Epifania: tutti gli eventi in Toscana domenica 6 gennaio

La Befana si calerà dal campanile a Empoli. In Mugello arriverà in treno. A Cascina con i paracadutisti della Folgore e i vigili del fuoco di Pisa. Con i Vigili Urbani in piazza Santa Maria Novella a Firenze. A Lucignano in teatro con i burattini. A cavallo a Castelfiorentino, di un asinello a Seravezza. In calesse a Livorno, in vespa a San Quirico d’Orcia. Fiaccolata a Vaiano. Per tutte le famiglie un viaggio tra favole, presepi e tradizioni della nostra storia


Dai monti alle colline, vola tra i tetti e sfida senza paura le temperature artiche dei prossimi giorni. Nonostante l'età, la vecchietta con il nasone e le spalle ricurve, a bordo della sua inseparabile 'granata', porta un sacco pieno di leccornie, dolciumi e carbone, da appendere ai camini e alle cappe. E nelle calze tiene in caldo una promessa che ogni anno, immancabile, rafforza la propria missione: regalare sorrisi e doni a tutti i bambini, in occasione dell’Epifania, il giorno che per tradizione chiude le feste e rievoca l’arrivo dei Re Magi in visita a Gesù Bambino.

Passate le giornate di pranzi e cene del Natale e l’euforia del Capodanno, ecco che arriva l’Epifania, per terminare le feste in dolcezza, ricordando le atmosfere di un tempo. Specialmente nelle regioni del Centro e del Sud, era proprio la dolce nonnina Befana a riempire le calze dei bambini di doni e dolciumi, e a portare l’allegria al risveglio. Un Babbo Natale in gonnella (rattoppata) dalle origini forse ancora più antiche.

Il 6 gennaio è il giorno dell'Epifania - festività così cara a Firenze e alla famiglia Medici, i cui membri giocavano un ruolo chiave nell'elegante spettacolo dei Magi nel centro cittadino - ma è anche il momento di arrivo della Befana. Ecco che per questa giornata, tradizionalmente così amata dai bambini, i Musei Civici Fiorentini e MUS.E propongono un ricco programma di attività e laboratori per famiglie: un'occasione per vivere insieme, piccoli e grandi, un'esperienza piacevole e festosa prima del rientro a scuola. A Palazzo Vecchio la giornata si apre con la Favola profumata della natura dipinta, ispirata dalla magia dei profumi, per proseguire con i percorsi animati Corte in festa e Squisita scoperta. Un posto d'onore è poi riservato all'evento Danze a corte, nel quale i bambini, i ragazzi e i loro genitori potranno cimentarsi nei passi di danza tipici delle grandi feste del Cinquecento. Al Museo Bardini è invece in programma l'attività centrata sul celebre Porcellino, mentre al Museo Novecento per tutta la giornata saranno proposti gli atelier intorno ai presepi incantati di Maria Lai, che offriranno un nuovo sguardo - artistico e contemporaneo - sull'evento sacro. Infine in Palazzo Medici Riccardi, il palazzo che più è legato all'Epifania per la presenza della stupenda Cappella dei Magi affrescata da Benozzo Gozzoli, le famiglie sono invitate a prendere parte al percorso A casa Medici nel Quattrocento e al laboratorio artistico sulla tecnica della pittura su specchio. E per tutti i bambini partecipanti una piccola e dolce "gallanteria" da portare a casa.

Per celebrare il giorno dell’Epifania, domenica 6 gennaio 2019, l’Opera di Santa Maria del Fiore organizza a Firenze la Cavalcata dei Magi. La manifestazione, giunta alla XXIII edizione dell’epoca moderna, si rifà a un’antica tradizione fiorentina del XV secolo, quando a Firenze una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi, di cui fecero parte i maggiori componenti della famiglia dei Medici, organizzava un fastoso corteo, la “Festa de’ Magi”. Dal 1997, in occasione dei festeggiamenti per i 700 anni della fondazione della Cattedrale, l'Opera di Santa Maria del Fiore ha voluto riprendere quest’antica tradizione organizzando, ogni anno, un solenne corteo di figuranti con in testa i Re Magi a cavallo, in sontuosi abiti di seta ispirati a quelli dell’affresco di Benozzo Gozzoli, che attraversa il centro di Firenze. La manifestazione si svolge, sotto gli auspici dell’Arcidiocesi e del Capitolo del Duomo, con il patrocinio del Comune di Firenze e la partecipazione dei comuni della provincia. Dopo la partenza da Piazza Pitti, alle ore 14.00, il corteo si snoderà lungo le strade del centro (via Guicciardini, Ponte Vecchio, via Por S. Maria, Via Lambertesca, Loggiato degli Uffici, Piazza della Signoria, Via Calzaiuoli) fino ad arrivare in piazza Duomo alle ore 15.00. Dalle ore 14.30 in Piazza Duomo il Piccolo Coro Melograno intratterrà il pubblico con canti natalizi. Dopo l’arrivo di tutto il corteo in Piazza Duomo, il saluto dei figuranti e l’offerta dei doni dei Re Magi a Gesù Bambino nel Presepe vivente. All’intervento di Luca Bagnoli, presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, seguirà la lettura del Santo Vangelo e il saluto del cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, che parlerà del significato dell’Epifania, accogliendo una rappresentanza dei bambini delle parrocchie della Diocesi fiorentina. La Cavalcata dei Magi si rifà a un’antica tradizione fiorentina del XV secolo, la “Festa de’ Magi”, che veniva organizzata a Firenze ogni tre anni e dal 1447 ogni cinque. Il compito di organizzare la festa era affidato a una compagnia di laici detta dei Santi Re Magi o della Stella, la cui sede, per volere di Cosimo il Vecchio de’ Medici era presso il Convento di San Marco. La festa era organizzata in tre diversi cortei che si riunivano davanti al Battistero e poi in Piazza Signoria e da lì proseguivano uniti fino alla Basilica di San Marco, dove con canti e preghiere adoravano Gesù Bambino. La festa era particolarmente sfarzosa. Ai cortei prendevano parte i membri della Compagnia - che erano centinaia - vestiti con abiti preziosi ed erano esibite le mercanzie più lussuose trasportare da una moltitudine di animali da soma anch’essi ricoperti di stoffe preziose. La prima notizia certa sulla Compagnia dei Santi Re Magi o della Stella risale al 1417 e riguarda un finanziamento ricevuto dalla Signoria, ma con ogni probabilità la sua fondazione è da ritenersi alla fine del Trecento. La compagnia dei Santi Re Magi, che divenne una delle più importanti della città grazie alla protezione dei Medici e al numero rilevante d’iscritti, fu soppressa nel 1494 dopo la cacciata dei Medici da Firenze.

