Giornata internazionale della donna: le iniziative in programma in Toscana

Nel 2020 un intero weekend dedicato alle donne, con musei aperti e ed eventi gratuiti. A Firenze una corsa in rosa per promuovere la parità


Firenze – Ecco in sintesi quelle che sono in Toscana  le iniziative in programma per la giornata internazionale della donna dell'8 marzo 2020.

La parità tra uomo e donna nei lavori domestici e il riconoscimento del lavoro e del ruolo della donna all’interno della famiglia. È questo il tema scelto per l’edizione numero 35 di Rosamimosa, manifestazione podistica riservata alle donne che prevede una corsa competitiva di 7,8 chilometri, riservata alle atlete in possesso di idoneità sportiva agonistica, e una passeggiata ludico motoria di 5 chilometri, con partenza dallo stadio Bruno Betti di via del Filarete, a Firenze. La manifestazione, che si svolgerà sabato 7 marzo alle 16 e che è organizzata dall’Associazione sportiva dilettantistica Gs Le Torri, in collaborazione con il Movimento italiano casalinghe.

Il programma della giornata dell'8 marzo è ricchissimo di eventi proposti dal Conventino Caffè Letterario Arte e Artigianato e Officina Creativa by Artex, legati alla scoperta del mondo femminile, in particolar modo delle donne del Conventino. L'invito a partecipare è rivolto a tutti, donne, ma soprattutto uomini, col fine di divulgare, a un più ampio pubblico, l'energia e la creatività femminile, caratteristiche che affondano nelle origini storiche di questo luogo e che ancora oggi sono portate avanti dalle artiste e artigiane che operano nel complesso del Conventino.In occasione di questa giornata è prevista l'apertura straordinaria del Caffè Letterario, dei laboratori artigianali e atelier d'artista, tra cui il laboratorio Minì&Made che organizza un corso di ricamo, e il laboratorio di MudMoiselle ceramica, e molto altro.La giornata inizia con un talk alle ore 11.00 su "Tutte le donne del Conventino. Da Santa Teresa d'Avila ad oggi", presentato da Margherita Abbozzo, artista e storica dell'arte, dove, dopo una breve introduzione storica sulla Santa a cui era devoto l'ordine di clausura delle Carmelitane Scalze, per il quale è stato costruito, nel 1896, l'edificio del Conventino, si raccontano le artiste, artigiane e imprenditrici che fanno parte del complesso. Il brunch, a partire dalle ore 12.30, è accompagnato dal Dj set di Miss Kat, aka Katia Giuliani, artista visiva e designer, amante e instancabile ricercatrice del black groove. Nel pomeriggio, alle ore 15.00, si riparte con le visite guidate del complesso del Conventino, a cura di Associazione Città Sostenibile, con Ilaria Giannotti, storica dell'arte e co-fondatrice di "Cultural.e", un blog dedicato all'arte, attivo sui principali canali social. La fine della giornata è dedicata alla proiezione di "Una donna poco più di un nome" un film-documentario di Ornella Grassi, con la presenza della regista, che ricostruisce la figura dimenticata della scienziata Enrica Calabresi, una zoologa fiorentina vittima dell'orrore delle leggi razziali. In seguito viene lanciata, con la presenza di Gloria Romoli e Francesca Tofanari, la programmazione estiva tutta "al femminile" del Conventino Caffè Letterario Arte e Artigianato.

Spazia fra gli oggetti custoditi al Museo ebraico e attraverso gli spazi della Sinagoga, la visita guidata tematica di domenica 8 marzo (ore 11) che introduce gli ospiti nell'universo femminile ebraico. L’appuntamento, promosso da CoopCulture, racconta il ruolo della donna nell’ebraismo, nella quotidianità e in occasioni specifiche, come lo Shabbat, ma anche nel matrimonio e nelle ritualità. Per partecipare è necessario prenotarsi entro venerdì 6 marzo al numero 848 082 380 o via mail a prenotazioni@coopculture.it. L’attività ha un costo di 12.50 euro, comprensivo di ingresso, visita guidata e diritti di prenotazione, ridotto 10 euro dai 6 anni e studenti fino a 26 anni.

