Appuntamenti elettorali in Toscana: agenda in aggiornamento

Eventi in vista delle Elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013. Su tutto il territorio toscano sono in corso incontri e convegni a tema


ELEZIONI 2013 — Una giornata dedicata alle imprese dell’area metropolitana fiorentina per la capolista Pd al Senato in Toscana Valeria Fedeli domani a Sesto, Scandicci e Fiesole
Il lavoro nell’area metropolitana fiorentina, la situazione delle imprese locali, il loro futuro: sono i temi al centro della giornata di domani mercoledì 6 febbraio per Valeria Fedeli, capolista Pd al Senato in Toscana.
In mattinata visiterà alcune importanti aziende di Scandicci; alle 9,45 si recherà alla Braccialini (via di Casellina 61/D), alle 10,30 da Gucci (via Don Perosi, 6), alle 11,15 presso l’Alta scuola di Pelletteria, (via del Piscetto) e alle 12 presso la Gianfranco Lotti Bmb (via di Porto, 35), incontrerà alcuni imprenditori del territorio per discutere sul tema del Made in Italy. Alle 13 pranzerà con giunta e amministratori locali.
Pomeriggio dedicato invece alla Piana fiorentina. Alle 15 la Fedeli incontrerà le Rsu della Selex Galileo di Campi Bisenzio, alle 18,15 invece parteciperà all'iniziativa “L’Italia giusta. Dove il lavoro costruisce la vita” a Sesto Fiorentino presso il Circolo "8 Marzo", in viale Ariosto 210.
In serata, alle 21 parlerà ancora de “L’Italia giusta. Dove il lavoro costruisce la vita” al Circolo Arci Il Girone a Fiesole.

Come contrastare corruzione, infiltrazioni mafiose, illegalità diffusa? Quali sono le proposte del Pd? Se ne parlerà stasera martedì 5 febbraio alle 21 al Circolo ricreativo culturale La Concordia (viuzzo Ronco Lungo 9 Firenze) all’iniziativa “Per un paese legale”, promossa dal Forum Sicurezza e Legalità Pd metropolitano di Firenze: saranno presenti Andrea Orlando, responsabile giustizia Pd nazionale e capolista in Liguria per la Camera dei Deputati, Silvia della Monica, senatrice Pd, Beniamino Deidda, ex procuratore generale di Firenze e David Ermini, candidato Pd alla Camera dei Deputati, introduce Andrea Manciulli, segretario Pd regionale Toscana e candidato alla Camera, modera Emiliano Poli, responsabile del Forum.

Domani gli appuntamenti di campagna elettorale per il segretario regionale del Pd e candidato alla Camera Andrea Manciulli vedranno tappe sull'Amiata. Insieme al candidato Paolo Rappuoli, ad Abbadia San Salvatore (Siena), alle 17, presso il "Teatro Amiata", in via Matteotti, è in programma un incontro con le rappresentanze dei lavoratori della zona Amiata. Alle 18 incontro pubblico. Alle 21 a Santa Fiora, in provincia di Grosseto, presso la Sala del Popolo, piazza Garibaldi, Andrea Manciulli sarà intervistato sui temi della proposta del centrosinistra per il governo nazionale e dell’esperienza di governo della regione Toscana da Susanna Guarino, caposervizio del Corriere della Maremma di Grosseto e Guido Fiorini, caposervizio del Tirreno di Grosseto.

