Carnevale: balli e sfilate in strada tra musica e coriandoli

Pubblico in crescita e per domenica è attesa la giornata dei record con appuntamenti collaterali e tante iniziative. Martedì corteo in Oltrarno. Concerto con l'ORT al Teatro Excelsior di Empoli. Il Castello di Monteriggioni in maschera


FOTOGRAFIE — Tante iniziative per tutti i bambini saranno le vere protagoniste dei prossimi pomeriggi di divertimento: gli animatori truccheranno, faranno palloncini, regaleranno omaggi ai piccoli partecipanti. Contemporaneamente le coreografie dei carri animeranno i principali centri della Toscana. Pomeriggi davvero per tutti... musica, mascherate, amici a quattro zampe e tanto divertimento.



Martedì 17 febbraio, l'Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus e il Progetto Ponterosso organizzano un Corteo di Carnevale che attraverserà il rione di San Frediano. L'appuntamento - in costume e dedicato al Drago Verde di San Frediano - sarà in Piazza dei Nerli alle 16.45.


Giovedì 19 febbraio alle 21 al Teatro Excelsior di Empoli Daniele Rustioni dirigerà l’Orchestra della Toscana, per il Concerto di Carnevale con un programma d’eccezione: il rarissimo Concerto per violoncello op.58 di Alfredo Casella e la Sinfonia n.9 di Šostakovič, oltre alla famosa Ouverture da La gazza ladra di Rossini e le Variazioni su un tema rococò per violoncello e orchestra op.33 di Čajkovskij. Al violoncello il grande maestro Enrico Dindo. La serata sarà aperta dal rarissimo Concerto per violoncello op.58 di Alfredo Casella, scritto negli anni Trenta in una villa della campagna senese, dalla grande vitalità e dinamismo, al quale seguiranno le “Variazioni rococò” di Čajkovskij, ispirate alle eleganze settecentesche di W.A. Mozart, suo grande idolo, sotto le quali si celano grandi difficoltà tecniche per un brillante pezzo di bravura del violoncello. La seconda parte del concerto vedrà la brillante Ouverture rossiniana svettare per potenze e splendore marziale, per concludere con una nuova rarità: l‘esecuzione della Sinfonia n.9 di Šostakovič che avrebbe dovuto raffigurare il trionfo dell'Urss nella seconda guerra mondiale e invece tralascia i toni epici e l'orgoglio nazionalistico in favore di una scrittura disimpegnata e umoristica, dalla struttura agile e dal piacevole taglio neoclassico, che immancabilmente suscitò non pochi malumori, soprattutto tra le alte personalità del regime sovietico, già poco indulgenti con lui. 



Sabato 14 FEBBRAIO dalle ore 15,30 (in caso di maltempo sabato 21 Febbraio), il Carnevale di Viareggio invaderà le vie pedonali del centro città, portando con sé una nota di allegria. Via Fratti, Via Battisti, Via S.Martino, Via Zanardelli, Via Verdi e Via Cairoli parteciperanno all'evento e, grazie al contributo dei commercianti che hanno aderito all'iniziativa, sarà possibile godersi un pomeriggio in assoluto stile carnevalesco. Ad aprire le “danze” grazie alla collaborazione con la Fondazione Carnevale di Viareggio saranno le maschere isolate del Carnevale 2015 che, insieme all’ Esibizione della Street Marching Band dell'Istituto Comprensivo Enrico Pea di Seravezza diretta dal Maestro Graziano Benassi, ai bambini dell’Istituto Santa Marta, L'Istituto “Suore Mantellate” e L'istituto Comprensivo Don Milani di Viareggio con la Banda di percussioni dell’Istituto diretta dal Maestro Antonio Garelli, ex Libecciata, daranno vita ad un corteo di colori animando le vie pedonali del centro città. Ospiti d'eccezione, gli immancabili Burlamacco e Ondina, maschere simbolo del Carnevale di Viareggio. E a lasciare il pubblico senza fiato saranno le modelle della sartoria teatrale White. Da oltre 40 anni punto di riferimento per il mondo dello spettacolo, sfarzosi costumi di scena sfileranno per le vie del centro città coordinati dallo stilista Giorgio. Per il terzo anno consecutivo, si svolgerà invece in Via Battisti davanti a “Pizzeria da Rizieri”, alle ore 16,00, una sfilata di cani in maschera o non accompagnati dai rispettivi padroni che saranno votati da una giuria di “amici degli animali” (Per partecipare alla sfilata Tel. 328-8963830). Particolare tutela e sensibilità saranno adottati nei confronti dei nostri amici a quattro zampe rispettandone a pieno la dignità e la salute. Per tutti i partecipanti un piccolo omaggio e premi ai vincitori della sfilata messi in palio da Ipersoap. Saranno rispettati i diritti naturali dell’animale e insegnati i valori di solidarietà ai numerosi partecipanti.


