Mixology Waves, giovedì 21 marzo alla Flog Don Pasta, Clap! Clap! Luca Barcellona e molti altri

Clap! Clap!

Mixology, la storica trasmissione di Andrea Mi dedicata all'elettronica diventa Mixology Waves, un format itinerante che ripropone sui palchi d'Italia alcuni degli artisti che hanno fatto la storia del programma radiofonico


È il 2006 quando Andrea Mi, storico conduttore radiofonico di Controradio, va in onda con la prima puntata di Mixology, una trasmissione radiofonica che in pochissimo tempo diventa un appuntamento irrinunciabile per tutti gli appassionati della dance e dell'elettronica di ricerca. Oggi il radioshow curato da una delle figure chiave del panorama elettronico locale e nazionale, ha all'attivo 435 puntate, vanta ascoltatori da oltre 60 paesi nel mondo e può contare su 26mila followers sul web. 

Basandosi su queste premesse giovedì 21 marzo Mixology si appresta a cogliere un altro importante traguardo: diventare un format itinerante in grado di riproporre sul palco alcuni degli artisti che hanno fatto la sua storia.
Mixology Waves, questo il titolo del nuovo progetto live la cui prima tappa si tiene all'Auditorium Flog di Firenze, si pone in connessione con una rete di realtà territoriali, artisti, etichette, organizzazioni di eventi che con Mixology condividono percorsi di ricerca, attitudine e la stessa gioia nel leggere i rapporti tra le scene geografiche e produttive. La serata prende il via con selezioni raffinatissime fatte da djs per i quali vinili rari sono diventati ragione di collezionismo e amore per la musica. Tra questi, fin dalle 19:00 di giovedì 21 marzo, Luca Barcellona: artista a tutto tondo noto come uno dei migliori creativi italiani. Il dominio della sua arte, pur nella molteplicità delle forme e dei linguaggi adoperati, è la scrittura. Sui muri come nel rap, sulla carta come nella tridimensionalità dello spazio virtuale, le lettere sono la componente principale delle sue creazioni come grafico e calligrafo freelance, per importanti istituzioni come il Museo Nazionale di Zurigo o per brand quali Carhartt, Nike, Zoo York, Universal, Eni. A seguire Mirco Casalini, dj principalmente legato alla musica house dalle radici americane e alla black music. Mirko propone dj set molto eclettici che variano dall'house alla techno, dalla disco al funk fino ad arrivare alla musica jazz e latin. Negli anni ha avuto modo di costruire la sua identità grazie all'esperienza maturata suonando per alcune delle più importanti organizzazioni in Italia a fianco di artisti di tutto rispetto e tra alcuni degli artisti che più hanno influenzato il suo percorso, come Volcov, Joe Claussell, Sadar Bahar, Antal e molti altri. La passione per la musica lo spinge a lavorare ad un nuovo progetto, la “Tasty Treats Records” l’etichetta discografica personale, nata nel 2018 con l'intento di creare una piattaforma per supportare e condividere la musica in cui crede.
Ogni appuntamento con Mixology Waves avrà un suo cocktail speciale ideato appositamente da un bartender locale. Stavolta sarà Natalia Mazzilli a cimentarsi nell'impresa, fonte d'ispirazione saranno le sonorità e le atmosfere musicali amplificate nel corso dell'evento. Anche il cibo avrà un ruolo molto importante. Per l'occasione uno chef e il suo team cureranno un food corner ispirato alle variazione geografiche della musica, sempre con la classica attitudine di improvvisazione del dj. Ospite speciale in questa prima occasione Don Pasta, definito dal New York Times come “uno dei più inventivi attivisti del cibo”. Dal 2001 utilizza la scrittura, le performance, gli spettacoli, le istallazioni, il giornalismo per sviluppare un progetto culturale e artistico sul tema dell’alimentazione. Collabora con le più importanti testate nazionali ed è spesso a fianco di artisti noti al grande pubblico come Alessandro Mannarino, Paolo Fresu, David Riondino, Giobbe Covatta.
La parte centrale dell'evento, con inizio alle 21, sarà occupata dagli showcase e dai live e ospiterà Rico Herrera e Brothermartino, oltre a Clap! Clap! e 291outer space.
Rico Herrera è attivo dalla metà degli anni '90 ed è conosciuto per molte produzioni differenti: dal rapper italiano Speaker Cenzou, passando per il collettivo losangelino Rebels to the Grain e finendo alla collaborazione con l’ensemble di DJ e musicisti che passa sotto il nome di Maniaci dei Disci. Come produttore, Herrera è molto apprezzato per l’uso di uno stile “classico” fatto di campioni vintage e ricerca delle fonti più originali e rare. Nel 2014 fonda la sua label personale, la Medicine Records, con la quale produce diversi album. Alla fine del 2018 debutta sulla label fiorentina Roots Underground Records con un inatteso progetto house, intitolato “UNO EP”, un bellissimo omaggio alla tradizione musicale di Chicago/Detroit, in perfetto MPC style.Al suo fianco Brothermartino, musicista e producer bolognese attivo in numerosi ensemble jazz e funk. Un artista che non si pone alcuna resistenza rispetto ai generi o i contesti musicali individuati da label, definizioni o quant’altro possa frenare la creatività o l’interplay tra i musicisti. Ha pubblicato dischi per etichette internazionali come Jazzman Records, Sonar Kollektiv, Fuzzoscope, Record Kicks, Irma Records, Bassplate Records, Dub Dojo, Hhabitat. Di recente è uscito il Vol.2 del “Mortadella EP”, stampato in 7”, in collaborazione con The Ivory Boy, sull’etichetta di Max Graef e Glenn Astro, la Money $ex Records.

