Pasqua: rievocazioni storiche, visite e musica nel weekend di festa

I Musei aperti domenica e lunedì in Toscana. Una proposta speciale, tra natura e memoria culinaria


Si avvicina il lungo week end di Pasqua e Pasquetta, tre giorni di relax da trascorrere nella Terra dei Medici.

Nel giorno del Venerdì Santo, Omega Musica propone un concerto che unisce la mistica sacra classica a quella contemporanea, in un viaggio ideale che da Bach arriva a Morricone. L’appuntamento è per il 25 marzo alle ore 21 presso l’Auditorium dell’Ente CRF (via Folco Portinari) accosta un repertorio a volte anche profano, ma considerato comunemente “sacro”, per la musica suggestiva che avvicina a una sorta di contemplazione mistica interiore. Gli interpreti che si alterneranno nel concerto sono Silvia Bossa, famoso soprano lirico affermata in Italia e all’estero nei teatri più prestigiosi del mondo, e diretta dai più importanti direttori d’orchestra; la sua giovane allieva, il soprano Aliz Csanyi; il coro “Estro Armonico” diretti e accompagnati all’organo da Lucia Baldacci, organista delle principali basiliche toscane e direttrice del coro, che si cimenterà anche in alcuni brani per solo organo. Nel programma, musiche di Bach (La Passione secondo Matteo e il Corale 147, l’Aria sulla IV corda) e leAve Marie più famose (Mascagni e Gounod) fino all’Ave Verum di Mozart. Per concludere, le eccezionali colonne sonore di Ennio Morricone la cui musica - anche se non sacra, considerata tale – è molto spesso utilizzata nelle cerimonie liturgiche: C’era una volta il west, Gabriel’s oboe, Cinema Paradiso, Mosè. Concluderà il brano Here’s to you sempre di Ennio Morricone per voci soliste coro e organo. www.omegamusica.org con Pay Pal o direttamente all’Auditorium dalle ore 18 il giorno del concerto.

La Rievocazione Storica di Grassina in diretta sui social network attraverso gli account Facebook, Twitter e Instagram di eChianti. Per il secondo anno consecutivo il portale dedicato al Comune di Bagno a Ripoli seguirà passo per passo la celebrazione del venerdì santo, permettendo di poter vivere in tempo reale, anche a distanza, tutte le emozioni della processione e delle scene del calvario.

Toscana Resort Castelfalfi propone una speciale sorpresa che unisce il fascino di scoprire la tradizione del brunch alla bellezza di un territorio celebre in tutto il mondo. Nella splendida cornice della Tenuta, oltre 1100 ettari in cui la storia dialoga con la natura, il gusto dei sapori della terra toscana sarà protagonista delle delizie di una colazione preparata con ingredienti di prima scelta: una meravigliosa terrazza panoramica, il calore del sole e le pietanze esclusive preparate da Michele Rinaldi, Executive Chef de La Rocca che ha ottenuto la sua prima stella Michelin a soli 27 anni.

L'ingresso alla Tenuta di San Rossore è gratuito nei giorni festivi con i seguenti orari di accesso: sabato 26: dalle 8.00 alle 17.30, domenica 27 e Lunedì 28: dalle 8.00 alle 19.30.

La tradizionale gita di Pasquetta sul Treno Natura offre la possibilità di un viaggio lento lungo i percorsi icona delle Terre di Siena e della Toscana. Lunedì 28 marzo, la sosta sarà a Buonconvento per la Fiera Regionale dell’Antiquariato. Strettamente legata alle tradizioni culturali, artistiche, etniche, la Fiera Regionale Antiquaria "Cose del Passato" è nata con lo scopo di far conoscere e valorizzare mobili, stampe, libri, ceramiche, gioielli, tappeti vecchi ed antichi. La maggior parte di questi prodotti nel passato costituivano l'arredo delle nostre case. Alcuni dei pezzi, più originali e decorati, sono divenuti col tempo oggetto di ricerca degli appassionati e degli antiquari che li hanno raccolti, restaurati, rendendo loro un gran pregio e valore. Una visita al Museo della Mezzadria permetterà di immergersi e capire la società che fino a poco tempo fa ha caratterizzato le campagne senesi. Il calendario completo e le modalità di prenotazione sono disponibili su www.trenonatura.terresiena.it

Il ponte pasquale è anche l’occasione ideale per andar per mostre e musei.