Il Carnevale di Viareggio è una tradizione che si tramanda da 142 anni e Streetfood, con il suo villaggio di cibi di strada italiani, è ben lieta di rappresentare una vera e propria Cuccagna che si distingue per qualità dei prodotti realizzati da chef professionisti e artigiani del gusto che ogni anno porta nelle piazze di tutta Italia. Streetfood rappresenta così la novità e fino al 28 febbraio delizierà turisti e viareggini che, presi dal loro grande evento cittadino, a sorpresa si sono trovati al cospetto di cucine di strada rappresentate da veri e propri artigiani di tutta Italia. Tra i tanti cibi di strada proposti ci sono le olive ascolane, realizzate a mano, portate a bassa temperatura e trasportate sul posto per essere fritte e servite calde sul momento, nulla a che vedere con quelle confezionate e surgelate della grande distribuzione. Ci sono gli arrosticini abruzzesi realizzati da chi tratta l’ovino dalla sua macellazione, alla produzione dei gustosi dadi di carne sugli stecchini fino alla loro cottura sulle tradizionali fornacelle a carbone. Ci sono i panigacci di Podenzana (Ms) a base di acqua e farina. Sono prodotti preparati dall’Associazione Ristoratori locale con i tradizionali testi in argilla arroventati sulla brace per servire il prodotto caldo e farcito di salumi e formaggi del loro territorio. Oltre a questi e ad altri cibi di strada curiosi e gustosi è da evidenziare la presenza di chef di varie provenienze. Da Mario Ottaviano chef di un noto ristorante di Peschici (Fg) che propone tradizionali “panini di mare” farciti con pesce di prima qualità (polpo, tonno crudo e salame di gambero rosso) a Lorenzo Genna, chef palermitano che a regola d’arte propone il cibo di strada tradizionale del mercato della Vucciria: panelle di ceci, pane ca’ meusa, arancine e cannoli di ricotta farciti e serviti all’istanteI viareggini e turisti che già hanno potuto visitare il Villaggio Streetfood di piazza Mazzini e hanno potuto assaggiare i prelibati cibi di strada propostisi sono dimostrati soddisfatti e compiaciuti della scelta di allestire il parterre di cibi di strada selezionati da Streetfood sulla base di un rigoroso decalogo.



Ma è una Balena o un Pescecane? L’equivoco in cui incorrono in molti per via della “mole” (celebre la concorrente che negli anni ’70 – scegliendo la prima opzione - perse uno spareggio a “Rischiatutto”, il famoso quiz di Mike Bongiorno) sembrerebbe riaffiorare a guardare lo “scheletro” del bestione che domenica prossima – 15 febbraio – sarà posizionato in Piazza del Popolo a Castelfiorentino per il gran finale del Carnevale 2015. Protagonista di questa edizione il personaggio di Pinocchio, per il quale saranno allestite in tutto il centro storico una serie di postazioni fisse che consentiranno ai bambini partecipanti alla sfilata, a partire dalla Bottega di mastro Geppetto (piazza Kennedy, partenza ore 15.00), di rivivere la storia del burattino più famoso del mondo: da Mangiafuoco al Paese dei Balocchi; dal Campo dei Miracoli al mitico “Pescecane”, un pescione di 12 metri che ha richiesto due settimane di lavoro (quasi 10 le persone impegnate). Confermata l’impostazione itinerante della festa (una modalità che consente ai bambini di variare la fruizione degli spazi aperti abbinandoli alla scoperta di scenari e personaggi del tutto diversi) il Carnevale di domenica contempla anche una serie di provvedimenti sulla circolazione stradale: divieto di transito e sosta nell’area di parcheggio interna di Piazza Kennedy (11.30-20.00) e – dalle 11.30 alle 18.30 – il divieto di transito e sosta in Piazza del Popolo, via Tilli (tratto piazza Stanze Operaie-piazza del Popolo, con doppio senso di marcia tra piazza Stanze Operaie e via Solferino e rimozione dei veicoli lasciati in sosta abusiva), il divieto di accesso da via Adimari a Piazza del Popolo, il divieto di transito in via Sant’Ippolito (ad esclusione veicoli diretti o provenienti dalle aree di rimessaggio private) la sospensione della ZTL in via Attavanti (tratto via Sant’Ippolito e via San Martino) e via San Martino. Il Carnevale 2015 è organizzato dall’associazione del Palio (Cà Stellare) con il patrocinio del Comune di Castelfiorentino e in collaborazione con Cetra, la Prociv, l’Associazione “Tre Piazze” e con il contributo della Banca di Cambiano e della Sezione Soci Coop Castelfiorentino. Rilevante la partecipazione degli alunni delle scuole di Castelfiorentino, che hanno collaborato con un gran numero di bambini alla preparazione delle maschere e di numerosi accessori.


