Befana in Toscana: tutti gli appuntamenti del 2016

La "Befana del Vigile Urbano" con le auto d’epoca all'ospedale Mayer ed in Piazza della Repubblica. Il 6 gennaio anche il solenne corteo di figuranti in centro per rievocare l'antica tradizione fiorentina della Cavalcata dei Magi. Il presepe vivente nei centri storici. Mercoledì a teatro, con il treno a vapore, o la fiera del cioccolato artigianale


Domenica 3 gennaio è in programma la seconda uscita del celebre presepe vivente di Contignano, che prevede un ultimo appuntamento il 6 gennaio (sempre dalle 16,30 alle 18,30). In questo borgo della Val d’Orcia, nel Comune di Radicofani, tutti gli abitanti diventano comparse in costume tra fiaccole, fuochi, musiche in un‘atmosfera totalmente avvolgente. Quanto avviene ricorda davvero la cittadina di Betlemme al tempo del governo dell’Impero Romano, duemila anni fa. Nel presepe vengono raffigurate tante scene di vita dell’epoca, riprodotte nei locali del centro storico del paesino con le cantine del borgo animate da scene di antichi mestieri (filatrice, ciabattino, oste, falegname, taglialegna, fornaio…), arricchito dalla presenza di molti animali in un’atmosfera particolarmente suggestiva; di grande impatto poi le affascinanti scene dell’Annunciazione e l’Adorazione dei pastori, e, il 6 gennaio, l’arrivo dei Re Magi. A interpretare la parte di Gesù Bambino, come vuole la tradizione, è il bambino più piccolo del paese, insieme ai suoi genitori e agli angioletti, interpretati da altri bambini.

Monticiano è ricca di iniziative, in questi primi giorni dell’anno. Domenica 3 gennaio, nella chiesa dei santi Giusto e Clemente (ore 16:30) sono in programma i Canti Sacri con la Corale Madonna di Grazia di Sassofortino. Lunedì 4 gennaio il circolo Arci La Pigna di Iesa (ore 21:00) ospita L'amore è come l'ellera Canti, novelle, filastrocche della tradizione popolare toscana con Francesco Burroni, Lisetta Luchini e Marta Marini. Per informazioni e prenotazioni 3357759372.

A Pistoia la Befana arriva sulla sua scopa portando con sé tanto buon cioccolato artigianale. Dal 4 al 6 gennaio una valanga di dolcezza invaderà il Centro storico della città toscana grazie a ChocoMoment Pistoia, la festa del cioccolato artigianale organizzata da Chocomoments e Centro Commerciale Naturale con il patrocinio del Comune di Pistoia. Cooking show, lezioni di cioccolato per adulti e laboratori per bambini, degustazioni con gustosi abbinamenti di cioccolato e distillati. Tutto questo e molto altro ancora, è la festa del cioccolato artigianale che tra le novità più attese porta in via Cino e nell’area del Globo lo show del maestro cioccolatiere Giancarlo Maestrone che stupirà il pubblico con le sue specialità. Nei tre giorni dedicati al vero cioccolato artigianale, buono e che fa bene, si potrà curiosare tra i quasi 100 metri di stand sempre aperti tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00 e assaggiare un ricco assortimento di gustose praline, tavolette al latte, fondenti e aromatizzate, creme spalmabili, liquori al cioccolato e freschi e deliziosi abbinamenti di frutta e cioccolato ed ammirare le raffinate creazioni e sculture dei maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia. Gli appassionati di cioccolato di tutte le età potranno partecipare alle tante iniziative in programma presso la Fabbrica del Cioccolato, la grande struttura che mostra in presa diretta tutte le fasi di lavorazione del cioccolato con il percorso di conoscenza Choco Word Educational. Tutti i giorni alle 15.00 sono previsti i cooking show "Come nasce una sacher” e “Come nasce una pralina“ a cura del maestro cioccolatiere Giancarlo Maestrone. Per i più piccoli c’è lo spazio Baby Ciok aperto tutti i giorni dalle 15.30 alle 17.30 nel quale è possibile improvvisare con il cioccolato, per realizzare deliziosi cioccolatini con tutte le attrezzature necessarie: grembiuli, cappellini, guanti e attrezzi per la lavorazione (costo € 5.00). Lunedì 4 e martedì 5 gennaio gli adulti potranno imparare a fare i cioccolatini partecipando al mini-corsi di pralineria in programma dalle 10.00 alle 12.00 e a cura dai maestri cioccolatieri ChocoMoments (costo € 30.00 a persona prenotazione obbligatoria giancarlo.maestrone@gmail.com).

