A Palazzo Medici Riccardi, “Avrebbero 100 anni..”

Palazzo Medici Riccardi rende omaggio a venti centenari illustri. Per ogni personaggio si terrà una tavola rotonda con intellettuali, attori, giornalisti, scrittori


DAL 7 AL 30 GIUGNO 2011 —
Nichi Vendola, Giuseppe Cederna, Adele Cambria, Pietro Grasso, Bernardo Bertolucci, Miriam Mafai, Giovanni Floris, Margherita Hack, Massimo Dapporto e Paolo Poli: sono solo alcuni degli ospiti della rassegna “Avrebbero 100 anni…”, organizzata dall’assessore alla Cultura della Provincia di Firenze Carla Fracci, manifestazione con cui la Provincia rende omaggio a 20 italiani che nel 2011 compirebbero cento anni.

L’iniziativa si propone di celebrare alcuni italiani che, nati nel 1911, hanno profondamente segnato la vita del nostro Paese. Personaggi che provengono dal mondo delle lettere, del giornalismo, dell’arte, dal teatro, dalla scienza, raccontati da altri esponenti di primo della nostra contemporaneità, in una serie di conferenze: si parte il prossimo martedì 7 giugno, alle 17.30 con gli incontri dedicati a Camilla Cederna – con relatori Giuseppe Cederna, Ranieri Polese e Paolo Poli, e ad Alba de Céspedes – raccontata da Adele Cambria, Marina Zancan e Francesca Benedetti.

“L’obiettivo di ‘Avrebbero 100 anni….’ – ha detto l’Assessore provinciale alla Cultura Carla Fracci – è quello di lavorare sul futuro delle nostre memorie e porre degli interrogativi sull’eredità che ci hanno lasciato tanti grandi italiani, cogliendo lo spunto del centenario per ritornare e riproporre la loro opera: da Camilla Cederna ad Alba de Céspedes, da Attilio Bertolucci a Giancarlo Pajetta, da Nino Rota a Agenore Fabbri.”

La formula dell’iniziativa prevede una serie di incontri (dal 7 al 30 giugno 2011, nella Sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi) in cui sono chiamati a dialogare tra loro attori, giornalisti, registi o artisti in genere, che al centenario in questione sono legati, per motivi personali o semplicemente intellettuali. ‘Vorremmo evitare toni didattici – ha detto l’Assessore Fracci – in modo da avvicinare più pubblico possibile all’opera di questi grandi personaggi, che sono volutamente i più svariati; molto spesso – ha concluso – nella stessa giornata a distanza di qualche minuto sarà possibile partecipare agli incontri dedicati a due centenari che provengono da ambiti apparentemente molto lontani.”

Le conferenze saranno accompagnate da una mostra allestita nel cortile di Michelozzo di Palazzo Medici. Inoltre, a ciascuno dei centenari è stato dedicato un’illustrazione originale – realizzata a olio, piuttosto che con un disegno, un collage o una fotografia – di un artista italiano contemporaneo: così lo scenografo del Piccolo di Milano Carlo Savi ha realizzato il bozzetto dedicato a Renato Guttuso, e Franco Purini quello per Ludovico Quaroni, ospitati nelle due sale museali al primo piano di Palazzo Medici Riccardi.

Avrebbero 100 anni: Camilla Cederna, giornalista e scrittrice; Carlo Bo, critico letterario; Joseph Cerrito, criminale; Alba de Céspedes, scrittrice; Ludovico Quaroni, architetto; Attilio Bertolucci, poeta; Anteo Zamboni, anarchico; Enrico Medi, fisico e politico; Dora Calindri, attrice; Gianni Santuccio, attore e regista; Giulio Marchetti, attore; Elisa Cegani, attrice; Thomas Eboli, criminale; Giancarlo Pajetta, politico; Carlo Dapporto, attore; Costantino Nivola, pittore e scultore; Antonio Crast, attore e regista; Gian Carlo Menotti, musicista; Evelina Gori, attrice e costumista; Franco Scandurra, attore; Orazio Costa, regista; Giovanni Nencioni, linguista; Nino Rota, musicista; Alessandro Fersen, attore e regista; Renato Guttuso, pittore; Agenore Fabbri, scultore; Fidia Gambetti, giornalista; Vittorio Subilia, teologo ; Enzo Musumeci Greco, schermitore e attore; Pietro De Vico, attore.

I relatori: Ranieri Polese, giornalista; Giuseppe Cederna, attore; Marina Zancan, scrittrice; Francesca Benedetti, attrice; Adele Cambria, giornalista, scrittrice, attrice; Pietro Grasso, Procuratore Nazionale Antimafia; Margherita Rubino, Docente dell’Università di Genova; Franco Purini, architetto; Bernardo Bertolucci, regista; Nichi Vendola, politico; Miriam Mafai, giornalista, scrittrice; Luca Sappino, politico; Giuliano da Empoli, politico; Enrico Stinchelli, giornalista e conduttore radiofonico; Maurizio Vanni, Art Director Lucca Centre of Contemporary Art; Giovanni Floris, giornalista, conduttore televisivo; Renzo Musumeci Greco, schermitore, attore; Margherita Hack, astrofisica; Enzo Boschi, Direttore Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Massimo Dapporto, attore; Angela Camuso, giornalista; Umberto Piersanti, poeta; Pino Strabioli, regista e conduttore televisivo; Franco Zabagli, scrittore; Giuseppe Marcenaro, scrittore; Amerigo Fontani, attore; Deborah Spini, Presidente Centro Culturale Valdese; Fulvio Ferrario, docente Università Valdese di Roma; Fabio Carapezza Guttuso, Dirigente Ministero Beni e Attività Culturali; Brunella Dalla Casa, scrittrice; Paolo Poli, attore; Dina Nencini, architetto; Roberto Giacobbo, scrittore e conduttore televisivo; Carlo Pirovano; Nilo Gioacchini, designer; Maricla Boggio, drammaturga, regista, giornalista, Giampiero Mughini, scrittore; Aldo Grandi, giornalista, scrittore; Pier Marco De Santi, storico, critico cinematografico.

Redazione Nove da Firenze