All’hotel Granduca di Grosseto, in via Senese, sempre alle 21, Pippo Civati e Samuele Agostini parteciperanno all’incontro “Prossima Italia”.
Alle 10 a Gavorrano, in località Bagnetti, Luca Sani, con Raffaella Mariani e il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri, presenteranno una proposta di legge sui parchi naturali. Dalle 15 alle 16,30, a Marina di Grosseto, Luca Sani e Marco Simiani faranno un sopralluogo della pineta con Mariani. Ad Albinia, dalle 17 alle 18, si parlerà dei problemi legati all’alluvione in una iniziativa pubblica in cui interverranno Luca Sani e Marco Simiani. Dalle 18,30 alle 20,30, a Orbetello, alla sala ex Frontone, si parlerà ancora di ambiente con Sani, Simiani, l’assessore regionale Gianni Salvadori, il presidente della provincia Leonardo Marras, Raffaella Mariani e il segretario comunale Pd, Cristiano Vadi.
A Siena alle 18,30, invece, Susanna Cenni sarà alla sala mostre di Sarteano, in piazza Bargagli, per un aperitivo con i rappresentanti delle attività produttive locali. Con l’occasione, si parlerà di agricoltura e green economy con gli operatori locali. La sera alle 21,15, invece, si sposterà alla saletta comunale di via Mameli ad Asciano, per “Orecchie a terra! - L’italia giusta per l’agricoltura”, con il segretario Pd di Asciano, Leonardo Carta e il presidente provinciale Cia di Siena, Luca Marcucci.
A Pisa alle 17,30 alla stazione Leopolda, Luigi Dallai, Samuele Agostini, Marco Malvaldi e Pippo Civati terranno un dibattito sulla cultura, al quale darà il suo saluto anche la capolista alla Camera Maria Chiara Carrozza. Alle 21 a Volterra, alla “Sala Melani" di Torre Toscano, si parlerà di sanità con Paolo Fontanelli e Marco Ruggeri. Altro appuntamento serale nella provincia di Pisa alle 21,15 alla sala Kienerk a Fauglia, dove Federico Gelli incontrerà i cittadini per parlare di sicurezza e legalità.
La capolista al Senato Valeria Fedeli passerà la giornata nella provincia di Firenze. Dalle 9,45 alle 12 incontrerà alcune grandi realtà aziendali del settore della moda a Scandicci. Alle 12, presso “Gianfranco Lotti Bmb”, incontrerà gli imprenditori del territorio sul tema del “Made in Italy”. Alle 13 pranzerà con la giunta e gli amministratori locali, mentre alle 15 si sposterà a Campi Bisenzio per incontrare la Rsu Selex Galileo. Nella seconda parte della giornata, Fedeli parteciperà all’incontro “L’Italia giusta, dove il lavoro costruisce la vita”, che si terrà alle 18,15 al circolo “8 marzo” di viale Ariosto 210 a Sesto Fiorentino. Alle 21, infine, sarà al circolo Arci “Il girone” per un dibattito sullo stesso tema.
La giornata di Elisa Simoni, invece, inizierà alle 10 in Mugello, per una visita alle aziende della zona e continuerà, alle 17 a Greve in Chianti, con un altro incontro con le imprese locali. Alle 21,30 alla Casa del Popolo di Panzano, Simoni sarà assieme a Lorenzo Becattini per un’iniziativa pubblica. La giornata di Becattini inizia alle 9, quando incontrerà le imprese locali di Rignano e alle 18 presenterà il libro “La scelta di Nadja” presso la libreria fiorentina IBS.
Rosa Maria Di Giorgi e Beatrice Chelli, invece, alle 11 parteciperanno a un incontro organizzato dall'AICCRE Toscana (Associazione italiana per il consiglio dei comuni e delle regioni d'Europa) in via Cavour 18, a Firenze. Rosa Maria Di Giorgi, nel pomeriggio, si sposterà a Fucecchio per l’incontro “Il PD dà voce alla scuola”, che si terrà alle 16,30 alla fondazione “I care” di via I settembre. All’incontro, aperto ai genitori, sarà presente il sindaco di Fucecchio, Claudio Toni.
Appuntamento mattutino anche per Filippo Fossati, che alle 9 visiterà la cooperativa sociale Pamapi e alle 11 la cooperativa Samarcanda; alle 21, infine, incontrerà i giovani del Galluzzo alla casa del Popolo del luogo. Paolo Beni, invece, alle 20 sarà al Circolo Primo Maggio alle Sieci per una cena elettorale.
Maria Chiara Carrozza sarà per gran parte del giorno nella zona di Empoli. Alle 9 visiterà la Scuola del Colle a Montagnana; alle 12 sarà al “Cericol – Centro di ricerca Colorobbia” a Sovigliana, poi allo stabilimento produttivo “Allubit” a Montelupo Fiorentino. Alle 17 è prevista la visita di Carrozza all’ Istituto regionale studi ottici e optometrici di Vinci, in piazza della Libertà.
Appuntamenti serali per i candidati nell’Empolese. Caterina Cappelli alle 21.30 incontrerà i cittadini di Baccaiano, Montespertoli, nella locale casa del popolo; Laura Cantini sarà al circolo Arci di Petrazzi, Castelfiorentino. Dario Parrini, infine, alle 21.30 parteciperà all’assemblea pubblica al circolo Arci di Pontorme, in via Pontorme, Empoli.
In provincia di Pistoia alle 21 Beatrice Chelli parteciperà all'incontro al circolo Arci di Ponte Buggianese. Tema del dibattito, "L'Italia Giusta: dove il futuro si prepara a scuola", con Daniela Lastri, Marco Niccolai, Carlo Cortesi e Pierluigi Galligani, sindaco di Ponte Buggianese. Caterina Bini, invece, sarà impegnata in incontri con realtà del settore terziario, mentre Edoardo Fanucci parteciperà ad un incontro pubblico a Casalguidi.
Appuntamento serale per i candidati della provincia di Prato, Matteo Biffoni, Ilaria Santi e Silvia Bocci, che alle 20 parteciperanno a una cena elettorale al circolo Arci “Il Fabbro”.
I tre candidati della provincia di Arezzo nella giornata di domani parteciperanno a varie iniziative. Marco Donati, Donella Mattesini e Marco Meacci alle 9 saranno al mercato di Badia al Pino. Alle 18 andranno ad un incontro con le associazioni animaliste alla sede del Pd provinciale, mentre alle 21 si sposteranno al circolo di San Lorenzo a Cortona per un’iniziativa politica.
Dibattito anche a Livorno, dove, alle 18, al teatro “Il Grattacielo”, ci sarà l’incontro “Semplicemente italiani!”, al quale parteciperanno Maria Grazia Rocchi, Marco Filippi, Valentina Costagli ed Elis Bufalini. I candidati, alle 20, saranno invece al Circolo Arci “L. Norfini”, in via di Salviano 53.
Centro Democratico si arricchisce con nuove adesioni provenienti dal territorio. Questa volta la notizia arriva da Impruneta: la lista civica “Per Impruneta”, guidata da Francesco Pesci, ha deciso di confluire all'interno della nuova formazione politica di Bruno Tabacci. Una scelta che conferma, una volta di più, la vocazione al civismo e alla vicinanza verso le esigenze dei cittadini che sta manifestandosi in Centro Democratico.
“Abbiamo deciso di aderire convintamente al progetto di Centro Democratico perché ritroviamo al suo interno quei valori che hanno ispirato la nostra nascita nel 2011 – spiega il fondatore di “Per Impruneta” Francesco Pesci – crediamo che grazie a Centro Democratico si possa portare a compimento il disegno di un centrosinistra nuovo e moderno, grazie ad una spinta innovativa ed efficiente, ispirata dai bisogni dei cittadini. Solo attraverso un impulso forte in questa direzione – aggiunge Pesci – sarà possibile dare un futuro ai nostri figli, in un paese che ha urgente bisogno di una svolta”. Pesci diventa così ad Impruneta il responsabile comunale di Centro Democratico. A Greve in Chianti, inoltre, la formazione politica di Tabacci ha un suo candidato: Marco Pratesi.
“Accogliamo a braccia aperte questa forza, che sarà un valore aggiunto importante sul territorio – commentano il coordinatore regionale del movimento Gianfranco Chelini e la capolista toscana alla Camera Cristina Scaletti – è emblematico che molte forze del civismo locale vedano in Centro Democratico il riferimento giusto. Da parte nostra – aggiungono – valorizzeremo al massimo questo aspetto: soltanto ascoltando la gente possiamo davvero interpretare i bisogni dei cittadini che vivono nei vari territori di questa regione”.