Crumb Gallery ospita dal 7 marzo al 7 aprile 2020, CORPO DI DONNA la prima mostra di Letizia Battaglia a Firenze con 23 opere fotografiche di formato diverso, tra cui molte inedite che toccheranno temi noti ma anche più intimi del suo percorso artistico. «A Firenze, esporrò foto di nudi.» rivela la Battaglia in una recente intervista «Racconto la grandiosità, la bellezza e la dolcezza del corpo femminile. Non sexy o in pose da modella. Una ventina di foto fatte dagli anni Settanta al 2019. C'è la ragazza così come la donna di 70 anni che mentre scatto dice sono bella così come sono. Le ho fotografate con solidarietà e rispetto. A un fotografo si deve sempre chiedere rispetto, lui deve nobilitare la verità. La fotografia è un atto meraviglioso, come fare l'amore. Ma con rigore e senza vanità.» Letizia Battaglia ha da subito fortemente creduto nel progetto Crumb – una galleria per donne artiste diretta da donne – e ha scelto proprio questo luogo per la sua prima volta nel capoluogo toscano, offrendo con generosità i propri scatti a una realtà così nuova. Letizia Battaglia (Palermo 1935), non ha certo bisogno di presentazioni, nel 2017 il New York Times l’ha citata come una delle undici donne straordinarie dell’anno. È riconosciuta come una delle figure più importanti della fotografia contemporanea non solo per i suoi scatti saldamente presenti nell’immaginario collettivo, ma anche per il valore civile ed etico da lei attribuito al fare fotografia.

A San Salvi ultimi appuntamenti de “Il Teatro dei Chille” che non casualmente coincidono con l’8 marzo, Festa della Donna. In scena sabato 7 e appunto domenica 8 marzo alle ore 21 “Casa di bambole” di e con Sissi Abbondanza, storica presenza dei Chille, che negli ultimi anni ha narrato teatralmente straordinarie figure femminili come Irène Némirovsky e Giusi Pastore, Artista de La Tinaia. Le immagini sono di Paolo Lauri, luci e suoni di Gabriele Ramazzotti e Matteo Pecorini. “Casa di bambole” indaga su un universo di solitudine in un mondo di soli replicanti, in cui non si ritrovano più persone ma ectoplasmi. Una donna nella sua casa (nido e prigione) alla fine di una festa e in attesa l’indomani dell’arrivo del suo uomo, scopre un’altra se stessa (reale o immaginaria?) con cui dialogare. Lo spettacolo è una riflessione sull’incapacità di rapportarsi nel reale che spinge verso dialoghi isolati, creando mondi in cui si finisce con il parlare in un crudele, infinito soliloquio.

E se una donna di oggi si trovasse di fronte l’arcangelo Gabriele? Attorno al tema della maternità si dipana lo spettacolo “Farsi Fuori” in programma venerdì 6 marzo al Teatro delle Arti di Lastra Signa (Firenze). Finalista al Premio In-Box 2019, lo spettacolo vede in scena Marco Quaglia e Luisa Merloni – che firma anche testo e regia – produzione PsicopompoTeatro. I biglietti - 15/13/8 euro, riduzioni per over 65, under 26, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso – sono disponibili online su www.ticketone.it e nei punti vendita Boxoffice Toscana, compresa la Coop di Lastra a Signa. “Farsi fuori” è anche, come spesso succede in teatro, frutto di incontri, come quello con l’attore Marco Quaglia, in diversi spettacoli realizzati da Psicopompo Teatro, e del comune desiderio di cercare insieme nuovi spazi per il comico nel teatro contemporaneo. Per chi lo desidera, la sera dello spettacolo dalle 19.45, c’è l’aperitivo teatrale, con buffet e drink 6 euro (prenotazione consigliata entro il giorno precedente lo spettacolo - 055 8720058 - 331 9002510 teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com). E’ disponibile su prenotazione un servizio navetta che collega il teatro al capolinea Villa Costanza della tramvia.

Anche a Rufina “La Festa della Donna a Teatro” domenica 8 marzo alle 16,30 organizzato l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune in collaborazione con il Piccolo Teatro di Rufina. Tutte le partecipanti potranno assistere allo spettacolo “Due per te” portato in scena dal Laboratorio Teatrale di Castelfranco di Sotto. Al termine ci sarà un brindisi alla presenza del Sindaco Vito Maida, del Presidente del Consiglio Comunale Carlo Braccesi, e di tutte le ‘donne’ del Consiglio Comunale: Stefania De Luise, Daniela Galanti, Chiara Mazzei, Laura Canovelli, Gaia Scotti, Stefania Capanni, Elisa Moretti, Rosella Roselli.

