A San Salvi continua ''Abitare i confini''

Da lunedì 12 ottobre al via i Laboratori su Pasolini e di Teatro Ragazzi con Sissi Abbondanza e Claudio Ascoli.


TEATRO A FIRENZE — A San Salvi continua con successo "Abitare i confini", la non-stagione dei Chille de la balanza che prevede per ogni giorno della settimana un linguaggio.

Al via da domani, lunedì 12 ottobre, le attività formative, presenti settimanalmente nei giorni di lunedì e mercoledì.
Una lezione aperta, ad ingresso libero... ma è preferibile prenotarsi, darà il via lunedì 12 ottobre alle ore 21 al Laboratorio teatrale su Pier Paolo Pasolini. Il percorso 2009-2010, diretto come sempre da Sissi Abbondanza e Claudio Ascoli, investirà il rapporto tra Pasolini e la fiaba, con espliciti riferimenti a "La terra vista dalla luna", "Che cosa sono le nuvole" oltre naturalmente a poesie, racconti, momenti diaristici. Il laboratorio è aperto anche a persone prive di precedenti esperienze e parte da un training su rimozione degli ostacoli alla libera espressione, respirazione, ricerca della voce, sensi e relazione tra corpi, improvvisazione. Dal Laboratorio, a numero chiuso e con frequenza obbligatoria nei due incontri settimanali di lunedì e mercoledì, nascerà uno spettacolo inserito nell'Estate a San Salvi 2010, il cui debutto è previsto per mercoledì 16 giugno.

Da martedì 13 ottobre inizia il Laboratorio di Teatro per bambini e ragazzi, condotto da Sissi Abbondanza e che prevede due gruppi: il martedì alle ore 17 per bambini da 6 a 8 anni e il mercoledì alle ore 18 per ragazzi da 9 a 13 anni. Questo percorso ha l'obiettivo di mettere insieme il fare ed il sapere, privilegiando il gioco come occasione di apprendimento e la comunicazione non verbale. Ciò facendo i Chille pensano anche di facilitare lo stare insieme e di contribuire a vivere con gioia tutte le differenze comunque intese. Anche per questo laboratorio il primo incontro (martedì 13 per i più piccoli e mercoledì 14 per i più grandi) è a titolo gratuito.

Per ulteriori informazioni, contattare i Chille de la balanza allo 055.6236195.

Redazione Nove da Firenze