Contro il Cittadella la prima vera prova del nove.. anche perché il 10 non c'è

Fiorentina Vs Cittadella questa la prima gara ufficiale della Stagione 2011 2012. Mentre attorno ai viola ruota ancora il Calciomercato, la piazza si aspetta i primi segnali dal gruppo, al momento, disponibile. Gilardino verso l'addio?


COPPA ITALIA — Sinisa Mihajlovic presenta la prima partita vera dell'anno: "Sicuramente è una partita importante, ci teniamo alla Coppa Italia per arrivare in Europa e soprattutto dobbiamo partire bene. Non siamo al 100% ma siamo là. Mi aspetto da Gilardino e Montolivo lo stesso che mi aspetto dagli altri, sino ad oggi si sono comportati da professionisti. Vedremo dal mercato se restano o no, fino a che saranno qui dovranno dare il massimo. A dispetto dell'anno scorso abbiamo una squadra coperta in tutti i ruoli, abbiamo due titolari in ogni ruolo.

Alberto Gilardino ha ben figurato segnando a valanga durante tutto il ritiro, ma il suo nome resta accostato al Genoa, sempre che Pantaleo Corvino non adotti anche per lui l'opzione dell'estero. Anche in quel caso non mancherebbero però le offerte se l'intenzione è quella di lasciarlo andare, ma "senza svenderlo".

Un settore in cui la Fiorentina sembra essersi mossa per tempo e con un criterio ben definito è la difesa dei pali. Dentro Boruc nella passata stagione, poi Neto. Frey ceduto. Sui portieri resta aperta la scelta? "Boruc sarà il titolare".
"Ljajic lo vedo molto meglio dell'anno scorso, se fosse stato così l'anno scorso avbrebbe fatto meglio, ha bisogno di continuità. Oggi parte in posizione defilata ma il campionato è lungo e potrà tornarci utile"

Modulo, 4-3-3 oppure il prediletto rombo? "Abbiamo preso Ramirez?" chiede il tecnico gigliato, poi sorride "Pensavo di essermi perso qualcosa".
"L'idea di cambiare il modulo arrivava dalla partenza di Cerci e dall'arrivo di Aquilani. L'anno scorso abbiamo fatto il 4-3-3 la squadra si è comportata bene, conosce già le misure, quindi continueremo così. Jovetic è una seconda punta, però giocando il 4-3-3 giochi esterno, come Cristiano Ronaldo. Lui può giocare seconda punta ma anche esterno, dipende dalla sua testa. Lo vedo in allenamento che non ha pazienza, vorrebbe fare tutto e subito, se ha la palla vuole fare subito rete. Io penso che noi Jovetic lo vedremo ad ottobre. Lo farò giocare sempre ma so che all'inizio non renderà al massimo, piano piano tornerà come prima, ma deve avere pazienza, è comprensibile la sua fretta vista l'età"

"La gente vuole vedere una squadra che ha attaccamento alla maglia, si può perdere anche, ma bisogna vedere in che modo si perde. Da gennaio lavoriamo sul solito modulo. Si iniziano a vedere i meccanismi giusti, i movimenti, i sincronismi, frutto di un lavoro fatto in 8 mesi. All'inizio dell'anno passato non c'era un lavoro così dietro. La squadra è sempre mia, che giochi bene o che giochi male. Dobbiamo ancora completare la rosa.. mancano due innesti.. ma rispetto all'anno scorso siamo coperti, ne abbiamo due per ogni ruolo. Tutti devono credere in questo progetto e dare il massimo, solo alla fine si decide chi gioca e chi non gioca.. stavolta ho le alternative"

Chi manca? "Manca una punta.." risponde secco Mihajlovic. "Anche Jovetic può fare la punta.. sì.. non sarebbe come Gilardino. Ha qualità per farlo, lo abbiamo anche provato in allenamento".

"Cerci deve fare quello che sta facendo adesso, giocare bene, fare gol e sacrificarsi in fase difensiva. La gente non è stupida, vede, se ne accorge ed apprezza. Sono fiducioso. Io ho sempre detto che lui se gioca con continuità e cambia atteggiamento.. lui è romano, sapete che i romani sono diversi.. Non vedo in Italia giocatori che possono fare quello che fa lui sulla fascia, è un giocatore importante anche a livello nazionale"

La squadra è rodata da mesi di lavoro.. e se qualcuno parte? "Ne arriverebbero altri titolari. Kharja può già fare quello che fa Montolivo. In caso di partenza di Gilardino dovremmo prendere una punta. Non dovrebbero esserci problemi comunque visto che se arrivano rinforzi saranno ugualmente forti e parlando la stessa lingua sarà facile capirsi"


Ant. Len.


20 i convocati dal tecnico Mihajlovic: Behrami, Boruc, Cerci, De Silvestri, Gamberini, Gilardino, Jovetic, Kharja, Lazzari, Ljajic, Marchionni, Montolivo, Munari, Nastasic, Natali, Neto, Pasqual, Romizi, Romulo, Salifu.

Infortunati: Babacar, Camporese e Kroldrup

Redazione Nove da Firenze