Il Castello di Monteriggioni si veste a festa per il Carnevale. Domenica 15 febbraio, dalle ore 15,30 alle ore 18,30, il Castello sarà infatti la cornice di “Fiabazar, il bazar delle fiabe”, grande festa di Carnevale, con ingresso gratuito, organizzata dal comune di Monteriggioni con la cooperativa Giocolenuvole. Dai giochi di strada con la ciurma di capitan Uncino e Peter Pan alle incursioni ludiche di Hansel e Gretel alla ricerca della strega, passando per la “Bottega della maschera” per costruire insieme a Cappuccetto Rosso e la sua nonna e “Specchio Specchio delle mie brame”, la matrigna che si fa bella per la festa e la Regina di Cuori che trasformeranno il viso di grandi e piccini in maschera: tante iniziative per allietare il pomeriggio di festa per bambini e più grandi. La serata si concluderà con il “Gran galà delle maschere”, sfilata finale di saluto di tutti i bambini mascherati. Per informazioni tel. 0577 271558; email info@giocolenuvole.com.



Maschere, coriandoli, musiche e colori aspettando il testamento di Meio. Ad Asciano domenica 15 gennaio il Carnevale è sinonimo di allegria e di satira pungente. La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con l’amministrazione comunale, prenderà il via alle ore 12 in Piazza Garibaldi con l’apertura del Ristoro di Meio, dove si mangia e si beve aspettando l’apertura del Carnevale con il vivace intrattenimento di Asciano Canta. Alle 15,00 in Piazza Garibaldi l’apertura della Città del Carnevale con Meio e la Brigata Spendereccia che guideranno i visitatori per le vie del paese, addobbate per l’occasione come l’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso di Dante. Ad impreziosire il pomeriggio anche i Tamburini delle Serre e la Girlesque StreetBand. Ma l’attesa è tutta per le 18 quando in piazza della Basilica sarà premiata la maschera più originale si celebrerà il testamento di Meio secondo la più antica tradizione dedicata a un ciabattino ascianese vissuto alcuni secoli fa che con ironia irriverente sbeffeggiava i potenti. Secondo la tradizione, infatti, domenica si svolgerà la parata del funerale di Meio, durante il quale viene bruciato il suo fantoccio e viene letto il "Testamento di Meio", un testo satirico che mette alla berlina le persone più in vista del paese, scritto in ottave, sestine e quartine.


Prosegue con il segno più la 476 esima edizione del Carnevale più antico d’Italia, quello di Foiano della Chiana, il piccolo borgo in provincia di Arezzo famoso per la competizione tra i quattro carri allegorici in cartapesta. Dopo il successo delle prime due giornate, in cui protagonisti sono stati i carri in gara con le giurie, per domenica 15 febbraio tutto pronto per la terza giornata durante la quale al centro dell’attenzione sarà per la prima volta l’evento dedicato ai Cosplay. Dal mondo dei Manga, a quello dei Comics passando per i fantasy. Saranno a decine le maschere in gara nel contest che si svolgerà durante tutta la giornata di domenica per decretare le migliori figure. Il programma tuttavia parte il sabato 14 febbraio con il veglioncino per i bambini. Dalle ore 16 presso la Galleria Furio Del Furia un intero pomeriggio dedicato ai bambini, all’interno trucca bimbi, personaggi delle fiabe, la merenda e tante altre sorprese. Sempre sabato proseguirà la mostra Kosmos e Chaos in collaborazione con l’Associazione Autori di Immagini, che pone un ampio sguardo sul mondo dell’illustrazione proponendo 30 letture diverse del carnevale da parte di altrettanti artisti, che, nei modi più svariati e originali, hanno indagato ed esplorato il tema nelle sue molteplici dimensioni. Tra le mostre da segnalare anche la personale di scultura di Paolo Chiari “Gli spiriti degli alberi” , e l’esposizione delle opere partecipanti alla nona edizione del Premio Biennale Nazionale di Pittura, quest'anno incentrato sul tema "L'arte tra suoni, colori e allegria", si svolgerà, come sempre, in concomitanza con il Carnevale di Foiano. Il programma di domenica 15 febbraio partirà alle 10 con l’annullo filatelico speciale con Poste Italiane - Bozzetto “Kosmos e chaos” di Nicoletta Pagano che andrà avanti fino alle 16. Sempre alle 10 l’uscita dei carri, mentre alle 12 avrà luogo la prima sfilata dei Cosplay. Alle 15 partirà la sfilata dei carri e in concomitanza la Parata dei bambini con oltre 60 maschere a sfilare per il borgo. Tra le attività della domenica anche l’apertura della Chiesa Museo della Fraternità, mentre aalle 16 la seconda sfilata contest dei Cosplay. Torna alle 17.15 il cannone di coriandoli con lancio dei gadgets. Dalle 18.30 ancora la musica con il “vertical stage” dei dj. Per degustare e acquistare la tradizione gastronomica, ogni domenica sarà presente il Mercato di Campagna Amica dove si potranno degustare i prodotti del territorio rigorosamente a “Km 0”.


