Corvino sul mercato, lasciati e persi: ''Proposte assurde'' (Video)

Presentato il nuovo arrivo che già pensa alla sfida contro la sua ex, il Siena. Corvino fa il punto sul Calciomercato, molto più ingarbugliato di quel che poteva sembrare.


CALCIOMERCATO — Le parole del Direttore Sportivo Pantaleo Corvino a margine della presentazione di Houssine Kharja: "Housseine è un ragazzo che abbiamo seguito e voluto portare a Firenze. Arriva in compartecipazione con due anni di contratto e opzione per il terzo. Kharja è un centrocampista centrale, allo stesso tempo può giocare a tutto campo. Rispecchia il calciatore di questi tempi".

Per uno che arriva, tanti restano in partenza legati, se non intrecciati, ai possibili arrivi. Gilardino in partenza? "Non ho ancora avuto proposte ufficiali. Il Genoa mi ha manifestato solo il suo interesse. Noi non liquidiamo nessuno. Chi rimane qua deve però essere attaccato alla maglia viola. Noi abbiamo bisogno di calciatori vogliosi di giocare nella Fiorentina e felici di rimaner qua".
Cerci verrà venduto? "Alessio è un calciatore importante e non ci ha mai chiesto di essere ceduto. Il City ha fatto un'offerta che però non soddisfa le nostre richieste".
La vicenda Montolivo? "Ho avuto un' offerta di scambio dal suo procuratore, ma anche quella non mi soddisfa. Nel dettaglio mi è stato offerto metà del cartellino di Strasser e metà del cartellino Paloschi. Qualcuno forse pensa di arrivare all'ultimo giorno di mercato e fare delle proposte assurde. Riccardo eventualmente verrà ceduto solo all'estero".

Ramirez è il nome di mercato che sembra essere più vicino ai viola, il talentino del Bologna solletica la curiosità dei tifosi, ma quanto può servire a questa Fiorentina? "E' una seconda punta che può giocare anche come esterno a tre nel 4-3-3, ma questo non vuol dire che lo prenderemo".

Infine la verità su Aquilani "Era una mia idea - dice Corvino - non una richiesta del mio allenatore. Eravamo d'accordo sul prestito con il Liverpool e il giocatore poi Alberto ha chiesto il trasferimento a titolo definitivo". Cassano? "Nel 4-3-3 non mi sembra un acquisto logico".

La presentazione di Kharja dalle telecamere di Violachannel.tv:



Houssine Kharja "Ringrazio la Fiorentina e Pantaleo Corvino per la fiducia espressa nei miei confronti. Nel 2005 sono stato molto vicino a vestire la maglia della Fiorentina. Questa è una grande società".
PSG? "Avevo due o tre scelte, ma ho preferito la Fiorentina. Sono molto amico di Leonardo, niente di più".
A Genova? "L'esperienza iniziò benissimo, poi purtroppo un brutto infortunio ha condizionato il mio andamento". Sfida contro il Siena? "Faccio un grande in bocca al lupo al Siena. E' una piazza alla quale sono rimasto molto legato, mi fa piacere rivederli in Serie A".
Campionato portoghese? "Già all'epoca avevo davanti grandi prospettive. Mi ricordo però che in quel momento storico Quaresma era il giovane più interessante".
Posizione in campo che preferisci? "L'importante è giocare, non ho preferenze".
Gilardino? "La Fiorentina è superiore al Genoa. A lui conviene rimanere qua. Firenze è una piazza più importante".
Dove può arrivare questa Fiorentina? "Guardando la rosa attuale penso che possa tranquillamente lottare per l'Europa". All'Inter abbiamo visto il miglior Kharja? "A Milano mi sono trovato benissimo, ma adesso sono alla Fiorentina e penso solo all'interesse di questa società".
Trequartista? "E' un ruolo che mi piace".
Errori che ti rimproveri in carriera? "Niente. Eviterei solo l'infortunio che mi ha fatto perdere un anno di calcio".

Redazione Nove da Firenze