In occasione della giornata internazionale della donna il Comune di Empoli in collaborazione con la biblioteca comunale ‘Renato Fucini’ presenta e organizza uno spettacolo teatrale che sarà ospitato all’interno del Museo del Vetro, in Via Ridolfi. Un evento pensato e realizzato per unire questa ricorrenza così significativa legata alla sensibilità e al mondo femminile con l’apertura gratuita di tutti i musei cittadini nel prossimo weekend. Dunque Musei dell'Empolese Valdelsa aperti e con ingresso libero venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 marzo per vincere la paura del Coronavirus, ma anche uno spettacolo dentro a un museo per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo. Il Comune di Empoli celebra la festa della donna scommettendo sulla cultura, con lo slogan la ‘Cultura è donna’. ‘AVE EVA!’ è il titolo della lettura-spettacolo a firma del Bubamara Teatro. Sarà un saluto alla donna nella sua essenzialità, è l’esaltazione della sua femminilità, è un omaggio alle sue mille peculiarità. Appuntamento dalle 18 di domenica 8 marzo al Museo del Vetro, aperitivo di saluto e poi la performance.

Ci sarà una panchina rossa, simbolo della lotta al femminicidio, nel parco di Casenuove a Empoli e da domenica 8 marzo ci si potrà sedere lì per riposare, leggere, riflettere. La panchina rossa è un'iniziativa realizzata dal circolo Pd Casenuove insieme alle Donne Democratiche dell'Empolese Valdelsa e volta a sensibilizzare la cittadinanza al tema della violenza e dei femminicidi che rappresentano oggi un'emergenza.

Domenica 8 marzo al circolo Arci di Cortenuova a Empoli ci sarà la cena “Libere dalla paura, libere di essere” per la ricorrenza della festa della donna. Il ricavato sarà devoluto al Centro aiuto donna Lilith di Empoli, associazione che fornisce alle donne che subiscono violenza all’interno delle mura domestiche un supporto psicologico, assistenza legale ed accoglienza quando l’incolumità della donna è fortemente a rischio. Il menù della cena prevede un antipasto toscano , un primo al ragù cortinovese, giro pizza , dolce e spumante. Costo adulti 20 euro, bambini 10. Per prenotazioni telefonare a Roberto al 3388022160 o a Francesca 339 4131795.

Donne e poesia rappresentano un binomio antico come il mondo. Domenica 8 marzo al circolo Arci Sms di Bagno a Ripoli si celebrerà una Festa della Donna particolare, dedicata proprio al connubio tra il mondo femminile e l’arte poetica. L’appuntamento è alle ore 18.00 presso i locali del circolo in Via Roma, 124 a Bagno a Ripoli. Durante la serata verrà presentata una selezione di poesie dedicate alle donne, tratte dall’antologia “Tredici. I poeti del Bandino” di Andrea Matucci e Lorenzo Andreaggi, pubblicata da Edizioni Nerbini. L’antologia sarà presentata dallo stesso prof. Andrea Matucci (docente all’Università di Siena), Peter Genito e Roberta degl’Innocenti. Seguirà la recitazione di alcune poesie scelte. La “Festa della Donna e della Poesia” al Circolo SMS si svolgerà con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli.

In occasione della Festa della Donna l’Associazione culturale “Giuseppe Mazzon” organizza l’esposizione delle opere dei pittori dell’associazione dedicata a “Donne e colori 2020”, con l’obiettivo di celebrare l’universo femminile attraverso l’arte. L’iniziativa si svolgerà in collaborazione con la sezione soci Coop di Bagno a Ripoli e con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli. Appuntamento per l’inaugurazione venerdì 6 marzo a partire dalle ore 18.00 presso la Sala soci Coop di via Pulicciano, 16 ad Antella. La mostra resterà aperta fino al 15 marzo 2020 in orario 16-18 dal martedì al venerdì; sabato e domenica esposizione aperta dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00. Giorno di chiusura: lunedì. Per informazioni, contattare l’Ufficio cultura del Comune di Bagno a Ripoli al numero 055/643358.

A Pelago appuntamenti previsti domenica 8 Marzo, giorno dedicato alla Festa della Donna. Si inizierà alle 16 alla Scuola Primaria di Pelago, dove l’Associazione Donne in Cammino in collaborazione con l'Amministrazione Comunale organizza il Flashmob, “Rosso di Cuore, Rosso di Vita, Rosso così Solo- Con/Sonanze di Pensieri e Parole e Note per Le Donne”. A seguire, nel palazzo comunale alle ore 17 ci sarà l’inaugurazione della Mostra "Matite per le donne". Il programma prevede i saluti dei rappresentanti della Giunta e di Cristina Arba la responsabile Coordinamento donne Cgil Firenze. “Matite per le donne” è una mostra di vignette che tratta il delicatissimo e attuale tema della violenza, delle discriminazioni e degli stereotipi di genere e vuole offrire spunti di riflessione inediti attraverso lo strumento della vignetta satirica. La mostra sarà visitabile fino a mercoledì 8 aprile nella sede del Comune di Pelago, negli orari di apertura al pubblico degli uffici. 

