Natale: Santa Claus nelle piazze e nelle case

A Teatro con Rodari, Peter Pan, Pinocchio e l'orsetto Paddington. Concerto natalizio a Castelfiorentino. A Prato Mercatino di Natale a piazza Duomo. Rapolano svela il presepe monumentale


La vigilia di Natale si avvicina e con essa appuntamenti divenuti ormai una piacevole tradizione. E allora la Fondazione Teatro della Toscana propone spettacoli e divertimento fino al 6 gennaio su e giù dai palcoscenici del Teatro della Pergola, del Teatro Niccolini di Firenze e del Teatro Studio ‘Mila Pieralli’ di Scandicci. Le magiche avventure di Peter Pan nella versione di Manuele Morgese (Niccolini, 22 dicembre), Le Favole al telefono di Gianni Rodari, con la regia di Andrea Bruno Savelli (Teatro Studio, 22 dicembre; Niccolini, 26 e 27 dicembre), La storia di Soldatino e della Principessa sapiente, progetto teatrale di Massimo Mattioli con l’Accademia di Belle Arti di Firenze e l’Associazione Culturale Vieniteloracconto (Pergola, 26 dicembre), il Pinocchio di Zaches (Teatro Studio, 27 e 28 dicembre; Pergola, 29 e 30 dicembre), La magia delle immagini con la Compagnia Piccoli Principi (Pergola, 4 gennaio) e Il primo concerto dell’orsetto Paddington, con l’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole diretta da Edoardo Rosadini (Pergola, 6-8 gennaio), sono gli appuntamenti di un programma pensato per tutti i bambini fino a 99 anni che vogliano accompagnare le loro famiglie nelle meraviglie della festa più bella dell’anno. Per tutte le Feste è allestita nella Sala Oro della Pergola, a ingresso libero per i possessori di biglietto, negli orari di apertura del teatro, la mostra degli esiti finali e dei progetti di alternanza scuola-lavoro del Laboratorio di Costumi e Scene: l’artigianalità e il sapere manuale costituiscono il trait d’union tra i vari elementi presentati (gorgiere, abiti storici, copricapi). E come ulteriore occasione di regalo, è in vendita anche uno speciale cadeau natalizio: 2 biglietti di platea a scelta per gli spettacoli in stagione alla Pergola, un originale magnete a tema teatrale da conservare, e in più la possibilità di acquistare biglietti a prezzo scontato per uno spettacolo in cartellone al Niccolini. Costo: 52€. Dall’offerta sono escluse le recite del 31 dicembre.

Atmosfere natalizie e momenti di magico incanto vestono a festa il Teatro della Toscana che apre al Natale le porte dei suoi teatri, per vivere le Feste con gioia, tra fiabe, musica, teatro-ragazzi, in una programmazione rivolta a spettatori di tutte le età. Le magiche avventure di Peter Pan, che Manuele Morgese ha tratto dal celebre romanzo di James Matthew Barrie, sono un volo tra fantasia e giocoleria, tra melodia e danza, dove i piccoli spettatori sono protagonisti di un’avventura unica e di crescita con gli attori protagonisti dello spettacolo (Teatro Niccolini, 22 dicembre, ore 17:45).

Avvicinare i bambini al mondo del teatro attraverso i più famosi racconti delle Favole al telefono di Gianni Rodari: è l’obiettivo che si è posto Andrea Bruno Savelli dirigendo Cinzia Borsotti e Giacomo Bogani (Teatro Studio, 22 dicembre, ore 9:45; Teatro Niccolini, 26 e 27 dicembre, ore 17:45).

Al centro de La storia di Soldatino e della Principessa sapiente da le Novelle popolari toscane di Giuseppe Pitré, c’èla “novellaja” fiorentina che, già da tempi del Boccaccio, è ricca di sfide e di beffe, dove solo chi ha più sale nella zucca sa come uscirne vincitore. Un progetto teatrale di Massimo Mattioli, con l’Accademia di Belle Arti di Firenze e l’Associazione Culturale Vieniteloracconto, che vede in scena l’affabile ‘novellatrice’ Paola Coppini.

Il Pinocchio di Zaches Teatro nasce per ritrovare la forza originale del testo che nel tempo si è perduta, la sua atmosfera un po’ polverosa e usurata, ma anche cruda e ironica (Teatro Studio, 27 e 28 dicembre, ore 17:45; Teatro della Pergola, 29 e 30 dicembre, ore 17:45).

