Vino: si entra nel vivo delle anteprime

Le visite guidate di Divino Tuscany e Di Vini Profumi. Cena di carne a Gustarufina. Rassegne bio di Legambiente


TOSCANA — A Divino Tuscany 2012, venerdì e sabato scendono in campo tutti e 50 i produttori (ben 2.500 bottiglie): altissima qualità ed estrema diversità di stili. Sapienza e originalità anche nelle degustazioni guidate dove accanto a James Suckling siederà una delle personalità più in ascesa in questo momento nel mondo del vino internazionale, NED GODWIN, londinese ma ormai trapiantato in Oriente, l’unico Master of Wine del Giappone e uno dei pochi residenti in Asia.

La sera, a partire dalle 19.30, si annuncia all’insegna della bellezza e del grandissimo gusto con Palazzo Corsini sull’Arno a fare da sontuosa scenografia per una cena tristellata i cui particolari ancora non del tutto svelati sembrano preludere a un evento come pochi. Raggiunti al telefono gli chef Annie Feolde e Giorgi Pinchiorri si lasciano scappare solo qualche goloso dettaglio di un menù da gran gourmet. "Siamo onorati di partecipare a quest’evento, il vino è sempre stato una forma di “piacere” per l’uomo, qualcosa che dà gioia, allegria, euforia, esattamente come la ristorazione che è convivialità. Ccn molte aziende presenti abbiamo condiviso l’inizio delle nostre carriere. Prendere parte a questa cena è veramente un privilegio per tutti noi. Per il Gala Dinner a Palazzo Corsini abbiamo pensato ad un menu che potesse accompagnare una degustazione di vari vini e tipologie di vitigni. Nei piatti che abbiamo pensato per questa cena c’è un buon equilibrio tra dolcezza, acidità e succulenza, per far si che si possano degustare vini diversi con lo stesso piatto. Per esempio questo lo si apprezzerà molto in uno dei piatti previsti, il Tonno impanato e fritto, con piselli, pancetta e salsa al vino rosso. Finale in gran dolcezza con Cassata di ricotta di pecora, arancia e limone canditi, crema al geranio odoroso.

PRATO
Offre la possibilità di visite guidate in alcuni museo del territorio Di Vini Profumi 2012, con in più uno sconto del 20% sul prezzo del coupon per la degustazione nel giardino Buonamici. L'evento-degustazione, promosso dalla Provincia di Prato e dal Consorzio di Tutela dei Vini di Carmignano con la collaborazione della Strada dei Vini di Carmignano e dei Prodotti tipici pratesi e dell'AIS, vede infatti quest'anno la collaborazione della villa medicea di Poggio a Caiano, del Museo Soffici, del Museo del Tessuto e del Museo di Scienze planetarie.

RUFINA
Il vino non è l’unica eccellenza del territorio di Rufina e della Valdisieve-Valdarno , molti altri prodotti possono godere della “filiera corta”, tra questi non bisogna dimenticare la pregiatissima carne locale, presente nelle numerose macellerie del territorio. Per comprendere meglio la situazione basti pensare, ad esempio, che tra Rufina e dintorni operano ben 7 macellerie (Rufina ha una popolazione di 7000 abitanti), generalmente a conduzione familiare, che commercializzano carne allevata e macellata quasi esclusivamente sul territorio. Un fenomeno di questo genere va sicuramente in controtendenza, in altre zone le macellerie sono praticamente quasi tutte chiuse e la vendita delle carni si è ridotta alla sola grande distribuzione. Per celebrare i prodotti di eccellenza del territorio nell’ambito della settimana di “Gustarufina”, manifestazione dedicata al Chianti Rufina, giovedì 24 maggio ci sarà un evento denominato “Le eccellenze della Filiera Corta” organizzato dal Comune di Rufina, dall’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve, dal consorzio Chianti Rufina e dall’Associazione Salviamo l’Agricoltura. L’inserimento di questo evento, nel più ampio programma di “Gustarufina” è un’occasione in più di visibilità, e darà l’opportunità di creare una “sinergia” tra le varie anime della produzione di filiera corta della Valdisieve e del Valdarno, diffondendo le scelte produttive di qualità e di pregio che nel settore agricolo il territorio sta attuando. L’appuntamento è per giovedì 24 maggio alle 18,30 in Villa Poggio Reale, per la parte tecnica parteciperanno il Sindaco di Rufina Mauro Pinzani, l’Assessore all’Agricoltura dell’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve Renzo Zucchini, il Presidente del Consorzio Chianti Rufina Lorenzo Mariani e rappresentanti dell’Associazione Salviamo l’Agricoltura, dell’Associazione Macellai e dell’Associazione Provinciale Allevatori. Le conclusioni saranno tirate dall’Assessore Regionale all’Agricoltura Gianni Salvadori. Si parlerà di questo prezioso prodotto e della presenza ancora sul territorio di macellerie di piccole e medie dimensioni, spesso con tradizioni storico-generazionali e di allevamenti locali che riescono a proporre carni pregiate a chilometro zero. Dopo la parte tecnica sempre all’enoteca Chianti Rufina ci sarà una cena a base di Vini Chianti Rufina, carne Chianina di Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale e verdure di filiera.

Tornano in vetrina le eccellenze nazionali nell'edizione 2012 delle rassegne degustazione nazionali di Legambiente degli oli extravergine d'oliva e dei vini biologici, quest’ultima in collaborazione con l'Enoteca Italiana di Siena, il Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia dell'Università di Pisa e La Nuova Ecologia, e con il Patrocinio della Facoltà di Agraria dell'Università Pisa. Due rassegne nazionali che avranno l'obiettivo di presentare e valorizzare le varietà di vini e oli più significativi, selezionandole poi come migliori produzioni italiane. Per partecipare alla rassegna basta contattare il Centro nazionale “Il Girasole” di Legambiente e iscrivere i propri prodotti. Le aziende vincitrici saranno premiate durante Festambiente, il festival nazionale di Legambiente, in una serata appositamente dedicata all’evento, alla presenza di giornalisti, operatori del settore e visitatori del Festival. Le prime aziende selezionate di ogni categoria riceveranno in premio una targa. Queste rassegne degustazione si sposano con il pensiero di Legambiente e con l'enogastronomia del suo Centro, che ricopre un ruolo fondamentale anche all’interno di Festambiente, che quest'anno si svolgerà dal 10 al 19 agosto sempre a Rispescia (GR). Da sempre la festa s'impegna nella diffusione e nella promozione dell’educazione alimentare, proponendo piatti tipici e biologici, presentando le produzioni di qualità e a marchio, puntando sui prodotti tradizionali del nostro paese. Il termine ultimo per far pervenire i campioni di Vini biologici è martedì 5 giugno, mentre per gli Oli extravergine ci sarà tempo fino a giovedì 14 giugno. I vincitori saranno selezionati da un panel di esperti per l’olio e da una commissione presieduta dal professor Giancarlo Scalabrelli, dell'Università di Pisa, e composta da enologi, esperti del settore e sommeliers dell'Ais, per quanto riguarda la rassegna dei Vini biologici. La brochure, il regolamento e la scheda di partecipazione alla rassegna si possono scaricare sul sito. Per maggiori informazioni è possibile scrivere a commerciale@festambiente.it o telefonare al numero 0564.48771 (9.00-18.00 giorni feriali).

Redazione Nove da Firenze