Il Carnevale di Sarteano torna per il terzo anno consecutivo, domenica 15 febbraio (dalle ore 14,30) in piazza XXIV giugno. L’evento viene proposto a un anno dal travolgente successo del Carnevale dedicato alla showgirl più amata della televisione italiana, Raffaella Carrà, quando la cittadina venne invasa da migliaia di parrucche bionde. Quest’anno il tema scelto dall’associazione capofila, L’ombrico, è la Pazza storia del mondo, con la rappresentazione deipopoli (ad esempio, Romani, Egiziani, Persiani, Aborigeni e Vichinghi) che via via si sono succeduti nelle diverse epoche storiche. Come nel celebre film di Mel Brooks, le associazioni di Sarteano rivedranno in modo stravagante e divertente le varie vicende della storia dell’umanità, partendo dalla preistoria fino alla rivoluzione francese. Ognuno potrà scegliere il suo popolo preferito, unendosi così ai festeggiamenti che comprendono giochi, balli, musica dal vivo dei Lucky Deepe un simpatico flash-mob. Inoltre, verrà premiato il migliore travestimento. Solo caso di pioggia l'evento si svolgerà domenica 22 febbraio. Si può rimanere connessi alla Pazza storia del mondo utilizzando l'hastag #carnevale2015. Il Carnevale di Sarteano, come di consueto, è organizzato dalle varie associazioni, che si occupano anche di manifestazioni parallele dedicate a bambini e ragazzi. “Questa è la forza di una comunità – sostiene il sindaco di Sarteano Francesco Landi – che conta sulla coesione, sulla voglia di stare insieme, riuscendo a proporre eventi originali di livello. E in teatro, grazie agli Arrischianti, si recita Pirandello. Ci sono tanti gruppi organizzati di persone, famiglie, che si dedicano a costruire momenti di felicità e condivisione: a tutti loro va il nostro ringraziamento e il nostro sostegno”. C’è un grande impegno per il Carnevale anche da parte del Comitato dei genitori di Sarteano che sabato sera, 14 febbraio (dalle 18) organizzano Carnival disco party nel salone che si trova nei pressi del “Parco”. Sono previste tante attrazioni: musica ad hoc grazie a un giovanissimo dj, proiezioni di video, il premio per la maschera più bella e il solito buffet affidato alla collaborazione del Comitato dei genitori, che garantiranno anche una “discreta” sorveglianza. Si gioca sul tema della disco-music e sulle vecchie discoteche, per un divertimento assicurato. Solo 5 euro il biglietto d’ingresso, con l’incasso che sarà devoluto al finanziamento di attività scolastiche. Per i bambini invece, martedì 17 febbraio (ore 15) viene riproposta la formula animazione-maschere-gioco-musica-confusione, con qualche elemento di novità, per una Festa di Carnevale al palazzetto dello sport. Ci sarà il concorso delle maschere più originali, attestati di partecipazione a tutti i bambini e poi servizio foto e buffet, organizzato grazie al contributo dei genitori, dall’associazione Sarteano Viva. Nell’occasione si potrà versare un’offerta libera per contribuire, anche in questo, alla raccolta fondi per le scuole.

Redazione Nove da Firenze