Natura, tradizioni e buon cibo: le rassegne del fine settimana

Domani in piazza del Carmine 3° appuntamento con il Mercatale di Firenze. Il food Hard Rock in versione street food- degustazione gratuita. Cup Tasting: sfida tra i migliori palati del caffè. Gusto Chianti: prodotti tipici, artigianato e animali da fattoria. Saperi e Sapori al Mercato Centrale di Livorno. “Radda nel Bicchiere” compie vent’anni


Domani, in piazza del Carmine, 3° appuntamento con il Mercatale di Firenze, mercato all’aperto che valorizza le produzioni agricole di qualità e la promozione della filiera corta dei prodotti agricoli del territorio. Al Mercatale è possibile acquistare vino, olio, verdura, frutta, cereali, legumi, polli, zafferano, tartufi, fagioli zolfini, la cipolla di Certaldo, e tanti altri prodotti di stagione. Disponibili anche prodotti trasformati come miele, salumi, formaggi, farine, pecorino a latte crudo, ricotta fresca, salumi di cinta senese, oltre ai famosi necci dell’appennino toscano e ai tipici biscotti di prato. Presenti 78 aziende agricole e 9 artigiani di cui 46 aziende provenienti dalla provincia di Firenze. In piazza sarà allestito anche ‘Villaggio Natura’, itinerario divulgativo e didattico per far conoscere a bambini e famiglie le molteplici attività del Corpo forestale dello Stato. Allo stand informativo della direzione ambiente del Comune i cittadini potranno invece avere tutte le informazioni per la lotta biologica alla ‘zanzara tigre’: sarà disponibile il manuale ed un questionario per misurare il grado di conoscenza di questo insetto. Domani sarà presente la Quadrifoglio con il mezzo informativo mobile sul compostaggio e il ciclo dei rifiuti.

Arriva a Firenze il World Burger Tour, dopo il successo a Roma, il viaggio di un’Ape Piaggio Classic Rock brandizzata prosegue nel cuore dell’Italia. Per una settimana, dal 18 al 24 maggio,lo staff dell’Hard Rock Cafe girerà per la città di Firenze a bordo dell’Ape Piaggio Classic Rock per far degustare gratuitamente a tutti, i piatti Hard Rock…ma in versione “street”. L’Hard Rock Cafe a Firenze vuole incontrare i fan, fuori dal locale, nei luoghi della città da loro frequentati nella quotidianità: dalle scuole per i più giovani ai grandi luoghi di incontro come i centri commerciali per le famiglie o la stazione per i visitatori della città passando per i luoghi dove lo stile rock risulta predominante. Hard Rock Burger, Hard Rock Cheese Burger, Hard Rock Bacon Cheese Burger , Legendary Burger, Tupelo e Fries, preparati in tempo reale e presentati in perfetto stile “street food”, saranno i piatti della migliore cucina americana ad essere serviti per l’occasione. Una tendenza ormai sempre più forte anche in Italia quella dello “street food” e che Hard Rock Cafe sta portando avanti con un linguaggio innovativo e sempre più social: verranno infatti attivati social media contest con premi in palio per condividere e vincere l’esperienza del food Hard Rock. L’iniziativa internazionale, firmata Hard Rock International, è partita da una sperimentazione italiana dello scorso anno, e quest’anno nel mese di maggio, sta coinvolgendo le principali città europee in cui hanno sede i Cafe in un progetto unico legato al food Hard Rock. Città come Berlino, Bruxelles, Copenaghen, Edimburgo, Madrid, Monaco, Praga, ma anche Roma, Firenze e Venezia, sono attraversate da un Ape Piaggio Classic Rock brandizzata offrendo la versione street del food Hard Rock Cafe con social contest per ottenere promozioni, e gadget. In perfetto stile Hard rock Cafe, l’iniziativa premia il binomio music&food: solo per alcune tappe del tour, al gusto del cibo americano offerto a bordo dell’ape Piaggio Classic Rock si unirà la musica di qualità.