Rapolano Terme celebra la Festa della Donna con un weekend ricco di appuntamenti. Sabato 7 marzo, alle ore 18, il Caffè del Teatro Cacio&Pere ospiterà la presentazione del romanzo “Nonostante te” di Lorella Carli seguita da aperitivo e visita alla mostra fotografica “"Io sono. Ma chi sono?” curata da Patrizia Mori, mentre alle ore 21 al Teatro del Popolo sarà protagonista Lucia Poli con lo spettacolo Animalesse, storie di animali in prosa, in poesia, in musica inserito nel cartellone promosso da Comune e Fondazione Toscana Spettacolo onlus con la collaborazione dell’Associazione Filarmonico Drammatica di Rapolano Terme. Domenica 8 marzo doppia iniziativa al Caffè del Teatro Cacio&Pere con il patrocinio del Comune rapolanese e ingresso libero: alle ore 19.30 sarà inaugurata la “Mostra Collettiva” al femminile curata da Visionaria, dedicata a nove artiste donne e alle loro opere, mentre alle ore 22 sarà la volta di MataLuna, Reading & Jazz per un appuntamento che unisce musica e letteratura.

Sabato 7 marzo, nella sala del consiglio comunale di Cortona, con inizio alle ore 18, appuntamento con il «Premio donna 2020», organizzato dal comune (assessorato alle pari opportunità e politiche sociali, assessorato allo sport e alla scuola e assessorato alla cultura) insieme con l’associazione Pronto donna, che opera per la tutela delle donne vittime della violenza. Il premio è stato assegnato quest’anno a una figura femminile, di origine cortonese, che ha ottenuto apprezzati riconoscimenti nel proprio ambito di attività. Elisabetta Casetti è campionessa italiana di tiro con l’arco storico. Nel 2019, dopo una stagione di gare particolarmente intensa, ha collezionato undici piazzamenti sul podio su quindici tornei disputati, dei quali sette vinti. l programma della serata, presentata dalla conduttrice Francesca Scartoni, prevede l’esecuzione di una serie di intermezzi musicali affidati alla voce recitante dell’attrice Valeria Gudini, accompagnata al flauto da Andrea Meucci.

“Un 8 Marzo infinito: le Donne del Chianti si raccontano…”. E’ questo il titolo dell’omaggio alla Festa della Donna in programma domenica 8 marzo, alle ore 17.30, al Teatro comunale Vittorio Alfieri di Castelnuovo Berardenga. L’appuntamento è promosso da Lo Stanzone delle Apparizioni con ideazione e regia di Daniela Morozzi e Matteo Marsan e vedrà protagoniste sul palcoscenico nove donne in arrivo dal territorio chiantigiano - Elisabetta Aterini, Michela Baldesi, Beatrice Bari, Roberta Benvenuti, Tiziana Bruttini, Camilla Catinari, Alice Francini, Ilaria Petrucci e Franca Sestini - accompagnate dalla musica jazz di Stefano “Cocco” Cantini.

Batignano è uno di quei borghi che non si trovano tra le mete più visitate del territorio maremmano. L’obiettivo della prossima visita guidata proposta da Confguide Grosseto sarà proprio di scoprire le tracce lasciate dalla storia di questa piccola realtà nascosta, che custodisce dentro le sue mura medioevali deliziose testimonianze artistiche, architettoniche e religiose di un ricco passato da scovare minuziosamente. Sarà inoltre colta l’occasione della Festa della Donna per parlare di un personaggio femminile importante, la crocerossina batignanese Maria Jacometti, e del ruolo che donne come lei hanno avuto durante il primo conflitto mondiale. La visita si svolgerà domenica 8 marzo, con ritrovo previsto per le ore 15.30 davanti alla Porta Grossetana, il prezzo è 7 euro. La prenotazione è obbligatoria entro il sabato 7 marzo alla guida Silvia Conforti, tel. 320 8866126.

Si chiama Lirica Oggi ed è l’associazione fondata da Cinzia Gioè e Francesca Maionchi, rispettivamente mamma e figlia. Entrambe di Altopascio ed entrambe legate da una passione speciale per la musica colta. Pianista Cinzia, cantante lirica Francesca, con all’attivo, nonostante i suoi 25 anni, diverse collaborazioni importanti e di prestigio, a partire da quella con Andrea Bocelli, con cui ha condiviso i concerti in Lituania e Lettonia. Sono loro, insieme con l’insegnante Lucia Caiani, ad aver fondato l’associazione, Lirica Oggi. E sono sempre loro che venerdì 6 marzo, alle 21.15 al Teatro “G. Puccini” di Altopascio, porteranno in scena lo spettacolo “Donna in Love”, organizzato con il patrocinio del Comune, dedicato proprio alle figure femminili nella lirica e alla bellezza della canzone italiana. L’occasione è duplice: da una parte presentare al pubblico la nuova associazione, che da novembre è attiva sul territorio altopascese, e, dall’altra, essendo l’evento a ridosso dell’8 marzo, offrire un’occasione di incontro e di aggregazione per la Giornata internazionale della donna. Per info e prenotazioni: 349.7374843.