Lavoro ‘cult’ della Compagnia Piccoli Principi, mai rappresentato a Firenze, La magia delle immagini: la storia dell’arte raccontata ai ragazzi si propone come una possibile introduzione al complesso mondo dell’arte, alla sua storia, ai suoi processi formativi (Teatro della Pergola, 4 gennaio, ore 17:45).

Una festa della musica, uno spettacolo per giovanissimi interpretato dai loro coetanei. Il primo concerto dell’orsetto Paddington di Herbert Chappell è infatti suonato dai musicisti dell’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole, guidati dal loro docente-direttore Edoardo Rosadini. La fiaba intorno alle avventure del celebre orsetto ha la voce di Lorenzo Macrì (Teatro della Pergola, dal 6 all’8 gennaio, ore 17:45).

Le Feste si trascorrono in famiglia, anche a Teatro, così il Cestello in San Frediano alza il suo sipario in questi giorni su un grande classico per ogni età, l’intramontabile “Canto di Natale” di Charles Dickens, in scena tutti i pomeriggio alle 17 fino al 26 dicembre (con la sola eccezione di domenica 25 dicembre). La storia dell’avaro Ebenezer Scrooge, usuraio nella Londra di metà Ottocento, e della sua magica conversione da spietato finanziere senza cuore a benefattore ricolmo di spirito natalizio rivive nella lettura colorata e ricca di scenografie e costumi mozzafiato proposta da Marcello Ancillotti. Un allestimento che ricostruisce le atmosfere del romanzo di Dickens su di un palco mutevole, che svuotato dei tradizionali allestimenti richiama il gioco e la freschezza del teatro viaggiante e della commedia dell’arte. Tra fondali dipinti e carri in movimento, opere artigianali di Cecilia Micolano e dello stesso Ancillotti, compaiono tutti i personaggi della storia (un cast di ben 15 attori) il banco di cambio e usura di Scrooge, con il fedele e sfruttato impiegato, Bob Cratchitt, il salotto e la camera da letto del vecchio protagonista, dove gli faranno visita i quattro fantasmi che lo accompagneranno nel suo percorso di scoperta del Natale, la strada con le botteghe, la casa del nipote di Ebenezer, il cimitero … Insomma la favola trova tutte le sue suggestioni in uno spettacolo che sarebbe riduttivo definire di teatro per ragazzi e che saprà conquistare il cuore di ogni spettatore, facendo gustare pienamente il calore di questi giorni di Festa. Prenotazioni 055.294609.

E' il nuovo Presepe Vivente “in arte e musica” che la compagnia teatrale “Passi di Luce” porterà sul palcoscenico naturale del centro storico alto di Castelfiorentino lunedì 26 dicembre, giorno di Santo Stefano. La serata, che prenderà il via con il Concerto natalizio del Coro di San Lorenzo (Collegiata dei Santi Lorenzo e Leonardo, ore 16.30) proseguirà poi all’aperto con l’esibizione teatral-musicale della Compagnia, quest’anno oltremodo impreziosita dalle ballerine di Oltre Danza (che interpreteranno gli “Angeli”) e dal canto poetico di uno Scriba (interpretato dal poeta Massimiliano Bardotti). Castelfiorentino come Betlemme, insomma, per un percorso che si sviluppa da Piazza del Popolo fino alla Pieve. La trama dello spettacolo ripercorre passo dopo passo la storia della natività. Una coppia giunta da Nazaret sta cercando un posto dove dormire. E’ ormai tarda sera, non può permettersi di aspettare all’aperto. Le case sono tutte piene, nessuno li ospita e la donna è ormai esausta, stanca per il viaggio e per il parto che avverte come imminente. Nel percorso in salita, si incrociano artigiani, pastori e angeli, figuranti di una rappresentazione viva, quasi reale. Un cammino intervallato dagli angeli in danza, dai canti, dal canto poetico di uno Scriba, da una splendida ninna nanna cantata da Maria, fino ad arrivare al luogo della natività, sulla sommità della collina. Nella “sacra famiglia” il piccolo Gesù sarà quest’anno interpretato da Edoardo, un bambino di pochi mesi, di Castelfiorentino. “La Via dei Presepi”, dopo Natale, sarà aperta non solo nei giorni di sabato, domenica e festivi (sabato ore 15.00-19.30, domenica e festivi ore 10.00-12.00 e 15.00-19.30) ma anche tutti i pomeriggi di quelli feriali (ore 15.00-19.30, ad eccezione del 31 dicembre, in cui sarà chiuso).

