Degustazioni e concerti, auto di lusso e fuochi d’artificio

Giovedì 3 luglio ad Artimino "Bollicine & Burlesque". La XVII Edizione del “Jazz & Wine in Montalcino” dal 15 al 20 luglio 2014


Dal 26 giugno al 6 luglio torna Melodia del Vino, il Festival internazionale di musica classica che attraverserà la Toscana con 6 date in 4 province (Firenze, Livorno, Siena e Grosseto), nelle più affascinanti tenute vitivinicole della regione. La manifestazione è promossa da Regione Toscana insieme a Toscana Promozione e Fondazione Sistema Toscana. A precedere ogni serata una degustazione di vini scelti dalla tenuta ospitante e uno spuntino con prodotti del territorio e pane rigorosamente toscano. Ideatori del format il Maestro Marc Laforet, direttore artistico della manifestazione e Michel Gotlib, presidente di Melodia del Vino. Il Festival è realizzato grazie alla generosità dei proprietari delle varie tenute - la Famiglia Antinori, la Famiglia Moretti, la Famiglia Mariani, la Famiglia Zonin, la Famiglia Panerai – a cui si aggiunge quest’anno il contributo del Comune di Portoferraio.


L’edizione 2014 di Melodia del Vino parte con un sold out alla prima serata. Tutti esauriti i 400 posti a sedere per il concerto inaugurale del Festival internazionale di musica classica ospitato a Cantina Antinori nel Chianti Classico. La serata a Bargino, in programma per giovedì 26 giugno, inizierà alle ore 18 con la visita guidata alla cantina, seguirà alle 19 la degustazione dei vini Antinori (Pèppoli Chianti Classico DOCG 2011 e Scabrezza Toscana IGT 2013) accompagnata dal buffetche prevederà: una degustazione di formaggi pecorini e confetture, una selezione di pani toscani e schiacciate, una selezione di prosciutto toscano, salame e finocchiona con fettunta e bruschette. Eccellenza della musica, dell’architettura e del vino ma anche prodotti rigorosamente toscani e a chilometro zero: sono queste le parole chiave di Melodia del Vino 2014, il Festival internazionale giunto quest’anno alla sua quarta edizione. E l’attenzione all’aspetto enogastronomico è testimoniato dai tre gemellaggi enogastronomici che la manifestazione ha stretto rispettivamente con FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori, il Consorzio Pane Toscano e il progetto regionale Vetrina Toscana. Alle ore 20.30 inizierà il concerto a Cantina Antinori. Ad esibirsi saranno Marc Laforet (che lascerà per un attimo i panni del direttore artistico del Festival per indossare quelli di pianista) e Sergej Krylov, uno dei più grandi violinisti della nostra epoca. Krylov, nato in Russia e vincitore di diversi premi internazionali tra cui il celebre concorso Fritz Kreisler, vanta una carriera internazionale che lo porta ad essere invitato dalle più grandi orchestre del mondo. Qui il programma musicale della serata:http://www.melodiadelvino.it/programma-3/. Ideatori dell’originalissimo format il Maestro Marc Laforet, direttore artistico sia della manifestazione italiana che di quella francese, e Michel Gotlib, amico d’infanzia di Laforet, appassionato di vino e musica e presidente del Festival Melodia del Vino. Il Festival, che nasce sull´impronta del suo gemello francese "Les Grands Crus Musicaux", si propone come "ponte ideale" tra le eccellenze di Toscana e Francia; per questo la Regione Toscana insieme a Toscana Promozione e Fondazione Sistema Toscana, decisero di sostenere l´iniziativa fin dalla sua prima edizione nell´estate 2011. Il Festival è un viaggio che attraversa le province di Firenze, Livorno, Siena e Grosseto ed èrealizzato grazie alla generosità dei