La Befana arriva al Museo degli Innocenti e nell’attesa regala ai più piccoli laboratori di scoperta, differenziati in due diversi giorni per età, colazioni golose e open day con aperture gratuite dei cortili monumentali. Ecco tutte le proposte. Alla ricerca dei Re Magi al Museo degli Innocenti - La Bottega dei ragazzi propone, venerdì 4 gennaio e sabato 5 gennaio(sempre alle 11) due laboratori per bambini di diverse età che saranno invitati ad osservare le opere del Museo degli Innocenti e con immagini e indizi colorati andranno alla ricerca dei Re Magi, realizzando poi in bottega un divertente elaborato che ne racconta la storia insieme a quella della Befana. Il laboratorio di venerdì 4 è indicato per bambini dai 7 agli 11 anni, quello di sabato 5 invece è pensato per bambini dai 4 ai 6 anni. Il costo dell’attività è di 5 euro a persona (ma gratuita per bambini sotto i 6 anni) l’ingresso al Museo è gratuito. Prenotazione al numero 055 2478386, mail labottegadeiragazzi@istitutodeglinnocenti.it, o direttamente in biglietteria fino a esaurimento posti. Open day - Sabato 5 gennaio nei cortili monumentali dell’Istituto degli Innocenti, che saranno aperti gratuitamente a tutti per l'occasione, la Befana attende i bambini dalle 11 alle 18 per consegnare ai piccoli una calza con dolcetti e caramelle. In occasione dell’Open Day della Befana il Caffè del Verone propone alle famiglie uno sconto speciale per una colazione o una merenda da gustare in terrazza. La colazione/merenda al prezzo di 5 euro (a persona) comprende brioche dolce o cornetto salato o crostata di marmellata con caffè o cappuccino o tè o succo di frutta, oppure macedonia di frutta fresca con yogurt e con succo di frutta, o una cioccolata calda con biscotti.

Per i più piccoli domenica 6 gennaio la Befana: con una “magia” l’ospite attesa arriva in contemporanea alle ore 10,30 ad Antropologia (via del Proconsolo, 12), Paleontologia (Via La Pira, 4) e Zoologia (Via Romana, 17) con visite guidate intervallate da quiz, giochi e piccole sorprese; alla fine, doni per tutti i bambini (necessaria prenotazione allo 055-2756444 o edumsn@unifi.it; l’attività è compresa nel prezzo del biglietto di ingresso: 6 euro intero, 3 euro ridotto, gratis fino ai 12 anni).

Sabato 5 gennaio 2019 –ore 17.00- al Circolo “Vie Nuove” (in v.le Giannotti, 13) pomeriggio dedicato ai più piccoli con 1 fiaba animata sotto la tenda e merenda a tema. Il Giro del mondo in una tenda” a cura di “Centrale dell’Arte”– a seguire l’arrivo della Befana con una calza per tutti i bambini. Contributo di 5 euro per ogni bambino (comprensivo di animazione, merenda, calza) ed eventuali prenotazioni allo 055.683388 vienuove@vienuove.it.

