Rubrica — LifeStyle

Flower, il Piazzale diventa il regno della musica live

Dai ritmi brasiliani al blues, fino al jazz. Una settimana ricca di concerti: si inizia con Dr Jobby e Leo Boni. Per tutta la stagione a disposizione un menu toscano


Firenze, 27 maggio 2019 – Dalla musica brasiliana al blues, fino al jazz con influenze afro: la settimana del Flower al Piazzale, la terrazza culturale con vista sulla città, è all’insegna della musica live. Tutti gli appuntamenti hanno inizio alle ore 19, ingresso libero.

Si comincia domani, martedì 28 maggio, con il duo blues e swing Dr Jobby e Leo Boni per un concerto ispirato ai successi di Bone Walker, Guitar Slim, Freddie King, Albert King, B.B. King, Albert Collins.

Si prosegue giovedì 30 con il Trio Brasilia che propone un repertorio originale di musica brasiliana. I brani sono quasi tutti firmati dal trombettista Franco Baggiani, accompagnato dal contrabbassista Stefano Lepri e dal chitarrista Leonardo Montalbano.

Venerdì 31 sarà la volta del jazz dei Punti e Crome, duo composto da Alessio Falcone alla tastiera e Michele Andriola alle percussioni. Chiude la settimana sabato 1° giugno, Jazz parking, appuntamento che vede protagonisti musicisti di varie generazioni appartenenti all’associazione Cambiamusica Firenze. Comune denominatore: la ricerca musicale, la sperimentazione e l‘improvvisazione. Sul palco a questo giro saliranno Max Calderai, tra i più affermati pianisti jazz toscani, e Amedeo Ronga al contrabbasso, pronti ad esplorare sonorità afro-americane e linguaggi innovativi.

Ultimo appuntamento musicale, prima dello stop del mese di giugno, martedì 4 giugno con One man band. La prossima settimana lo chalet del Flower, che privilegia legno e materiali di recupero, sarà completamente smontato per fare spazio ad alcuni eventi di Pitti Immagine e ai tradizionali Fochi di San Giovanni. La programmazione riprenderà a partire dalla fine del mese con rassegne ed eventi a cura dell’associazione Art in Progress, in collaborazione con Controradio, La Nottola di Minerva e Collettivo per l'Arte del Suono.

Per tutta la stagione il Flower al Piazzale offrirà un menu tutto toscano, privilegiando prodotti Dop e Igp rappresentativi delle eccellenze toscane. Sul menu: crostoni, taglieri di salumi e formaggi, maxi insalate, centrifughe rinfrescanti e – per la prima volta – pizza, con impasto a lunga levitazione. La Toscana si potrà gustare anche nel bicchiere, grazie a una carta dei vini a km zero e all’uso di distillati prevalentemente made in Tuscany nei cocktail.

ART in progress è un’Associazione che ha tra i suoi obiettivi la creazione di progetti per il tempo libero e per l’intrattenimento, ideati di volta in volta tenendo conto delle realtà sociali e culturali dei territori con i quali intende interagire.

Flower è l’acronimo del motto scelto per il progetto: For living on a wonderful ecological resource. L’idea è di poter vivere un’esperienza in un ambiente che tiene conto delle sue potenzialità naturali nel rispetto dell’ambiente stesso. Ecologia intesa non solo in riferimento alla natura, ma anche al modo di viverla, partecipando insieme delle sue possibilità nel rispetto delle diversità sociali e culturali.

Redazione Nove da Firenze