Rubrica — In cucina

Chianti: degustazioni, arte, musica e atmosfere raffinate

Le foto del castello di Albola sono Monica Caleffi

Al Castello di Albola il vino si abbina ai dipinti. Dal 13 al 16 settembre festa a Panzano, la settimana successiva Montefioralle Divino 2018


Sarà il suggestivo Castello di Albola a Radda in Chianti (Siena) ad accogliere le nozze tra il vino e le opere di Nicoletta Gemignani, giovane artista toscana che ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Firenze presso la scuola di pittura del professor Adriano Bimbi. Sabato 8 settembre prende il via “Arte nel calice”, la manifestazione che per 5 fine settimana proporrà degustazioni di vino, esposizioni di artisti emergenti e concerti jazz nei castelli della provincia senese; dopo Albola il Castello di Grotti a Monteroni d’Arbia (15 e 16 settembre), Castello Banfi a Poggio alle Mura a Montalcino (22 e 23 settembre), il Castello di Bossi a Castelnuovo Berardenga (29 e 30 settembre), il Castello di Meleto a Gaiole in Chianti (6 e 7 ottobre) e il Castello La Leccia a Castellina in Chianti (dal 7 settembre al 7 ottobre). Al taglio del nastro di Arte nel Calice alle 10.30 al Castello di Albola interverranno il presidente del Consiglio Regionale Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Radda in Chianti Pier Paolo Mugnaini, il presidente di Upa Siena Giuseppe Bicocchi, il vicepresidente della Fondazione Vacchi Marco Spinelli e il curatore artistico professor Adriano Bimbi. Alle ore 18 un buffet con prodotti tipici del territorio e la degustazione dei vini allietata dal concerto di Siena Jazz. Domenica 9 settembre sarà possibile visitare la mostra e degustare i vini sempre al Castello di Albola. Arte nel Calice mira alla valorizzazione del vino e, al contempo, alla promozione dei giovani artisti in un connubio di eccellenze; è organizzata dalla Fondazione Vacchi insieme all’Unione Provinciale Agricoltori di Siena con il patrocinio della Regione Toscana e in collaborazione con Camera di Commercio di Siena, Siena Jazz, Accademia delle Belle Arti di Firenze, PiùDesign e M’Art.

Dal 13 al 16 settembre 2018 a Panzano in Chianti ritorna Vino al Vino, manifestazione giunta ormai alla sua 24° edizione. Un evento atteso che per quattro giorni animerà la piazza principale di questo piccolo borgo con la presenza dei viticoltori. In Piazza Bucciarelli saranno allestiti i banchi d’assaggio delle 21 realtà che fanno parte dell’Unione Viticoltori di Panzano: Candialle, Casaloste, Castello dei Rampolla, Cennatoio, Fattoria La Quercia, Fontodi, Il Molino di Grace, Il Palagio di Panzano, La Massa, Le Cinciole, Le Fonti, Montebernardi, L’orcio a Ca’ di Pesa, Panzanello, Renzo Marinai, Rignana, Tenuta degli Dei, Vallone di Cecione, Vecchie Terre di Montefili, Vignole, Villa Cafaggio. Aziende di prestigio, dalle identità forti e apprezzate in Italia e in tutto il mondo che hanno scelto di unirsi in un’associazione libera e indipendente per conseguire un obiettivo comune: promuovere Panzano come territorio in cui la ricerca della qualità passa dalla sostenibilità (il 90% dei 500 ettari di vigneto sono gestiti secondo i criteri della viticoltura biologica) e dal rispetto dell’ambiente. E il risultato di questo impegno è nei loro vini, Chianti Classico, Riserva, Gran Selezione e Igt, tutti di altissima qualità, che saranno disponibili in degustazione durante i 4 giorni di manifestazione. I visitatori, acquistando l’ingresso alla manifestazione potranno assaggiare più etichette per azienda e di diverse annate, accompagnati da buona musica jazz nelle giornate di sabato 15 e domenica 16. Il costo è di 20 € e include anche il bicchiere per la degustazione. L’Unione Viticoltori di Panzano ha a cuore il benessere della propria comunità. Per questo, come ogni anno, parte del ricavato di Vino al Vino sarà destinato a progetti di solidarietà e di sostegno del territorio. Durante la manifestazione sarà possibile acquistare alcune delle etichette in degustazione all’interno di uno stand dedicato alla vendita.

L'Associazione Viticoltori Montefioralle propone le quarta edizione del festival Montefioralle Divino, per la presentazione e la degustazione dei vini delle aziende associate. L'evento si svolgerà Sabato 22 e Domenica 23 Settembre nella piazza principale (piazza Santo Stefano) del paese di Montefioralle, il borgo medievale nel comune di Greve in Chianti. L'orario della manifestazione, valido per entrambi i giorni, è dalle 10:00 alle 19:00. Saranno allestiti degli stand nella piazza per permettere ai produttori di esporre e offrire in degustazione i propri vini, il pubblico potrà acquistare all'entrata un calice al costo di € 17,00 (scontato a € 12,00 se effettua la registrazione online sul sito www.viticoltorimontefioralle.com) che gli permetterà di degustare i vini di tutte le aziende espositrici. Saranno allestiti anche degli stand gastronomici in aggiunta ai ristoranti e al bar del paese che saranno comunque aperti nei due giorni di manifestazione Domenica 23 Settembre alle 11:00 (e in replica alle ore 14:00), parallelamente allo svolgimento della manifestazione, avrà luogo un evento di degustazione moderato da Emanuele Costantini, miglior sommelier d’Italia 2017, con il supporto tecnico della Delegazione Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori di Firenze. Nello specifico i vari produttori ci guideranno nella degustazione orizzontale del Chianti Classico Riserva annata 2012 delle aziende associate. L'evento ha il costo di € 12,00 previa prenotazione online sulla pagina dell’evento. I posti disponibili per questa degustazione sono 20+20.

Redazione Nove da Firenze