Come da tradizione da più di 20 anni, anche quest'anno le auto d'epoca del Club Auto Moto d'Epoca Toscano e la Polizia Municipale di Firenze rievocano la tradizionale "Befana del Vigile Urbano", una consuetudine ormai abbandonata da decenni. Il giorno dell'Epifania era tradizione per gli automobilisti portare dei doni (generalmente erano dolci, bottiglie e fiaschi di vino o di olio che poi finivano in dono alla mensa dei poveri) ai Vigili che, posizionati su delle pedane al centro degli incroci, dirigevano il traffico con ampi gesti evidenziati dai caratteristici “maniconi bianchi". La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Polizia Municipale (che quest'anno compie il 165° anniversario della fondazione) e le Istituzioni della Città, si ripete anche quest'anno iniziando con il raduno delle auto d’epoca nel piazzale delle Cascine alle 9.15. La carovana di auto partirà alle 10.30 per dirigersi in Piazza Santa Maria Novella, sostando lungo il percorso nei tre incroci dove i Vigili Urbani con la divisa storica dirigeranno il traffico dalle pedane. Una delegazione del CAMET si troverà direttamente all'ospedale Meyer con la Befana per la visita ai bambini ricoverati. La Befana verso le 11.00 con la Torpedo Blu del CAMET lascerà il Meyer per Piazza Santa Maria Novella. Nella piazza, la Befana assieme al Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani - sotto il famoso gazebo giallo del CAMET - distribuirà doni ai bambini presenti. Per la inagibilità di Piazza della Repubblica, quest'anno la Befana consegnerà i doni ai bambini in Piazza Santa Maria Novella. Le auto d'epoca resteranno esposte in Piazza Santa Maria Novella fino alle 13.00. Ingresso libero. Alla manifestazione parteciperà anche il famoso e coloratissimo taxi Milano25 con Caterina Bellandi, sempre presente nelle attività benefiche verso i bambini.

Sabato 5 gennaio, in piazza dell’Isolotto, tornerà “La Befana vien di notte...”. In programma, come da tradizione, alle 16.30, uno spettacolo musicale con la Sciacchetrà Street Band, mentre, alle 17, arriverà la Befana, che distribuirà dolciumi. L’evento è realizzato in collaborazione con il Gruppo Storico Vigili del Fuoco, che al termine brucerà il fantoccio della Befana.

Domenica 6 gennaio, alle 17,30 presso la Limonaia Villa Strozzi, in via Pisana 77, si terrà il Concerto della Befana del Piccolo Coro di voci bianche Melograno. Sarà un concerto in grande stile articolato in due parti: nella prima, il Coro proporrà alcuni dei classici brani natalizi, mentre la seconda parte sarà una sorta di anteprima sul repertorio che accompagnerà il Coro Melograno nella prossima primavera, caratterizzato da molta polifonia ma anche da un’attenzione crescente per le coreografie, che sempre più accompagnano i bambini diretti da Laura Bartoli.

La Befana arriverà anche al centro San Donato. Domenica dalle 15,30 la simpatica e acciaccata vecchietta atterrerà con la sua scopa direttamente a Novoli, per la precisione al primo piano del centro commerciale all’angolo con via Forlanini. È lì che, tra i giochi e i gonfiabili della ludoteca allestita dall’associazione Piazza San Donato, in collaborazione con Garden Eventi, la Befana distribuirà dolcetti e farà divertire tutti i bambini.

Con l’arrivo della vecchietta, si chiude anche quest’edizione de ‘Il Natale che vorrei’, durante la quale non sono mancati giochi, occasioni di fare sport, ma anche recital, ritmi dal mondo ed eventi vari, sempre all’insegna dello stare insieme. “L’associazione Piazza San Donato è sempre più impegnata per rendere il nostro quartiere vivo e accogliente”, sottolineano i volontari che da anni animano le attività dell’associazione.

La Befana vien di notte, ma alla Sala parrocchiale Ruah a Bagno a Ripoli (chiesa della Pentecoste, via delle Arti) vi approda eccezionalmente di pomeriggio, con uno spettacolo dedicato ai bambini e alle famiglie. Domenica 6 gennaio, nel giorno dell'Epifania, l'appuntamento è alle 15.45 con la fiaba recitata “Una favolosa Befana”, a cura dell'associazione culturale “Teatreria”. Lo spettacolo, scritto da Gabriella Marolda e diretto da Elena D'Anna, sarà seguito da una merenda collettiva durante la quale la Befana distribuirà calze e caramelle ai bambini. Per info e prenotazioni: eventibagnoaripoli@gmail.com – 3312144464.

Il giorno della Befana, come ogni 6 gennaio ecco il “Treno della Befana”, che partirà dalla Stazione di Santa Maria Novella a alle ore 9:07 ed arriverà a San Piero a Sieva alle 10.48, dove ci sarà un rinfresco offerto dalla Proloco di San Piero ed intrattenimento per tutti i passeggeri. Il Treno ripartirà quindi alle ore 13 da San Piero per rientrare alle 14.04 a SMN. (Biglietti - 23€ Adulti, 13 € Bambini fino a 12 anni, pacchetti famiglia da 35€ a 111€). Per tutto il giorno ci sarà inoltre “Mercanzie con la Befana” in Via Provinciale ed a conclusione di tutto la tombola della Befana presso il Salone Mediceo della Pieve alle 14.30.

