Il Pisa Book Festival ospita la Germania

In programma le anteprime nazionali


LETTERATURA — Il Paese ospite dell’undicesima edizione del Pisa Book Festival è la Germania. In programma le anteprime nazionali dei libri Buio per i Bastardi di Pizzofalcone di Maurizio De Giovanni e L’importanza dei luoghi comuni di Marcello Fois, oltre 200 eventi e tante novità. La fiera nazionale dell’editoria indipendente si svolgerà a Pisa dal 15 al 17 novembre 2013.

La letteratura tedesca sarà la protagonista del Pisa Book Festival, in programma al Palazzo dei Congressi di Pisa dal 15 al 17 novembre, con nove autori riconducibili a percorsi diversi, ma tutti rappresentativi di una produzione libraria tra le più vivaci e interessanti del panorama europeo.

Il viaggio in Germania inizierà il 14 novembre con la mostra dell’autore-illustratore Philip Waechter allestita nelle sale di Palazzo Blu con 25 tavole originali. Realizzata con la collaborazione di Hamelin, la mostra resterà aperta fino al 30 gennaio 2014 e darà la possibilità ai visitatori di entrare in contatto con la fantasia di uno degli artisti tedeschi più innovativi del settore.

A rappresentare i rapporti tra Germania e Italia sarà l’editore-scrittore Klaus Wagenbach che con Ranieri Polese parlerà del suo libro autobiografico La libertà dell’editore (Sellerio). Wagenbach è considerato uno tra i più intraprendenti editori europei da quando, nel 1965, ha fondato la casa editrice che porta il suo nome facendone un luogo d’incontro ideale “intertedesco”, nel tentativo di gettare un ponte intellettuale tra le due Germanie del dopoguerra.

Anche Joe Lendle lavora nell’editoria ed è scrittore. Energetico e attivo, a Pisa presenta il suo primo romanzo La cosmonauta, tradotto di recente in italiano dall’editore Keller: la delicata e tenera storia di una donna che vuole arrivare sulla luna per raggiungere il proprio figlio. Sarà presentato al pubblico da Franco Farina con la partecipazione del traduttore Franco Filice e letture del gruppo Fare Teatro del Teatro Verdi di Pisa.

Karl Olsberg, classe 1960, dottorato in intelligenza creativa, è stato consulente aziendale, direttore marketing di un canale televisivo, amministratore di un’azienda e fondatore di due società di successo della new economy. Conosciuto in Germania per i suoi thriller, presenta al festival Il sistema, uscito in Italia nel giugno scorso per la casa editrice Booksalad. Olsberg dialogherà al festival con Marco Malvaldi che presenterà il suo ultimo romanzo Argento Vivo (Sellerio).

Matthias Frings, nato nel 1953 ad Aachen, vive a Berlino. E’ scrittore, giornalista e conduttore televisivo. Ha studiato anglistica, germanistica e linguistica. Al festival presenta il libro Der letzte Kommunist (L’ultimo comunista), pubblicato dalla casa editrice Voland, dove racconta la vita dello scrittore Ronald M. Schernikau, l’ultimo dogmatico comunista, che, dopo essere fuggito oltre il Muro sogna di fare il viaggio all’indietro. Frings dialogherà con lo scrittore Vanni Santoni e con il germanista Luca Crescenzi.

Birgit Vanderbeke, nata nella Repubblica Democratica e cresciuta nella Repubblica Federale, ora vive nel sud della Francia. Al Pisa Book Festival presenta Das lässt sich ändern, appena uscito per Del Vecchio Editore con il titolo Si può fare. Nel romanzo, attraverso le vicende di una famiglia, la scrittrice racconta vent’anni di storia tedesca ed europea . La scrittrice converserà con la giornalista Maria Vittoria Vittori.

Nicol Ljubić, nato a Zagabria nel 1971, figlio di un ingegnere aereonautico, è cresciuto tra la Svezia, la Grecia e la Russia, per approdare infine in Germania. Ha studiato scienze politiche e ora lavora come giornalista freelance e scrittore. Nel 2010 è uscito il suo primo romanzo Meeresstille, disponibile dal luglio scorso anche in italiano con il titolo Mare Calmo pubblicato da Keller Editore. Il romanzo restituisce attualità al conflitto ex jugoslavo sullo sfondo dei processi per le stragi di allora. Al festival Nicol Ljubic parlerà del rapporto tra storia e narrazione nella rubrica “Riflessioni” in calendario per domenica mattina.

Jan Peter Bremer, classe 1965, è nato a Berlino,dove lavora come scrittore freelance. Asceticamente dedicato alla sua arte, abita nell’appartamento di Kreuzberg di cui parla tanto nel libro L’Investitore americano, che presenterà al festival. Recentemente tradotto in italiano dalla casa editrice L’Orma, Bremer affronta questioni esistenziali da un punto di vista comico ed è stato paragonato a Kafka e a Robert Walser. Al Festival dialogherà con Carmine Abate, che ha vissuto a lungo in Germania e che ha appena pubblicato il Bacio del pane, dove rievoca i colori e i profumi della sua Calabria. La conversazione sarà moderata dal giornalista- scrittore Andrea Di Consoli.

