresche e di qualità. A partire dal latte, l’ingrediente più importante del gelato, di cui rappresenta almeno il 60% del peso. Anche la panna dà un apporto fondamentale: dopo gli zuccheri è il terzo ingrediente per quantità dei gelati (5-20%).

Anche i formaggi sono entrati nel mondo del gelato. Da quando chef del calibro di Fulvio Pierangelini e Ferran Adrià hanno proposto gelati e semifreddi al Parmigiano-Reggiano, i gusti realizzati dagli artigiani a partire dai formaggi si sono moltiplicati e sono sempre più apprezzati. E si possono fare anche a casa.

Curiosi di assaggiarli? Ecco 5 ricette di gelati al formaggi da realizzare a casa, suggerite da Assolatte.

Composta di frutta secca con gelato al cream cheese

Mettere in una casseruola 50 g di zucchero, 4 cm di cannella in stecca, 3 dl di acqua e metà della scorza di un’arancia lavata. Portare a ebollizione e lasciar cuocere per 5 minuti. Poi aggiungere le 8 prugne secche, 50 g di uvetta e 8 albicocche secche. Far cuocere per 10 minuti e lasciar raffreddare. In una terrina mescolare 400 g di cream cheese e 50 g di zucchero, aggiungendo un po’ di scorza di arancia grattugiata.

Trasferire il composto in 6 coppe e metterlo in freezer per almeno un’ora. Scolare la frutta dallo sciroppo e suddividerla sul gelato, unire 2 cucchiai di sciroppo filtrato e un trito di mandorle e nocciole, e infine 4 cucchiaini di caramello pronto.

Cestini di fragole con gelato alla Casciotta d’Urbino Dop

Tagliare a scaglie 350 g di Casciotta d'Urbino Dop, unire 500 ml di latte, e riscaldare sul fuoco finché il formaggio si scioglie completamente. A parte, montare 2 tuorli d'uovo con 110 grammi di zucchero. Quando il formaggio è ben fuso, togliere dal fuoco e unire i tuorli e 200 cl di panna. Passare il composto con la gelatiera per 20 minuti circa. Lavare 1 cestino di fragole e tagliarle a rondelle.

In una casseruola, caramellare 250 g di zucchero, poi unire le fragole e il succo di mezza arancia. A parte montare 50 g di burro con 50 g di zucchero a velo. Unire 2 albumi leggermente riscaldati. Mescolare bene, aggiungere 50 g di farina 0, incorporare delicatamente e lasciare riposare per 20 minuti. Con l'impasto ottenuto formare dei dischi di 12 centimetri circa di diametro e riporli su una teglia coperta con carta da forno. Far cuocere in forno a 180°C per 3 minuti circa, quindi modellare i dischi a mo’ di coppetta. Infine, mettere tre palline di gelato in ogni coppetta, coprirle con la salsa di fragola calda e decorare con fette di kiwi e zucchero a velo.

Fiordilatte al limone e alla Casatella Trevigiana Dop

Bollire 25 g di panna fresca, 100 g di latte e 35 g di zucchero con la buccia grattugiata di limone. Raffreddare aggiungendo il succo di un limone, 150 g di Casatella Trevigiana Dop e una punta di cucchiaino di stabilizzante. Emulsionare con un frullatore a immersione, versare nella gelatiera e mantecare.

Gelato al Grana Padano Dop

Montare 2 tuorli con 70 g di zucchero e 25 g di stabilizzante. Fare scaldare 150 g di latte intero e 150 g di panna fresca e aggiungerli al composto. Metterlo sul fuoco e portarlo alla temperatura di 80°C. Quindi togliere dal fuoco e unire 70 g di Grana Padano Dop grattugiato. Far raffreddare e passare al setaccio. Infine versare in una gelatiera e far mantecare.

Gelato al Parmigiano-Reggiano Dop

Mescolare 4 tuorli con 50 g di zucchero di canna, 200 g di Parmigiano-Reggiano Dop stagionato almeno 26 mesi e 5 g di pectina e metterli nella gelatiera. Portare a bollore 500 ml di latte, toglierlo dal fuoco e unirlo al composto. Tagliare in fette sottili 100 g di prosciutto crudo, disporlo su un foglio di carta forno e lasciato a disidratare in forno a 120°C per almeno un’ora. Tagliare a cubetti 50 g di prosciutto crudo. Disporli sul fondo di una coppa in vetro, quindi unire il gelato a forma di quenelle e ultimare con qualche goccia di aceto balsamico e il prosciutto croccante.


Il Portale ufficiale della Toscana www.intoscana.it, partner multimediale del Firenze Gelato Festival 2012, seguirà attraverso pagine speciali, servizi e interviste, la terza edizione di uno degli eventi più attesi della nostra regione. In occasione del Firenze Gelato Festival, la redazione di intoscana.it metterà online una pagina di approfondimento creata ad hoc che verrà aggiornata durante manifestazione con interviste, servizi video e news per avvicinare il mondo della rete, in tempo reale, alle tematiche dell'evento. Intoscana.it garantirà, inoltre, la visibilità del Festival anche attraverso i maggiori social network come Facebook e Twitter.

Anche il sito del turismo della Regione Toscana, www.turismo.intoscana.it, gestito da Fondazione Sistema Toscana, darà risalto al Festival più goloso della Toscana.

Ma non è tutto: per chi vuole imparare l’arte del gelato intoscana.it mette a disposizione biglietti gratuiti per partecipare alle lezioni della prestigiosa Carpigiani Gelato University nell’area scuola che verrà posizionata in piazza Santa Maria Novella. Per partecipare al contest di intoscana.it, attivo dal 22 al 24 maggio basterà rispondere correttamente alla domanda che verrà pubblicata sul profilo Twitter di intoscana.it. In palio 2 ingressi al giorno per partecipare al corso Gelatiere per un Giorno Carpigiani ai primi che risponderanno correttamente alla domanda lanciata. Carpigiani Gelato University nasce nel 2003 come divisione formativa del Gruppo Carpigiani ed oggi è la Scuola di gelateria più famosa al mondo e propone corsi di arte gelatiera ad ogni livello. Orario dei corsi in piazza Santa Maria Novella: 12.00 - 14.30 - 16.30 - 18.30 - 20.30


Redazione Nove da Firenze