Giovedì 15 agosto: a cena fuori città

Dal 14 al 18 Festa del cinghiale a Palazzuolo sul Senio. Prologo per la 232° edizione dell'Antica Fiera di Mezzagosto. Alla Fattoria del Colle alle 18.30 tutti a fare merenda


FERRAGOSTO — Prologo per la 232° edizione dell'Antica Fiera di Mezzagosto, giovedì 15 agosto, con la sfilata, al mattino, del corteo storico, preceduto da una coppia di chinine bardate a festa, come usava in passato, e poi funzione religiosa e, alla sera, "Cena di Mezzagosto", organizzata dalla Misericordia per chi è in città. La partenza del corteo è prevista per le 9 del mattino, da Tripetetolo: sfilerà il Gruppo storico dei Castelli di Lastra e Malmantile, diretto da Marco Cei e rinato lo scorso maggio, in occasione della XX Festa medievale di Malmantile, per volontà dell’Amministrazione comunale e con l’impegno determinante di cittadini di Lastra a Signa e altri sodalizi locali. E così, sempre all’insegna delle tradizioni medievali, il 15 agosto, dopo la sfilata per le vie del centro storico del capoluogo, i buoi, che simboleggiano il lavoro agricolo, riceveranno la benedizione nella chiesa della Misericordia, come segno di augurio per un buon raccolto. La Fiera di mezz’agosto vivrà poi il proprio momento culminante nel corso del “fine settimana lungo” che va da giovedì 29 agosto a domenica 1 settembre, con mostre e spettacoli - sportivi e teatrali, poetici e musicali - cene e “antichi mestieri”, investitura del Podestà, con le delegazioni dei Comuni della cintura metropolitana che aderiscono al progetto "Il Medioevo alle porte di Firenze". Il 31 agosto e 1 settembre, al Parco fluviale, mostra del bestiame ed esibizione equestre di butteri.

Un lungo week-end tra natura, divertimento e gustosa gastronomia. A Palazzuolo sul Senio dal 14 al 18 agosto il sapore della carne di cinghiale riempirà le vie del borgo per la gioia degli amanti dei sapori autentici dell'Appennino Tosco-romagnolo. Piatti della tradizione arricchite da carni di cinghiale sapientemente preparate aspettano turisti e viaggiatori del gusto fin nel cuore del territorio mugellano. Il tutto con tanto buon vino. Si parte mercoledì 14 alle 18 con l'apertura dello stand gastronomico allestito nella casa del villeggiante mentre dalle 21 la serata sarà allietata dal Toni e Pino. A ferragosto lo stand si sdoppia con apertura anche a mezzogiorno. Nella serata spettacolo di Tiziana Cicognani. Venerdì 16 ancora tanto gusto con lo stand gastronomico aerto dalle 18 così come sabato 17. In questa giornata si potrà mangiare cinghiale e non solo anche a mezzogiorno. Alle ore 21 si ride con lo spettacolo di comici "La bettola toscana show". La cinque giorni gastronomica palazzuolese si chiude domenica 18 con l'apertura dello stand a mezzogiorno. Non mancheranno gli stand della mostra mercato, ma anche divertimento lungo le rive del fiume Senio, dove verrà organizzata l'allegra gara del boscaiolo.

Un buffet con le tovaglie a quadri e colorate delle nonne, lunghe tavolate dove mangiare tutti insieme in convivialità, un'atmosfera senza tempo tra i casali di una fattora del tardo Cinquecento e tanti calici di vino da alzare al tramonto d'agosto: questo sarà il Ferragosto alla Fattoria del Colle di Trequanda, dove Donatella Cinelli Colombini attenderà gli ospiti per una merenda indimenticabile tra le Crete Senesi e la Val d'Orcia a partire dalle 18.30. Il Merendone alla Fattoria del Colle nasce dalla voglia di celebrare un'antica tradizione: nella campagna senese, a metà agosto, dopo un'estate al lavoro sotto il sole cocente, quando il grano era trebbiato e i raccolti volgevano al termine, ci si meritava il giusto riposo. Così, tra i casali della fattoria, si festeggiava tutti insieme con una bella merenda e ogni massaia nella sua cucina preparava qualche piatto gustoso: la panzanella ad esempio, con tanto pane, cipolla, qualche pomodoro e qualche altra verdura. O la grigliata povera, con il pollo, le salsicce, e (aggiunta moderna) la scoperchiatura di costole di vitello e il costoliccio di maiale che, assieme al pane fatto in casa e tante verdure, arricchivano il banchetto allestito all'aperto nel tardo pomeriggio. Ecco quindi che, per portare avanti quella tradizione, alcuni di quei piatti saranno proposti nel ricco buffet: selezione di salumi e formaggi delle Crete Senesi, panzanella, insalata di farro con pesto e pomodorini, insalata di Santa Caterina, torte salate di verdure, condito di verdure dell'orto, patate condite, grigliata "povera" di maiale e pollo, arista con salsa verde, pane contadino, crostate di marmellate fatte a mano e, naturalmente, il Rosso di Montalcino del Casato Prime Donne a innaffiare il tutto. Il costo della merenda è di 35€ a persona bevande incluse, 20€ per i bambini sotto i 12 anni.

Redazione Nove da Firenze