Italia Wave 2008: 15.000 per Chemical Brothers


Oltre quindicimila persone hanno assistito sabato 19 luglio all’ultima serata di Italia Wave Love Festival edizione 2008. Sold out per Chemical Brothers esibitisi allo stadio Armando Picchi di Livorno assieme a Pivot (Australia), Speed Caravan (Francia/Algeria), Vanessa Da Mata (Brasile), Amit Erez (Israele) e Heike Has The Giggles per quella che è stata una vera e propria festa di chiusura di Italia Wave.
Spettacolare e dichiaratamente hi-tech la scenografia offerta dai “fratelli chimici”, un mix di luci, visual, graphic-art e tanta elettronica da ballare. Saliti sul palco poco dopo mezzanotte, i Chemical Brothers hanno coinvolto tutto lo stadio, cento minuti di dance ed effetti speciali.
Dopo il Main Stage anche Elettrowave ha chiuso il botteghino con un tutto esaurito come accaduto anche per le tre serate precedenti.
Alla chiusura un primo bilancio di Italia Wave 2008: “Adesso posso dire che ce l’abbiamo fatta - spiega il direttore artistico Mauro Valenti - grazie ad uno staff di prim’ordine che ha lavorato con passione e competenza e grazie a questa città che ci ha accolto con spirito di collaborazione, al Comune, alla Provincia, alle Forze dell’Ordine, a tutte le Istituzioni e ai tanti livornesi che hanno avuto ruoli diversi all’interno dell’organizzazione”. ei quattro giorni di rassegna, da mercoledì 16 a sabato 19 luglio (4 giorni di festival per questa prima edizione livornese anziché i tradizionali 6), Italia Wave ha ospitato circa 60.000 persone, che hanno potuto assistere a quasi 200 eventi tra concerti, incontri, dj-set, workshop, sport, letteratura... Tre le location in cui si è articolata la kermesse, dalle prime ore del mattino fino a notte fonda: Stadio Armando Picchi, Rotonda d'Ardenza e Fortezza Vecchia. Grande successo anche per l’iniziativa dei seminari sul battello di Italia Wave, una piccola crociera nei “fossi” di Livorno con docenti d’eccezione. Tra i viaggi più affollati quelli di Carlo Lucarelli e di Luca Valtorta con Marco Philopat.
Imponente lo sforzo organizzativo: 650 persone al lavoro, 1.500 pass, 3.500 pasti forniti dal catering interno. Positivo anche il bilancio del Sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi: “Dobbiamo riappropriarci degli spazi pubblici cittadini e Italia Wave ha favorito proprio questo processo. Stiamo già lavorando alla prossima edizione e siamo convinti che la nostra città sia perfettamente in grado di accogliere un grande evento come questo e tutte le attività che lo precedono”. Ha fatto eco il Presidente della Provincia di Giorgio Kutufà, che ha voluto ricordare il clima di grande collaborazione in cui hanno lavorato organizzazione del Festival, Forze dell’Ordine e Istituzioni: “Chi aveva dato garanzie sulla buona riuscita del festival, ha avuto ragione”.

Redazione Nove da Firenze