Befana 2020 a Firenze e in Toscana: alcune idee

A Firenze la Cavalcata dei Magi a sfondo religioso, dedicata all'Epifania del Signore e la Befana del Vigile urbano. A Prato festa con Unicef in piazza Ciardi. "Tuffo" a Pisa, a Empoli la vecchietta si calerà dalla torre campanaria della Collegiata di Sant’Andrea per distribuire dolcetti. Anche a Equi Terme, in Lunigiana, la Befana si lancerà da 30 metri per lanciare doni ai bambini. "Befanate" in montagna. Cammelli e 300 figuranti a Casole d'Elsa


Il giorno dell'Epifania si avvicina e nella nostra regione ci sono molte iniziative per celebrare sia la ricorrenza religiosa che la simpatica vecchietta cara ai bambini perché generosa di doni (o di carbone ma spesso è dolce...). 

Ne segnaliamo alcune a partire da una delle più religiose: per celebrare il giorno dell’Epifania, lunedì 6 gennaio 2020, l’Opera di Santa Maria del Fiore organizza a Firenze la Cavalcata dei Magi. La manifestazione, giunta alla XXIV edizione dell’epoca moderna, si rifà a un’antica tradizione fiorentina del XV secolo, quando a Firenze una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi, di cui fecero parte i maggiori componenti della famiglia dei Medici, organizzava un fastoso corteo, la “Festa de’ Magi”.

Dal 1997, in occasione dei festeggiamenti per i 700 anni della fondazione della Cattedrale, l'Opera di Santa Maria del Fiore ha voluto riprendere quest’antica tradizione organizzando, ogni anno, un solenne corteo di figuranti con in testa i Re Magi a cavallo, in sontuosi abiti di seta ispirati a quelli dell’affresco di Benozzo Gozzoli, che attraversa il centro di Firenze. La manifestazione si svolge, sotto gli auspici dell’Arcidiocesi e del Capitolo del Duomo, con il patrocinio del Comune di Firenze e la partecipazione dei comuni della provincia.

Dopo la partenza da Piazza Pitti, alle ore 14.00, il corteo si snoderà lungo le strade del centro (via Guicciardini, Ponte Vecchio, via Por S. Maria, Via Lambertesca, Loggiato degli Uffici, Piazza della Signoria, Via Calzaiuoli) fino ad arrivare in piazza Duomo alle ore 15.00. Dalle ore 14.30 in Piazza Duomo il Coro delle Voci Bianche della Cappella della Cattedrale di Firenze,diretto dal Maestro Michele Manganelli, intratterrà il pubblico con canti natalizi. Dopo l’arrivo di tutto il corteo in Piazza Duomo, il saluto dei figuranti e l’offerta dei doni dei Re Magi a Gesù Bambino nel Presepe vivente. All’intervento di Luca Bagnoli, presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, seguirà la lettura del Santo Vangelo e il saluto del cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, che parlerà del significato dell’Epifania, accogliendo una rappresentanza dei bambini delle parrocchie della Diocesi fiorentina.

La Cavalcata dei Magi si rifà a un’antica tradizione fiorentina del XV secolo, la “Festa de’ Magi”, che veniva organizzata a Firenze ogni tre anni e dal 1447 ogni cinque. Il compito di organizzare la festa era affidato a una compagnia di laici detta dei Santi Re Magi o della Stella, la cui sede, per volere di Cosimo il Vecchio de’ Medici era presso il Convento di San Marco. La festa era organizzata in tre diversi cortei che si riunivano davanti al Battistero e poi in Piazza Signoria e da lì proseguivano uniti fino alla Basilica di San Marco, dove con canti e preghiere adoravano Gesù Bambino. La festa era particolarmente sfarzosa. Ai cortei prendevano parte i membri della Compagnia - che erano centinaia - vestiti con abiti preziosi ed erano esibite le mercanzie più lussuose trasportare da una moltitudine di animali da soma anch’essi ricoperti di stoffe preziose.

La prima notizia certa sulla Compagnia dei Santi Re Magi o della Stella risale al 1417 e riguarda un finanziamento ricevuto dalla Signoria, ma con ogni probabilità la sua fondazione è da ritenersi alla fine del Trecento. La compagnia dei Santi Re Magi, che divenne una delle più importanti della città grazie alla protezione dei Medici e al numero rilevante d’iscritti, fu soppressa nel 1494 dopo la cacciata dei Medici da Firenze.

Hanno collaborato con l’Opera di Santa Maria del Fiore: Comune di Firenze, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, Holy Land srl - Eventi e Manifestazioni, Associazione Regionale Allevatori della Toscana, Gallerie degli Uffizi, Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Per informazioni: www.operaduomo.firenze.it

Nella Basilica di Santo Spirito il 6 gennaio la Santa Messa delle 10.30 sarà animata dal Coro Mulieris Voes, diretto dal Maestro Edoardo Materassi.Dopo la Messa il Coro canterà davanti al presepe realizzato da Albino Todeschini e sarà presente anche lo zampognaro Ugo Galasso. Il precetto della domenica sarà solo nella Messa delle 18 del 4 gennaio e le messe del mattino del 5 gennaio. Infatti la Messa delle 18 del 5 gennaio è già quella dell’Epifania. Per questo alle 21 non ci sarà la Messa. Ma il 6 gennaio orario completo: 9-10.30-18.00-21.00.

Anche la “Befana del Vigile Urbano del CAMET” è un evento ormai entrato nella tradizione fiorentina. Nel 2020 sarà infatti festeggiato il 25° anniversario di questa manifestazione che si è potuta ripetere ogni anno grazie alla collaborazione della Polizia Municipale, le Istituzioni Fiorentine e la Presidenza del Consiglio Regionale .

Il giorno dell'Epifania era tradizione per gli automobilisti portare dei doni (generalmente erano dolci, bottiglie e fiaschi di vino o di olio che poi finivano in dono alla mensa dei poveri) ai Vigili che, posizionati su delle pedane al centro degli incroci, dirigevano il traffico con ampi gesti evidenziati dai caratteristici “maniconi” bianchi".
La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Polizia Municipale, il Comune e la Presidenza del Consiglio Regionale, si ripete anche quest'anno iniziando con il raduno delle auto d’epoca nel piazzale delle Cascine alle 9.15.
La carovana di auto partirà alle 10.30 per dirigersi in Piazza della Repubblica, sostando nei tre incroci dove i Vigili Urbani con la divisa storica dirigeranno il traffico dalle pedane posizionate in:
Piazza Goldoni (prima pedana dei vigili)
Incrocio Tornabuoni (seconda pedana dei vigili)
Incrocio Via Pellicceria - Piazza della Repubblica (terza pedana dei vigili)
Un altro gruppo di auto d'epoca si troverà direttamente all'ospedale Mayer con la Befana per la isita ai bambini ricoverati. La Befana verso le 11.00 con la Torpedo Blu del CAMET lascerà il Mayer per Piazza della Repubblica.