Una combinazione perfetta, quella tra il Chianti e la qualità del buon vivere in campagna, fatta di eccellenze enogastronomiche, produzioni tipiche locali e stile country. E’ “Gusto Chianti”, la prima edizione di una nuova kermesse sancascianese, dedicata alla genuinità e alla qualità della vita chiantigiana. Dalla cultura enogastronomica, rappresentata dal piatto forte della tradizione locale come la bistecca alla fiorentina, dai prodotti tipici di alta qualità come vino, olio, formaggio, miele eall’artigianato locale e al recupero e alla valorizzazione del patrimonio rurale. Il Chianti diventa un brand tutto da gustare nella due giorni che si snoderà tra sabato 16 (dalle 14,30) e domenica 17 maggio (per l’intera giornata) per le vie del centro storico di San Casciano in Val di Pesa (Firenze). I primi a proporre questa nuova avventura in stile country sono i promotori: la Pro Loco di San Casciano, presieduta da Renzo Masi, con il patrocinio del Comune, ChiantiBanca e Fondazione ChiantiBanca. “Nell’aria di maggio i profumi della primavera sono diffusi in ogni dove – dichiara Renzo Masi – la kermesse che proponiamo in forma inedita vuole intensificare le molteplici virtù di questa stagione stendendo per le vie del paese un arazzo di sapori unito alla migliore espressione del Chianti e della nostra idea del buon vivere in campagna, fatto di cose naturali, tradizioni mai sopite, profumi che mescolano natura e buon cibo, secondo i segreti e il patrimonio di conoscenze che i nostri contadini hanno conservato nel tempo riuscendo a consegnarlo intatto nelle mani del presente”. Ma “Gusto Chianti” non è solo uno sguardo rivolto al passato. La contemporaneità è rappresentata dalle innovative interpretazioni dell’artigianato artistico locale. Le maestranze di San Casciano e del suo territorio scommettono sul futuro con un know how inconfondibile che deriva dall’esperienza e dalle grandi abilità manuali. Nel corso della due giorni alla scoperta dei sapori salirà sul palcoscenico del buon gusto un nutrito gruppo di artigiani del territorio con i loro migliori manufatti nei vari settori tra cui ferro battuto, ceramiche, antichità, ricami, restauro, vetreria artistica, complementi d’arredo, decapatura e pittura, arredo da esterni. Ampio spazio sarà dato anche alle aziende agricole che esporranno le loro produzioni tipiche come miele, formaggio, pane e schiacciata e Chianti Classico. “Gusto Chianti” inaugura sabato 16, a partire dalle 14,30, con l’apertura degli stand gastronomici e alle 17,30 con una grigliata sotto le mura, in collaborazione con i macellai del territorio. Domenica 17 la giornata sarà animata anche da un ampio ventaglio di esposizioni per le vie del paese tra cui quella di auto e moto d’epoca nell’ambito di “Eccole di nuovo”, di ricamo artigianale a cura della Scuola “Impara l’arte”, produzioni artigianali e del settore enoagricolo e animali da cortile e fattoria.


Martedì 19 maggio, alle ore 10, nuovo appuntamento con il progetto Saperi e Sapori, organizzato dalla Coop. Amaranta Service in collaborazione con la Comunità Ebraica di Livorno, la Direzione del Mercato Centrale e gli esercenti, che in ogni appuntamento hanno sempre dato prova di grande disponibilità coniugando l’attività mercatale ad una sentita ospitalità. Si tratta di un’iniziativa di valorizzazione del territorio, della storia e delle tradizioni livornesi, che ruota intorno al profumo e al sapore di un cibo: le famose roschette di tradizione sefardita. Questa volta a partecipare saranno gli alunni di quinta della scuola primaria di Villa Corridi, accompagnati dalle loro insegnanti. Dopo un affascinante giro in battello lungo i canali medicei della città, gli studenti potranno visitare il Mercato Centrale che con la sua maestosità e la sua architettura coniuga il bello e l’utile, ma soprattutto con i suoi profumi, i colori e la vivacità rappresenta il sancta sanctorum della livornesità. Qui potranno visitare le varie botteghe, il salone del pesce, i negozi dei baccalaioli che riescono a ricavare dagli stoccafissi seccati polpe bianche e carnose, gli ostricai con le loro tinozze piene di vongole, zighe, cozze; e poi i venditori di granaglie, l’ovaiolo, la macelleria Kasher, l’orologiaio, i norcini, i pastai, la torrefazione. Nel salone della Gabbrigiane, Jael, la cuoca della comunità ebraica li attenderà per una vera e propria lezione di cucina. Jael impasterà di fronte agli studenti gli ingredienti necessari per la preparazione delle famose roschette e consegnerà ad ogni studente l’impasto necessario per prepararle, organizzando un vero e proprio cooking show. A conclusione degustazione delle roschette e consegna della ricetta. Quindi da un sapore, una storia.

Mercoledì 20 maggio dalle 13,00 alle 18,00 i migliori “palati” del caffè si sfidano a Firenze in piazza Santa Maria Novella in occasione della finale del 9° campionato italiano Cup Tasters del circuito Scae – Specialty Coffee of Europe. Lo organizza CSC – Associazione Caffè Speciali Certificati che ha tra gli obiettivi la promozione della cultura del caffè di qualità, che identifica attraverso procedure rigorose, in grado di assicurare uno standard qualitativo certo e dimostrabile, grazie al quale ha ottenuto la certificazione ISO 22005 di tracciabilità lungo tutta la filiera, dal chicco al confezionamento. La serietà e la qualità della sua proposta hanno richiamato un gran numero di operatori e di appassionati del mondo del caffè, per i quali sono state organizzate ben cinque tappe eliminatorie, che hanno selezionato i 21 finalisti, tra i quali c’è il campione italiano uscente, il bresciano Michele Mezzana. La finale si svolge nell’ambito della quarta edizione di Pausa Caffè Festival, la manifestazione dedicata al caffè di qualità, in programma a Firenze dal 20 al 22 maggio. Come già lo scorso anno, CSC finanzierà la partecipazione del campione italiano alla finale mondiale, che si svolgerà dal 16 al 18 giugno in Svezia, a Göteborg.

