Notte Bianca: ecco gli eventi della Black Night a Firenze

La musica sarà il fil rouge che guiderà la folla: “nera”, rock, jazz nella Giornata Mondiale Unesco di questo genere, blues, reggae, rap e tutte le forme di espressione. Due treni speciali dal Mugello


 The Black Night - La notte Bianca di Firenze 2015 si propone di trovare la luce attraverso il magnetismo della notte. Se si pensa all'elemento "black" viene in mente subito la black music, quell'insieme di generi che proviene da una sola matrice afroamericana e che ha dato origine a gran parte della musica di oggi: dal blues al rock, dal jazz al gospel, dal funky al rap. Tema principale della Notte Bianca 2015 sarà quindi la musica, quella da suonare live per far vivere la città. Altre tematiche saranno le attività per bambini, il riuso temporaneo di spazi abbandonati, la valorizzazione di luoghi poco conosciuti e del sapere artigiano. Dopo l’apertura della sesta edizione della Notte Bianca di Firenze al carcere di Sollicciano con “Sollicciano Prison Blues” - una reinterpretazione del celeberrimo concerto che Johnny Cash, ‘The Man in Black’, tenne nel 1968 nel carcere di Folsom – la manifestazione accenderà a tappeto il centro storico e le piazze dei quartieri, dalle Cure a piazza Batoni a tutto l’Oltrarno.


Una notte che può cominciare con la Traversata di Firenze, 6.5 km di strada da fare a piedi che taglia da est a ovest la città, per scoprire una Firenze insolita in circa 80 minuti di camminata, tra artisti di strada (di OpenArt/Confesercenti), musiche e performance, partendo da piazza Gui e arrivando in piazza Ferrucci, seguendo il percorso tracciato sulla mappa che verrà distribuita in città dallo Staff Notte Bianca grazie a degli info-point mobili, allestiti con speciali biciclette, e scaricabile dal sito www.nottebiancafirenze.it. Parte della Traversata si svolge in Oltrarno, dove il pubblico verrà ‘spinto’ da piazza Nazauro Sauro oltre San Nicolò, attraversando tutta la rive gauche fiorentina, cuore storico delle botteghe e delle arti fiorentine. Botteghe che per l’occasione rimarranno aperte fino a tarda notte offrendo performance incontri e installazioni, come il GattaRossa e il centro It’s Yoga di via dei Serragli, mentre Ceri Vintage&Factoryaprirà le porte con una mostra d’abiti d’epoca. ma la vera protagonista sarà piazza del Carmine, fresca di pedonalizzazione, che si trasformerà in un angolo di Brasile elettronico, prima con il forrò, una della danze popolari più diffuse nel paese, e con Black Brazil! a cura di La Citè Libreriacafè e poi con la musica dei Ninos du Brasil. La musica accompagnerà quindi anche l’iniziativa Libri alla Luce, una mostra delle piccole librerie e degli editori fiorentini. Mar Rosso di Virgilio Sieni, che aprirà le porte della Goldonetta, in una performance con trenta elementi. In piazza Santo Spirito il Maestro Lanzetta proporrà con la sua Orchestra da Camera Fiorentina un programma tutto americano contemporaneo sul sagrato della Basilica. A tutto blues piazza della Passera, con Il Blues alla Radio, mentre gli artisti di strada con le loro performance accompagneranno il pubblico fino alla Spiaggia di San Niccolò, che apre la stagione in occasione della Black Night con dj set, percorsi di letture ad occhi chiusi e la performance itinerante a cura di Venti Lucenti.

C’è un altro tragitto, oltre alla Traversata di Firenze, che si potrà compiere a piedi, più breve ma non meno ricco di senso: il Percorso del Contemporaneo, che unirà nella visita e negli eventi Strozzi, Marino Marini e Novecento.
Primo giorno di apertura per FloraFirenze, con focus dedicato alla Notte Bianca fiorentina, ai bambini e alle famiglie, alle Mulina nel Parco delle Cascine, con specifici momenti di intrattenimento per i più piccoli: i laboratori per bambini sugli “Orti Urbani Riciclati” a cura della Pro Loco di Pontassieve e di Vivai Aglietti (gli orari di svolgimento dei laboratori sono ogni ora a partire dalle 18), l'appuntamento con gli animali, a cura del Centro Ippico Toscano, con pony e asinelli della Fattoria dello Zio Oliviero ed anche tante pecore, il Corpo Forestale con i laboratori su come trapiantare le piantine dal vaso alla terra e i i Pupi di Stac, uno spettacolo ogni mezzora insieme alla Libreria Teatro del Gallo.

