Pane e Olio in Frantoio &...: in 120 città il 25 novembre 2007 la manifestazione organizzata dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio


Dalla Liguria alla Puglia, dalla Toscana alla Sicilia, dall’Umbria alle Marche alla Campania, tutta l’Italia dell’olio si prepara a festeggiare gli alimenti principe della tradizione gastronomica del Mediterraneo con la sesta edizione di “Pane e Olio in Frantoio &…”. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali che si terrà domenica 25 novembre in centinaia di piazze italiane proponendo un ricco programma di iniziative tra convegni, visite guidate in aziende e frantoi e momenti di intrattenimento.
La novità di quest’anno sarà l’abbinamento con i prodotti tipici Dop e Igp insieme ai tanti programmi presentati dalle Città dell’Olio di tutta Italia, a partire da Imperia dove la manifestazione si terrà in concomitanza con l’iniziativa “OliOliva”, per giungere in Toscana con gli stand che saranno allestiti a Siena in piazza del Mercato per la degustazione e vendita dell’extravergine, di vari tipi di pane e di prodotti tipici locali. Ospite d’onore a Chiusi sarà la Fagiolina del Lago di Chiusi, legume di piccole dimensioni presente nella zona del Lago che, insieme al mercatino Etrusco, faranno compagnia all’escursione nell’oliveto per la raccolta delle olive organizzata appositamente per i bambini, nel pomeriggio sarà inoltre possibile assistere a spettacoli itineranti per le vie del centro storico e rimanere a cena in uno dei ristoranti che per l’occasione presenteranno piatti a base di olio nuovo. Anche le città di Rapolano Terme e Sinalunga per la provincia di Siena, allestiranno le vie del centro storico per festeggiare con musica, spettacoli e degustazioni. A Roccastrada, in provincia di Grosseto, un percorso offrirà ai visitatori la possibilità di incontrare i produttori locali e degustare i loro oli con il pane toscano prodotto e presentato dai panificatori del territorio comunale oppure partecipare alla degustazione guidata con il Panel Test di Grosseto, visite e assaggi dell’olio nuovo anche a Castel del Piano e Pitigliano, dove saranno di scena anche l’olio kasher, l’olio biologico e quello aromatizzato con il pane toscano, di ricotta e il pane dei santi. In Provincia di Perugia nel centro cittadino di Magione, l’iniziativa si unirà ad “Olivagando – Festa dell’Olio e dei Sapori d’Autunno” nel week end del 24 e 25 novembre con convegni, stand di degustazioni e animazione musicale, una mostra mercato dell’antiquariato del collezionismo e dell’artigianato e un percorso naturalistico a cavallo. L’oro verde della Puglia sarà in degustazione, tutto il giorno fino a mezzanotte, nel Comune di San Paolo di Civitate (Fg) in piazza Aldo Moro, con bruschette, pancotto e fagiolata conditi con l’extravergine. A Mattinata (Fg) le scolaresche della cittadina potranno visitare i frantoi e scoprire i segreti della lavorazione delle olive. Frantoi e banchi di assaggio saranno aperti per tutti i visitatori. Tra le novità di quest’anno, inoltre, la degustazione a Cassano delle Murge per i turisti delle tre navi da crociera che approdano al porto di Bari, mentre il 21,22 e 23 sarà possibile partecipare a brevi corsi di conoscenza dell’olio a cura di Mastri Oleari.
Il pane di semola, il caciocavallo, il pancotto, i taralli e non solo faranno gli onori di casa nelle città pugliesi come Mattinata, Bitritto, Torremaggiore, Vernole, Ruovo di Puglia e Martano.
Nelle Marche nel Comune di Colbordolo (Pu) musica popolare e folcloristica accompagnerà le degustazioni di olio novello nella piazza principale e il convegno che si svolgerà nel primo pomeriggio.
A Monte San Vito, San Paolo di Jesi e Monsano (An) nel centro storico verranno allestiti gli stands di panificatori locali e delle aziende olearie cittadine. Nel Lazio a Itri (Lt) curioso binomio tra olio e storia, verrà data la possibilità, infatti, di visitare e assistere alle fasi di molitura delle olive dei frantoi della città, in programma, inoltre la visita al Castello Medioevale e al museo demo antropologico del brigantaggio. Protagonisti della giornata, insieme al nuovo raccolto saranno le pagnotte tradizionali di farina bianca mista ed integrale, con l’olio di oliva istriano e le olive in salamoia bianche e nere. Gli oli della Campania e il pane casereccio saranno protagonisti a Sant’Agnello (Na) abbinati alla gastronomia locale come le famose caponatine, gli spicchi di carciofi, la cioccolata, le mozzarelle fiordilatte, il babà napoletano e le caciottine canestrate di Sorrento, taralli all’olio extravergine e vini DOC del territorio tra i quali il Gragnano di Sorrento e Lettere di Capri.
Anche le Città dell’Olio della Sardegna parteciperanno alla manifestazione con degustazioni e visite guidate ai frantoi nei Comuni di Cabras (Or) e Orosei (Nu) dove i frantoi locali apriranno le loro porte al pubblico per mostrare la lavorazione delle olive e far degustare l’olio extravergine d’oliva appena prodotto, con esperti del settore.
Per i Comuni di Berchidda, Alghero, Ittiri e Uri, l’iniziativa si svolgerà nel padiglione fieristico dell’azienda speciale della Camera di Commercio di Sassari dove interverranno anche cori e gruppi folkloristici.
Le scolaresche sono coinvolte anche in Sicilia dove nel comune di Ficarra in provincia di Messina si svolgerà il concorso “L’olio dei Gattopardi”, mentre anche per i più grandi sarà possibile assistere alla mostra “L’Ulivo nelle Forme del Tempo”, percorso fotografico sugli ulivi secolari del territorio di Ficarra, attraverso la lettura che il tempo ha impresso nella contorta e affascinante struttura del legno. Tanti, quindi, gli appuntamenti per la manifestazione Pane e Olio in Frantoio &… 2007, che toccherà anche le Città dell’olio del Molise, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, e quelle dell’Emilia Romagna, tutte unite da un sottile filo d’olio extravergine di oliva.

Redazione Nove da Firenze