Nella piazza, la Befana assieme al Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani - sotto il famoso gazebo giallo del CAMET - distribuirà doni ai bambini presenti.
Le auto d'epoca resteranno esposte in Piazza della Repubblica fino alle 13.00. Ingresso libero.
Qualche curiosità sulla Polizia Municipale di Firenze e sulla “Befana del Vigile”, nata nel 1933:
Il Corpo delle Guardie di Polizia Municipale a Firenze nacque nel 1854 (compie quest’anno 166 anni) per integrare i compiti dei Pompieri.
Inizialmente le guardie in organico erano 20, dovevano essere celibi e alti almeno 1,66 mt.
Dal 1863 il corpo prese il nome di Guardie di Città e i suoi membri indossavano un cappello a lucerna.
Nel 1919 finalmente nasce il corpo dei Vigili Urbani (nel 2020 ha quindi superato il secolo dalla fondazione), i quali, pochi anni dopo sostituiscono la vecchia sciabola in dotazione, con un corto bastone da utilizzare per dirigere la circolazione veicolare.
Nel 1933 i Vigili Urbani, diventati 300, ricevono per la prima volta nel giorno dell’Epifania la "Befana del Vigile” da parte dei cittadini e degli automobilisti alla quale rinunceranno negli anni ’60.
Solo a partire dal 1978 la selezione al corpo dei Vigili Urbani (poi divenuta Polizia Municipale) è aperta anche alle donne.
Per informazioni: CAMET Club Auto moto d’Epoca Toscano info@camet.org

Lunedì 6 gennaio, in occasione dell’Epifania, la Città Metropolitana e MUS.E propongono Seguendo la stella, un programma di visite e attività nella celebre Cappella dei Magi, affrescata magistralmente da Benozzo Gozzoli nel cuore di Palazzo Medici Riccardi fra il 1459 e il 1462 con la cavalcata dei sapienti Re al seguito della Stella.

Le visite, aperte a giovani e adulti, si terranno in due distinti orari (h 12.00 e h 15.00) dando la possibilità di approfondire la storia e l’iconografia della Cappella dei Magi, in connessione con il resto del palazzo e con le vicende della famiglia Medici. Distribuite su due diverse fasce orarie anche le attività (h 10.30 e h 16.30), che consentiranno ai bambini e alle loro famiglie di cimentarsi in un laboratorio artistico sui Re Magi dal tono assolutamente festoso.

In viale Guidoni presso il centro sportivo Paganelli "Aspettando la Befana tra i dinosauri": il 5 gennaio apertura serale straordinaria della mostra Dinosaur Invasion con un ricordo per tutti della magica vecchina.

Nel Quartiere 2 di Firenze, divertimento ma non solo. Arriva la Befana a Villa Arrivabene! Lunedì 6 gennaio alle 10.30 nel parco della sede del Quartiere 2 in piazza Alberti 1/a, la Befana porterà caramelle e carbone per tutti i bambini. All'evento sarà presente la Fratellanza militare con operatori della protezione civile ed operatori sanitari. Un'iniziativa ludica con attività d'animazione e truccabimbi, ma che vuole essere anche un'occasione per introdurre, con leggerezza, ragazzi e bambini al sistema di soccorso sia di protezione civile che sanitario.

Nel Quartiere 4 di Firenze, conto alla rovescia, in particolare, per i due eventi che faranno da gran finale.

Il primo è “La Befana non vien di notte...”, il tradizionale arrivo della Befana in Piazza dell’Isolotto, fissato per domenica 5 gennaio alle 16. Arriverà la Befana e darà le caramelle ai bambini. Con la collaborazione dei Vigili del Fuoco, sarà bruciato il fantoccio della befana, con esibizione delle ginnaste dell’Associazione Iris. Musica “No Time Big Band”, diretta da Claudio Giovagnoli.

Il secondo è il “Concerto della Befana” di lunedì 6 gennaio, alle 17.30, alla Limonaia di Villa Strozzi, in via Pisana 77. Protagonista il Piccolo Coro del Melograno, diretto da Laura Bartoli. Sarà presente la Befana.

Di seguito, il programma degli altri appuntamenti del “Natale al Quartiere 4”, sviluppato in collaborazione con l'associazione culturale Nuovo Centro Studi Il Globo:

Venerdì 3 gennaio, ore 10.30, presso BiblioteCaNova di via Chiusi 4/3a: BiblioteCaNova Junior, “Road-Ari”, un’avventura on the road con Gianni Rodari, fatta di filastrocche, racconti ed immagini per ripercorrerne il meraviglioso immaginario. A cura dell’Associazione Culturale Allibratori (attività 7-10 anni). Su prenotazione anche telefonica: 055 710834.

Domenica 5 gennaio, ore 16, “Gli Amici della Giungla”, Teatro La F.I.A.BA.”, spettacolo musicale per grandi e piccini sull’amicizia, l’altruismo e la diversità. A cura della Parrocchia B.V.M. Madre delle Grazie.

Domenica 5 gennaio, ore 21, “Aspettando la Befana”, presso BiblioteCaNova di via Chiusi 4/3a: BiblioteCaNova Junior. Metti il pigiama, prendi un calzino e vieni in biblioteca, potrai ascoltare bellissime storie e, chissà, potresti incontrare la Befana. A cura dell’Associazione Culturale Allibratori (4-8 anni). Per tutte le informazioni per la partecipazione e la prenotazione, vieni in biblioteca o telefona al numero 055 710834.

Lunedì 6 gennaio, ore 16, “Gli Amici della Giungla”, Teatro La F.I.A.BA.”, spettacolo musicale per grandi e piccini sull’amicizia, l’altruismo e la diversità. A cura della Parrocchia B.V.M. Madre delle Grazie; lo spettacolo si terrà alla stessa ora anche l’11 e 12 gennaio.