Come tutti gli anni, il Circolo Vie Nuove festeggerà l'arrivo della Befana con un giorno di anticipo.Per il 2016 la Befana arriverà infatti martedì 5 gennaio, alle ore 17.30 subito dopo lo spettacolo di animazione teatrale L'UCCELLO d'ORO , liberamente ispirato alla fiaba di Jakob e Wilhelm Grimmche verrà messo in scena dalla compagnia "Fratelli Grimm Teatro" alle ore 17.30. A seguire calze merenda per tutti i bambini. INGRESSO LIBERO a seguire... l'arrivo della Befana. Una calza in regalo e una merenda per tutti i bambini presenti.

Lunedì 4 gennaio alle ore 21.00 a Capannori alla Chiesa di San Quirico e Giulitta (Via Carlo Piaggia, 3) è in programma il secondo appuntamento di “Capannori in Coro”, rassegna di musica corale inaugurata quest’anno e organizzata da Fiaf – Francigena International Arts Festival, Comune di Capannori, Capannori Servizi e Civica Scuola di Musica di Capannori. Si esibirà in concerto il Coro “Capata” di Capannori, diretto dai M° Andrea Bertolucci e Marco Ramacciotti, che eseguirà brani classici del repertorio sacro e brani tradizionali natalizi (ingresso libero).

Arriva la Befana e nella calza dell'amata vecchietta ritornano le scoppiettanti avventure, spesso disavventure, di Gian Burrasca al Teatro di Rifredi martedì 5 e mercoledì 6 gennaio alle 16:30. Spettacolo per famiglie, puro divertimento per grandi e piccini con il monello più famoso di tutti i tempi: Giannino Stoppani detto Gian Burrasca, un ragazzino che non solo dice sempre quello che pensa, ma peggio ancora osa dire a voce alta anche quello che gli altri (gli adulti) sussurrano o nascondono. Così facendo crea situazioni imbarazzanti e catastrofi a non finire, ma al tempo stesso svela le ipocrisie e le piccolezze del mondo conformista e soffocante dei grandi. Non per niente Luigi Bertelli (Vamba) dedicò il Giornalino “ai ragazzi d'Italia perché lo facciano leggere ai loro genitori”. Nella riduzione curata da Angelo Savelli, il celeberrimo libro di Vamba è condensato in cinque brevi scene. Nelle prime tre Giannino getta lo scompiglio tra le tre sorelle ed i rispettivi fidanzati: l'insoddisfatta Ada con il bestiale Adolfo Capitani, la svenevole Luisa con il balbuziente dottor Collalto e la spepera Virginia con il miope avvocato Maralli. Nel girotondo degli equivoci e delle burle vengono coinvolte anche zia Bettina, vecchia zitella brontolona e la signora Olga, svampita attrice vicina di casa. Nella quarta scena Giannino è mandato in collegio tra le grinfie della signora Geltrude e del signor Stanislao. Nella quinta Giannino ed il suo amico Gigino Balestra prendono una colossale indigestione di pasticcini. Purgato con la forza, Giannino s'interroga sul mistero per cui il cattivissimo olio di ricino fa bene e le buonissime paste fanno male. Luca Amoroso, Giacomo Bogani, Lorenzo Micheli e Diletta Oculisti interpretano quattordici coloratissimi personaggi, in un racconto dal ritmo indiavolato, accompagnato da orecchiabili canzoni e marcette, il tutto condito dalla più schietta comicità toscana.

Lo spettacolo "Il mago di Oz" è in scena al Teatro Puccini martedì 5 gennaio ore 16.45 e ore 21.00 e mercoledì 6 gennaio ore 16.45. Dopo il successo de “Il piccolo principe” la Compagnia MDTeatro presenta IL MAGO DI OZ, ancora una favola per grandi e bambini, un adattamento capace di incantare giovani e emozionare tutti quei grandi che sono cresciuti fantasticando sulle pagine del più celebre romanzo dello scrittore di L.Frank Baum:“The Wizard of Oz.”. La regia è curata da Italo Dall’Orto che interpreta la parte di Oz, mentre la parte della giovane protagonista, Dorothy, è affidata ad una bambina di talento capace di rapire il pubblico, trascinandolo in un viaggio di avventure e colori. Sarà accompagnata nel suo viaggio di ritorno a casa da tre personaggi: lo Spaventapasseri, l’Uomo di Latta e il Leone e insieme a loro incontrerà altri personaggi della storia che saranno interpretati in un rocambolesco girotondo da Erika Giansanti, attrice e violista e dai ballerini professionisti del Centro Studi Danza e Movimento di Firenze. La scenografia di sole proiezioni e grandi atmosfere di luci, lascia spazio a colorati e magici costumi. Le musiche originali di Gionni Dall’Orto, ispirate all’intramontabile motivo di “Over the Rainbow”, accompagnano le coreografie di Deanna Losi in un connubio di teatro, danza e musica per tutte le età.

