Jazz & New Music: Network Sonoro giunge all'edizione 2008 in Toscana


La quarta edizione di Network Sonoro, il coordinamento di concerti ed attività musicali che nasce dalla collaborazione tra il Music Pool ed il Musicus Concentus, presenta per la primavera 2008 un programma particolarmente ricco, realizzato con il contributo della Regione Toscana.
In tre mesi oltre quaranta concerti - che coinvolgeranno i territori di sei Province della Toscana, quattordici Comuni, diciotto tra Teatri, Auditorium e Club, per un totale di otto tra Festival e Rassegne - offriranno una proposta musicale diffusa, attenta a rintracciare le realtà più significative in un'alternanza continua di sonorità. I concerti passeranno dal jazz all'elettronica, dalla musica di ricerca alla nuova canzone d' autore, dagli artisti legati alle tradizioni popolari a quelli più attenti all'uso delle nuove tecnologie.
Saranno ospiti di Network Sonoro artisti internazionali ed italiani, stelle riconosciute e giovani talenti, il programma presenterà anteprime, esclusive e produzioni originali.
I primi concerti del programma, John De Leo (7/2 a Firenze) e Cesare Picco (il 16/2 a Firenze), sottolineano l'attenzione verso la nuova scena italiana; cantautore il primo, pianista il secondo, entrambi offrono una proposta partecipe ed originale, uno spirito che si rintraccia anche nella musica di Giovanni Guidi (9/2 a Sesto Fiorentino), il giovane pianista che ha trionfato di recente nel referendum della rivista Musica Jazz.
Il jazz è il trait d'union dei concerti di Vicchio, con un gruppo storico del jazz-rock, Yellowjackets (21/2), gli scoppiettanti High Five Quintet del trombettista Fabrizio Bosso (22/2), l'omaggio sentito alla musica di Luca Flores dai suoi colleghi ed amici del Matt Jazz Repertory (23/2), l'energia e il groove del batterista Joey Baron con il suo quartetto Killer Joey.
La lista degli appuntamenti internazionali dedicati al jazz si allunga con le presenze illustri dei musicisti che hanno partecipato varie edizioni dei Jazz Messengers di Art Blakey, che celebrano la musica del grande batterista (16/3 a Grosseto), con Bill Holman, arrangiatore per la storica Stan Kenton Orchestra (25/3 a Prato), con il sassofonista e clarinettista Michel Portal in compagnia del batterista Daniel Humair (7/3 a Poggibonsi). A Poggibonsi il concerto di Michel Portal inaugura un percorso dedicato al jazz francese, in cui lo seguiranno il sassofonista Louis Sclavis ed il violoncellista Vincent Courtois, ed incontri e seminari sul tema.
Sul fronte del jazz europeo si segnalano inoltre il nuovo trio che allinea il trombettista Paolo Fresu, il fisarmonicista Richard Galliano ed il pianista Jan Lundgren (20/3 a Poggibonsi), la tradizione manouche nella proposta di Dorado Schmitt (10/3 a Prato), mentre dagli Usa arriva per la prima volta in Europa il jazz carico d'ironia della Millennniall Territory Orchestra del trombettista Steven Bernstein (1/3 a Prato).
La scena jazz italiana è anche particolarmente rappresentata nel programma 2008 di Network Sonoro; sono attesi gli artisti più prestigiosi e noti, Stefano Bollani ed il suo capitolo brasiliano di "Bollanicarioca", Enrico Rava con il suo Special Project in cui figurano i trombonisti Roswell Rudd e Gianluca Petrella (28/3 a Scandicci), sempre Gianluca Petrella nelle vesti di leader con la sua Cosmic Band (17/3 a Prato), i Doctor 3 ed il loro omaggio ai Beatles (28/2 a Poggibonsi), e la lista si allunga al trio di Mauro Castiglioni, Mauro Grossi ed Attilio Zanchi (23/2 a Marcialla), al trio Barbara Casini, Javier Girotto e Natalio Mangalavite (1/3 a Marcialla), al nuovo progetto "africano" del sassofonista Stefano "Cocco" Cantini (15/3 a Grosseto), all'incontro tra la cantante Tiziana Ghiglioni ed il Living Quartet (12/4 Marcialla), ai concerti dedicati ai nuovi protagonisti del jazz toscano: Mauro Grossi Swing Bop Free Quintet (4/4 a Scandicci), Nico Gori European Quartet (11/4 a Scandicci), Jacopo Martini Swing Manouche (18/4 a Scandicci).