Lunedì 6 gennaio, ore 16.30, “Epifania al Borgo”, Teatro del Borgo, spettacolo teatrale interattivo, in cui il protagonista sarai proprio tu! A seguire, merenda e calza della Befana per tutti! Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria. Info: prenotazioni@teatrodelborgo.it, 375728488

Il panorama completo degli eventi e dei presepi, comprensivo di quelli organizzati da teatri, parrocchie, circoli, case del popolo e associazioni varie, è pubblicato sul sito del Quartiere 4 (https://quartieri.comune.fi.it/dalle-redazioni/natale-nel-quartiere-4) e diffuso attraverso un’apposita brochure. Info: quartiere4@comune.fi.it e 055 2767108.

La calza della Befana quest’anno non è solo per i più piccoli e non è solo sinonimo di dolci e caramelle. Vini francesi, etichette particolari, mostarde, olio extravergine d’oliva, acciughe, cioccolato, praline e wafer viennesi riempiranno le “calze da grandi” del Dolce Emporio, storica bottega di San Frediano recentemente riaperta come boutique del gusto con le selezioni dello chef Fabio Barbaglini.

Il più tradizionale simbolo dell’Epifania si reinventa per incontrare il gusto degli adulti: pensate sia in versione dolce che salata, le calze gourmet saranno disponibili in più formati, compreso quello maxi, in grado di ospitare una magnum. Sabato 4 gennaio sarà possibile acquistarle in piazza del Carmine dalle ore 9 alle 19, in occasione del tradizionale mercato che porta in piazza le botteghe dell’Oltrarno il primo weekend del mese. Chi desiderasse personalizzare la propria calza potrà riempirla direttamente in negozio, scegliendo tra le leccornie ospitate negli scaffali in legno del Dolce Emporio (Borgo San Frediano 128/r).

La storia del Dolce Emporio affonda le radici nel 1500: negli stessi locali per più di duecento anni, tra il 1531 e il 1748, le monache del monastero dell’Arcangelo hanno impastato farina, spezie, frutta secca e miele. In seguito la bottega ha aperto come “chiccaio”, con la vendita di dolciumi e vini, attività che è stata condotta dalla stessa famiglia per generazioni.

Al Galluzzo la Misericordia, grazie alle donazioni ricevute dalla popolazione e dalla locale Stazione dei Carabinieri, distribuirà balocchi ai bambini in cura presso l'Ospedale pediatrico Meyer e alle famiglie con figli che la Confraternita già assiste grazie all'opera, invisibile quanto costante, del Gruppo per la Raccolta Alimentare. La Misericordia invita chiunque abbia la possibilità di contribuire a gonfiare la calza con qualche gioco di portarlo al punto di raccolta allestito presso la sede (via de' Giandonati 10) preferibilmente entro la settimana dell'Epifania o comunque entro il 20 di Gennaio. La consegna sarà effettuata appena saranno terminate le operazioni di raccolta ma comunque entro il mese di gennaio. Sono accettati giochi di ogni tipo, nuovi o usati, preferibilmente adatti ai bambini dai 3 ai 12 anni di età.

Come ormai da tradizione, il Circolo “Vie Nuove di Firenze invita a passare tutti insieme un pomeriggio dedicato ai bambini e ai ragazzi in occasione della festività della Befana 2020. Quest'anno, come da tradizione del circolo di Gavinana, la Befana arriva prima e proprio domenica 5 gennaio, a partire dalle ore 17.00, il circolo propone la proiezione del film d’animazione “La freccia Azzurra” del 1996 di Enzo D'Alò, ispirato all'omonimo racconto di Gianni Rodari del 1964. Per il pomeriggio di domenica 5 gennaio, dopo la proiezione, seguirà una merenda e in coda l’arrivo della Befana, previsto per le ore 18.30 (circa), che consegnerà una calza ad ogni bambino. Contributo richiesto a partire da 5 euro per ogni bimbo. Partecipazione riservata soci arci/uisp. Circolo “Vie Nuove” / Viale Donato Giannotti, 13 Firenze. Proiezione film a partire dalle ore 17.00 / Gradita una segnalazione di partecipazione tel. 055.683388 Daniele 393.9190534 (wapp) vienuove@vienuove.it

Il Coordinamento Donne della CGIL di Firenze, in collaborazione con il Quartiere 5 di Firenze, Quartiere San Donato, Associazione Piazza San Donato e Garden Eventi, dal 3 al 12 gennaio porta la mostra "Matite per le donne" in Piazza Ugo di Toscana, la piazza del Polo Universitario di Novoli, a Firenze.
Una mostra di 80 vignette, disegnata da 29 satirici italiani, facenti parte del gruppo Vignettisti per la Costituzione, che tratta il delicatissimo e attuale tema della violenza, delle discriminazioni e degli stereotipi di genere.

La mostra sarà aperta domani pomeriggio (03.01.2020) e tre saranno gli eventi correlati:- Sabato 4 Gennaio, ore 15:00, presentazione del libro "La verità delle donne vittime del conflitto armato in Colombia"
- Lunedi 6 Gennaio, Befana, saranno protagonisti i bambini che potranno disegnare insieme ai vignettisti, rappresentando la figura femminile vista coi loro occhi
- Sabato 11 Gennaio, ore 16:30, iniziativa dal titolo "Donne che amano troppo".

GIGLI. Al via sabato 4 gennaio i saldi invernali: dalle 9 alle 22 i negozi e gli store del Centro Commerciale I GIGLI danno appuntamento ai visitatori con sconti e promozioni su tanti prodotti, dall'abbigliamento agli articoli per la casa, dalla tecnologia alla cosmetica, dai gioielli alle calzature. I ristoranti saranno aperti fino alle 23.

Lunedì 6 gennaio dalle 16 in Galleria, arriva la Befana che sarà
accompagnata dagli Spazzacamini per far divertire i più piccoli. I
negozi del Centro Commerciale saranno aperti dalle 9 alle 21, la
ristorazione dalle 9 alle 23.

Un’opportunità in più per raggiungere comodamente I GIGLI anche in
occasione dei saldi è il servizio di Bus Navetta. “I Gigli Shopping Bus”
con partenza tutti i giorni, inclusi i festivi, parte da Firenze SMN
(dall’autostazione Busitalia in via Santa Caterina da Siena 17, vicino
alla Stazione Firenze SMN) e arriva ai Gigli, senza fermate intermedie.