Sabato 5 gennaio a Reggello, dalle 17,30 al Museo Masaccio di Arte Sacra Cascia ci sarà “Aspettando la befana....Monna Jacopa racconta” a cura del Gruppo della Pieve. Domenica 6 gennaio per l’intera giornata ci sarà “Il Mercato di Cappellone ...Chicchere e non solo", alle 13,30 a Vaggio ci sarà "Arriva la Befana"consegna dei regali a tutti i bambini nelle loro case a cura della Misericordia di Vaggio. Alle 14,30 da non perdere a Reggello “Una Befana da Record”, la Befana con la lunga calza donerà a tutti i bambini la tradizionale calza, a cura della Croce Azzurra di Reggello.

Alla Rufina, domenica 6 gennaio al Piccolo Teatro alle 10,45 arriverà la Befana che consegnerà la calze ai bimbi e presenterà uno spettacolo di burattini.

IN CHIANTI

La scopa volante porterà la Befana nel cuore del Chianti, a Lucolena, alle pendici del monte San Michele, San Polo e Greve. Una domenica, quella del 6 gennaio, densa di impegni e luoghi da visitare. La giornata inizia alle 11 presso la chiesa di Santo Stefano con la celebrazione della Santa Messa e la Processione del Presepe vivente e l’arrivo dei Re Magi che sfileranno in piazza Anichini. I quadri che incorniciano la nascita di Gesù bambino prendono vita anche a San Polo presso lo spazio della Cappellina alle ore 15. La processione del Presepe vivente, iniziativa curata dalla parrocchia, attraverserà il paese fino alla Chiesa di San Polo a Ema. Seguirà il concerto del Coro parrocchiale di San Polo. Il pomeriggio dalle ore 17,30 la chiesa di Santa Croce a Greve in Chianti ospiterà il concerto “Navidad Nostra”. Ad esibirsi sarà il Coro polifonico del Chianti per coro, percussioni, chitarra e pianoforte, diretto dal maestro Elena Superti. Fino al 6 gennaio rimarrà aperta in piazza Vassallo, a Greve, la pista di pattinaggio su ghiaccio.

IN VAL DI PESA

Anche le famiglie di San Casciano avranno l'opportunità di rivivere l'atmosfera dell'Epifania con la rievocazione della Natività e la Cavalcata dei Re Magi che attraverseranno il centro storico, partendo da via San Francesco, per giungere all'antica pieve di Santa Cecilia a Decimo. E’ negli spazi circostanti interni ed esterni e negli ambienti della Canonica, adiacenti all’edificio millenario, che è stata allestita, per la seconda giornata di apertura al pubblico, la Sacra Famiglia e i tableaux vivants del presepio, organizzati e ideati dalla Propositura di San Cassiano, la chiesa centrale di San Casciano, e da oltre 120 volontari, protagonisti della spettacolare messa in scena come comparse ed esecutori artigianali. L’iniziativa, in programma domenica 6 gennaio dalle ore 15.30 alle ore 19, vede la collaborazione e la partecipazione attiva delle Contrade sancascianesi, della Pro Loco e del Comune di San Casciano. Nelle frazioni, Mercatale e Cerbaia, la Befana farà il suo ingresso trionfale nei Circoli Arci e Mcl tra sabato 5 e domenica 6. E, per la gioia dei più piccoli, una Befana anticipataria sarà di scena al Cinema Teatro Everest sabato 5 gennaio alle ore 16 con Le Compagnie Teatrali Lavori in corso e Oragiovanissimi che si esibiranno nello spettacolo “Le novelle di Nonno Epifanio”. L’evento, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, è organizzato dal Circolo Acli e dall’Oratorio di San Casciano. Non mancherà la sorpresa finale con la consegna delle calze a tutti i partecipanti.

Tanti gli appuntamenti che riservano una pista di atterraggio diversa, sportiva, teatrale, tradizionale e danzante, per ogni borgo e frazione nel Comune di Barberino Tavarnelle. Sarà allegra e ballerina nella sala del Circolo ricreativo Arci La Rampa di Tavarnelle dove il 6 gennaio, alle ore 16.30, è stato organizzato uno spettacolo di intrattenimento e animazione rivolto ai bambini. Alla stessa ora il viaggio della simpatica vecchietta si soffermerà nel borgo medievale di San Donato in Poggio, in occasione della premiazione della mostra dedicata ai Presepi di San Donato, realizzati dagli studenti dell'Istituto comprensivo di Barberino e Tavarnelle Don Milani e dai cittadini a cura della Pro Loco di San Donato in Poggio. Un campo sportivo è pronto ad accogliere il tradizionale trofeo della Befana Chianti Volley. Giunge alla decima edizione la kermesse sportiva che si terrà dalle ore 10 alle ore 18 nella palestra comunale Luigi Biagi di via Allende, il cui ricavato sarà devoluto a favore di alcuni progetti di solidarietà attraverso la sezione soci Unicoop Firenze Tavarnelle e la Fondazione Il Cuore si scioglie Onlus. Per concludere la Befana aprirà il sipario sui "Fiori di Sambuca", la dodicesima edizione della rassegna teatrale promossa dall'Unione comunale del Chianti fiorentino, diretta da Italo Pecoretti e allestita nella sala Don Bruni del Circolo Mcl di Sambuca. Nella calza dell’amabile vecchietta uno spettacolo di burattini a guanto, “Le orecchie di Zio Coniglio”, presentato dalla compagnia Il Bernoccolo, in programma alle ore 17.15. Ingresso libero. Il pomeriggio si concluderà con la distribuzione delle calze a tutti i bambini a cura della Pro Loco di Sambuca. Anche a Tavarnelle la Befana proverà ad indossare i pattini e a scivolare sul lago di ghiaccio allestito in piazza Matteotti. La pista è aperta fino a domenica 6 gennaio.