Come nelle precedenti edizioni il Pisa Book Festival offrirà un programma straordinario di conferenze, laboratori per grandi e piccoli, seminari per i professionisti e un Caffè Letterario dove gli incontri saranno moderati da Laura Montanari e Fabio Galati, giornalisti di Repubblica. In programma al Caffè Armando Punzo, Giovanni Parlato, Luca Giordano, Stefano Amato e Matteo Marchesini.

Anteprime e novità

Maurizio De Giovanni ha scelto il festival per l’anteprima nazionale del suo ultimo libro Buio per i Bastardi di Pizzofalcone in programma domenica 17, mentre sabato 16 novembre alle 18 Marcello Fois legge in anteprima l’ultimo suo libro L’importanza dei luoghi comuni. Anteprima anche per Vanni Santoni con il suo primo romanzo fantasy Terra Ignota (Mondadori). Anche Marco Malvaldi in anteprima presenta Argento Vivo (Sellerio) e Sergio Costanzo in anteprima La Tavola dei Galilei (Linee Infinite edizioni). Per la prima volta disponibili in traduzione italiana grazie all’Editore Obarrao i racconti del fondatore del genere poliziesco giapponese Okamoto Kidō, autore del libro Detective Hanshichi. I misteri della città di Edo verranno presentati da Ikuku Sagiyama, docente di lingua e letteratura giapponese all’Università di Firenze. Una prima volta anche per lo scrittore brasiliano José Castello che arriva dal Brasile per presentare il romanzo Ribamar tradotto in italiano dalla casa editrice Urogallo. Tra le novità da segnalare anche l’esordiente Vanessa Roggeri, caso letterario del 2013 e autrice del romanzo Il cuore selvatico del ginepro (Garzanti) e il libro di Nello Scavo La lista Bergoglio, i salvati di Papa Francesco ( EMI).


Le iniziative speciali

Tra gli eventi, Il Decamerone da 40 autori sotto la guida di Marco Vichi (Felici Editore); Il teatro di Dickens per la prima volta tradotto in italiano (un evento di Angelica editore coordinato da Franco Farina); Sant’Anna di Stazzema- 12.08.1944 ( la storia raccontata da un sopravvissuto è stata pubblicata da Dissensi e verrà presentata da Paolo Pezzino, storico dell’Università di Pisa e accademico dei Lincei) La legalità del noi. Storie di riscatto dalla logica della violenza, storie di donne e di uomini che ce l’hanno fatta, un dibattito sulla mafia con gli autori Gianni Bianco, giornalista e Giuseppe Gatti, magistrato. La ballata di Corinna, un libro testimonianza presentato da Beppino Englaro e Mariella Immacolato, componente della commissione regionale toscana di bioetica; Gli abbagli della scienza da Galileo Galilei ai nostri giorni con Roberto Giacobbo, vice direttore di rai 2 e conduttore di Voyager, un evento organizzato dalla Pisa University Press, Omaggio a Franca Rame, un libro, uno spettacolo con la straordinaria partecipazione di Marina De Juli, attrice teatrale, e di Joseph Farrell, coautore con Franca Rame del libro-intervista Non è tempo di nostalgia (Della Porta Editori). Infine Lungomai (Laterza) presentazione del libro di Simone Lenzi, con la musica dei Virginiana Miller.

Gli autori che fanno riflettere: Giorgio Todde, parlerà del suo ultimo libro Lettera Ultima (Rizzoli), Peter Drehmanns con il suo L’Accompagnatore (traduzione dall’olandese di Odoya) e la filosofa Agnes Heller che terrà una conferenza sulle ideologie che hanno sconvolto il Novecento.

La Sezione Junior si arricchisce con nuovi spazi per editori e due nuove salette per i laboratori. In programma Comunicare ai tempi del web con i giornalisti Laura Montanari e Fabio Galati e lo spettacolo Omaggio a Roberto Denti, a cura di Teresa Porcella.

Evento Editoriale: domenica 17 Gianluca Foglia, direttore editoriale di Feltrinelli presenta Feltrinelli Indies, una collana di narrativa trasversale e una formula inedita di collaborazione editoriale tra il grande gruppo e le case editrici indipendenti.

Novità 2013: Fuori Salone: il Pisa Book Festival invade gli spazi della città con libri e incontri dal 9 al 17 novembre e sabato 16 novembre dalle ore 20 alle 24 diventa Pisa Book by night con eventi in tutte le librerie della città.

Redazione Nove da Firenze