CAMPI BISENZIO. Un classico per tutte le età sulla storia del burattino che diventa un bambino vero: sarà la storica compagnia Pupi di Stac ad animare lo spettacolo “Le avventure di Pinocchio”, lo spettacolo pomeridiano dedicato ai più piccoli, in programma per l’Epifania, lunedì 6 gennaio alle 16.00, al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante, 23). L’evento, inserito nella stagione teatrale rivolta ai giovani spettatori, è firmato dalla regia di Enrico Spinelli con i burattini di Roberta Socci e le scenografie di Massimo Mattioli.

PRATO. Nel pomeriggio del 6 gennaio la Polizia Municipale, in coordinamento con il comitato cittadino di Unicef, parteciperà ai festeggiamenti per l’epifania in piazza Ciardi. Fin dalle 10.30 della mattina sarà attivo, nel tondo della piazza l’ormai consueto mercatino natalizio.

A partire dalle tre del pomeriggio inizieranno altre attività tra cui uno spettacolo dei falconieri, oltre a varie attività rivolte ai ragazzi, nell’ambito della sicurezza stradale. In tale contesto la Polizia Municipale sarà presente con la propria Unità Operativa Educazione Stradale e alla Legalità, la quale assieme ai ragazzi del Servizio Civile, metterà a disposizione per chi volesse sperimentarli, speciali occhiali simulatori dello stato di ebbrezza alcoolica, con l’intento di dimostrare la pericolosità dell’assunzione di alcol prima della guida. La manifestazione organizzata dall’associazione “Quelli di Piazza Ciardi, vede la collaborazione dell’Unicef con il patrocinio dell’amministrazione comunale; saranno presenti i ragazzi del Gispi Rugby Prato.

RIGNANO SULL'ARNO. Classico appuntamento nel giorno dell'Epifania in Sala Consiliare dove, a partire dalle ore 17:30, andrà in scena il tradizionale "Concerto della Befana" con protagonisti "Elena Talenti - Jazz e dintorni" Duo chitarra e voce.

LASTRA A SIGNA. In occasione della festa dell’Epifania lunedì 6 gennaio si terrà l’iniziativa Arrivano i Re Magi promossa dalla parrocchia della Natività in collaborazione con il Comune di Lastra a Signa e con il Centro Commerciale Naturale Lastra Shopping. L’iniziativa si terrà a partire dalle 14.30 con la partenza del corteo dalla chiesa di Santa Maria a Castagnolo per concludersi alle 16 con l’arrivo dei Magi alla chiesa della Natività. Durante il percorso del corteo, composto da diversi figuranti a piedi e a cavallo, si esibiranno gli sbandieratori della città di Firenze, musicanti e i ballerini della scuola di danza La Follia. All’arrivo presso la chiesa della Natività verranno consegnate in dono calze per tutti i bambini presenti.

EMPOLI – Sarà ancora una volta un’Epifania speciale quella che attende lunedì 6 gennaio tutti i bambini di Empoli. Sarà la terza edizione, ancora più bella e grande. Empoli ospita la ‘Befana dei Vigili del Fuoco’. Viene riproposta la manifestazione che ha riempito piazza Farinata degli Uberti di famiglie e bambini negli ultimi due anni.

L’associazione Centro Storico Empoli, col patrocinio del Comune di Empoli, in stretta collaborazione col Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Firenze e il Distaccamento di Empoli, presenta l’evento che si svolgerà nel pomeriggio di lunedì 6 gennaio, a partire dalle 17, in Piazza Farinata degli Uberti.

È previsto intorno alle 17.00 un corteo per le strade del centro storico con i Re Magi e tante befane al seguito che arriveranno sul sagrato della Collegiata di Sant’Andrea. Poi la deposizione dei doni ai piedi del presepe, sotto la stella cometa illuminata, quindi, dopo il rintocco delle 18 del campanile, la Befana si calerà dalla torre campanaria della Collegiata di Sant’Andrea per arrivare in piazza dove ci saranno alcune sue aiutanti a distribuire dolcetti.

L’evento sarà anticipato, di mattina, da una visita nel reparto di pediatria dell’ospedale ‘San Giuseppe’ di Empoli per portare calze alle bambine e ai bambini ospiti. Il dottor Roberto Bernardini, direttore pediatria e neonatologia del San Giuseppe di Empoli: «Ringrazio i Vigili del Fuoco per questa bella iniziativa che porterà gioia e sorpresa tra i nostri piccoli ospiti. Con il loro operato che rafforza sentimenti di vicinanza, i Vigili rivestono un ruolo sempre più importante per la nostra comunità e per tutta la società».

Gli eventi 2018 e 2019 ha avuto un notevole successo ed ecco che, grazie anche al sostegno della ditta dolciaria fiorentina Fallani Caramelle, con sede al Terrafino di Empoli, proprio a due passi dal distaccamento dei pompieri di Empoli, la Befana torna in piazza nel 2020 per dare spettacolo e divertire bambini e famiglie. Un evento che si svolge anche grazie alla disponibilità della Propositura e di Don Guido Engels.

La Befana si calerà dal punto più alto di Empoli, quindi camminerà su uno dei tetti degli edifici attorno alla chiesa, poi con la scala scenderà in Piazza ai piedi della grande cometa che domina la fontana. A seguire la tradizionale consegna e il lancio di migliaia di dolcetti offerti da Fallani.

Il Comando dei Vigili del Fuoco di Firenze, distaccamento di Empoli, sarà presente con la Befana interpretata da personale operativo che, grazie a metodi SAF (Speleo Alpino Fluviale), si calerà dal Campanile dando prova di capacità acrobatiche non indifferenti.

L'evento vede la collaborazione della Compagnia di Sant’Andrea che organizza annualmente il Volo del Ciuco, oltre all'associazione Centro Storico di Empoli e a Confesercenti. Fondamentale il supporto della Misericordia, della VAB e dei loro volontari.

CASTELFIORENTINO. Nelle vie e piazze del centro storico “personaggi” stravaganti aiuteranno i bambini a cercarla, mentre in Piazza Gramsci distribuzione di calze. Alle 17.00 gioco della “Pentolaccia” e spettacolo al Teatro del Popolo. 