Martedì 5 al circolo Arci di San Lorenzo a Merse (dalle ore 16:00) Arriva la Befana! Previsti l’animazione e laboratorio creativo che prenderà spunto dal racconto “Si è rotta la scopa volante di una Befana un po’stravagante” di Obialero e Corso . Dopo la lettura animata i bambini realizzeranno un laboratorio artistico- creativo alla ricerca della scopa. Nello stesso giorno al circolo Arci Scalvaia (ore 21:00) si esibisce la Banda di Torniella, mentre al circolo il Bacoco’s di Monticiano (dalle 19,30) viene proposta una Vigilia dell’Epifania: sena dedicata alla raccolta dei fondi per il restauro del Campanile e della Casa Canonica. Infine, il 6 gennaio, all’Auser “Noi ci siamo” (ore 16:00) pomeriggio per grandi e piccini, per divertirsi con karaoke tombola, donzelle e tanti dolci e festeggiare l’arrivo della Befana.

Era il 1996 quando, per la prima volta, le auto d'epoca del CAMET e la Polizia Municipale di Firenze rievocarono la tradizionale "Befana del Vigile Urbano", una consuetudine ormai abbandonata da decenni. Il giorno dell'Epifania era tradizione per gli automobilisti fiorentini portare dei doni (generalmente erano dolci, bottiglie e fiaschi di vino o di olio che poi finivano in dono alla mensa dei poveri) ai Vigili che, posizionati su delle pedane al centro degli incroci, dirigevano il traffico con ampi gesti evidenziati dai caratteristici “maniconi” bianchi". Con l'occasione, anche la Befana lasciò la sua scopa volante per salire su una elegante Torpedo Blu per portare doni ai bimbi del Mayer. La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Polizia Municipale, il Comune e la Presidenza del Consiglio Regionale, si ripeterà anche quest'anno iniziando con il raduno delle auto d’epoca nel piazzale delle Cascine alle 9.15. La carovana di auto partirà alle 10.30 per dirigersi in Piazza della Repubblica, sostando nei tre incroci dove i Vigili Urbani con la divisa storica dirigeranno il traffico dalle pedane. Un altro gruppo di auto d'epoca si troverà direttamente all'ospedale Mayer con la Befana per la visita ai bambini ricoverati. La Befana verso le 11.00 con la Torpedo Blu del CAMET partirà per Piazza della Repubblica. Nella piazza, la Befana assieme al Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani - sotto il famoso gazebo giallo del CAMET - distribuirà doni ai bambini presenti. Le auto d'epoca resteranno esposte in Piazza della Repubblica fino alle 13.00. Ingresso libero. Alla manifestazione parteciperà anche il famoso e coloratissimo taxi Milano25 con Caterina Bellandi, sempre presente nelle attività benefiche verso i bambini.

