Orchestra della Toscana al 'Festival delle Colline' con Mozart e Haydn

Appuntamento per giovedì 17 luglio a Villa Il Mulinaccio di Vaiano


PRATO - Giovedì 17 luglio alla Villa Il Mulinaccio di Vaiano (ore 21,30 – biglietto 8 euro) si rinnova la collaborazione tra Festival delle Colline e Orchestra della Toscana, ensemble che in trentaquattro anni di attività si è imposto tra le eccellenze della classica italiana, e non solo. Sul podio sale per l’occasione Matteo Beltrami, tra i direttori più apprezzati della nuova generazione, mentre il ruolo di solista è affidato alla tromba dell’esperto Donato De Sena.

Programma ben calibrato tra due figure preminenti del classicismo. Apre la serenata mozartiana “Eine kleine Nachtmusik”, composizione per soli archi divenuta simbolo del “notturno” orchestrale: elegante, briosa, e infine vigorosa e robusta. Partitura breve che contrappone un Mozart maturo ai suoi ricordi di giovinezza.

Il “Concerto per tromba e orchestra” è l'ultima opera totalmente strumentale di Haydn (in seguito sarebbero venute le sei Messe e due grandi oratori, la Creazione e le Stagioni). Ha un’origine singolare: fu composta per Anton Weidinger, che sul finire del Settecento stava sperimentando la sua “organisierte Trompete”, una via di mezzo tra la tromba barocca e la tromba moderna, destinata a scomparire nel giro di pochi decenni. Il registro ascendente-discendente rimanda al più sinfonico Haydn, mentre le parti solistiche brillano per virtuosismi ed agilità.

Ancora Haydn, quindi con la celebrativa Marcia per la Royal Society of Musicians che rimanda ai suoi trascorsi londinesi, mentre a Parigi è dedicata l’imponente Sinfonia n.31 K.297 di Mozart che chiude il concerto.

Come di consueto, i biglietti non sono disponibili in prevendita, ma è possibile prenotarli con una telefonata allo 0574 531828 (in orario d’ufficio) o via mail a i.aiazzi@centropecci.it e ritirarli la sera stessa dello spettacolo, senza aggravio di spesa.

La trentacinquesima edizione del Festival delle Colline è organizzata dal Comune di Poggio a Caiano e Regione Toscana in collaborazione con i Comuni di Prato, Carmignano, Montemurlo e Vaiano. Con il contributo di Estra S.p.A Prato, A.S.M S.p.A. Prat, Consiag S.p.A. Prato e Publiacqua. Direzione artistica di Silvia Bacci per Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci.

-------------------------------------------------

MATTEO BELTRAMI - Diplomato in violino al Conservatorio “N. Paganini” di Genova e in Direzione d’Orchestra al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, debutta a vent’anni come direttore a Genova eseguendo Il Trovatore di G. Verdi. In diciassette anni di carriera debutta oltre trenta titoli operistici spaziando dal barocco a prime assolute di opere contemporanee dirigendo nella maggior parte dei teatri italiani (San Carlo di Napoli, Massimo di Palermo, Bellini di Catania, Carlo Felice di Genova, Filarmonico di Verona, La Fenice di Venezia, Verdi di Trieste, Coccia di Novara, Sociale di Como, Fraschini di Pavia, Grande di Brescia, Ponchielli di Cremona…) Non sono mancati prestigiosi impegni all’estero (Staatstheater di Stuttgart, Semperoper di Dresden, Aalto-Theater di Essen, Staatsheater di Darmstadt, Staatstheater di Lübeck, Teatro dell’Opera di Montpellier… ). Docente dal 2007 al 2013 presso il Conservatorio “G. da Venosa” di Potenza, è abitualmente invitato come membro della giuria in concorsi lirici internazionali.

DONATO DE SENA dal 1991 è prima tromba solista dell’O.R.T. - Orchestra della Toscana. Diplomatosi presso il Conservatorio “S.Cecilia” di Roma, ha studiato con Sandro Verzari ed in seguito con Claude Rippas al Musikhochschule di Zurigo. Ha collaborato con le principali orchestre italiane (Teatro dell’Opera di Roma, Accademia di S. Cecilia, Orchestra Sinfonica della RAI di Roma, Milano e Torino, La Fenice di Venezia, Comunale di Firenze).

