Livorno: in battello lungo i fossi con assaggi a sorpresa


Livorno, 10 ottobre 2008- Domenica 12 ottobre giro in battello lungo i canali medicei con piccoli assaggi a sorpresa. Una buona occasione per vedere Livorno da una prospettiva insolita, quella dell’acqua. Comodamente seduti a bordo della motonave Marco Polo potremo ammirare le architetture medicee, attraverseremo il quartiere della Venezia, con i suoi eleganti palazzi, passeremo dalla fortezza nuova, dal quartiere del Pontino con i suoi intonaci colorati, attraverseremo il voltone, la grande piazza che unisce la città buontalentiana con la nuova città di committenza lorenese , per navigare, infine nel fosso reale dove fa bella mostra di sé l’imponente edificio del mercato delle vettovaglie. Durante il percorso una guida ci illustrerà la storia della città approfondendo gli aspetti gastronomici: dalla storia del famoso cacciucco, alle triglie alla livornese, alle roschette. Partenza dall’interno della Fortezza Vecchia, molo Caterina, alle ore 16.00. Per informazioni e prenotazioni telefonare al 3487382094.
Il Comune di Livorno ha promosso un progetto di conservazione, attraverso il recupero su calchi in gesso, delle scritte incise sulle spallette marmoree del ponte di San Giovanni Nepumoceno. Il progetto, realizzato dalla Amaranta service, ha lo scopo di non perdere per sempre le affascinanti scritte, incise in bassorilievo, presenti sul ponte che fu realizzato in onore di Maria Teresa d’Austria e Francesco I in occasione della loro visita a Livorno, avvenuta il 6 marzo 1739. Le incisioni raccolgono in sé lontani ricordi di uomini di mare, di compagni di vita forse morti in un naufragio, preghiere e saluti fraterni per non dimenticare. Gli scalpellini, nel periodo di massimo splendore del porto di Livorno incisero il profilo di un volto, epigrafi mortuarie, la riproduzione di monumenti sepolcrali arricchiti da attributi religiosi come la croce sul Golgota. Queste incisioni che affascinarono anche la scrittrice Angelica Palli (nella seconda metà dell’ottocento abitava a pochi passi), con il passare del tempo sono sempre meno leggibili a causa dell’erosione del supporto lapideo. Da qui è nata la necessità e la volontà dell’amministrazione comunale del loro recupero. L’intervento, che rientra in un programma più ampio di pulizia e manutenzione di vari monumenti cittadini, tra cui il monumento a Garibaldi e quello dedicato agli internati nei lager nazisti in piazza Damiano Chiesa, è iniziato in questi giorni e si concluderà entro la metà di ottobre. Il costo è di 3000 euro.

Redazione Nove da Firenze