Si manterrà ben nascosta, lontana da occhi indiscreti. E solo ai bambini sarà concesso di trovarla. E’ la mitica “Befana”, che nel pomeriggio di lunedì 6 gennaio farà la sua comparsa anche a Castelfiorentino ma che all’inizio si farà un po’… desiderare. Saranno i bambini, accompagnati da personaggi un po’ stravaganti, a mettersi sulle sue tracce nei negozi aderenti all’iniziativa #aspettandolabefana, una vera e propria “caccia alla befana” - insomma – che vedrà protagonisti anche i commercianti del centro storico, in concomitanza con l’apertura straordinaria per i “saldi”.
Il ritrovo è fissato in Piazza Gramsci alle ore 16.00, dove saranno allestiti anche numerosi stand per la distribuzione delle “calze” da parte delle associazioni che hanno collaborato alla manifestazione. Sempre nel pomeriggio di lunedì (ore 15.00) è inoltre prevista in Piazza Kennedy la partenza del corteo dei Re Magi a cavallo, accompagnati da musici e sbandieratori, che si recheranno alla Pieve per rendere omaggio alla natività (presepe a grandezza naturale, impreziosito da alcune video scenografie luminose) e alla “Via dei Presepi” nella parte alta.
Nel frattempo, alle ore 17.00, la “caccia alla befana” proseguirà in Piazza Gramsci con il gioco della “Pentolaccia” e, a seguire, all’interno del Teatro del Popolo con uno spettacolo di bolle di sapone, giocoleria e meraviglie dal titolo “Voilà” a cura del Circo Ribalta. Sarà questa la volta buona per incontrare la Befana? Lasciamo ai bambini la gioia di scoprirlo da soli!

Nel centro storico alto (fino alle 19.30) ultima occasione per visitare “La via dei Presepi”, oltre settanta presepi artistici e artigianali disseminati in 52 postazioni. Si ricorda che ore 17.00, in Piazza del Popolo, è previsto il saluto delle autorità e del comitato organizzatore, al quale seguirà il tradizionale lancio delle “coloratissime” mongolfiere.

La serata “Aspettando la Befana” – che gode del patrocinio del Comune di Castelfiorentino e del Cesvot - è organizzata dalle seguenti associazioni: Tre Piazze, sezione soci Unicoop Castelfiorentino, Fondazione Teatro del Popolo, AVIS, Prociv Arci, Aido, Misericordia, Fratres, Auser, Rav, Avo, Amici di Castello, Senza Barriere onlus.
La “Via dei Presepi” è promossa dall’Associazione “All’Ombra di Membrino” in concomitanza con decine di realtà della Toscana che aderiscono a “Terre di Presepi”.

BARBERINO VAL D'ELSA. Tutto è pronto per il Presepe vivente di Barberino Val d’Elsa, compresa l’emozione di sfilare per la prima volta nella rievocazione della Natività. Ultime prove di scena per i 50 cittadini, impegnati a dare alla storia un’altra occasione di vantare la paternità italiana del presepe vivente, nato nel 1223 per volontà di San Francesco nel borgo di Greccio, nella provincia di Rieti. Il 5 e il 6 gennaio si accenderà la vita dentro il castello e sarà la vita medievale, per le vie, le piazze e i vicoli di Barberino Val d’Elsa, a rappresentare la nascita di Gesù. Il progetto artistico, firmato da Francesco Mattonai, autore teatrale e regista, vede il coinvolgimento attivo dei cittadini e nasce dalla collaborazione delle diverse realtà locali, come le associazioni, gli operatori economici, la Parrocchia di Barberino Val d'Elsa.

Si tratta della prima edizione di un progetto di comunità, promosso dall'Unione comunale del Chianti Fiorentino e coordinato dalla consigliera comunale Tatiana Pistolesi. Barberino torna indietro nel tempo e assume l'aspetto di una piccola Betlemme dove all'opera in via Francesco da Barberino ci sono gli antichi mestieri di falegnami, tintori, lavandaie, tessitori. Si vedranno fabbri, ceramisti, terracottai, panettieri e venditori di spezie al lavoro. La capannuccia sarà allestita nel giardino della chiesa di San Bartolomeo e in piazza Barberini sarà presente un punto ristoro. Domenica 5 e lunedì 6 gennaio il presepe vivente di Barberino Val d'Elsa sarà visitabile dalle ore 16 alle ore 19. Il 6 gennaio è previsto anche l'arrivo dei Re Magi alle ore 16:30 e alle ore 18.

CASOLE D'ELSA“Praesepivm”, dopo le prime quattro giornate di apertura, si svolgerà in Toscana, nel centro storico di Casole D’Elsa (Siena) ancora il 5 e 6 gennaio 2020, giornate clou dedicate all’Epifania.

Per queste due date, oltre alla inedita presenza dei cammelli insieme ai Re Magi, ci sarà un lungo corteo in costume con cui i figuranti (circa 300) entreranno in scena partendo proprio dalla sala dei costumi. Questa, per il pubblico, sarà l’occasione per vedere da vicino il lavoro di ricerca e sartoria che sta dietro a tutto il progetto ‘Praesepivm’.

Una rappresentazione teatrale non stop all’aria aperta dalle 15,00 alle 19,00 che vede il paese trasformarsi diventando metà palcoscenico e metà dietro le quinte. Con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Casole D’Elsa. A cura dell’Associazione Casole Eventi.

A due anni di distanza dal suo debutto, ecco la nuova edizione, la 2019, di “Praesepivm”. Con ancora un primato nazionale: è il primo e più grande spettacolo open air dedicato alla Natività. Ha cadenza biennale e quest’anno è tornato con un pieno di novità. Prima tra tutte che si è presentato in versione green. Un vero e proprio kolossal di Natale che sta andando in scena con grande rispetto dell’ambiente e più attenzione all'uso dei materiali. Per gli allestimenti, infatti, è stato utilizzato materiale di riciclo, di scarto o derivante da vecchie cantine.

Il percorso è stato rinnovato nelle scene e negli allestimenti. Grande attenzione alla parte filologica e sopratutto alla caratterizzazione secondo usi, costumi e canoni dell’epoca. Ampliata e rinfrescata la via dei profumi con incensi, candele ed erbe aromatiche. In questo modo lo spettatore può anche "annusare" lo spettacolo. Oltre gli odori del cibo fresco, come frutta e pesce, e dei cibi cucinati di continuo, compreso il pane. Per l’accampamento c’è un nuovo spazio. C’è una inedita battaglia dal vivo tra gladiatori. La scena della Natività è più ampia e sono completamente riviste in maniera più suggestiva le scene e gli allestimenti realizzati all'interno di vicoli e stanze del centro storico.

