Cinema: Filmspray, proiezioni e tavola rotonda sul cinema indipendente


Le strane e imperscrutabili dinamiche della distribuzione al Cinema Ciak di via Faenza (Firenze) in nove film, 20 ospiti, una tavola rotonda, incontri e proiezioni in contemporanea anche a Roma, Tuscania e nelle carceri di Sollicciano e Rebibbia: è “FilmSpray”, la prima edizione della rassegna organizzata dall’Istituto Lorenzo de’ Medici di Firenze, diretto da Fabrizio Guarducci.
La prima edizione di ‘Filmspray’ - rassegna cinematografica di cinema indipendente e itinerante che si rivolge anche alla comunità straniera in Italia, americana e inglese grazie ai film sottotitolati – toccherà Firenze, Roma e la cittadina Tuscania i prossimi 7, 8 e 9 maggio. L’evento è promosso dall’Istituto di cultura Lorenzo De Medici di Firenze (via Faenza 43) in collaborazione con il cinema Ciak (via Faenza 56r) - che verrà riaperto al pubblico per l’occasione – e con il supporto della Cassa di Risparmio di Firenze, il patrocinio del Quartiere 1 del Comune di Firenze e di Rai Trade.
La rassegna oltre a veicolare il cinema “invisibile” nei circuiti cinematografici classici ha l’obiettivo di portare il cinema altrove e in luoghi non deputati: infatti la rassegna è in svolgimento all’interno delle carceri di Rebibbia e di Sollicciano. A fine maggio sbarcherà alla cooperativa agricola del Forteto a Vicchio nel Mugello.
Gli otto film selezionati per la rassegna sono in competizione tra loro sottoposti al voto del pubblico. Il film vincitore sarà distribuito attraverso i canali di “Rai Trade” e la rete di università italiane e americane con cui l’Istituto Lorenzo De Medici lavora. Verranno proiettati: “Come l'ombra” di Marina Spada (presente), “Cover boy” di Carmine Amoroso (presente), “Il giorno, la notte. Poi l'Alba” di Paolo Bianchini (presente), “Il rabdomante” di Fabrizio Cattani (presente con gli attori del film), “Nelle tue mani” di Peter del Monte (presente), “L'estate d'inverno” di Davide Sibaldi (presente), “Sfiorarsi” di Angelo Orlando (presente) e “L’estate di mio fratello” di Pietro Reggiani. Infine l’evento speciale con la proiezione del primo film da regista di Alessandro Haber, “Scacco Pazzo”. L’attore e regista sarà presente al Cinema Ciak sabato 9 maggio per incontrare il pubblico prima e dopo la proiezione del suo film.
Alla tre giorni di film e incontri con i registi in programma al Ciak si accompagnerà un’importante tavola rotonda (sabato 9 maggio dalle 10, presso la Chiesa di San Jacopo in Campo in via Faenza) alla quale parteciperanno rappresentanti del mondo della distribuzione. Il tema del convegno verterà intorno ai meccanismi produttivi e distributivi. Nell’occasione verrà elaborato un documento che sarà sottoposto al mondo della politica per sensibilizzare sulle difficoltà incontrate da chi fa cinema. Interverranno: Luciano Sovena (Istituto Luce), Andrea Papini (regista, sceneggiatore e del Circuito Microcinema), Thomas Torelli (produttore) e Enzo Coluccio (Ardano). Inoltre saranno presenti i registi Fabrizio Cattani, Davide Ribaldi, Elisabetta Bruscolini direttore del Centro Sperimentale Cinema, Giancarlo Scarchilli e Gianfranco Gianni cineasti del gruppo “Centoautori” e Alessandro Verdecchi di Verdecchi Film.
Eventi collaterali Per l’occasione via Faenza si trasforma in galleria d’arte con una mostra on the road con la manifestazione “The art is in the streets”, la mostra concorso voluta e creata per il terzo anno consecutivo da Fabrizio Guarducci e dal suo Istituto Lorenzo de’Medici. Un centinaio di opere (quadri, sculture, gioielli, fotografie, ceramiche, mosaici, abiti, installazioni) realizzate dagli studenti dell'istituto "Lorenzo de' Medici" animeranno sabato 9 maggio via Faenza. L'iniziativa è promossa dal Quartiere 1 del Comune di Firenze in collaborazione con il Dipartimento di Storia delle Arti e dello Spettacolo dell’Università di Firenze e Marist College di New York.