IN TOSCANA

Per la seconda volta Empoli ospita la ‘Befana dei Vigili del Fuoco’. Anche nell’Epifania 2019 viene riproposta la manifestazione che ha riempito piazza Farinata degli Uberti di famiglie e bambini nella scorsa edizione. L’associazione Centro Storico Empoli, col patrocinio del Comune di Empoli, in stretta collaborazione col Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Firenze e il Distaccamento di Empoli, presenta l’evento che si svolgerà nel pomeriggio di domenica 6 gennaio, a partire dalle 17, in Piazza Farinata degli Uberti. L’evento del 2018 ha avuto un notevole successo ed ecco che, grazie anche al sostegno della ditta dolciaria fiorentina Fallani Caramelle, con sede al Terrafino di Empoli, proprio a due passi dal distaccamento dei pompieri di Empoli, la Befana torna in piazza per calarsi dal campanile della Collegiata di Sant’Andrea, anche grazie alla disponibilità della Propositura e di Don Guido Engels. Un appuntamento che si ripete per la curiosità di tanti bambini che vorranno partecipare con le proprie famiglie e trascorrere una Befana sicuramente diversa. La Befana si calerà dal punto più alto di Empoli, quindi camminerà su uno dei tetti degli edifici attorno alla chiesa, poi con la scala scenderà in Piazza ai piedi della grande cometa che domina la fontana. A seguire la tradizionale consegna ai bambini dei dolcetti offerti da Fallani. L'evento vede la collaborazione della Compagnia di Sant’Andrea che organizza annualmente il Volo del Ciuco, oltre all'associazione Centro Storico di Empoli e a Confesercenti. Fondamentale il supporto della Misericordia e dei suoi volontari.

A Castelfiorentino ci si prepara a viverla nel modo migliore, come vuole la tradizione. Domenica 6 gennaio è in programma infatti il gran finale della “Via dei Presepi”, con i Re Magi che arriveranno a cavallo scortati da musici e sbandieratori, e la mitica “Befana”, che percorrerà le vie del centro storico basso distribuendo caramelle per la gioia di tutti i bambini. La giornata è anche un’occasione per fare shopping: i negozi saranno infatti aperti in concomitanza con l’avvio dei “saldi”, e con un acquisto il cliente riceverà - dai negozianti che hanno aderito all'iniziativa - un tagliando per il ritiro della “calza” presso gli stand delle associazioni allestiti in Piazza Gramsci. Primo appuntamento alle ore 15.00 in Piazza Grandi, con il corteo che accompagnerà i “Re Magi a cavallo” (Gaspare, Melchiorre e Baldassarre) in direzione di Piazza Cavour, con la partecipazione del gruppo di musici e sbandieratori della contrada “San Pierino” di Fucecchio. I Re Magi attraverseranno quindi Corso Matteotti per poi dirigersi in Piazza Gramsci e il centro storico alto, lungo la “Via dei Presepi”. Nel centro storico basso, dalle 16.00 in poi farà la sua comparsa anche la “Befana”, la cui vicenda come è noto è strettamente legata al percorso dei “Re Magi”. Secondo un’antica tradizione popolare, infatti, durante il loro viaggio i “Magi” incontrarono una vecchia, che si rifiutò di seguirli. Pentita, si mise anch’essa in viaggio e come gesto riparatore portò un dono a tutti i bambini buoni, nella speranza di incontrare il piccolo Gesù. Così accadrà anche a Castelfiorentino, dove la “vecchia” percorrerà le vie del centro storico basso per distribuire caramelle a tutti i bambini, e per intrattenerli con giochi e improvvisazioni. Davanti all’ex Cinema Puccini, è previsto anche quest’anno l’appuntamento con il gioco della “Pentolaccia”, mentre in Piazza Gramsci si potranno ritirare le calze presso gli stand delle associazioni (il tagliando è possibile ritirarlo anche direttamente presso gli stand, previa offerta). Alle 16.30 si svolgerà in Piazza del Popolo la benedizione e l’inaugurazione (alla presenza del Sindaco Alessio Falorni) del nuovo defibrillatore, acquistato dall’Associazione “All’Ombra di Membrino” grazie alle offerte dei visitatori. A seguire (ore 17.00) la Santa Messa nella Chiesa di San Lorenzo, celebrata da Don Massimiliano Gabbricci, e la consegna di un attestato di ringraziamento a tutti i presepisti. Dopo la celebrazione della Messa, è previsto il lancio delle mongolfiere colorate, quest’anno a forma di cuore in sintonia con le finalità sociali della manifestazione.