Sarà inoltre straordinariamente aperta la 79° Mostra Internazionale dell'Artigianato: a partire dalle ore 20, fino alle 22.30, sarà possibile entrare gratuitamente alla Fortezza da Basso.

Mobilità:
- Tramvia: il servizio si svolgerà ininterrottamente tra la notte del 30 aprile e il 1 maggio;
- Ataf: potenziate linee 14-22-23;
- Applicazione della disciplina della Zona a Traffico Limitato nei perimetri e con le regole di accesso previste per quella “notturna estiva” (di cui all’ordinanza n. 2011/M/04192 e s.m.i.);
- Modifiche al piano ordinario di sosta veicoli anche nell’area di Cure e Isolotto.

Quattro treni in più per facilitare l'arrivo dei visitatori alla 'Notte Bianca' di Firenze. Il potenziamento dei servizi, voluto dalla Regione Toscana per offrire ulteriori alternative all'uso dell'auto privata, riguarderà la sera di domani, 30 aprile, ma soprattutto la prima mattina del 1° maggio. Sono state aggiunte al regolare servizio feroviario regionale una corsa in ingresso a Firenze sulla Faentina (con partenza da Borgo San Lorenzo alle ore 21.32 del 30 aprile) e tre corse in uscita dalla città e dirette rispettivamente a Pistoia, Livorno e Borgo San Lorenzo tra le 4 e le 5 del mattino. Nella stessa notte saranno inoltre aggiunti vagoni anche ai treni ordinari, in modo da aumentare il numero di posti offerti.


Ecco nel dettaglio l'elenco dei servizi aggiuntivi previsti in occasione della 'Notte bianca':

Giovedì 30 aprile
Borgo San Lorenzo (partenza 21.32) – Firenze Santa Maria Novella. Fermate intermedie a: San Piero a Sieve, Vaglia, Fiesole Caldine, Firenze San Marco Vecchio.

Venerdì 1 maggio
Firenze Santa Maria Novella (partenza 4.00) – Pistoia. Fermate intermedia a Firenze Rifredi, Firenze Castello, Sesto Fiorentino, Prato Centrale, Prato Porta al Serraglio, Montale Agliana.

Firenze Santa Maria Novella (partenza 4.30) – Livorno. Fermate intermedie a Firenze Rifredi, Le Piagge, Signa, Montelupo Fiorentino, Empoli, Pontedera, Pisa Centrale.

Firenze Santa Maria Novella (partenza 4.30) – Borgo San Lorenzo. Fermate intermedie a Firenze San Marco Vecchio, Fiesole Caldine, Vaglia, San Piero a Sieve.

GLI ALTRI EVENTI

La Notte Bianca sbarca alla Mostra dell’Artigianato. Dalle ore 20,00 alle 22,30 l’ingresso è libero per tutti quelli che desiderino visitare e fare acquisti alla mostra più attesa in primavera dai fiorentini, dove il bello dell’artigianato italiano si unisce alle infinite proposte multietniche dei 45 paesi esteri rappresentati: dalla Birmania alla Cina passando per Ecuador, Laos, Madagascar, Olanda, Russia, Ungheria fino al Tibet, ospite d’onore di questa edizione. Ce n’è per tutti i gusti e … per tutte le tasche! Occasione ghiotta anche per gli amanti del vintage con l’iniziativa Rendez vous vintage in Fortezza, del riciclo (T-riciclo green market), del Bio (100% bio nel settore del Gusto), della Bellezza e benessere, al quale è dedicato un padiglione intero con prodotti e dimostrazioni live, preso d’assalto da quanti hanno a cuore il proprio aspetto fisico e la propria salute. Alle 21,00 in programma, al Padiglione delle Nazioni, “La parte visibile delle tue emozioni”, dimostrazione di trucco moda a cura dell’Accademia Estetica Oligenesi. Fra le curiosità della mostra, un salto è d’obbligo allo spazio Vuvuvupuntogaut.it (Sala delle Grotte) dove l’architetto-artista Luca Bolognesi insieme a Silvia Scuffi Abati espongono i pezzi più originali che hanno fatto i dieci anni di storia dello Studio Gaut di Sesto Fiorentino: da sgabelli realizzati con palline da tennis ad arredi da giardino fatti con pancali, erba sintetica e ruote industriali, poltroncine rivestite di peluche, lampade realizzate con tappi di bottiglia fino a carte da parati personalizzate. In mostra anche una collezione di originali bastoni e una reinterpretazione di stampi industriali. Al Teatrino Lorenese, a partire dalle ore 20,00 si potrà assistere ad un’anteprima del Circo degli Orrori, in programma alla Fortezza da Basso dall’8 al 17maggio. E sarà un’esperienza unica e totalizzante fra teatro, circo e cabaret, con il contatto diretto e l’interazione con il pubblico sullo sfondo emozionante dell’Inferno dantesco.