Programma dettagliato 7 – 9 maggio Cinema Ciak (via Faenza, 56/r)
Si parte giovedì 7 maggio alle 17 con la proiezione di “L’estate d’Inverno” di Davide Sibaldi (Ita 2007, 70 min): Opera prima del giovanissimo regista milanese (1987), colma di temi (il rapporto dualistico, la maternità, la in-comunicabilità dei sentimenti, l’abbandono) acquisisce maggiore spessore grazie alla presenza di due attori di provenienza teatrale come Fausto Cabra e Pia Lanciotti. Dopo la proiezione si terrà un incontro col regista Davide Ribaldi ed il produttore Enzo Coluccio. Alle 19 sarà la volta di “L’estate di mio fratello” di Pietro Reggiani (Ita 2004, 82 min). Figlio unico come il protagonista, il regista Pietro Reggiani entra con sapiente libertà nella vivida immaginazione di un bambino alle prese con i cambiamenti nei rapporti causati dall'eventuale arrivo di un fratello, sul diventare figlio maggiore, sul senso di colpa e sulla generosità riparatoria. Infine alle 21 verrà proiettato “Nelle tue mani” di Peter Del Monte (Ita 2007, 100 min). Presentato al Torino Film Festival 2007 targato Nanni Moretti è il racconto della nascita, la morte e la resurrezione di un’estenuante storia d'amore plagiata da un disturbo umorale e coltivata solo grazie all'inesauribile pazienza del protagonista (Marco Foschi).
Venerdì 8 maggio alle 17 la rassegna cinematografica riapre i battenti con “Il giorno, la notte, poi l’alba” di Paolo Bianchini (Ita 2008, 93 min) che vede l’attore Francesco Salvi nei panni del Santo di Assisi. Bianchini prende spunto dal ritrovamento nel Castello Svevo di Bari, di una targa che indica il luogo dove sarebbe avvenuto l’incontro tra Federico II di Hohenstaufen e Francesco d’Assisi intorno all’anno 1220. Alle 19 verrà proiettato “Come L’ombra” di Marina Spada (Ita 2006, 87 min). E’ la storia della solitudine metropolitana di una donna, Claudia. Solo l'arrivo di Olga riuscirà a riscuoterla e farla finalmente urlare, ubriacare ma soprattutto a farle decidere di prendere in mano la sua vita e vivere il presente senza attese. Ultima pellicola della serata alle 21 “Cover boy” di Carmine Amoroso (Ita , 97min). Regista pluripremiato all’estero, in questa pellicola, presenta un amarissimo ritratto periferico degli esclusi dall’immigrazione clandestina e dalla precarietà del lavoro che si riflette nelle relazioni interpersonali e nella mancanza di scelte. Il film è candidato all’Oscar 2009.
Nell’ultima giornata di sabato 9 maggio alle 17 sarà la volta de “Il rabdomante” di Fabrizio Cattani (Ita 2007, 85 min) lungometraggio ambientato nella brulla ed arida terra di Matera. Un rabdomante si ritrova a dover aiutare la donna di un boss della mala pugliese. Eloquente la caricaturalità dei personaggi, mirata al gioco dei luoghi comuni riguardanti gli abitanti del sud italia ma con un certo retrogusto amaro, fatto di scontri a fuoco non privo di una più o meno latente carica politica. Alla fine del film il regista incontrerà il pubblico. Per ultimo, sarà proiettato alle 19 “Sfiorarsi” di Angelo Orlando (Ita 2008, 99 min). Orlando, che molti ricorderanno per il suo passato da cabarettista, racconta una storia d’amore di quelle toccanti. Aiutato dal finale a sorpresa, ci trasporta nel mondo di due personaggi che si sfiorano senza mai toccarsi davvero.
Alla fine della tre giorni di lavori, sabato 9 maggio alle 21 l’evento speciale con Alessandro Haber che presenta il suo primo film da regista “Scacco Pazzo”. A seguire la premiazione del film vincitori. Agli spettatori verrà consegnata durante la kermesse una scheda con la quale, al termine della proiezione, potranno esprimere il giudizio sul film visto, da 1 a 5.
Il film che otterrà il punteggio più alto (calcolato facendo una media per proiezione) sarà il vincitore della rassegna. Il film vincitore sarà distribuito attraverso la rete di università italiane e americane con cui l’Istituto Lorenzo De Medici e con la collaborazione di RaiTrade. Ingresso alla proiezioni ad inviti (da ritirare presso la sede Lorenzo Dei Medici, via Faenza 43 dalle ore 9 alle 19). Tutti i film verranno replicati (7, 8 e 9 maggio) all’interno della Chiesa di San Jacopo in Campo sempre in via Faenza 43.
Per informazioni 320 2250744 oppure 3939771528

Redazione Nove da Firenze