A Vaiano la Befanissima 2019. La festa comincia alle 16 in piazza del Comune con la merenda e i giochi organizzati dai pompieri di Vaiano. Alle 17 da Schignano parte una sfilata per le strade del borgo con carretti e altri mezzi di trasporto vari, che dalle 17.30 si trasforma in una fiaccolata seminotturna lungo il percorso Schignano-Vaiano con i carrettolai scortati dalle moto. Dalle 18, sempre in piazza del Comune, la conclusione della giornata con il gran falò della Befana, che vede riuniti tutti i partecipanti. Patrocinata dal Comune di Vaiano la Befanissima 2019 vede la partecipazione dell’Associazione Carnevale di Vaiano, degli Amici dei pompieri di Vaiano, del Motoclub Granducato di Toscana e dell’ASTAC. Ma la Befana arriva il 6 gennaio anche al Circolo La Spola d’Oro e alla Casa del Popolo per i bambini della materna e delle classi prima e seconda della primaria. Al Circolo La Spola d'Oro la Befana consegnerà i regali, offerti dalla Farmacia Cooperativa, a partire dalle 16 ai piccoli dell'asilo de La Tignamica e della primaria del la Briglia e a tutti i bimbi residenti all’Isola, alla Cartaia e a Gamberame. Alla Casa del Popolo invece la Befana arriverà alle 10 per distribuire i doni ai bambini della scuola materna di Sofignano e il pomeriggio alle 16 a quelli della primaria di Vaiano e a tutti i bimbi residenti nella zona. Chi non potrà partecipare potrà comunque ritirare il dono, a partire dal 7 gennaio, direttamente alla Farmacia cooperativa di Vaiano.

Saranno 1.200 le calze con i dolcetti che verranno distribuite a tutti i bambini presenti domenica 6 gennaio a Cascina per l'edizione 2019 della Befana dei paracadutisti e dei vigli del fuoco. Ad accompagnare la vecchina con le scarpe rotte nella sua discesa dal cielo di Cascina saranno, per il secondo anno consecutivo, i parà della brigata Folgore di Livorno, mentre quando la Befana si lancerà dalla torre civica di Cascina lo farà con i Vigili del fuoco di Pisa, che tornano a Cascina per la decima volta. Sarà perciò un'edizione della Befana del tutto inedita, con un programma di novità e riconferme che è stato presentato stamattina alla gipsoteca comunale. Per il 6 gennaio sono previste iniziative sin dal mattino, quando nel palazzo della ex pretura sarà allestita una mostra di vignette sulla professione del vigile del fuoco. Dalle ore 10 in piazza Caduti, i più piccoli potranno cimentarsi nelle operazioni tipiche dei vigili del fuoco con “Pompieropoli: pompiere per un giorno”. Alle ore 15, in corso Matteotti, esibizione della banda della Brigata dei Paracadutisti e alle 16 arrivo della Befana dal cielo sulla Tosco Romagnola (al parcheggio della Conad) accompagnata dai militari dalla Folgore. Alle 17:30, in corso Matteotti, la Befana scenderà dalla torre civica con i vigili del fuoco e distribuirà calze e dolcetti a tutti i bambini. Alle 18 gran finale, sempre su corso Matteotti, con la tradizionale lotteria della Befana, il cui ricavato sarà donato in beneficenza. La vendita dei biglietti è già partita e si possono acquistare in alcuni negozi di Cascina, nella farmacie comunali, al super mercato Conad, e alla casa di Babbo Natale in piazza dei Caduti.

Domenica 6 gennaio 2019 alle 17,00 al Teatro delle Sfide di Bientina (Pisa), in Via XX settembre 30, troviamo la compagnia Teatro Vittoria di Cascine di Buti che presenta “Scrooge – Il canto di Natale”. Per la regia di Perla Trivellini. Lo spettacolo fa parte del progetto “Obiettivo Musical”. Un laboratorio organizzato dall’Associazione ButiTeatro e dall’Associazione Cascinemà. Diretto da Perla Trivellini, docente di canto presso l’istituto superiore Mascagni di Livorno, vocals coach e regista in molte produzioni italiane di rilievo internazionali tra le quali “La Divina Commedia l’Opera” di Mons. Frisina e “Cats” della Compagnia della Rancia. Gli obiettivi del laboratorio sono lo sviluppo di tecniche vocali per il Musical e la recitazione.

Giovedì 3 gennaio, alle 21.30 al Teatro comunale “Giacomo Puccini” di Altopascio, torna il tradizionale Concerto di Capodanno con il Corpo musicale “G. Zei”. Per prenotazioni rivolgersi alla cartoleria “Carta e penna” di Via Cavour. Arriva la Befana: sabato 5, dalle 15.30 alle 18.30, in Sala Granai (piazza Ospitalieri) nuovo appuntamento con i laboratori per bambini fino a 8 anni a tema Befana: per partecipare è obbligatorio prenotarsi al numero 328.6633242. Domenica 6, invece, dalle 15.30 alle 18.30, la Befana girerà per le strade del centro storico carica di dolci. Nella stessa giornata, poi, nella Casa di Babbo Natale (Mediateca, piazza Ospitalieri) ci saranno i volontari di Nati per leggere con “Una calza piena di storie”, letture per bambini 0-6 anni e per le loro famiglie (16.30-17.30, letture da 3 a 6 anni; 17.30-18.30, da 0 a 3 anni).