Anche quest’anno il 6 gennaio, per celebrare il giorno dell’Epifania, l’Opera di Santa Maria del Fiore organizza a Firenze la Cavalcata dei Magi. La manifestazione, alla sua XX edizione dell’epoca moderna, si rifà a un’antica tradizione fiorentina del XV secolo, quando a Firenze una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi, che seguiva determinate regole di carattere religioso, organizzava un fastoso corteo detto “Festa de’ Magi”. Dal 1997, in occasione dei festeggiamenti per i 700 anni della fondazione della Cattedrale, l'Opera di Santa Maria del Fiore ha voluto riprendere quest’antica tradizione organizzando, ogni anno, un solenne corteo di figuranti con in testa i Re Magi a cavallo, in sontuosi abiti di seta ispirati a quelli dell’affresco di Benozzo Gozzoli, cheattraversa il centro di Firenze. La manifestazione si svolge, sotto gli auspici dell’Arcidiocesi e del Capitolo del Duomo, con il patrocinio del Comune di Firenze e la partecipazione dei comuni della provincia. Dopo la partenza da Piazza Pitti, alle ore 14.00, il corteo si snoderà lungo le strade del centro fino ad arrivare in piazza Duomo alle ore 15.00. Qui, dopo il saluto deifiguranti e lo scoppio della colubrina, i Re Magi deporranno i loro doni ai piedi del Presepe vivente. All’intervento di Franco Lucchesi, Presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, seguirà la lettura del brano del Santo Vangelo dei Magi e il saluto del Cardinale Giuseppe Betori che parlerà del significato dell’Epifania e accoglierà i bambini delle parrocchie della Diocesi fiorentina. La “Cavalcata dei Magi”, inizialmente realizzata nel XV secolo con periodicità triennale e dal 1447 ogni cinque anni, era composta da tre diversi cortei che si riunivano davanti al Battistero e proseguivano uniti fino alla Basilica di San Marco, dove con canti e preghiere adoravano Gesù Bambino. Della Compagnia dei Santi Re Magi, detta anche “La Stella”, fecero parte i maggiori componenti della famiglia dei Medici e per questo con la loro cacciata da Firenze, nel 1494, l’iniziativa fu soppressa. Da quel momento la Cavalcata dei Magi subì trasformazioni che nel tempo la resero sempre meno di carattere religioso fino a estinguersi.

L’autore di Sussi e Biribissi è Collodi Nipote, non il Carlo Lorenzini autore di Pinocchio ma il nipote Paolo che pubblicò nel 1902 questo romanzo umoristico con il sottotitolo Storia di un viaggio verso il centro della Terra. Una magnifica storia sull’amicizia, in scena il pomeriggio dell’Epifania (6 gennaio 2016) al Teatro Reims di Firenze nella lettura radiofonica drammatizzata de La Compagnia delle Seggiole, adattamento e regia di Claudio Spaggiari. I due protagonisti, uno basso e grassottello l'altro alto e magro, affascinati dalle avventure descritte nel romanzo di Jules Verne Viaggio al centro della terra decidono di ripercorrere il misterioso viaggio partendo dalle fogne della nostra Firenze. Naturalmente gliene capiteranno di tutti i colori malgrado i buoni consigli del gatto Buricchio. Divisi a causa di un imprevisto si ritroveranno dopo qualche tempo profondamente cambiati sia nel fisico che nel comportamento. Alla fine i propositi per il futuro saranno di rimanere con i piedi per terra credendo meno ai racconti fantastici. Durante la lettura verranno appositamente realizzati e proiettati da Nicola Fontanelli disegni descrittivi del racconto.

Come ogni anno il 6 Gennaio 2016 torna a San Piero a Sieve il Treno della Befana, il tradizionale treno a vapore che dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella raggiunge San Piero a Sieve (FI). Mercoledì alla stazione di San Piero a Sieve è atteso l'arrivo del Treno della Befana che partirà, come da tradizione, dalla stazione di Santa Maria Novella (FI) alle ore 9.00 circa. All'arrivo previsto un rinfresco offerto dalla Proloco di San Piero a Sieve e intrattenimento per tutti i passeggeri e i visitatori. La manifestazione è organizzata dall'Associazione Toscana Treni Storici "Italvapore" con il Patrocinio del Comune di Firenze ein collaborazione con la Proloco di San Piero a Sieve,il Comune di Scarperia e San Piero, il Comune e la Pro Loco di Vaglia, l'Unione Montana dei Comuni del Mugello e vedrà la partecipazione di Mukki che sarà presente all'evento con i suoi prodotti e gadget.

A Rufina la Befana si festeggia a teatro. L’appuntamento è, naturalmente per mercoledì 6 gennaio alle 10,45 al Piccolo Teatro, con lo spettacolo, offerto dall’Amministrazione Comunale di Rufina, “La grande sfida tra il Riccio e la Lepre”, portato in scena da Il Teatro Glug. Al termine dello spettacolo arriveranno alcune Befane che distribuiranno un piccolo dono ai bimbi. L’ingresso al teatro è libero.