La serata del 24 dicembre prenderà il via alle 21 con la settima edizione del “Presepe Vivente”, organizzato dall’omonimo comitato, con il patrocinio del Comune di Londa ed il sostegno delle associazioni locali. In piazza della Repubblica e sul greto del fiume Rincine, nel parco fluviale, saranno riproposte scene tipiche con circa 100 figuranti. Subito dopo la rappresentazione e la Messa di Natale alle 23, prenderà il via la Festa del Fusigno che da oltre 50 anni caratterizza a Londa la “vigilia”. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Londa in collaborazione con le aziende del territorio, la sezione Vab Valdisieve e l’associazione Ludorum Dies e la Pro Loco di Londa. Saranno allestiti due grandi falò dove sarà arrostito il “Bardiccio”, una salsiccia tipica londese speziata e aromatizzata con finocchio che sarà servita con pane e vino sempre e rigorosamente locali.

Giovedì 22 dicembre, a Prato, alle ore 16.30 si svolgerà un incontro/dialogo sull’Arte Presepiale e sui significati simbolici e allegorici del Presepio Tradizionale Napoletano a cura dell’Associazione ONLUS “I Sedili di Napoli”. Presentazione di una collana dedicata ai temi dell’Arte Presepiale a cura di EDI (Editrice Domenicana Italiana), con la partecipazione dell’autore, Giuseppe Serroni, che descriverà il fantasmagorico palcoscenico, rappresentato dal tipico Presepe Napoletano, ricco di figure umane, animali e spirituali con particolare attenzione ai personaggi e ai mestieri. L’incontro avrà una durata di 1 ora circa ed è libero. Dalle Ore 16 fino alle 18,30 In giro con Santa Claus. Babbo Natale vi aspetta per farvi salire sulla slitta trainati dai cavalli dell’Associazione Cavalli e Carrozze di Prato. Venerdì 23 dicembre alle ore 12.00 e alle ore 13.00 alla scoperta delle eccellenze locali con il “Laboratorio del Gusto” a cura di Slow Food Prato. Formaggio, miele, fichi secchi di Carmignano in abbinamento a vini di Carmignano e Vermouth bianco di Prato. Info e prenotazioni: 0574 443105 info@slowfood.prato.it. Partecipazione gratuita. Ore 17, Cantando in allegria. Concerto natalizio degli allievi della Scuola di Canto Pop della Corale Guido Monaco guidati dal Maestro Massimo Bertacci. Sabato 24 dicembre dicembre dalle 15 alle 18,00 torna “In giro con Santa Claus". Alle ore 16,30 "Musica sia", concerto natalizio dell’Orchestra Chiti.

Inizia alle ore 21 nella suggestiva cornice del Duomo di Siena, l’appuntamento con la 94ª edizione della rassegna concertistica Micat in Vertice dell’Accademia Musicale Chigiana. Ad ‘addolcire’ l’attesa del Natale sarà il concerto di esordio del coro della cattedrale di Siena “Guido Chigi Saracini”. L’ingresso è gratuito. La musica scalderà il dopo cena di ‘Tutto il Natale di Siena’ in attesa dei festeggiamenti del week end. Al club Un Tubo, in Via del Luparello, giovedì 22 dicembre, alle ore 21.30, andrà in scena “Wine bar & my sound” evento speciale a base di chiacchiere e cocktail con musica selezionata. Venerdì 23 dicembre, a partire dalle ore 22, torna il “Jazz night” con il Romina Capitani 4tet e lo spettacolo Swinging Christmas, che farà assaporare la magia del Natale attraverso un suggestivo repertorio internazionale, in chiave jazz. L’evento è a pagamento, per maggiori informazioni è possibile rivolgersi al numero 0577 271312.