Domenica 6 gennaio torna il tradizionale appuntamento del “Tuffo di Befana” a Marina di Pisa. L’appuntamento per tutti i partecipanti è in piazza Sardegna alle ore 11.30 per le iscrizioni cui seguirà il primo bagno dell’anno. Con il Tuffo anche l’arrivo della tradizionale Befana di Avis Pisa che porta calze a tutti i bambini presenti da oltre 40 anni. L’iniziativa, giunta alla undicesima edizione, è promossa da Avis Pisa e Amici del Mare di Livorno, è inserita tra gli eventi di “Marenia di Inverno” e patrocinata e sostenuta dal Comune di Pisa. Dopo il tuffo, gli organizzatori distribuiranno panettone e cioccolata calda, mentre sono previsti premi per il gruppo più numeroso, per i tuffatori/trici più giovani e meno giovani. Lo scorso anno furono oltre 223 persone provenienti da tutta la Toscana a tuffarsi, ma gli organizzatori si aspettano che quest’anno si possa raggiungere la cifra di 300 tuffatori.

Al Villaggio di Natale di piazza XX settembre a Livorno, domenica 6 gennaio, in occasione della Festa dell’Epifania è in programma una gran festa per le famiglie con animazioni, trucca bimbi, doni e musica. Festa della Befana in piazza Grande, sabato 5 gennaio. Come da tradizione, la Befana scenderà dal campanile del Duomo per “atterrare” in piazza e distribuire dolci e caramelle ai bambini presenti. Si rinnova l’appuntamento con la Befana dei Vigili del Fuoco che arditamente si lancerà in volo per la gioia dei bambini ma anche dei grandi. La calata è prevista tra le 16.30 e le 17. Tutti naso all’insù quindi alla vigilia della festa dell’Epifania per assistere all’acrobatica impresa. Nell’occasione è prevista la presenza di postazioni delle tre associazioni locali attive in materia di donazioni del sangue (AVIS, Fratres e Croce Rossa) per sensibilizzare la popolazione sull’importanza della materia.

Domenica 6 gennaio alle ore 10.30 torna al Museo archeologico di Piombino il consueto appuntamento con “La Befana vien di...mattina”, letture con i lettori volontari di “Nati per Leggere” organizzate in collaborazione con la Biblioteca civica Falesiana di Piombino.

A Seravezza, come tradizione, a “portar via” tutte le feste ci pensa la Befana che venerdì 4 gennaio nelle vie del centro di Querceta arriva col miccio. Dalle ore 16 alle 20 la Compagnia del Miccio accompagnerà la Befana, carica di piccoli doni golosi, per le strade della frazione assieme a un mansueto asinello. Sabato 5 gennaio in piazza Pertini, sempre a Querceta, si terrà la premiazione del quinto concorso artistico promosso dalla coop Cassiopea e dalla ludoteca Girotondo per le scuole dell’infanzia e primarie dell’Istituto Comprensivo di Seravezza. Il tema di quest’anno è stato “Sogni e Desideri nella Notte di Natale” con la partecipazione di ben 14 classi e oltre 240 disegni. Una bella tradizione che ormai da qualche anno rende più belle le vacanze natalizie. In serata, la Befana volerà ad Azzano per la tradizionale festa nelle vie del paese. Dalle 19 la frazione si animerà grazie alla locale Filarmonica con canti, balli e tanto divertimento per grandi e piccini. Nel giorno dell’Epifania, presso l’ex asilo Galleni di Querceta, torna il Presepe Vivente, con la partecipazione straordinaria dei ragazzi ospiti del Centro di Accoglienza. L’arrivo dei Re Magi a cavallo è previsto per le ore 15:30 circa. Alle ore 17 chiude il programma il Concerto augurale di Epifania legato al sesto Memorial Daria Pennacchi Santini alle Scuderie Granducali. Rispettivamente fino al 6 e al 7 gennaio si potranno visitare a Querceta la grande Rassegna dei Presepi artistici presso la Croce Bianca (orario di apertura: 9-12 e 15-19) e il Presepe Meccanico Animato Versiliese presso l’ex Asilo Galleni (aperto nei feriali dalle 15 alle 18 e nei festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19).