Le Gallerie degli Uffizi domenica 27 marzo (giorno di Pasqua) osserveranno il normale orario d’apertura dei giorni festivi. Per il giorno di Pasquetta (lunedì 28 marzo), grazie all’accordo raggiunto tra la Direzione delle Gallerie degli Uffizi e le rappresentanze sindacali, saranno aperti straordinariamente la Galleria degli Uffizi dalle 8.15 alle 18.50; il Giardino di Boboli, il Museo degli Argenti e la Galleria del Costume dalle 8.15 alle 18.30.

La Galleria dell’Accademia domenica 27 marzo osserverà il normale orario d’apertura dei giorni festivi, dalle 8.15 alle 18.50 Per il giorno di Pasquetta (lunedì 28 marzo), grazie all’accordo raggiunto tra la Direzione della Galleria dell’Accademia e le rappresentanze sindacali, la Galleria dell’Accademia sarà aperta straordinariamente dalle 8.15 alle 18.50.

Il Museo di Palazzo Davanzati sarà chiuso il giorno di Pasqua, mentre lunedì 28 marzo (Pasquetta) resterà aperto dalle 8.15 alle 13.50. Il Museo di Orsanmichele sarà visitabile il giorno di Pasquetta con il consueto orario 10-17. In particolare si segnala l’apertura del Museo di San Marco nella mattina del giorno di Pasquetta, con la possibilità straordinaria di poter accedere alla Sala Greca, solitamente chiusa al pubblico, dove sono conservati i codici miniati non esposti nella Biblioteca dì Michelozzo e le collezioni di maioliche antiche, e dotata di uno splendido soffitto del Quattrocento.

È possibile prenotare le visite durante entrambe i giorni di apertura chiamando il numero 055- 294883. La lista completa dei musei aperti è consultabile anche su www.polomusealetoscana.beniculturali.it.

Durante il periodo pasquale, da giovedì 24 a martedì 29 marzo, l’Associazione Mus.e propone visite guidate e laboratori per famiglie, adulti e bambini. Il programma vedrà coinvolti Palazzo Vecchio, Santa Maria Novella e il Museo Novecento e ogni giorno sarà possibile scegliere tra un’ampia offerta di attività. Il costo è di 2 euro per i residenti nella Città Metropolitana di Firenze, altrimenti il costo è di 4 euro. Per informazioni e prenotazioni: Tel. +39 055 2768224 – +39 055 2768558, da lunedì a sabato 9.30-13.00 e 14.00 -17.00, domenica e festivi 9.30-12.30, info@muse.comune.fi.it.

Il lunedì di Pasquetta a Fiesole c'è la possibilità di visitare la Cappella San Iacopo. L’apertura straordinaria sarà dalle ore 15:00 alle ore 17:00 con ingresso gratuito. Saranno aperti, con orario 10:00-19:00, anche il Museo Bandini, l’Area Archeologica e il Museo Archeologico sia il giorno di Pasqua che il lunedì di Pasquetta. L’Area Archeologica è uno dei parchi archeologici più affascinanti d’Italia con resti etruschi, romani e longobardi distribuiti su tre ettari di splendido paesaggio collinare toscano. Strettamente legato all’Area è il Museo Civico Archeologico, che racchiude numerosi reperti dalla protostoria all’età medievale, per la maggioranza provenienti dal territorio fiesolano. Di grande interesse il torso della ‘Lupa’ bronzea etrusca, oltre alle urne cinerarie, ai bronzetti votivi e alle tombe longobarde. Il Museo Bandini infine raccoglie la collezione del canonico Angelo Maria Bandini, storico, filologo, collezionista, vissuto tra il 1726 e il 1803: uno scrigno di tesori d’arte, con una notevole presenza di opere di artisti fiorentini e toscani del Duecento, Trecento e Quattrocento. Spicca la ‘Madonna di Fiesole’, capolavoro in terracotta policroma, attribuita a Filippo Brunelleschi.