Saranno le scene dei telefilm, film e cartoon degli ultimi vent'anni a fare da cornice del DJ-set di Radio Firenze in programma giovedì 30 aprile dalle 23.30 in Piazza Duomo a Firenze organizzato in occasione della nuova edizione della Notte Bianca. Un tuffo nel passato per riscoprire, al ritmo della musica degli anni’90 e 2000, le sigle e le scene cult che hanno contraddistinto quel periodo. Da Jurassic Park a Matrix, passando per Armageddon, Titanic e Forrest Gump; una selezione accurata che comprenderà anche le serie tv che hanno tenuto ‘incollati’ allo schermo milioni di ragazzi come Beverly Hills, Baywatch, X-Files fino ad arrivare a Lost. E non potevano mancare le sigle dei cartoon come Holly e Benji e i Cavalieri dello Zodiaco. Il tutto sarà proiettato in sequenza sullo schermo che sarà montato sul palco allestito dalla Misericordia di Firenze. “Abbiamo voluto aggiungere qualcosa al nostro djset – spiega Leonardo Canestrelli, direttore artistico di Radio Firenze – rivivere gli anni ’90 e 2000 attraverso la musica diventerà ancora più coinvolgente e divertente se accompagnato dalle immagini. Il problema sarà stato quello di aver inserito tutto! Praticamente impossibile…E comunque questa sarà solo una delle sorprese della Notte Bianca con Radio Firenze che con il suo viaggio in musica, dagli anni ‘90, condurrà gli spettatori fino alle ultimissime novità internazionali”. 

Primo giorno di apertura per Flora Firenze. L'evento, in programma alle Mulina, nel Parco delle Cascine, in occasione della 'Notte bianca' ha deciso di incentrare il suo programma di attività dedicandolo alle famiglie. Nella circostanza, oltre agli straordinari scenari nei quali si dispiega la mostra, sono state, infatti, organizzati specifici momenti di intrattenimento per i più piccoli. Fra questi i laboratori per bambini sugli “Orti Urbani Riciclati” a cura della Pro Loco di Pontassieve e di Vivai Aglietti (gli orari di svolgimento dei laboratori sono ogni ora a partire dalle 18). A cura del Centro Ippico Toscano, invece, gli appuntamenti con gli animali: ci saranno pony e asinelli della Fattoria dello Zio Oliviero ed anche tante altri animali . Sempre all'interno di FloraFirenze, invece, gli uomini del Corpo Forestale terranno un laboratorio su come trapiantare le piantine dal vaso alla terra. Divertimento assicurato anche con l'animazione con i Pupi di Stac: uno spettacolo ogni mezzora insieme alla Libreria Teatro del Gallo. Ricordiamo, poi, che all'interno della mostra è stato realizzato un tabernacolo permanente realizzato con fiori e piante a cura dal grande paesaggista Stefano Passerotti all'interno del quale è stata posizionata una copia a grandezza naturale della Madonna di San Giorgio alla Costa dipinta da Giotto nel 1295, gentilmente concesso dall' Istituto sostentamento del clero di Firenze Domani alle 12.30 è atteso il Cardinale Arcivescovo di Firenze, Mons. Giuseppe Betori, per la benedizione.

Nuovo appuntamento per l’edizione 2015 di Musica al Ponte, la rassegna concertistica affidata alla cura di Giuseppe Lanzetta, Michelangelo Giaime Gagliano e Marco Jodice. Presso l’Auditorium di Santo Stefano al Ponte, una delle prime chiese sorte a Firenze dentro le mura romane, si tengono fino a novembre una serie di concerti per concretizzare il progetto, promosso dall’ Istituto Diocesano di Firenze, che vuol dare visibilità al talento, soprattutto in considerazione della fatica che si fa a trovare spazi adeguati per la musica. Sul palco dell’auditorium ci sarà un duo artistico tutto da scoprire: Andrea Lombardo al contrabbasso e Alessio Cioni al pianoforte. Il virtuosismo romantico, questo il tema del concerto, verrà fatto vivere attraverso brani come “La Fantasia sulla Norma” di Bottesini oppure le variazioni dall’aria “Nel cor più non mi sento” di Beethoven o “La rapsodia ungherese” di Liszt. Il concerto inizierà alle 21.00, giusto in tempo per far iniziare nella maniera migliore la Notte Bianca e poi muoversi nelle vie del centro fiorentino con tutte le suggestioni che lo spettacolo avrà saputo regalare.