L'Epifania quest'anno ad Equi Terme regalerà suggestioni uniche che solo il pittoresco borgo e le grotte sanno offrire. Nel pomeriggio del 6 gennaio, alle 14,30, i Re Magi raggiungeranno la Natività di Gesù allestita con personaggi viventi nella Grotta di Equi. Alle 15,15 pioveranno befane. La ormai attesissima vecchietta vestita di tutto punto si lancerà da 30 metri di altezza per atterrare all'ingresso della grotta lanciando doni e dolcetti ai bimbi che l'aspettano con il naso all'insù. Alle 16 sarà possibile anche una breve visita alle Grotte carsiche con le guide della cooperativa AlterEco. Durante la manifestazione, nel parco esterno delle grotte le befane distribuiranno caramelle, dolci, cioccolata e vin brulè. Novità di quest'anno... fai anche tu la befana acrobatica! Infatti i visitatori potranno volare sulla nuova zipline nel parco delle grotte. Vestiti da befane e selfie volante saranno assicurati dagli organizzatori. (dalle 13,30 alle 14,30, consigliata la prenotazione).A fine evento il Ristorante La Posta preparerà per l'occasione i Panigacci (prenotazioni 0585 97937)L'iniziativa è stata pensata e promossa da Comune di Fivizzano, Legambiente, e Cooperativa AlterEco e resa possibile grazie all'impegno del Gruppo Speleologico del CAI di Sarzana per l'allestimento tecnico della befana acrobatica, la Compagnia del Guiterno, l’associazione Presepe Vivente e l'Associazione Antichi Mestieri Equi Terme per costumi figuranti. Non sono mancate le collaborazioni di CAI di Fivizzano, Terme di Equi e Pro Loco di Fivizzano. Informazioni: 338 5814482 • info@lunigianasostenibile.i

A Lucignano nel primo giorno di festa del 2019, in occasione dell’Epifania, alle ore 17:00 apertura di sipario con “Piccolo. Avventure di tre burattini, un attore e oggetti vari”. Protagonista il burattinaio Luca Ronga per un racconto che esce dalla classica baracca dei burattini per ricoprire di invenzioni, colori e personaggi l’intero palcoscenico teatrale andando così a intrecciare un colorito dialogo, tessuto tra realtà e invenzione, con gli spettatori, specialmente i più piccoli. Al suo fianco il pianista Alberto Nepi, creatore dal vivo della colonna sonora dello spettacolo per una produzione di teatro ragazzi di Officine della Cultura. L’evento vedrà anche il contributo della Befana che vi prenderà parte per concludere il pomeriggio lucignanese dedicato alla fantasia con una merenda offerta a tutti i presenti grazie ai Ristoratori di Lucignano Le Botti, Il Goccino e La Tavernetta, impegnati, insieme all’Amministrazione Comunale e ad Officine della Cultura, alla realizzazione della stagione teatrale. Ingresso € 8 con una speciale riduzione fratello/sorella a € 5. Ogni adulto accompagnatore € 2. Info e prenotazioni: a Lucignano presso Ufficio Turistico (Museo Comunale) - Piazza del Tribunale, tel. 0575 838001; ad Arezzo presso Officine della Cultura - via Trasimeno 16, tel. 0575 27961 - 338 8431111.

Sarà dedicato ai bambini e alle loro famiglie il doppio appuntamento che sabato 5 e domenica 6 gennaio saluterà le feste a Serre di Rapolano e a Rapolano Terme, chiudendo il cartellone natalizio promosso da amministrazione comunale e associazioni del territorio. Sabato 5 gennaio, alle ore 21.15, il Teatro Verdi, a Serre di Rapolano, ospiterà “La Befana InCalza” in compagnia dell’Associazione Sorgente Musicale, prima di accogliere la vecchietta con i suoi dolci o il carbone e di brindare ancora tutti insieme al nuovo anno.Domenica 6 gennaio, invece, sarà la volta dello spettacolo “Gran varietà di marionette e burattini”, di e con Paolo Valenti, in programma al Teatro del Popolo di Rapolano Terme alle ore 17 e inserito nel cartellone “Il Teatro Incantato 2018-2019”.

Il 5 gennaio, a San Quirico d’Orcia, lungo il centro storico arriverà come consuetudine la Befana in Vespa.

Il 5 gennaio a San Casciano dei Bagni (ore 17) l'arrivo della Befana nelle rinnovate ex scuole di Celle sul Rigo. La struttura, che è stata trasformata in un centro polivalente a disposizione della cittadinanza, sarà inaugurata per l’occasione.

Ad Arcidosso (GR)  la simpatica vecchietta arriverà in Piazza Indipendenza (ore 16), per un pomeriggio che si preannuncia ricco di sorprese. Intanto, dal 5 al 7 gennaio c’è ancora tempo per visitare l’“Antico Villaggio del Natale” con le suggestive cantine del borgo allestite per l’occasione per raccontare il Natale rurale del passato. Qui si possono sperimentare attività della tradizione contadina e i giochi di una volta o degustare dolcetti tipici e vin brulé. Fino al 6 gennaio invece nella piccola frazione di Salaiola, immediatamente attigua ad Arcidosso, si rinnova “Presepi in rima” un percorso all’insegna della poesia che si snoda tra le vie del paese e della campagna alla scoperta di singolari presepi. E mentre strade e palazzi brillano di luce grazie alla creatività dei ragazzi dell’istituto tecnico Leonardo da Vinci che hanno progettato e realizzato spettacolari luminarie in collaborazione con la Cooperativa Giovanile di Fernando Fanelli, mercatini di artigianato e prodotti tipici offrono la possibilità di uno shopping differente.

Epifania tutte le feste le porta via, recita un noto proverbio popolare.

Redazione Nove da Firenze