Rubrica — Agroalimentare

Unicoop Firenze, torna la raccolta alimentare

​Sabato 17 ottobre in 45 punti vendita


Torna sabato 17 ottobre in 45 punti vendita di Unicoop Firenze la raccolta alimentare. Soci e clienti che si recheranno nei punti vendita della cooperativa troveranno uno speciale allestimento che metterà in evidenza i generi alimentari di base, quelli indispensabili per chi vive in condizioni di bisogno. Basterà metterli nel carrello e, dopo aver pagato la spesa alla cassa, lasciarli ai volontari che li destineranno alle persone in difficoltà sul territorio. La raccolta è organizzata in modo da rispettare tutte le misure anti-contagio attivate nei Coop.Fi.

La raccolta alimentare è promossa da Unicoop Firenze insieme alla Fondazione Il Cuore si scioglie, con la collaborazione delle sezioni soci e delle oltre 200 associazioni che la cooperativa affianca nelle iniziative di contrasto all’emergenza alimentare. Saranno alcune centinaia i volontari convolti, insieme alle sezioni soci Coop sul territorio che da anni portano avanti con entusiasmo ed impegno le raccolte alimentari, come momenti di partecipazione e di sostegno a chi ha meno.

La povertà alimentare resta una delle emergenze sociali, anche in Toscana e in particolar modo per il protrarsi della crisi economica innescata dal Covid19.

La solidarietà della raccolta alimentare della Fondazione Il Cuore si scioglie è un intervento a kilometro zero che sostiene subito chi ha bisogno: i prodotti donati da soci e clienti vengono direttamente ritirati dalle associazioni e dalle Caritas della regione, arrivando in questo modo in tempo record sulle tavole dei bisognosi, nelle mense solidali e negli empori della solidarietà. I generi alimentari richiesti sono olio, farina, pasta, riso, carne, tonno e legumi in scatola, biscotti, latte, prodotti per i bambini e di igiene personale.

L’appuntamento con la raccolta alimentare è il momento in cui invitiamo tutti, soci, clienti e volontari, a confrontarsi con i bisogni di chi sta peggio. Una iniziativa fondamentale nel contesto attuale che vede aumentare povertà e disuguaglianze, come testimonia il numero sempre crescente di persone che si rivolgono alle mense solidali e chiedono pacchi alimentari. Siamo sicuri che anche sabato prossimo la partecipazione all’iniziativa solidale sarà ampia e ci permetterà di aiutare tanti toscani che soffrono l’emergenza alimentare. Ringrazio le sezioni soci che daranno il loro straordinario contributo organizzativo, con la presenza nei punti vendita e l’applicazione di tutte le misure di sicurezza richieste dal periodo che stiamo vivendo” spiega Irene Mangani, vicepresidente della Fondazione Il Cuore si scioglie.

Info: https://www.coopfirenze.it/alimentalasolidarieta

Redazione Nove da Firenze