proprietari delle varie tenute - la Famiglia Antinori, la Famiglia Moretti, la Famiglia Mariani,la Famiglia Zonin, la Famiglia Panerai – a cui si aggiunge quest’anno il contributo del Comune di Portoferraio. In virtù del gemellaggio con le celebrazionidel Bicentenario dello sbarco di Napoleoneall’Elba, il concerto finale di Melodia del Vino in programma il 6 luglio, si terrà presso la Residenza Napoleonica Villa S. Martino a Portoferraio (Livorno). Dopo Cantina Antinori, il 28 giugno il Festival si sposterà in un altro gioiello architettonico: la Cantina Petra, nel Comune diSuvereto (Livorno), disegnata da Mario Botta. Sul palco i musicisti dell’Orchestra da Camera I Musici di Parma insieme all’Alessandro Quarta Jazz Trio. Si tratta di dodici elementi: un doppio quartetto d'Archi, un trio ritmico formato da chitarre contrabbasso e batteria oltre ad Alessandro Quarta - a cui è affidata la direzione della serata - che si esibirà al violino e al pianoforte. Il 1 luglio Melodia del Vino fa tappa in provincia di Siena. Per il quarto anno consecutivo Castello Banfi a Montalcino ospita uno dei concerti del Festival grazie alla disponibilità della Famiglia Mariani. Quest’anno ad esibirsi al pianoforte sarà François - Joël Thiollier. Nato a Parigi da una famiglia franco-americana, è stato un bambino prodigio: ha tenuto il primo concerto a New York a soli cinque anni. Sua patria di elezione è l'Italia dove trascorre lunghi periodi dell'anno per lavoro e per vacanza. La sua famiglia è infatti proprietaria da anni di un'abitazione nel Cilento. Il concerto del 3 luglio si tiene nella splendida provincia di Grosseto, nella Tenuta Rocca di Montemassi a Roccastrada. Dopo la degustazione di vini, il pubblico assisterà all’esibizione al pianoforte della giovane pianista cinese Wenjiao Wang, laureata alconservatorio di Parigi e già vincitrice di numerosi premi internazionali. Il Festival rimane in provincia di Grosseto anche per la tappa del 5 luglio. Nella Tenuta Rocca di Frassinello a Gavorrano, nella cantina disegnata da Renzo Piano, il pubblico assisterà al duo che vedrà al violino Nemanja Radulovic e al pianoforte Susan Manoff. Per il musicista serbo, da molti considerato la nuova star mondiale del violino, si tratta di un ritorno a Melodia del Vino. La sua strada artistica da qualche tempo si è incrociata con quella di Susan Manoff, grande interprete del pianoforte, con la quale ha inciso un album dedicato a Beethoven. Il Festival chiude il programma 2014 il 6 luglio presso la Residenza Napoleonica Villa S. Martino a Portoferraio (Livorno).  Il concerto si colloca all’interno del programma di celebrazioni dedicate al Bicentenario dello sbarco di Napoleone all'Isola d'Elba. Ad esibirsi al pianoforte sarà ancora una volta il Maestro Marc Laforet. Il concerto inizierà alle 19 e a seguire la degustazione di vini realizzata in collaborazione con i produttori di vini dell'Isola d'Elba. I biglietti per gli spettacoli, oltre che sul sito ufficiale del Festival www.melodiadelvino.it, potranno essere acquistati nei 100 punti vendita della Toscana del circuito BoxOffice, online sul sito di BoxOffice al link: http://www.boxol.it/MelodiaDelVino oppure anche la sera stessa del concerto, salvo disponibilità dei posti. Solo per la data del 6 luglio i biglietti possono essere acquistati la sera stessa del concerto presso Villa San Martino. Per informazioni telefonare a Cosimo de Medici Srl: 0565 944024. Per acquistare pacchetti turistici, comprensivi di biglietto per il concerto e soggiorno, visitare il sito http://musicandoitaly.com/it/viaggi



