Contemporanea Colline Festival: concerti e arti dal 23 maggio al 7 luglio


È giunto alla seconda edizione il Contemporanea Colline Festival, un progetto che parte dal territorio pratese per sconfinare anche in altri prestigiosi luoghi della Toscana. Il Festival nasce per fusione di due manifestazioni con storie diverse ma con una comune vocazione alla contemporaneità. E' nato così un programma con due sezioni, una di sperimentazione dei linguaggi performativi, l'altra con un'alta proposta musicale.
Dedicato alla creazione teatrale contemporanea, dal 23 maggio al 1 giugno CONTEMPORANEA COLLINE FESTIVAL 09 "Le arti della scena" presenta a Prato e nel Comune di Montemurlo una selezione di artisti e di eventi che rende merito di alcune varianti della ricerca drammaturgica internazionale.
Articolato come "un grande laboratorio delle arti totali", CONTEMPORANEA COLLINE FESTIVAL 09 "Le arti della scena" si concentra su tutto ciò che concorre a dare forma ad una scrittura scenica, sulle arti che alimentano il processo creativo, e perciò ospita teatro, danza e musica in tutte le possibili forme e i possibili formati che la creazione produce, dallo studio allo spettacolo finito, dalla prova d'attore all'esperimento registico, dalla performance all'ipotesi di messa in scena.
Considerato l'approccio "documentaristico" alla creazione internazionale, la selezione di spettacoli e di artisti in programma assume dunque valenze che vanno oltre la semplice presentazione di eventi e si carica di un valore aggiunto che attiene al concetto di pedagogia scenica.
Tre le sezioni in cui si articola il festival
· La SCENA CONTEMPORANEA spazia dalla PRIMA ASSOLUTA del lavoro di Federico Tiezzi intorno a "La madre" di Brecht e da "un'ipotesi di messa in vita" di Marco Martinelli sul "Medico per forza" di Molière, realizzate entrambe con gli attori del Laboratorio di Prato, fino all'omaggio di Federico Tiezzi a Galileo - un evento straordinario con Giulia Lazzarini e Graziano Piazza, inserito tra le celebrazioni galileiane -, dal rivoluzionario, muscolare ed estremo linguaggio coreografico dell'«assolo per due» "Extra Dry" di Emio Greco al lavoro di Virgilio Sieni con un gruppo di anziani, dalla PRIMA NAZIONALE di "Shrimp Tales", il nuovo lavoro del gruppo olandese Hotel Modern - una delle realtà teatrali più innovative e strabilianti del panorama mondiale, che vanta tournée e premi anche in Asia -, fino alla "Tragedia tutta esteriore" di Quotidiana.com, un giovane gruppo riminese da poco affacciato sulla scena teatrale nazionale.
· Da sempre nucleo vitale del festival, zona franca del processo creativo, ALVEARE si articola in due distinti itinerari attorno a brevi performance create appositamente per CONTEMPORANEA COLLINE FESTIVAL 2009 da compagnie e artisti diversi: nel primo volume ci sarà un'esplorazione sul corpo realizzata da Virgilio Sieni con un gruppo di non vedenti, un intervento di Francesca Grilli sul tema dell'atterraggio sulla luna e un dj set di Scott Gibbons e Chiara Guidi della Societas Raffaello Sanzio; nel secondo volume saranno invece presentati il primo studio di "Io mento", una nuova produzione di Kinkaleri, un pionieristico tentativo di riproduzione del Don Giovanni di Mozart realizzato dai Sacchi di Sabbia e uno streap tease del performer spagnolo Pere Faura.
· I PROGETTI SPECIALI ospitano una performance di bodily art di Franco B, italiano trasferito a Londra noto per alcune esibizioni di natura "sadomasochistica", e una sul sogno e sul concetto di mondo parallelo del due torinese/australiano Cuocolo Bosetti. A corredo del programma, inoltre, cinque INCONTRI coordinati da Gianfranco Capitta: uno dedicato a Nico Garrone, critico del quotidiano La Repubblica recentemente scomparso, tre ad artisti della scena internazionale come DANIEL WETZEL dei RIMINI PROTOKOLL, Emio Greco e Franco B, e uno che ospita uno dei massimi maestri italiani dell'architettura e del design come Alessandro Mendini.