Sabato 30 Maggio a Firenze, a Palazzo Borghese (Via Ghibellina 110), si terrà la Cena di Gala di Enolions 2015. Il gran finale, che arriva a poco più di due mesi dal concorso, è dedicato ai produttori vincitori di questa seconda edizione del contest enologico e festeggia, oltre alla loro partecipazione, anche la qualità dei vini italiani pervenuti lo scorso 8 Marzo presso la Villa di Artimino. L’evento, che ha nella cena il suo momento culminante, avrà inizio alle ore 16 con la degustazione dei vini per la quale è necessario l’acquisto di un calice (Euro 8). I vini, che gli ospiti potranno testare grazie al servizio dei sommelier AIS, saranno protagonisti anche sui tavoli del dinner gala (Euro 40) cui è possibile partecipare solo dietro prenotazione al seguente indirizzo mail: segreteria@enolions.itLa degustazione è invece aperta a tutti, dai produttori agli operatori del settore, ai semplici intenditori. I presenti saranno quindi invitati ad assistere alla cerimonia di premiazione dei vini selezionati ad EnoLions 2015 che servirà da introduzione alconvivio, previsto alle ore 21,30 nel salone principale. Durante la cena, gli ospiti avranno a disposizione il tavolo dei vini per scegliere comodamente quelli con i quali pasteggiare. Come noto, EnoLions destinerà il ricavato del Concorso e della Cena di Gala per il service di Telemedicina "Arriviamo al cuore di tutti", destinato alla realizzazione di una rete regionale di teleconsulto per le malformazioni cardiache congenite, potenzialmente utilizzabile anche per altre patologie.

Si rinnova l’appuntamento enologico con “Radda nel Bicchiere” che quest’ano compie venti anni. L’attesissimo week-end nel cuore del Chianti all’insegna dell’enogastronomia toscana, ogni anno vede il piccolo comune di Radda in Chianti preso d’assalto da migliaia di turisti e appassionati. L’appuntamento di quest’anno inoltre è particolarmente speciale perché è un doppio anniversario, ricorre infatti anche il ventesimo compleanno dell’associazione ProLoco raddese, promotrice di questa e di tante altre iniziative negli anni e ricade nel week-end di “Cantine Aperte”, l’evento promosso dal Movimento Turismo del Vino. Ospiti d’onore dell’edizione 2015 i vini della Valtellina con le aziende Ar.Pe.Pe, Alberto Rainoldi, Dirupi, Alberto Marsetti. Si iniziaSabato 30 maggio alle 11:00 nella Sala Consiliare del Comune con “Pietre miliari - Radda in Chianti e la Valtellina: pure espressioni di territorio in una degustazione di confronto”, seminario con degustazione tenuto da Armando Castagno dell’Associazione Italiana Sommelier. Posti limitati è consigliata la prenotazione, ingresso 25,00 Euro (20,00 Euro per i soci Enoclub Siena, Ais, Fisar, Onav). Dalle 15:00 alle 20:00 apertura della manifestazione con degustazione dei migliori vini di Radda in Chianti in compagnia dei produttori. Bicchieri in vendita dalle ore 15.00 alle ore 19.00 Alle 16:00 nella Sala Consiliare del Comune, “Venti anni di Radda nel Bicchiere”, un’irripetibile degustazione dei vini di Radda messi alla prova del tempo. Seminario condotto da Davide Bonucci Presidente Enoclub Siena. Posti limitati, ingresso 20,00 Euro (15,00 Euro per soci Enoclub Siena, Ais, Fisar, Onav). Domenica 31 maggiodalle 11:00 alle 19:00 apertura della manifestazione con degustazione dei migliori vini di Radda in Chianti in compagnia dei produttori. Vendita Bicchieri: dalle ore 11.00 alle ore 18.00. Dalle 11:00 alle 13:00 visite guidate al Parco Archeologico di Poggio La Croce. Marzolino: il più antico pecorino toscano. Archeologica sperimentale, paesaggio storico e iniziative imprenditoriali sostenibili. Dalle 16:30 alle 19:30 nel Palazzo del Podestà, Piazza Francesco Ferrucci, gli “ultimi mezzadri”, ci racconteranno come si faceva il marzolino. Per info e prenotazioni, Associazione "Emilio Sereni" 333.4497474 -aes@toscanarurale.it Dalle 11:00 alle 16:00 nella Saletta della Misericordia “8° Degustazione alla cieca Radda nel Bicchiere” e alle 18:00 in Piazza Ferrucci si terrà la premiazione. Per informazioni e prenotazioni è possibile telefonare alla ProLoco allo 0577/738494oppure inviare una mail a proradda@chiantinet.it

Redazione Nove da Firenze