PISA. Lunedì 6 gennaio torna il tradizionale appuntamento del “Tuffo di Befana” a Marina di Pisa. L’appuntamento per tutti i partecipanti è in piazza Sardegna alle ore 11.30 per le iscrizioni cui seguirà il primo bagno dell’anno, cui seguirà l’arrivo della Befana e il tuffo intorno alle ore 12.00. L’iniziativa, giunta alla dodicesima edizione, è promossa da Avis Pisa e Amici del Mare di Livorno, all’interno di “Marenia d’inverno” patrocinata e sostenuta con il contributo del Comune di Pisa.

«Il Tuffo di Befana apre il nuovo anno all’insegna della solidarietà e della accessibilità e dimostra quanto il nostro Litorale sia pronto a ospitare iniziative dedicate a questi valori, infatti, numerosi appuntamenti che si tengono a Marina, Tirrenia e Calambrone sottendono e richiamano i principi di accoglienza e sensibilizzazione a tematiche importanti come in questo caso quella della donazione del sangue», dichiara l’assessore al turismo del Comune di Pisa, Paolo Pesciatini.

Oltre a Avis Pisa e Amici del mare di Livorno, l’iniziativa è svolta in collaborazione con Croce Rossa Italiana, Pubblica Assistenza Litorale Pisano, AGBALT onlus (Associazione Genitori per la cura e l’assistenza ai bambini affetti da Leucemia o Tumore), Avis Toscana, Vigili del Fuoco, QuasiRadio.it. Ha il contributo di AVR, IPA.

Dopo il tuffo, gli organizzatori distribuiranno panettone e cioccolata calda, mentre sono previsti premi per il gruppo più numeroso, per i tuffatori/trici più giovani e meno giovani. Lo scorso anno furono oltre duecento le persone provenienti da tutta la Toscana a tuffarsi.

Nel giorno della Befana, lunedì 6 gennaio, l’appuntamento per i più piccoli è in Largo Ciro Menotti (dalle 17.00 alle 18.30) con lo spettacolo per bambini “Pupazzi pazzi … che le feste portan via”, con Samuel il ventriloquo. Si tratta dell’ultimo appuntamento del cartellone “Natale di Stelle” coordinato dal Comune di Pisa. Intanto a Tirrenia (piazza Belvedere, ore 14.30) sarà di scena “Arriva la Befana” appuntamento con giocolieri e truccatori e distribuzione ai più piccoli delle calze.

Samuel Barletti - è un ventriloquo italiano, celebre in tutto il mondo, vincitore della quinta edizione di “Italia’s Got Talent”. Ha sviluppato una particolare tecnica naturale che gli consente di emettere suoni senza muovere le labbra. Samuel è un artista versatile e completo, si presenta come ventriloquo ma anche come imitatore. È l’unico cabarettista che riesce a fare imitazioni in ventriloquia fornendo le voci di personaggi famosi agli spettatori, trasformando così il pubblico in protagonista. Nel corso della sua carriera ha svolto molte tournée anche all’estero tra cui gli Stati Uniti e molti paesi europei. Nella televisione ha iniziato nel 1979, ospite di Corrado a “Domenica in” prima e poi di “Buona domenica” di Maurizio Costanzo. Ha partecipato a numerosi show.

Lo spettacolo - “Pupazzi pazzi…che le feste non portan via!”, lo spettacolo è articolato in due tempi con personalizzazione per il giorno dell’Epifania: Primo: spiegazione della ventriloquia con bimbi, coinvolgimento pubblico con maschera e presentazione dei personaggi.

LIVORNO. La Befana vien di notte…..ma al Mercato Centrale arriva di pomeriggio e con anticipo rispetto alla tradizionale “calata”. Arriverà infatti sabato 4 gennaio alle ore 17 e scenderà dall’alto della tetto del Mercato con un “salto” di 28 metri. Approderà nel salone centrale per distribuire dolci e caramelle ai bambini presenti.

Per l’occasione sabato 4 gennaio il Mercato Centrale o delle Vettovaglie rimarrà aperto non stop dalle ore 7 di mattina fino a sera.

Domenica 5 gennaio al Mercato Centrale iniziativa in omaggio ad Amedeo Modigliani nel centenario della morte. In concomitanza con la grande retrospettiva “Modigliani e l’avventura di Montparnasse” si svolgerà l’iniziativa “Bentornato Dedo”: tour del Mercato Centrale e pranzo EnoBistrot alle Vettovaglie.

Saranno proposti due menù dedicati all’artista ed in particolare al suo soggiorno parigino. Dalle 11,30 alle 15,00 si potrà mangiare alla francese.

Il Dedo menù proporrà assiette de fromage, soup a l’oignon, beef bourguignon e tarte tatin; ma ci sarà anche un menù più veloce, Dedo Menù A la Voleè con piatto unico e calice di vino.

Necessaria la prenotazione al 3477487020 info@allevettovaglie.com

Prima del pranzo la possibilità di effettuare anche un tour guidato alla scoperta delle bellezze storiche e architettoniche del Mercato Centrale. Un percorso tra racconti e aneddoti legati alla figura di Modigliani e alla cultura ebraica. Il tour promosso dalla cooperativa Itinera con l’associazione Guide Labroniche partirà alle ore 11.30 dal Banco Cultura a Peso sala delle Gabbrigiane. Costo del tour: adulti (5 euro) bambini (gratuito). Necessaria la presenza di almeno 10 partecipanti. ( Itinera Eventi 0586/894563 ; cell. 3487382094).

VAL DI CORNIA. Al Museo archeologico di Piombino è previsto per domenica 5 gennaio alle ore 16.30 “Il tè delle cinque al Museo”, visita guidata speciale seguita da un momento dedicato a tisane e tè caldo.

Gli appuntamenti delle festività natalizie al museo archeologico si chiuderanno lunedì 6 gennaio alle ore 10.30 con l’oramai immancabile appuntamento con “La Befana vien… di mattina!”, letture con i lettori volontari di “Nati per Leggere Piombino” organizzate in collaborazione con la Biblioteca civica Falesiana di Piombino. Un momento importante in cui fondamentali luoghi di cultura come il museo e la biblioteca si uniscono per sostenere insieme un’attività di sensibilizzazione e promozione della cultura nella prima e primissima infanzia. Il 4 gennaio alle ore 15.00 l’appuntamento è invece al Parco archeominerario di San Silvestro, al Museo delle macchine minerarie di Pozzo Earle, con la presentazione del libro di Gianfranco Benedettini "Dumas Tofani, il minatore". Sarà presente l’assessore alla cultura del comune di Campiglia Marittima, Gianluca Camerini.