Trasferta pisana per Luigi Dallai. Il candidato democratico alla Camera sarà protagonista dell’iniziativa dal titolo “Con la cultura si mangia”, in programma domani, mercoledì 6 febbraio, a partire dalle ore 17, presso la stazione Leopolda di Pisa. A fare gli onori di casa sarà il candidato democratico al Senato Samuele Agostini. La riflessione, guidata dallo scrittore Marco Malvaldi, approfondirà il tema della cultura e delle sue potenzialità di sviluppo economico attraverso i contributi di Giuseppe Civati, candidato alla Camera dei deputati in Lombardia; Maria Chiara Carrozza, capolista Pd alla Camera dei deputati in Toscana e il candidato democratici alla Camera Luigi Dallai.
“La cultura – spiega Luigi Dallai, candidato del Pd alla Camera – non va intesa come conservazione, ma come creazione di nuova conoscenza attraverso la ricerca, rilanciando i settori più dinamici del nostro Paese a cominciare dai nostri Atenei, come laboratori del nostro futuro. L'Italia è il più grande scrigno di ricchezze culturali e artistiche del mondo e il compito del prossimo governo sarà quello di fermare la spaventosa spirale di tagli che hanno colpito il settore della cultura. Nel nostro Paese, infatti, la cultura è stata molto spesso trattata con superficialità, vista come peso, piuttosto che come un fondamentale settore su cui investire. Lo dimostrano i dati e le classifiche, che vedono il nostro Paese fermo a un ridicolo 0,19% del bilancio dello Stato, con un investimento in cultura sei volte minore rispetto a quanto destinato della Gran Bretagna e cinque volte meno della Francia.
“La cultura - prosegue il candidato democratico - può e deve essere l'occasione di crescita economica e civile del nostro Paese. Il nostro compito sarà quello, dopo aver messo i conti a posto, di dare alla cultura quello che è della cultura, sia in termini di valorizzazione e promozione delle bellezze architettoniche e artistiche, che nella conseguente accelerazione delle politiche legate al settore della green economy. Una sinergia, quella tra cultura e tutela del paesaggio che dovrà essere sempre più stretta, dal momento che saremo in grado di non disperdere il nostro enorme tesoro artistico, solo quando sapremo dotare il nostro Paese di un piano certo per la tutela e la sicurezza del paesaggio, che preveda lo stop al consumo del suolo, la difesa dell'equilibrio idrogeologico e la promozione di un’agricoltura pulita".