Per la festa della donna l'alternativa è concedersi un weekend di totale relax e benessere, rigenerando il corpo e la mente.

Il CLUB di Terme di Saturnia propone dal 1° al 13 marzo un’esclusiva giornata Day Spa che include: 1 Ingresso Giornaliero al Club + 1 Trattamento della durata di 50 minuti al costo di € 130 a persona a scelta tra Massaggio Totale, Massaggio Riequilibrante Viso e Corpo, Pulizia Viso, Fango di Saturnia, Gommage & Plancton. Le calde acque termali della sorgente naturale, i trattamenti proposti dalla Beauty Clinic e le rinnovate proposte gastronomiche, sapranno regalarti piacevoli momenti da trascorrere in compagnia delle amiche o in famiglia.

In occasione della “Festa della Donna”, Tenuta Prima Pietra, la prima proprietà vitivinicola acquistata da Massimo e Chiara Ferragamo nel 2002, e situata a Riparbella, sulla costa toscana, propone un’esclusiva “Wine Experience”. Immersa fra le dolci colline toscane con vista mozzafiato sul Mar Tirreno, Tenuta Prima Pietra omaggia la donna con un’originale esperienza all’insegna del relax, del vino e del buon cibo da vivere in compagnia. “Wine Experience” a Tenuta Prima Pietra Una visita guidata da esperti sommelier alla scoperta dei segreti della produzione dei Super Tuscan Esperti sommelier guideranno gli ospiti alla scoperta delle note e dei profumi dei vini che caratterizzano il territorio. Un itinerario che parte dalla costa toscana, dove i Super Tuscan fanno da padroni, e che termina nella più storica Montalcino, in cui il protagonista indiscusso è il Sangiovese Grosso. Un percorso creato per far conoscere l’intero processo produttivo “dalla vite al vino”, che comincia dalla vigna, passando per la sala invecchiamento, per concludersi con una degustazione guidata di sei vini, tra cui il prestigioso Brunello di Montalcino di Castiglion del Bosco, tenuta anch’essa di proprietà di Massimo e di Chiara Ferragamo, e del Super Tuscan Prima Pietra. Come vuole la tradizione del luogo, il wine tasting sarà accompagnato da una selezione di formaggi toscani, pane fresco, olio extra vergine di oliva e miele di nostra produzione.

Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa, immerso nella natura verdeggiante della Valle del Serchio, è la scelta ideale per le amiche che vogliono concedersi una fuga per sole donne, trascorrendo del tempo insieme e lasciandosi coccolare tra attività divertenti e detox, per uno spassoso weekend in rosa. In una vacanza tra donne che si rispetti, non può mancare un momento di relax e benessere, per prendersi cura del proprio corpo scambiandosi gossip e confidenze: la struttura propone il pacchetto Beauty Spa Experience* che, oltre al soggiorno in Camera Classic e colazione a buffet, include un trattamento Spa (60 minuti - per 2 persone) a scelta tra Scrub corpo a base di sale marino e vinaccia ad azione levigante e drenate, seguito da relax in vasca idromassaggio, oppure Scrub corpo alla marmellata d’uva con effetto idratante e antiossidante, accompagnato da un lussuoso bagno di vapore con oli essenziali. È incluso l’accesso illimitato alla Wellness Area con piscina interna riscaldata e idromassaggio da cui si può ammirare lo splendido panorama circostante, soft sauna, calidarium e percorso con cromoterapia. Nel pacchetto è compreso un prodotto omaggio per la cura del viso o del corpo, per continuare a casa il percorso di bellezza. Una proposta spiritosa del Resort, perfetta per un gruppo di amiche, è la cooking class Dalla Terra al Piatto: sotto la sapiente (e divertente) guida dello Chef Simone Cavani, l’attività prevede la spesa tutti insieme al mercato locale di Barga, per poi cimentarsi nella preparazione dei piatti tipici toscani e garfagnini, da degustare alla fine dell’esperienza insieme a vini di produzione locale.

Redazione Nove da Firenze