Ztl, attiva anche a San Giovanni

Si parte dalla pedonalizzazione delle aree Tornabuoni e Pitti-Guicciardini, si prosegue con la finale del calcio storico in piazza Santa Croce per finire con i Fochi di San Giovanni


FIRENZE — Firenze - Venerdì 24 giugno sono in programma alcuni eventi in centro storico che comporteranno limitazioni della circolazione in alcune zone della città e una grande affluenza di persone. Si parte dalla pedonalizzazione delle aree Tornabuoni e Pitti-Guicciardini, si prosegue con la finale del calcio storico in piazza Santa Croce per finire con i Fochi di San Giovanni.

Per questo la ztl rimarrà in funzione per l'intera giornata (dalle 7.30 alle 19.30) come in un normale giorno feriale (nonostante sia festivo). Inoltre verrà anticipato l'avvio della ztl notturna, dalle consuete 23 alle 19.30 (termine alle 3 del mattino successivo). Quindi, per l'intera giornata e a seguire per la sera-notte, sarà consentito il transito soltanto a residenti e autorizzati secondo le regole normalmente in vigore. Le porte telematiche saranno in funzione come pure i dispositivi luminosi di avviso collocati su di esse.

Dal punto di vista dei singoli provvedimenti di circolazione, per la finale del calcio storico dalle 15 fino al termine della partita scatteranno divieti di transito in piazza Piave (corsia che immette sul lungano della Zecca Vecchia), via dei Benci, Corso Tintori, via Magliabechi, largo Bargellini,via San Giuseppe, via Giovanni da Verrazzano, via dei Pepi (tra via Ghibellina e piazza Santa Croce), via delle Pinzochere, Borgo Allegri (tra via Ghibellina e via San Giuseppe), via Torta (tra via Isole delle Stinche e via Verdi), Borgo dei Greci, Borgo Santa Croce. In deroga alla normativa della ztl e delle aree pedonali sarà consentito il transito in Borgo la Croce e via Pietrapana (con abbassamento dei 'pilomat'). Previsto inoltre un divieto di transito al passaggio del corteo (dalle 16) sull'itinerario piazza Santa Maria Novella-via dei Banchi-via dei Rondinelli-piazza Antinori-via Tornabuoni-via Strozzi-piazza della Repubblica-via degli Speziali-via Calzaiuoli-piazza della Signoria-via della Ninna-via dei Neri-via dei Benci-Borgo la Croce-via Magliabechi e piazza Santa Croce.

Passando ai "Fochi" di San Giovanni, da giovedì 23 giugno inizieranno a scattare i primi provvedimenti di circolazione collegati allo svolgimento dell’iniziativa: ovvero il divieto di sosta (dalle 8) sul piazzale Michelangiolo e dalle 23 saranno istituiti il divieto di sosta e di transito veicolare e pedonale in viale Poggi (da via dei Bastioni al piazzale Michelangiolo, comprese le rampe pedonali di accesso al piazzale): prevista una deroga per i residenti. Divieti di transito scatteranno anche sul piazzale, su tutta l’area normalmente destinata a parcheggio (ad esclusione della direttrici che uniscono i viali Michelangiolo e Galileo).

Passando alla giornata di San Giovanni, si inizia con i divieti di sosta dalle 8 di venerdì (fino alle 4 del giorno successivo) in lungarno della Zecca Vecchia, lungarno Pecori Giraldi (lato Arno zona adibita alla sosta dei bus turistici) e lungarno del Tempio (lato giardini sul fronte compreso fra via Piagentina per 25 metri verso via del Campofiore). Per quanto riguarda i provvedimenti istituiti la sera di venerdì, dalle 19.30 fino al termine della manifestazione in via di Tripoli scatterà un’inversione del senso di marcia nel tratto fra via delle Casine e piazza Piave. E ancora sempre dalle 19.30 fino alle 4 di sabato scatterà il divieto di transito in lungarno delle Grazie e lungarno delle Zecca Vecchia (da Ponte alle Grazie a piazza Piave): su lungarno alle Grazie (lato Arno) scatterà anche un divieto di sosta.

Dalle 20.45 a mezzanotte scatterà inoltre la chiusura al transito veicolare in viale Michelangiolo (esclusi i mezzi Ataf e taxi fino a via Pietro Tacca e i mezzi di soccorso diretti all'Istituto Ortopedico Toscano), via Marsuppini (nel tratto compreso tra via di Ricorboli e viale Michelangiolo), piazzale Michelangiolo (compresi gli accessi che portano ai due bar) dove sarà vietato anche il transito pedonale, viale Galileo (nel tratto fra piazzale Galileo e piazzale Michelangiolo, escluso i frontisti con direzione Giramontino), via dei Bastioni, via di Belvedere, via Monte alle Croci, via San Miniato, via San Niccolò (nel tratto pedonale transito consentito), lungarno Serristori, piazza Poggi e lungarno Cellini.

Redazione Nove da Firenze