Torna nel pomeriggio del prossimo 6 Gennaio l'appuntamento con la rappresentazione del presepe raccontata dagli abitanti di Luco. L'evento, ad ingresso gratuito organizzato dal locale Circolo Mcl con il patrocinio del Comune di Borgo San Lorenzo, giunge quest'anno alla 12esima edizione. La manifestazione si terrà nell'area a verde dell'Ex ospedale di Luco e prevede dalle 14,45 l'apertura del Presepe Vivente, alle 15,30 spettacoli e intrattenimento per bambini seguiti dall'arrivo della Befana. Alle 16,45 si svolgerà la Benedizione e subito dopo avrà inizio lo spettacolo "Profezia del Natale" diretto da Giulio Colli che racconta la nascita di Gesù e l'arrivo dei Re Magi.
Nell'area della festa sarà presente il mercatino dell'antiquariato. In caso di pioggia battente la manifestazione si svolgerà Domenica 10 Gennaio 2016.

Una entusiasmante e coinvolgente caccia al tesoro, alla ricerca delle “calze” della Befana. E’ questo il leit motiv della festa “Inseguendo la Befana”, che per la gioia di tutti i bambini si svolgerà a Castelfiorentino mercoledì 6 gennaio 2016. Il ritrovo per la caccia al tesoro è fissato di fronte al Teatro del Popolo alle ore 14.30. Organizzata dalle associazioni di Castelfiorentino con il patrocinio del Comune, dell’Associazione Tre Piazze e del Cesvot (con il contributo della Banca di Cambiano), la festa accoglierà fin dal primo mattino (ore 10.00) in Piazza Gramsci uno stand dove sarà possibile, mediante un’offerta minima di 1 euro, prendere il tagliando per il ritiro di una calza presso gli stand delle associazioni che hanno aderito all’evento. Tutte le offerte della festa saranno raccolte e successivamente utilizzate in progetti a beneficio dei bambini di Castelfiorentino. Nel pomeriggio, di fronte al Teatro del Popolo, ritrovo di tutti i bambini per il momento più atteso della giornata: la caccia al tesoro “alla ricerca delle calze” della Befana, una grande avventura che si svolgerà per le vie del centro storico per individuare la “nonnina” più conosciuta del mondo, fino all’incontro con il mitico personaggio in carne ed ossa. Da qui partirà la sfilata per le vie del paese con giochi vari e il ritiro delle calze presso gli stand in Piazza Gramsci, mentre i genitori potranno dilettarsi nello shopping grazie ai negozi aperti e alla possibilità di approfittare del periodo dei “saldi”. Il gran finale è previsto nel centro storico alto e in particolare in Piazza del Popolo, dove – oltre alla possibilità di visitare la “Via dei Presepi” – è atteso l’arrivo dei Re Magi e il lancio di tante mongolfiere colorate. La partecipazione alla Caccia al Tesoro è completamente gratuita.

Affonda le radici nella tradizione la “Cavalcata dei Magi” che si terrà sabato 9 Gennaio a Borgo San Lorenzo e che metterà in scena l'opera “Il viaggio dei Magi”che Benozzo Gozzoli ha rappresentato nella cappella di Palazzo Medici Riccardi. La sesta edizione dell'evento, realizzato con il supporto e il patrocinio del Comune di Borgo San Lorenzo, prenderà avvio come di consueto nel suggestivo parco di Villa Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo dove dalle 14,30 si susseguiranno le rappresentazioni e gli spettacoli del Gruppo Rinascimentale della Scuola “Giovanni della Casa”, dei rappresentanti del “Teatro Idea” e dei Nobili Balladori di Santa Barnaba di Scarperia. Seguirà poi il corteo storico per le vie del paese accompagnato delle esibizioni dei Bandierai e Musici di Castel San Barnaba. Alle 17,00 circa è previsto l'ingresso solenne nella Pieve di San Lorenzo con deposizione dei doni al Bambinello seguito dal concerto dei solisti di Capriccio Armonico. La manifestazione è creata grazie alla collaborazione di molte realtà, tra cui la Parrocchia di Borgo San Lorenzo e la locale Pro Loco, oltre alla partecipazione dei rappresentanti di numerosi gruppi storici: i Bandierai e Musici di Castel San Barnaba, i solisti del Capriccio Armonico, il Gruppo Rinascimentale della Scuola “Giovanni della Casa”, il Gruppo Storico di San Michele a Ronta, i Cavalieri e le Amazzoni del Mulino a Vento di Rufina, i Nobili Balladori di Santa Barnaba, il Teatro “Idea” di Borgo San Lorenzo, i figuranti da San Piero a Sieve e da Luco di Mugello. Il ricavato dell'evento sarà destinato al restauro dell'Organo Stefanini 1696

IL GIORNALINO DI GIAN BURRASCA per la BEFANA al TEATRO DI RIFREDI

Redazione Nove da Firenze