Per la RAI-RADIOTRE ha eseguito la prima esecuzione assoluta di “Selim” - omaggio a Miles Davis per tromba ed orchestra di Ludovico Einaudi, la Cantata BWV 51 di J. S. Bach per tromba, soprano ed orchestra (con Fabio Biondi ed Eva Mei), il concerto di Haydn per tromba ed orchestra e l’ “Histoire du Soldat” di Stravinskij in diretta dal “Ravenna Festival”.

La sua attività solistica, cameristica ed orchestrale lo ha portato ad esibirsi nei più importanti festivals italiani e stranieri (Albania, Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Cile, Francia, Germania, Giappone, Hong Kong, Inghilterra, Olanda, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Tunisia, Uruguay).

Ha collaborato per alcuni anni con l’A.M.I.T. e con l’Unione Musicisti di Roma per le registrazioni delle più importanti colonne sonore di film (Morricone, Piovani, Trovajoli, Simonetti, Lucantoni, Frizzi).

E’ stato docente di tromba presso i Conservatori di Vibo Valentia, Livorno, Adria e Firenze.

Attualmente è docente di tromba e musica da camera per ottoni presso il Conservatorio “L. Boccherini” di Lucca ed è anche docente per le stesse materie presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Dall’agosto 2002 è invitato dall’Accademia Musicale Chigiana in qualità di Maestro Assistente per collaborare con la classe di composizione di Azio Corghi. Dal 2004 ha iniziato una collaborazione con l’Orchestra Giovanile Italiana a Fiesole tenendo delle Masterclass di perfezionamento per la sezione trombe dell’Orchestra.

In formazioni orchestrali e cameristiche ha registrato per la Emi, Ricordi, Chandos, Agorà, Gallo, Frame, Arts, mentre da solista ha inciso il raro concerto di Francesco Biscogli per tromba, oboe, fagotto ed orchestra (per l’etichetta Bongiovanni) e il CD per tromba sola e tromba e pianoforte dedicato alla forma “Fanfara” (per Materiali Sonori); per l'etichetta Azzurra un CD con la registrazione delle “Sei sonate op. due” per violoncello e basso continuo di Alessandro Marcello elaborate per flicorno ed organo e sempre per la stessa casa discografica due CD, “Gli Ottoni al Cinema“, con il “Quintetto di ottoni e percussioni della Toscana”, con tutti suoi arrangiamenti.

Ha collaborato con la casa editrice Artemixta di Firenze per la pubblicazione di arrangiamenti per soli ottoni. Donato De Sena è testimonial artistico per l’Italia di trombe YAMAHA.

Programma

W.A. Mozart – Eine kleine Nachtmusik K.525

F.J. Haydn – Concerto per tromba e orchestra in mi b magg.

F.J. Haydn – March for the Royal Society of Musicians

W.A. Mozart – Sinfonia n.31 in re magg. K.297 “Parigi”

www.festivaldellecolline.com

www.facebook.com/festivaldellecolline

----------------------------------------

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Martedì 22 luglio alla Villa Giamari di Montemurlo (biglietto 5 euro) una delle voci più ispirate del cantautorato italiano e la prima orchestra tricolore di ukulele, Mauro Ermanno Giovanardi e i Sinfonico Honolulu.

Doppio appuntamento giovedì 24 luglio: all’Anfiteatro del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci (biglietto 8 euro - nell’ambito di Prato Estate 2014) il Trio Servillo, Girotto, Mangalavite presenta il progetto “Fútbol”. Per le vie di Poggio a Caiano, scorre tutta l’energia dei Funk Off, marchin’ band capitanata da Dario Cecchini.

Vocalist svizzero-ghanese, classe ’78, Joy Frempong, in arte OY, trasporta con leggerezza le sue radici nell’universo dell’elettronica e delle sonorità contemporanee: lunedì 28 luglio alla Corte delle Sculture della Biblioteca Lazzerini di Prato (biglietto 5 euro - nell’ambito di Prato Estate 2014).

“Ciampi ve lo faccio vedere io” è la produzione originale che chiude l’edizione 2014 del Festival, mercoledì 30 luglio alla Rocca di Carmignano (biglietto 8 euro). Per la prima volta uno spettacolo di Bobo Rondelli tutto dedicato a Piero Ciampi, illustre concittadino, artista maledetto ma soprattutto alfiere di quel cantautorato poetico e spiazzante che agitò gli animi del post neorealismo italiano.

Info spettacoli e prenotazione biglietti

Tel. 0574 531828 i.aiazzi@centropecci.it

Redazione Nove da Firenze