Giovedì 7 febbraio 2013, alle ore 21.00, presso il Circolo "Il Progresso" in via Vittorio Emanuele 135 a Firenze, Cambiare Si Può Firenze incontra i candidati di Rivoluzione Civile, in un dibattito dal titolo "Precarietà, riforma del lavoro, pensioni".
In particolare, Piergiovanni Alleva, Giuslavorista e candidato al Senato, Roberta Fantozzi, Responsabile Lavoro Prc e capolista al Senato discutono dell'argomento con Mauro Faticanti, Fiom Nazionale, Lido Contemori, esodato e candidato alla Camera, Aurora Luongo, precaria e candidata alla Camera, Simone Vertucci, ex Edison Firenze Candidato alla Camera.
Coordina il dibattito Antonio Mereu, membro di Cambiare Si Può Firenze.

Il popolo della Toscana, prospettive di un’alternativa: eccolo qui, il titolo del convegno che si svolgerà domani (Mercoledì 6 Febbraio) alle ore 21 a Villa Arrivabene, nella Sala consiliare del Quartiere 2 in Piazza Alberti 1/a a Firenze. L’organizzazione – affidata all’Associazione culturale OrbeTerraque in collaborazione con i Popolari Toscani Europei e il Mat Toscana – ha messo a punto un parterre di relatori tra i quali spicca la presenza del Presidente dell’Assemblea parlamentare dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) onorevole Riccardo Migliori.
L’intervento di Migliori sarà seguito da quelli di Franco Banchi (Presidente del Movimento Popolari Toscani Europei), Alessandro Mazzerelli (Presidente Movimento Autonomista Toscano), Gianluca Paolucci (Presidente del Consiglio di Quartiere 2) e Stefano Baldassarri (Consigliere al Q2).

Domani, mercoledì 6 febbraio, Maria Chiara Carrozza, capolista alla Camera dei Deputati in Toscana, sarà ospite nel Circondario Empolese Valdelsa. Il rettore della scuola Sant’Anna di Pisa alle 9 visiterà la Scuola del Colle a Montagnana (Montespertoli) ; alle 12 sarà al Cericol-Centro di Ricerca Colorobbia a Sovigliana (Via Pietramarina 121), poi allo stabilimento produttivo Allubit a Montelupo Fiorentino del gruppo Bitossi –Colorobbia; alle 17 visita all’ Istituto Regionale Studi Ottici e Optometrici di Vinci (piazza della Libertà).
In serata Caterina Cappelli, candidata alla camera dei Deputati, alle 21.30 incontrerà i cittadini di Baccaiano (Montespertoli) nella locale casa del popolo; Laura Cantini, candidata al Senato della Repubblica, sarà al circolo arci di Petrazzi (Castelfiorentino). Dario Parrini, candidato alla Camera, alle 21.30 parteciperà all’assemblea pubblica al circolo arci di Pontorme (via Pontorme-Empoli).
Giovedì 7 febbraio alle 20 Laura Cantini sarà a cena al ristorante Boscotondo (via Volterrana) di Gambassi Terme con gli imprenditori della Valdelsa; alle 21.30 Parrini sarà alla casa del popolo di Bassa (Cerreto Guidi), mentre alle 21.30 Caterina Cappelli e Simona Bonafé, candidata alla Camera in Lombardia, parteciperanno all’assemblea pubblica alla casa del Popolo di Pozzale( via Sottopoggio per san Donato-Empoli).