LUNIGIANA. L'Epifania ad Equi Terme torna e regalare suggestioni uniche che solo il pittoresco borgo e le sue grotte sanno offrire. Si parte il pomeriggio del 6 gennaio verso le ore 14,00 quando i Re Magi, attraverso il borgo allestito, raggiungeranno la Natività di Gesù allestita con personaggi viventi nella Grotta di Equi. Alle 15,15... pioveranno befane! La ormai attesissima vecchietta vestita di tutto punto si lancerà da 30 metri di altezza per atterrare all'ingresso della grotta lanciando doni e dolcetti ai bimbi che l'aspettano con il naso all'insù. Dalle 16 sarà possibile anche una breve visita alle Grotte carsiche con le guide della cooperativa AlterEco. La Manifestazione si arricchisce con il borgo allestito e animato, le befane che distribuiranno caramelle, gli stand con dolci, cioccolatà e vin brulé e ‘La Befana e il Folletto Dimenticone’, divertente animazione itinerante con Paolo Cortopassi ed Erika Canaccini. Anche quest’anno i visitatori potranno diventare ‘befane acrobatiche’ volando sulla zipline di 200 metri nel parco delle grotte. I Vestiti da befane saranno forniti dagli organizzatori. (consigliata la prenotazione 3385814482).

CAPANNINA. Appena entrati in questo promettente 2020 ed è già tempo di grandi eventi a La Capannina. Sabato 4 gennaio arriva la “Befana a Forte dei Marmi” con grande spettacolo per celebrare la lunga notte dei dolciumi e carbone. Ad esibirsi sul palco della Capannina ci saranno i “Dangerous” capitanati dalla grande voce di Alessandro Buselli. La “Dangerous Band” nasce nel 2007 e sin da subito ha voluto offrire al pubblico uno show versatile e completo, capace di spaziare da repertori classici italiani ed internazionali fino alla più moderna musica dance, passando dalla musica revival e dai ritmi della musica latino americana. Ospiti frequenti della Capannina sono molto apprezzati dal pubblico che ogni sabato notte affolla il locale cult di Forte dei Marmi. “Sono contento che siano ancora serate con musica live di alto livello, spiega il patron Gherardo Guidi. Mantenere uno spirito tradizionale rende la Capannina ancor più affascinante.Come ogni sabato notte la Capannina aprirà le porte della Discoteca alle ore 24.00. Alla consolle del locale come sempre presente il dj resident Charlie Dee , artista e produttore e leader del gruppo Broswave. Al Piano Bar, continua la festa con le raffinate selezioni musicali di Stefano Natali dj si alterneranno con l’inconfondibile voce di Stefano Busà. Busà ripercorrerà la storia della musica a tinte tricolore fino alle prime luci dell’alba. Il mattatore ormai celebre riferimento delle sette note nostrane in tutta la penisola, con un pizzico di nostalgia e tanta carica nell’inconfondibile voce, sarà compagno fedele del suo pubblico per tutta la notte.

ALTOPASCIO. Ad Altopascio le feste continuano con l’arrivo della Befana. Domani, sabato 4 gennaio, e domenica 5 l’appuntamento è con il villaggio della Befana, dove troveranno spazio laboratori, animazioni, storie e letture, truccabimbi, giochi, sculture di palloncini e lo spettacolo di magia di Mr Davium.

L’appuntamento, quindi, è per sabato e domenica alle 15 quando, in piazza della Magione, aprirà il villaggio: fino alle 18 sarà possibile incontrare la Befana di Agorà Kids, colorare con lei tanti disegni e ascoltare le storie che racconterà alle 15.30, alle 16.30 e di nuovo alle 17.30. Ma il divertimento non finisce qui: oltre alle animazioni e ai laboratori, ci sarà Mr Davium, con la sua magia e i suoi trucchi e disegni per tutti i bambini, e l’aiutante della Befana, SChicca, farà divertire grandi e piccoli con i giochi e le simpatiche sculture di palloncini.

Sabato 4, inoltre, sempre in piazza, si terrà l’esibizione del corpo musicale “G. Zei” di Altopascio. Gli eventi sono tutti a ingresso libero. 

SERAVEZZA. La Corale Lirica Versiliese, Dino Mancino, il duo pianistico composto da Gioia Pucci ed Ekaterina Rumyantseva, il baritono Michelangelo Ferri, il pianista Giovanni Santini. Sono i protagonisti del settimo Concerto Augurale d’Epifania organizzato a Seravezza dalla sezione “Versilia Storica” dell’Istituto Storico Lucchese in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e la Fondazione Terre Medicee, in programma lunedì 6 gennaio con inizio alle ore 17 al teatro delle Scuderie Granducali (ingresso gratuito fino ad esaurimento posti). Un grande appuntamento in musica rivolto a tutti i versiliesi per salutare con gioia ed amicizia il nuovo anno. L’evento è dedicato a Daria Pennacchi Santini, amata e indimenticata musicista che fece della didattica la sua ragione di vita: per quarant’anni, dal 1958 al 1998, fu infatti insegnante di pianoforte a Seravezza, avviando all’educazione musicale decine e decine di giovani.

Ad aprire il concerto sarà la Corale Lirica Versiliese diretta da Elisabetta Guidugli, già allieva di Daria Pennacchi Santini. Accompagnata al piano da Elena Ceragioli e con la partecipazione del soprano Fabiola Formiga la Corale proporrà brani di Giuseppe Verdi (“O Signore dal tetto natio” da “I Lombardi alla prima crociata”, “Ave Maria” da “Otello” e “La Vergine degli Angeli” da “La forza del destino”), Giacomo Puccini (“Coro a bocca chiusa” da “Madama Butterfly”) e Gioacchino Rossini (“Dal tuo stellato soglio” da “Mosè”). Sarà poi la volta di un altro noto allievo della maestra Pennacchi Santini, Dino Mancino, con una selezione di brani dalla celebre colonna sonora di Fiorenzo Carpi per il film “Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini, un brano a sorpresa e le composizioni “La Serenissima” e “Odissea veneziana” di Gian Piero Reverberi. Il concerto, presentato da Enrico Baldi, proporrà poi l'esibizione di due studentesse del liceo musicale “Passaglia” di Lucca – Gioia Pucci ed Ekaterina Rumyantseva – con brani di Edward Grieg e Antobìn Dvorak suonati a quattro mani. Salirà quindi sul palco il cantante lirico Michelangelo Ferri (accompagnato al pianoforte da Cesare Goretta) con “Questo amor, vergogna mia” (da “Edgar” di Giacomo Puccini), “Ah! Per sempre io ti perdei” (da “I Puritani” di Vincenzo Bellini) e “Non ti scordar di me” di Ernesto De Curtis. Chiuderà lo spettacolo il pianista Giovanni Santini con “Ballata n.1 op. 22” di Fryderyk Chopin e “Rapsodia in blu” di George Gershwin.