CONCERTI SULLE COLLINE
Dalla lounge tibetana delle United Peace Voices al blues elettronico di Son of Dave, dal futurismo di Elio al grande jazz di John Surman & Ort... E poi, l'electro/soul di Dani Siciliano, il socialismo tascabile degli Offlaga Disco Pax, il Brasile dei Costruzione, il ritorno della Sunrise Jazz Orchestra, il funky della Fantomatik Orchestra. Nell'ambito del Contemporanea Colline Festival, il cartellone dei Concerti sulle Colline si conferma vetrina delle più originali ed innovative realtà musicali. Nove appuntamenti, dal 18 giugno al 7 luglio, in luoghi incantevoli dell'area pratese, come la Villa Medicea e la Chiesa di Bonistallo a Poggio a Caiano, la Villa Novellucci a Gricigliana/Cantagallo, piazza del Castello a Vinci, la Rocca di Carmignano, il Centro Pecci, il Chiostro della Chiesa di San Domenico a Prato, il Parco Museo Quinto Martini a Seano.
Taglia il nastro, giovedì 18 giugno all'Anfiteatro del Centro Pecci, il "collettivo neosensibilista" degli Offlaga Disco Pax, con il suo pop intimista e didascalico, tra saltatori sovietici, padri distanti quanto lo stretto di Bering e figli dai nomi geostazionari. Supporter Bad Apple Sons, vincitori del Rock Contest 2008. Un vero caso quello delle United Peace Voices, gruppo al femminile che traduce in musica gli insegnamenti del buddismo tibetano: presentano il nuovo album - prodotto da Irma Records - "Words of Buddha", venerdì 19 a Villa Novellucci di Gricigliana (Cantagallo).
Tutta l'energia della Sunrise Jazz Orchestra, invece per il concerto gratuito di lunedì 22 giugno alla Piazza del Castello di Vinci.
Martedì 23, alla Rocca di Carmignano, spazio al talento di Dani Siciliano, artista unica del panorama elettronico internazionale, già collaboratrice di Matthew Herbert e perfettamente a proprio agio tra atmosfere jazzy, patterns ritmici e devianze electro/soul; il nuovo album s'intitola "Discovered", ed è un piccolo gioiello dedicato ai successi della dance.
Ad ingresso libero l'appuntamento di giovedì 25 a Seano, con protagonista il soul ed il funky della Fantomatik Orchestra, "la più americana delle marching-band toscane".
Ed ancora, John Surman e Orchestra della Toscana, venerdì 26 alla Villa Medicea di Poggio a Caiano, serata di grande jazz che intreccia lo stile british del sassofonista di Davon e l'intensità di un grande ensemble. Mercoledì primo luglio alla Chiesa di San Domenico, a Prato, è la volta di Son Of Dave (ex Crash Test Dummies), one-man-band folgorata sulla strada del funk e del gospel-blues.
Sempre nell'ambito dei Concerti sulle Colline, venerdì 3 luglio a Poggio a Caiano, Elio (delle Storie Tese) alle prese con i "Fu... Turisti": viaggio esilarante e irriverente alla scoperta del Futurismo tra canzoni originali, reperti d'epoca e letture semi-serie. Ultimo appuntamento martedì 7 luglio a Poggio a Caiano. Sul piccolo/grande palco della Chiesa di Bonistallo Barbara Casini (voce/chitarra), Monica Demuru (voce recitante) e Ruben Chiavano (violino), un progetto dedicato ai grandi poeti della musica brasiliana. CONTEMPORANEA COLLINE FESTIVAL 09 è un progetto organizzato dal Teatro Metastasio Stabile della Toscana e dal Comune di Poggio a Caiano, con il sostegno di Regione Toscana e Provincia di Prato, in collaborazione con Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci, Comune di Prato, Comune di Carmignano, Comune di Montemurlo, Comune di Vinci, Comune di Cantagallo e Comune di Vaiano.

Redazione Nove da Firenze