Il jazz è presente insieme ad altri riferimenti in altri progetti di Network Sonoro, come in "F. á Léo", dedicato all'universo di Léo Ferré, e messo in scena dal pianista Roberto Cipelli, dal trombettista Paolo Fresu e dal cantautore Gianmaria Testa (2/4 a Borgo San Lorenzo), in "L'Amico Di Cordoba" che allinea il cantante Peppe Servillo, il sassofonista Javier Girotto ed il pianista Natalio Mangalavite (12/4 a San Piero a Sieve).
Alla canzone d'autore, immersa tra differenti suggestioni, dal rock alla poesia, si collegano i concerti di Ginevra Di Marco (4/4 a Roccastrada) e di Tom Verlaine già leader dei Television (9/4 a Quarrata), mentre dalle tradizioni popolari rivisitate in maniera contemporanea parte la proposta degli italiani Radio Dervish (22/2 a Firenze), del fenomeno emergente Asa che combina radici nigeriane e passioni soul (14/3 a Firenze), di Mafalda Arnauth di Capo Verde che si confronta con il mondo del fado (31/3 a Firenze), di Shantel Bukovina Club Orkestar che sintetizza ritmi electro e dance e scatenate fanfare (1/5 a Firenze).
Il programma di Network Sonoro documenta anche la nuova scena sonora dell' elettronica, con artisti particolarmente significativi. Anche in questo caso si segnalano presenze tra le più varie, gli islandesi Múm sospesi tra pop ed atmosfere impalpabili per l'unico concerto italiano (5/3 a Firenze), i tedeschi To Rococo Rot alfieri di un sentimento elettronico e post rock (14/2 a Firenze), l'elettronica al femminile tra reminiscenze accademiche e glitch per la georgiana TBA (22/2 a Cascina) e l'inglese Mira Calix (29/2 a Cascina), mentre dagli Stati Uniti provengono Telefon Tel Aviv (7/3 a Cascina) e Daedelus (14/4 a Cascina), entrambi spiazzanti nelle loro soluzioni sonore.
Tra elettronica e rock, sperimentazione ed improvvisazione il programma di Network Sonoro 2008 si chiude con il trio Brainville che raccoglie il chitarrista David Allen, il bassista Hugh Hopper ed il batterista Chris Cutler, leggendari esponenti della scuola jazz-rock inglese di Canterbury.
Oltre ai concerti Network Sonoro 2008 propone una serie di iniziative che arricchiscono ulteriormente il programma, offrendo numerosi spunti di riflessione. A Vicchio è prevista la proiezione del film "Piano Solo" dedicato al pianista Luca Flores e presentazioni di libri; a Poggibonsi nell'ambito del programma dei concerti dedicati al jazz francese si svolgeranno incontri e seminari con i musicisti, un incontro sull'attualità politica francese, ed appuntamenti culturali e gastronomici; a Grosseto è previsto un ciclo di lezioni/concerti per gli sudenti con il sassofonista Stefano Cantini dal tema "Dal Blues a John Coltrane"; inoltre sarà tenuto un seminario dal trombonista Roswell Rudd, in occasione del suo concerto con Enrico Rava. Network Sonoro è nato nel 2005 per volontà di Music Pool e Musicus Concentus, e conta su un numero crescente di adesioni e proposte. La nuova edizione nella primavera del 2008 registra la nuova presenza di Metastasio Jazz, che si affianca a quella delle numerose altre rassegne che compongono e collaborano al Network Sonoro: Musica Popolare Contemporanea del Music Pool, Tradizione In Movimento del Musicus Concentus, Border Land a Quarrata, Fosfeni a Cascina, Giotto Jazz Festival nel Mugello, Grey Cat Festival Winter a Grosseto, Jazz Cocktail a Poggibonsi, e partecipano al programma numerose e prestigiose Associazioni Culturali.
In questo modo l'attività di Network Sonoro, giunta al quarto anno, persegue l'obiettivo della creazione di una rete sempre più fitta ed articolata, attraverso la partecipazione di Comuni, Province, Associazioni ed Enti, che, in piena autonomia, contribuiscono ad un progetto culturale comune combinando una gestione attenta delle risorse a favore di un programma di eccellenza.
Con una proposta che diffonde la musica sia nei capoluoghi che nei piccoli centri, Network Sonoro si conferma un progetto in costante crescita che favorisce la circolazione delle idee presentando le musiche più varie e vive che ci circondano.

Redazione Nove da Firenze