In Mugello si può approfittare del week end pasquale anche per visitare i Musei del Sistema Museale Diffuso e non perdere curiose e interessanti iniziative, come la 16° mostra mercato di piante e fiori “2000 Fiori” nello splendido scenario di piazza dei Vicari a Scarperia, la tradizionale “Battitura dell’uovo sodo” a Palazzuolo sul Senio, la merenda con rievocazione in costume al museo di Casa d’Erci.

A Prato Palazzo Pretorio e Museo del Tessuto rimangono aperti a Pasqua e Pasquetta (il primo con orario regolare dalle 10 alle 18.30; il secondo soltanto nel pomeriggio dalle 15 alle 19), i Musei Diocesani resteranno chiusi a Pasqua mentre per il lunedì dell’Angelo i tesori dell’arte sacra saranno visitabili dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17. Da non perdere a Palazzo Pretorio la mostra recentemente inaugurata “L’ombra degli Etruschi. Simboli di un popolo fra pianura e collina” mentre al Museo del Tessuto è di scena la mostra “Heritage. Storie di tessuti e di moda”. E nell’uovo di Pasqua i piccoli troveranno al Pretorio una sorpresa speciale tutta nel segno dell’arte: uno spettacolo scritto e interpretato da Andrea Lanzini, intitolato "Sculture parlanti fra doni e magie pasquali”, in programma domenica 27 marzo alle 16.30. Una filastrocca magica al piano terra, una storia che prende forma di sala in sala fino a muovere i fili di una scena teatrale tra le sculture di Lorenzo Bartolini: i bambini (3-10 anni) si divertiranno insieme alla scultura animata interpretata dall'attore Andrea Lanzini, incuriositi dalla storia che racchiude ogni opera. Dulcis in fundo, riceveranno un piccolo dono goloso offerto dalla pasticceria Guastini Cake Design. L’attività è gratuita, in aggiunta al biglietto d'ingresso al Pretorio secondo tariffario. Prenotazione consigliata (0574 1934996).

Domenica 27 e lunedì 28 marzo il Museo “G.Fattori” di Livorno (via san Jacopo in Acquaviva) sarà aperto al pubblico in orario 10-13 e 16-19. I visitatori avranno modo di visitare la collezione civica permanente, dislocata sui tre piani della Villa, che conta le grandi tele di Giovanni Fattori e di altri esponenti della corrente dei Macchiaioli (Silvestro Lega, Telemaco Signorini, Vincenzo Cabianca, Giovanni Boldini ed altri). Senza contare illustri post-macchiaioli come Eugenio Cecconi e Vittorio Corcos, nonché divisionisti come Benvenuto Benvenuti e Plinio Nomellini. Al primo piano si potrà visitare anche la saletta Osvaldo Peruzzi, con 6 opere dell’illustre futurista livornese, in parte donate dagli eredi alla morte dell’artista
A piano terra si potrà visitare uno speciale allestimento di arte sacra. In esposizione tre tavole del XV secolo raffiguranti appunto immagini sacre. Si tratta della “Adorazione del Bambino” o “Madonna Dantesca” (tempera su tavola, metà secolo XV) del Maestro della Natività di Castello. In questo periodo la preziosa tavola è collocata accanto alla “Madonna col Bambino” (tempera su tavola a fondo oro, metà del XV secolo) di Alvaro di Pietro Pirez da Evora e alla “Crocifissione” di Neri di Bicci. Ingresso. Intero: €4,00. Ridotto: €2,50 ( gruppi e scolaresche min. 15 persone e su prenotazione). Supplemento per visite guidate (su prenotazione): €1,50 a persona. Ingresso gratuito ai bambini fino a 6 anni e agli invalidi 100%.

Redazione Nove da Firenze