È Natale a Rapolano Terme e nella giornata della Vigilia sono tanti gli eventi che animeranno tutto il territorio, organizzati da Comune e Consulta delle associazioni. Appuntamenti che condurranno fino all’inaugurazione, sabato 24 dicembre a mezzanotte in punto, del presepe monumentale allestito nella Chiesa di San Bartolomeo in Piazza del Castellare a Rapolano dal circolo culturale La Piana-Giancarlo Battagli: solo allora si potrà ammirare la nuova location che ricrea fedelmente in tutti i particolari il complesso dell’Antica Porta dei Tintori, principale via di comunicazione che congiungeva Rapolano con Siena. Si tratta del 25esimo presepe monumentale di Rapolano, realizzato interamente dai volontari del centro La Piana: per tutto il periodo delle Feste, poi, resta aperto il Museo del Presepio allestito nei locali della Piana, insieme alla fiera di beneficenza e al percorso espositivo dedicato alla rappresentazione della Natività nel centro storico. Come tradizione, saranno tante le iniziative in programma la Vigilia di Natale. Alle 15, in Piazza Centrale a Serre di Rapolano, concerto dei bambini della scuola primaria con i canti di Natale. Alle 16, arriva anche Babbo Natale accompagnato dai volontari della Proloco Serremaggio e dal gruppo Donatori di Sangue Fratres. Santa Claus e i suoi elfi invaderanno il territorio rapolanese anche a partire dalle 20, con “Babbo Natale a casa tua”, promosso dal Real Calcetto Rapolano: carovane natalizie faranno visita a domicilio a famiglie e bambini per portare i loro doni (servizio su prenotazione: per info contattare Lorenzo 349-7753583 e/o Paolo 335-7697158; l’intero ricavato sarà devoluto in beneficenza).

Un concerto del gruppo Sette ottavi è in progra,,a nella chiesa di Santa Maria Assunta a Contignano (nel Comune di Radicofani) venerdì 23 dicembre (ore 21.30). Idealmente, la serata apre la manifestazione più attesa dell’anno, il tradizionale presepe vivente, con un repertorio tutto natalizio, incentrato sulla musica a cappella, con molti brani inusuali. Protagonista è Carla Magnoni: grazie ad un paziente lavoro di scelta, all’estro ed alla fantasia musicale, ha messo al servizio del gruppo la sua capacità di compositrice ed arrangiatrice, rielaborando partiture originali e singolari. Il presepe vivente si presenta invece con una formula tutta nuova, tra l’altro in un centro storico rinnovato grazie a investimenti comunali, che hanno reso possibile la realizzazione di luci a risparmio energetico nel centro storico, luminarie natalizie e un parcheggio. L’appuntamento con la sacra rappresentazione è nei giorni del 26 dicembre, del primo e del 6 gennaio (dalle ore 16,30 alle ore 18,30). Lungo le vie del borgo si potranno ammirare – ed è questa la novità - presepi artistici, artigianali e meccanici di varie dimensioni. A questi si aggiungeranno le varie scene viventi, come la Natività, dove a interpretare Gesù bambino, come vuole la tradizione, sarà il bimbo più piccolo del paese, ma soprattutto il mercato, dove sarà possibile assaggiare vin brulé, piccoli pani salati, castagne e formaggio. La Val d’Orcia appare il luogo ideale dove rivivere la magia della Natività.

A Livorno dal 26 Dicembre i visitatori grandi e piccini potranno vivere l’incanto dei presepi sommersi all’Acquario. Fino all’8 Gennaio 2017inoltre, per tutti i bambini e i ragazzi, prosegue la speciale promozione “Porta una pallina di Natale, entri gratis”. Inoltre, apertura straordinaria tutti i giorni dal 26 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017 inclusi. Oltre a queste iniziative, l’Acquario di Livorno regala inoltre un’ampia varietà di emozioni e suggestione durante la visita della struttura a tutti i bambini e ragazzi: dalle due tartarughe verdi “Ari” e “Cuba”, agli squali pinna nera, al pesce Napoleone ed il nuovo spazio dedicato ad insetti, rettili ed anfibi.

L’iniziativa promozionale rientra nell’attenzione che da sempre Costa Edutainment pone verso i più giovani e le famiglie e che si completa, oltre all’offerta economica, con il proseguimento delle animazioni in compagnia del polpo Otto e del percorso “Dietro le quinte” dedicate a bambini e famiglie con gli appuntamenti fino all’8 Gennaio 2017.

Redazione Nove da Firenze