Autunno, andar per marroni: ecco le castagne toscane

Domenica sarà nuovamente festa con le delizie autunnali. Treni ed autobus speciali


Tortelli, marmellate e torta di marroni, castagnaccio, marrons glacés, “bruciate”, biscotti, birra… Questo e tanto altro in vetrina alla 52° “Sagra delle castagne e del Marron Buono di Marradi” anche domenica 18 ottobre.
Il prelibato marrone del Mugello Igp è il protagonista assoluto della rassegna organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con l’Amministrazione comunale, che la scorsa domenica ha registrato numerose presenze, complice anche il bel tempo che ha richiamato visitatori dalla Romagna e dalla Toscana. E tra questi c’è chi al paese dell’Alto Mugello è arrivato facendo un tuffo nel passato, viaggiando a bordo del treno a vapore partito da Pistoia e da Rimini.

Domenica sarà nuovamente festa con le delizie autunnali, ma anche con degustazione e vendita di specialità gastronomiche, prodotti del bosco e sottobosco, prodotti artigianali e commerciali, prodotti tipici e produttori locali. Ed ancora, animazione e intrattenimento con artisti di strada e musicisti itineranti, mostre e iniziative culturali. E in occasione della rassegna e della Giornata nazionale dei Parchi Letterari (Marradi, come tutto il Mugello, è nel Parco Letterario di Dante) si potranno acquistare cartoline con annullo filatelico speciale.
Treni straordinari sulla linea Faentina sono stati attivati da Fs-Trenitalia (gli orari sono indicati sul sito della Pro Loco di Marradi www.pro-marradi.it).

Ingresso a pagamento (biglietto 2 euro, gratis fino a 14 anni). Per ulteriori informazioni: Ufficio Turistico Marradi, 0558045170, info@pro-marradi.it, www.pro-marradi.it.

Vicchio - Dopo il successo della scorsa settimana, tornerà anche Domenica 18 Ottobre la tradizionale “Festa del Marrone”, giunta alla sua 24esima edizione. Si rinnova dunque l'occasione per presentare i produttori del Marrone del Mugello IGP e poter assaggiare i prodotti tipici del Mugello e della Montagna Fiorentina. Vicchio ricopre una parte centrale della zona di produzione del Marrone IGP del Mugello e dopo le difficoltà legate al ‘cinipide galligeno’ nelle ultime annate si ripropone in questa edizione della festa con una produzione finalmente tornata sui livelli che le competono.

Durante la prima giornata di Festa, oltre agli stand dei produttori locali, si è potuto assistere anche alle pratiche che si realizzavano nei castagneti e nelle campagne in questo periodo autunnale. Momenti, oltre che di duro lavoro, anche di convivialità, come ad esempio la sdricciatura, ovvero quando si tolgono i marroni dal loro riccio, o la scartocciatura che è l'atto di svestire le foglie che ricoprono il torso del formentone. Attività riproposte con gran successo nella prima domenica di Festa che ha attirato un gran numero di visitatori.

Gli ingredienti principali torneranno ovviamente anche nella seconda e conclusiva giornata: domenica 18 ottobre la Festa si aprirà con il mercato straordinario organizzato dalla Pro Loco in Piazza della Vittoria; mercato che servirà anche a sostenere il Banco alimentare. Alle 9.30 in Via Garibaldi e Piazza Giotto si aprirà quindi il mercato dei Marroni oltre a quello dei prodotti tipici “Colori e Sapori del Mugello e della Montagna Fiorentina” che riempiranno il centro storico vicchiese delle prelibatezze agroalimentari della filiera mugellana. Alle 12.30 quindi, presso il “Circolo il Paese”, il gustoso ‘Pranzo del Marrone’, mentre alle 15.30 in Viale Beato Angelico il pomeriggio sarà animato dall’intrattenimento musicale dal vivo con Barbara e Vinicio.

“Si tratta di un’ottima opportunità per valorizzare le nostre produzioni, spiega l’assessore allo Sviluppo Economico, Simone Bolognesi, un tema, quello della promozione delle aziende locali, che a noi sta particolarmente a cuore e per questo da anni stiamo attuando politiche sui tributi comunali a livelli minimali per questo specifico settore”.

Ultimi due grandi appuntamenti con il Marrone a Palazzuolo sul Senio. 18 e 25 ottobre, nel piccolo ma attivissimo centro dell’Appennino tosco-emiliano, saranno ancora segnati dalla tradzionale “Sagra del Marrone de dei frutti del sottobosco – Vivi l’Autunno”. Marrone del Mugello IGP ma non solo: funghi, tartufi, frutti del sottobosco, grezzi e trasformati, saranno esposti, venduti e degustati in una variegata e profumatissima mostra–mercato allestita nel cuore del borgo medievale.

A partire dalle 11, in piazza IV Novembre e Viale Ubaldini verrà allestita la mostra mercato e, sempre in piazza, sarà possibile trovare lo stand gastronomico con proposte al dettaglio di prodotti a base di marrone come la Torta, il Castagnaccio, i Topini, i Tortellini e altri prelibatezze dell’autunno come le caldarroste fumanti e il vin brulè. Nel resto del paese le associazioni di volontariato locali organizzeranno punti di ristoro dove assaporare le prelibatezze a base di marrone e non solo. Dalle 12 alle 14.30 ad esempio presso la Casa del Villeggiante ed in piazza IV Novembre si potranno gustare il sapore autentico di menù a base di zuppe autunnali, polenta, dolci a base di marroni e molto altro per solleticare il palato. Sapori genuini che si possono trovare e quindi degustare anche nei ristoranti e nelle aziende agrituristiche locali assieme alla cacciagione, alla polenta e ai numerosi piatti tipici della stagione autunnale.

Per agevolare l’afflusso nel centro dell’Alto Mugello, alla Sagra del Marrone quest’anno si arriva…in autobus. Grazie all’impegno del Comune, della Pro Loco e della Città Metropolitana, sono stati infatti inseriti alcuni autobus speciali, che consentiranno di raggiungere Palazzuolo e vivere in pieno la festa, senza dover guidare. Tali navette, consentiranno di unire la stazione di Marradi con Palazzuolo, in corrispondenza di treni in arrivo dalla Romagna e dalla Toscana. In particolare la navetta di “andata” partirà dalla stazione di Marradi alle 11, mentre quella di “ritorno”, in partenza da Palazzuolo, è prevista per le 15,30.

Ma saranno numerose anche le iniziative collaterali. Domenica 18 ottobre, bambini ed adulti saranno guidati dal Maestro Sergio Soli e dalle Morigi Girls nella realizzazione di una ciotola grazie al laboratorio dal titolo “Io faccio ceramica”, che si lega anche a “Germinata – Ogni terra da frutto” la mostra di ceramica di Mirta Morigi che si tiene presso l’Oratorio di Sant’Antonio (visitabile dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 19). Sabato 24 ottobre, grande appuntamento organizzato dai giovani della Pro Loco. alla vigilia della chiusura della Sagra del Marrone. "Notte d'ottobre", infatti, propone, dalle 19 una gustosa cena a base di salsiccia, arrosticini e dolce ed a seguire il concerto dei "Quarto stato".

Redazione Nove da Firenze