CASCIANA TERME. Tra il 5 e il 6 gennaio 2020, la grande danza e il teatro ragazzi in un doppio appuntamento dedicato all’Epifania, al Teatro Verdi di Casciana Terme (Pisa), in Via Regina Margherita 11. Per la rassegna “Teatro Liquido”, alla sua sesta edizione a cura di Guascone Teatro. Si inizia domenica 5 gennaio alle 17 con il teatro per i più piccoli di Officine T.O.K. che presenta ‘Giac e il Natale dimenticato’.Con Elisabetta Dini. Immagini e animazioni digitali di Ines Cattabriga. Si prosegue lunedì 6 gennaio alle 18 con la Compagnia Nazionale Raffaele Paganini e Compagnia Almatanz in ‘La bella addormentata nel bosco’. Balletto di Čajkovskij dal racconto di Charles Perrault. Coreografie di Luigi Martelletta con etoile di fama internazionale. Il tutto all’interno di “Teatro Liquido” è la stagione che coinvolge le città d’acqua di Bientina e Casciana Terme Lari. Oltre 50 date tra teatro, musica, cinema, opera lirica, teatro ragazzi e altro, che da novembre 2019 a maggio 2020 troveranno casa al Teatro delle Sfide di Bientina e al Teatro Verdi Giuseppe, fu Carlo oste di Casciana Terme (Pisa). Per informazioni: 328 0625881 - 320 3667354 – info@guasconeteatro.it - www.guasconeteatro.it. Per le istruzioni su un buon uso del Teatro Liquido, con prezzo biglietti, formule di abbonamenti, agevolazioni, prenotazioni e altro, consultare il sito www.guasconeteatro.it.

MONTAGNA TOSCANA. Il 2020 è arrivato sulle montagne toscane tra fiaccolate, veglioni, discese al chiaro di luna ed escursioni a piedi e con la e-bike.

Stappato lo spumante, adesso si aspetta l'arrivo della Befana, che rappresenta una tradizione secolare sulla montagna toscana, le cui origini si perdono nella notte dei tempi.

Tante le occasioni per incontrare sulle piste e non la «vecchietta», che consegnerà dolci ai bambini, accompagnata da musica e canti.

Gli appuntamenti della Befana

Alla Doganaccia (Pt) la Befana arriverà sulle piste il 5 gennaio, portando regali ai bambini.

Befana sugli sci anche all'Abetone, dove arriverà alle 21.00 nella Piazza della Val di Luce e a Zeri, dove l'appuntamento è al campo scuola il 6 gennaio, con distribuzione di dolci ai bambini.

Sull'Amiata tutti i paesi della montagna ospitano le tradizionali Befanate, tra domenica 5 e lunedì 6 gennaio. In questi giorni non sarà difficile imbattersi in allegre compagnie di cantori e suonatori vestiti con abiti poveri che danno spettacolo, suonando, cantando e ballando i canti della tradizione. Ogni famiglia si prepara a ricevere nella propria abitazione la comitiva, stando al gioco delle battute, che non mancano mai, e ricambiando la visita con un dono che può essere del cibo o una mancia. Nei paesi arriveranno anche i Re Magi, con rappresentazioni storiche, accompagnati dalle tradizionali musiche degli Zampognari.

Anche in Garfagnana è molto sentita la tradizione delle Befanate, canti tradizionali di questua collegati al ciclo annuale della vegetazione. Si eseguono in molti paesi della Valle alla vigilia dell’Epifania, a partire dell'imbrunire fino a notte fonda. La sera del 5 gennaio il gruppo dei Befani, ovvero dei cantori, si riunisce in un luogo stabilito per effettuare il giro per il paese. Guidata da uno strumento, la Befana, da sola o con il Befanotto (il suo consorte), si reca davanti alla porta di ciascuna casa accompagnata dai cantori. A differenza di altri luoghi la Befana è qui interpretata da un uomo travestito da donna.

Al Casone di Profecchia la Befana arriva sulle piste da sci la sera del 5 gennaio. A Castelnuovo di Garfagnana scenderà dal campanile dalle ore 15.30, mentre alla Stazione FS Poggio (Camporgiano) arriva in treno dalle 16.00 (@turismogarfagnana.org).

Il Bollettino

Il lungo week end che concluderà le Feste offre numerose opportunità a chi vuole trascorrerlo sugli sci.

All'Abetone continua fino al 6 gennaio 2020 la promozione con lo skipass Multipass a euro 30,00. Sono aperti 12 impianti su 17, è agibile il collegamento sci ai piedi tra la Zona Ovovia e la Zona Val di Luce. Sono in funzione i campi scuola di Abetone e della Val di Luce, le seggiovie Passo d'Annibale e Selletta, è aperta per trasferimento la seggiovia Regine-Selletta.

Al momento, vista la situazione di innevamento, non è stato possibile aprire ulteriori collegamenti sci ai piedi. E' quindi attivo un bus Navetta per garantire i collegamenti con percorso Piazza Abetone/Campi Scuola/ Ovovia /Pulicchio Andata e Ritorno (info www.multipassabetone.it).

Tra gli appuntamenti ricordiamo fino al 6 gennaio 2020 il Villaggio di Natale (Piazzale Europa - Abetone ) con Pista di Pattinaggio, Mercatini e Presepe e tutti i giorni alla Biblioteca di Abetone dalle 17 alle 19 la Mostra dedicata a #ZenoColò2020. Il 4 Gennaio torna il Full moon Party all'Ovovia: cena al rifugio e discesa al chiaro di luna (info weloveabetone.it).

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO

Redazione Nove da Firenze