Cristiano Crisci, comunemente noto com Clap! Clap! è forse uno degli artisti fiorentini maggiornamente affermati nel panorama elettronico internazionale. Il suo album inaugurale, "Tayi Bebba", supportato da artisti del calibro di Paul Simon, Gilles Peterson, Eric Andre, è stato acclamato come uno dei migliori album di Okay in Africa, e iTunes del 2014, ed è stato il miglior disco dell’anno 2014 di Bleep.com. La traccia "Viarejo" è stata inclusa nella colonna sonora di Grand Theft Auto V per Microsoft Windows e console current-gen, nonché parte della soundtrack ufficiale del film "All I See Is You" del regista Marc Foster.Lo stile musicale di Clap! Clap! è eclettico e trae ispirazione da molte influenze. Le sue produzioni presentano le sue registrazioni sul campo mescolate alle percussioni dell'Africa occidentale e alle influenze della soca latina, ma attingono anche a movimenti di musica elettronica contemporanea, con il suo uso di staccato trovato nel ‘Footwork’ di Chicago, e ritmi e melodie folk italiani. Clap! Clap! ha prodotto 3 tracce nell'album di Paul Simon, "Stranger to Stranger". "The Werewolf", "Street Angel" e "Wristband" includono le sue produzioni, dove usa i suoni africani con un tocco di danza elettronica moderna, fornendo ad entrambi i fan di Paul Simon e Clap! Clap! un'esperienza di ascolto completamente nuova. In un'intervista a All Songs Considered di NPR, Simon ha chiamato l'album di Clap! Clap! “Tayi Bebba” un autentico capolavoro. Nel 2016 è entrato a far parte della scuderia Warp Publishing, una delle più importanti società di edizioni discografiche del mondo. Nel 2017 la sua traccia “Ar Raqis” viene inclusa nel videogame “Pro Evolution Soccer”, mentre “Ode to the pleiades” viene inclusa nella soundtrack di ‘Steep’. Sempre nel 2017 collabora alla realizzazione della soundtrack del film ‘Liyana’. Più recentemente, assieme al pianista Vittorio Cosma, produce l’intera colonna sonora del film ‘I Am The Revolution’.
La sezione live di Mixology Waves all'Auditorium Flog sarà chiusa da 291outer space, un progetto parallelo del collettivo di musicisti e produttori 291out. Nasce dall’amicizia e dalla collaborazione tra il bassista e leader del gruppo, Luca Presence Carini, e il DJ/producer Ivan Cibien, in arte Flyme, che diversi anni fa hanno iniziato a manipolare del materiale registrato dal gruppo per lavori di musica applicata, virando su traiettorie elettroniche di ambientazione prevalentemente space. Un sound immaginifico e cinematograficamente perfetto ma dichiaratamente votato al dancefloor, che mantiene l’idea di un linguaggio di fusione in cui l’inorganico si combina all’organico e viene lanciato alla volta di galassie sconosciute, passando attraverso detriti cosmici, influenze funk, declinazioni kraut e scenari fantascientifici.L’incontro tra l’elettronica e l’happening strumentale, con interventi di storytelling anima la performance live in modalità outer space - che include nella formazione di base il sassofonista e flautista Daniele Lacava, il pianista Nic Barozzi, il batterista Antonio Bocchino ed il cantante-attore Gianluca Morelli - in cui il gruppo crea l’ideale accompagnamento sonoro a immaginari viaggi interstellari tra atmosfere siderali, improvvisazione jazz-funk-elettrico-spaziale ed evocazioni di celluloide. Debuttano alla fine del 2018 con il doppio lp “Escape From The Arkana Galaxy” per l’etichetta fiorentina New Interplanetary Melodies.
A partire dalle 00:30 spazio al dancefloor con i dj set e i b2b spontanei che nascono in consolle.Tra questi quello di Gabriele Poso, artista con una forte visione spirituale e musicale. Tra i suoi sostenitori più illustri, Gilles Peterson che ne ha inserito alcune tracce nel suo “The International Worldwide Show” e altri show internazionali. L’ultimo full lenght, “Awakening”, uscito 30 marzo 2018 per BBE Records, arriva dopo la nascita del primo figlio e segna una svolta dal punto di vista personale e artistico, con maggiori libertà espressiva e maturità compositiva. Poco dopo l’uscita dell’album e in virtù del successo ottenuto, la BBE Music decide di rivisitare le tracce di “Awakening”, con una serie di nuovi, sontuosi, remix firmati da Opolopo, Seven Davis Jr, DJ Crab e Clap! Clap! Il risultato è, ancora una volta, una raccolta in vinile, cd e digitale di grande successo.
Chiude la line up Nickodemus, fuoriclasse newyorkese che “gioca coi dischi” in giro per il mondo sin dagli anni ’90. Come producer, dj e boss della Wonderwheel ha saputo raccogliere e reinterpretare in musica quel calderone di popoli e idee che è la Grande Mela, da cui proviene, e si è fatto promotore di una dance music contaminata da sonorità tropicali, dal sound trascinante e solare, portata avanti assieme a un messaggio di pace e abbattimento di qualsiasi frontiera: suoni di un altro mondo ma con l’obiettivo di essere la musica di tutto il mondo. Tra i vari artisti che ha remixato nomi del calibro di: Bob Marley, Billy Holiday, Nina Simone, Thievery Corporation, Quantic, Mr Scruff, The Pimps of Joytime, Miguel Migs e Natasha Atlas.

L'evento è realizzato in collaborazione con Auditorium Flog, La Scena Muta, Pop Palestine, Controradio, Lattex Plus, Sweet Dreams, Gold, Roots Underground, New Interplanetary Melodies.
Auditorium Flog, Firenze Via Michele Mercati 24b Ingresso 7/10/12 € 

Redazione Nove da Firenze