Le opere di Fuad Aziz in mostra a Firenze

Artista di origine curda, Fuad Aziz, vive e crea a Firenze da più di 30 anni. Scultore, pittore, inventore ed illustratore di fiabe, autore di grandi murales, Fuad è sempre in viaggio tra le forme e la fiaba alla ricerca della libertà.


ESTATE A SAN SALVI — Mentre “C’era una volta… il manicomio” - la nuova Passeggiata di Claudio Ascoli - si avvia verso le ultime repliche straordinarie (giovedì, sabato e domenica… naturalmente con tutti esauriti!), l’Estate a San Salvi propone un altro evento speciale: venerdì 20 agosto alle ore 21:15, vernissage de "Il viaggio. Fuad si racconta tra scultura e fiaba".

Fuad Aziz, artista di origine curda, vive e crea a Firenze da più di 30 anni. Scultore, pittore, inventore ed illustratore di fiabe, autore di grandi murales, Fuad è sempre in viaggio tra le forme e la fiaba alla ricerca della libertà.

Nella serata inaugurale l’artista presenterà documenti video sul suo progetto per un monumento al milite ignoto del Kurdistan e l’ultimo suo libro di fiabe, "Il viaggio di un violoncello", edizioni Città Aperta, in cui racconta di Araz, un giovane musicista che vive in un paese dove non c'è libertà; la musica è libertà, per questo Araz è costretto a fuggire dal suo paese: una storia breve, intensa e semplice per raccontare il dramma e la speranza di chi purtroppo non conosce la libertà. E naturalmente affabulerà i presenti, narrando fiabe della sua terra.

A seguire, l’artista accompagnerà i presenti a visitare l’esposizione di una decina di sue sculture, esposizione collocata nel salone centrale dello spazio dei Chille e che resterà aperta sino a martedì 31 agosto. Infine proporrà un brindisi con un buon bicchiere di Chianti… sostenuto da un assaggio di pietanze curde, quasi a suggellare un possibile gemellaggio tra la sua terra d’origine e quella acquisita.

Sia il vernissage che l’esposizione sono ad ingresso libero.
Per ulteriori informazioni, contattare i Chille: telefono 055.6236195 o e-mail chille_@libero.it.

Redazione Nove da Firenze