L’oscurità dantesca, ma anche il suo universo luminoso. Contrasti della Divina Commedia che saranno magicamente messi in risalto e ‘miscelati’ attraverso un gioco di luci tutto da ammirare. Anche l’Unione Fiorentina-Museo Casa di Dante partecipa alla Notte Bianca, in programma giovedì 30 aprile. ‘Dante in chiaroscuro’ il titolo dell’evento, che prenderà vita dalle 22 nella piazzetta. Mentre in contemporanea il Museo sarà straordinariamente aperto (a ingresso ridotto) dalle 19 alle 24. Attraverso le voci di Gabriele Giaffreda ed Elena Miranda si potranno riscoprire alcuni brani dell’Inferno e del Paradiso: dall’ombra più cupa alla luce più splendente, dunque. Due mondi opposti che prenderanno corpo anche grazie alle creazioni artistiche di Sand Artist Ghibli, un’originale artista che attraverso il sapiente uso dalla sabbia riesce a creare spettacolari giochi di luci e di ombre. “Il Museo Casa di Dante non poteva non essere tra i protagonisti della Notte Bianca – afferma il presidente dell’Unione Fiorentina-Museo Casa di Dante, Silvano Fei -. Oltretutto, possiamo dire che con ‘Dante in chiaroscuro’ diamo inizio nel modo migliore al grande calendario di eventi previsti per i 750 anni dalla nascita del Sommo Poeta”.

Il Piccolo Coro Melograno (diretto da Laura Bartoli), composto da ragazzi tra i 4 e i 13 anni, proporrà sul palco allestito in via Martelli dalle ore 19,30 un repertorio che piacerà a tutti, grandi e piccini: l'inedito e ricco programma musicale elaborato per la speciale occasione, comincerà con brani della polifonia del repertorio per cori di voci bianche accompagnate dal vivo dal pianoforte di Sofia Tagliaferri. Nella seconda parte il coro rovescerà completamente il protocollo esecutivo, offrendo uno spettacolo tutto dedicato alla canzone per l’infanzia, con l'irresistibile allegria e dinamismo che ha fatto del Piccolo Coro Melograno una delle realtà musicali più amate dai bambini fiorentini e lo ha portato ad esibirsi in tutta Italia vincendo anche prestigiose competizioni nazionali e internazionali. L'accesso allo spettacolo è gratuito.


Allo Chalet Fontana un concerto jazz con i Moraldo Marcheschi Organ TrioIl tramonto accompagnato dalle note dei Moraldo Marcheshi Organ Trio. E’ quanto succederà domani allo Chalet Fontana che, in occasione della Notte Biancafiorentina, ha deciso di organizzare il concerto “The White turns to Black” legato al tema di questa edizione. Un concerto di ‘black music’ che intratterrà gli ospiti dall’aperitivo alle 19.30 fino a tarda sera. Il Moraldo Marcheschi Organ Trio: Nasce intorno alla figura del sassofonista Moraldo Marcheschivincitore di numerosi premi fra cui il Luca Flores come miglior giovane Jazzista e membro stabile della Barga Jazz Orchestra. Moraldo Marcheschi vanta già illustre collaborazioni e la stima di grandi jazzisti internazionali come Pietro Tonolo e David Libman, il suo stile è caratterizzato dalla fusione dell' energia di Coltrane con le soluzione armoniche e melodiche mai banali di Joe Henderson, senza dimenticare il carattere lirico delle sue origini. Completano il trio Manrico Seghi virtuoso dell’ organo Hammond e Marco Santini alla Batteria. Giovani jazzisti toscani che stanno raccogliendo consensi oltre i confini regionali, e che li vedono fra i maggiori esponenti della tradizione afro-americana. Un trio che mischia la solidità della tradizione con l' energia dell' interplay estemporaneo, non mancherà la componente essenziale del loro Jazz, lo Swing.

Redazione Nove da Firenze