Nei giorni scorsi i comuni della provincia di Firenze hanno provveduto ad assegnare gli spazi per l'affissione di manifesti da parte dei cosiddetti “fiancheggiatori”, ma CasaPound Firenze rileva anomalie nella procedura e soprattutto nei posti assegnati.
"E' a dir poco singolare la situazione nella quale la nostra associazione si è trovata", dichiara Saverio Di Giulio Responsabile di CPI Firenze e candidato per la stessa organizzazione alla Camera dei Deputati, "infatti la Legge 4 Aprile 1956 n. 212 all'art. 4 comma 2 stabilisce che gli spazi devono essere ripartiti tra i fiancheggiatori che ne abbiano fatto richiesta secondo l'ordine di presentazione delle domande. Incredibilmente abbiamo scoperto che in tantissimi comuni siamo stati sempre gli ultimi, vedendoci assegnati gli spazi peggiori in assoluto ed in un caso persino un posto in coabitazione con un'altra lista".
"Se già di per sé questa è una situazione strana", prosegue Di Giulio, "l'anomalia risalta ancora di più se consideriamo che laddove i comuni hanno correttamente indetto una riunione per l'assegnazione dei posti, riunione alla quale è stato presente sempre almeno un nostro delegato, i posti assegnati a CasaPound Italia erano tra quelli più visibili e comunque effettivamente assegnati nel rispetto dell'ordine di presentazione della domanda. Nei comuni, invece, dove la riunione non è stata indetta a CasaPound è spettato sempre il posto peggiore".
"Noi non siamo persone che credono alle coincidenze soprattutto in campagna elettorale", conclude il Responsabile di CasaPound Italia nonché candidato per la stessa lista, "così ci piacerebbe capire come mai nei comuni che hanno rispettato ogni passaggio della procedura tutto si è svolto per il meglio mentre, invece, quando la riunione non è stata convocata CasaPound ha sempre ottenuto il posto peggiore. Gradiremmo una risposta che siamo sicuri non arriverà".

Una denuncia sulle modalità di affissione dei manifesti arriva dalla capogruppo del PDL di Calenzano, Monica Castro:"Stanotte verso mezzanotte e mezzo mentre rientravo a casa lungo via Pertini a Calenzano ho notato un'automobile ferma con il motore acceso vicino ai cartelloni elettorali. Fuori c'era una donna mora, con i capelli lunghi che si affrettava a strappare e rimuovere dei manifesti forse non affissi nei posti
assegnati. Pur condannando un comportamento illecito legato a qualche partito o ditta responsabile dell'affissione, credo che sia altrettanto da denunciare chi agisce per conto proprio non rispettando le leggi. La procedura di sanzione e di rimozione dovrebbe farla un'apposita ditta e non qualche militante di partito. Stamani ho ritenuto apportino segnalare il fatto alle autorità competenti".

“Sospendere sfratti e bollette alle famiglie in dimostrato disagio economico laddove ci sia la presenza di minorenni”. E’ la proposta lanciata da Marisa Nicchi, candidata alla Camera per Sel, e Tommaso Grassi consigliere comunale di Sel, per venire in soccorso alle sempre più numerose famiglie residenti a Firenze che non riescono a pagare l’affitto per morosità oppure non riescono a far fronte alle spese per le bollette di gas, rifiuti, acqua e luce.
“Per mettere in pratica queste sospensioni – spiegano i due rappresentanti di Sinistra Ecologia e Libertà – è opportuno costituire un tavolo di concertazione tra Comuni, Prefettura, Asl e volontariato al fine di individuare le situazioni di maggiore emarginazione ed intervenire di conseguenza. E’ altrettanto necessario che il Comune intervenga, almeno per un periodo limitato, con un sostegno alle famiglie disagiate, e con minori, sotto forma di contributo mensile per il pagamento delle bollette o dell’affitto”.

Redazione Nove da Firenze