Una serata frizzante, in tutti i sensi: per la quinta edizione di Bollicine – il tradizionale appuntamento estivo del complesso di Artimino, sulle colline di Carmignano (Prato) – la Villa medicea “La Ferdinanda” ha organizzato per giovedì 3 luglio un cocktail party dedicato al mondo di spumanti e champagne, declinato stavolta in chiave burlesque. Per l’occasione, a partire dalle 20,30 sul prato all’esterno della Villa sarà allestito un banco d’assaggio con case produttrici di champagne e spumante, e verrà realizzato un buffet con le auto di lusso della Porsche AutoIn Firenze esposte nel cortile. Al calar del sole, uno spettacolo di burlesque animerà la serata prima di cedere il passo al dj-set con musica lounge e disco. Infine, fuochi d’artificio a illuminare la villa e il complesso di Artimino. Forte di intuizioni e contaminazioni lifestyle che ne hanno sancito il successo, la manifestazione “Bollicine” è ormai uno degli appuntamenti tradizionali del bon vivremade in Tuscany e richiama centinaia di ospiti da tutta la regione. Biglietto d’ingresso: 35 euro. Per prenotazioni: villa@artimino.com tel. 0558751426-7-8.


Con la diciassettesima edizione, il festival Jazz & Wine in Montalcino(15 - 20 luglio) si conferma come una delle rassegne più longeve e conosciute nel panorama musicale italiano. Nato dalla collaborazione tra Banfi, la nota azienda vinicola di Montalcino, l’associazione culturale Jazz&Image di Roma ed ilComune di Montalcino, il festival propone anche quest’anno una programmazione di assoluto livello, con artisti italiani e internazionali di indiscussa fama mondiale. Come ormai consuetudine, il concerto inaugurale - martedì 15 luglio - si terrà all’interno delle storiche mura di Castello Banfi, con l’esibizione dei Deidda Brothers plus A. Ariano e P. Bisogno.Dal 16 Luglio il festival si trasferirà nella trecentesca Fortezza di Montalcino con il progetto “In JAZZ”, originale tributo musicale al grande Lucio Battisti. Si prosegue giovedì 17 luglio con un trio stellare: Danilo Perez al piano, John Patitucci al basso e Brian Blade alla batteria. I tre straordinari musicisti, conosciuti in tutto il mondo anche per la loro decennale collaborazione con il mitico Wayne Shorter, presentano “Children Of The Light”: un mix magico e portentoso tra sonorità latine e jazz. A salire sul palco di Jazz & Wine venerdì 18 luglio un altro incredibile trio, The Bad Plus. La loro musica combina elementi di jazz d'avanguardia con influenze pop e rock sfuggendo, però, ad ogni classificazione di genere, nell’infinita esplorazione di possibilità di tre musicisti di altissimo valore che suonano in perfetta sintonia. Sabato 19 luglio è la volta di Herbie Goins & Mauro Zazzarini Blues Inn, il raffinato cantante soul-blues di fama internazionale e uno tra i migliori sassofonisti jazz-blues italiani e non solo, formano una coppia inedita, per un concerto che spazia dal blues, al funky, al jazz. A chiudere questa straordinaria edizione del festival, domenica 20 luglio, gli Incognito. Da trent’anni sulla cresta dell’onda, la band è da sempre la casa di ottimi musicisti che, a fasi alterne e in momenti differenti, hanno partecipato all’avventura del gruppo. Ma il suo leader, il mauritiano Jean-Paul ‘Bluey’ Maunick, fondatore e spirito guida, è rimasto costantemente fedele nel tempo alla sua creatura. Per il diciassettesimo anno consecutivo due piaceri così intimi ed intensi, la musica jazz ed il grande vino di qualità, celebrano con crescente successo il loro entusiasmante incontro nella città simbolo del Brunello, Montalcino. Confermato anche il gemellaggio tra il festival Jazz & Wine in Montalcino, Jazz&Wine of Peace Festival di Cormòns e Zola Jazz & Wine, a cui da quest’anno si è unito il Vino & Jazz Marche. Toscana, quindi, Friuli Venezia Giulia, Emilia e Marche, unite all’insegna della musica di qualità e del buon vino. Un confronto imperdibile, con realtà territoriali e produttive diverse tra loro, ma accomunate dalla stessa passione per il grande jazz.

Redazione Nove da Firenze