Pietrasanta: il Festival internazionale di musica dal 23 al 31 luglio 2010

Nel cuore della Versilia nove concerti unici: torna Martha Argerich ormai protagonista affezionata, ma anche altri solisti d'eccellenza come Golan e Berezovski, il Quartetto di Cremona e l'Arriaga. Oltre al talentuoso Hosszu-Legocky con i Five Devil


CLASSICA — Riprende per il quarto anno consecutivo il Festival internazionale di musica di Pietrasanta (Lucca): visto il grande successo delle precedenti edizioni, prosegue presentando solisti di fama internazionale e con la presenza fissa della grande pianista Martha Argerich, avviandosi a diventare un punto di riferimento culturale dell'estate versiliese. Nato per volontà del direttore artistico M° Michael Guttman, violinista e direttore d'orchestra di fama internazionale, il Festival è realizzato dall’Associazione Musica Viva (Firenze) in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pietrasanta, per offrire alla città e all’intera Versilia artisti di altissimo livello, molti per la prima volta in Italia, per una rassegna di musica da camera unica nel suo genere. In programma, nove sere di concerto consecutive, ciascuna unica, con virtuosi e solisti da tutto il mondo: due in piazza del Duomo (ad ingresso libero) e sette nel bellissimo chiostro di S. Agostino, adiacente alla piazza. Inizio alle ore 21.30. Posti limitati.

In apertura, venerdì 23 luglio nel Chiostro di S. Agostino: CONCERTO PER LA PACE
Itamar Golan, pianoforte e, per la prima volta al Festival, Bishara Harouni, pianoforte. Due straordinari virtuosi - uno israeliano e uno palestinese - insieme per la pace.

Sabato 24 luglio L’IMPERATORE DEL VIOLINO: il grande solista Vadim Repin, violino; con Itamar Golan al pianoforte, il suo partner preferito.

Domenica 25 luglio grande amica di questo festival, torna generosamente MARTHA ARGERICH, la “regina del pianoforte”, per una serata sorprendente.

Lunedì 26 luglio, concerto in piazza del Duomo: lo straordinario violinista Géza Hosszu-Legocky che con i Five Devils Ensemble, virtuosi zigani, si è già esibito con grande successo allo scorso Festival di Lugano. Una serata travolgente di musiche di tradizione zigana.

Martedì 27 luglio, si torna nel Chiostro con MUSICA PER 8. LA MAGIA DI MENDELSSOHN due quartetti insieme per una serata unica: Quartetto di Cremona e Quartetto Arriaga, in musiche di Mendelssohn-Bartholdy e Gliere.

Mercoledì 28 luglio concerto dedicato a i capolavori di Cesar Franck, belga, una delle figure più importanti della vita musicale francese del secondo Novecento. Frank Braley “poeta del pianoforte” con il Quartetto Arriaga e lo stesso Michael Guttman, violino.

Giovedì 29 luglio, secondo concerto in piazza LA DIVINA VOCE DI NICOLAS ZIELINSKI, controtenore, con la Festival Chamber Orchestra; Michael Guttman, violino e direttore. Musica di Vivaldi, Haendel, Piazzolla, e Bach.

Per gli ultimi due concerti torna, a grande richiesta, il grande pianista Boris Berezovski: Venerdì 30 luglio nel Chiostro BORIS BEREZOVSKI IN TRIO, con Henry Demarquette, violoncello e Michael Guttman, violino; musiche di Beethoven, Brahms, Rachmaninov.

Sabato 31 luglio BORIS BEREZOVSKI SOLISTA STRAORDINARIO, suona brani di Rachmaninov per pianoforte solo e ritrova l’Arriaga String Quartet e il primo violino Michael Guttman.


INFO e BIGLIETTERIA c/o TUTTOEVENTI: tel.0584.359322. Euro 27/20; Euro 46/40 per serata Argerich del 25.07; possibilità di acquisto anche in prevendita. 26 e 29.07: ingresso libero - Biglietteria on line.

Redazione Nove da Firenze