Tanti modi di festeggiare il Natale in Toscana

Una scultura in rete metallica per la Sacra Natività a Palazzo Vecchio. Concerto all'ORT. La vera storia di Babbo Natale e la Befana al Teatro Everest. Aperte a Santo Stefano tante mostre. Il presepe vivente a Pontassieve. Christmas Party a Montecatini. Fiaccolata e concerto gospel a Monteriggioni


FOTOGRAFIE — Nonostante la crisi economica, le famiglie della Toscana restano fedeli alla tradizione e non rinunceranno quest’anno al classico cenone della vigilia e al pranzo di Natale. Lo afferma il Codacons, che ha monitorato la propensione alla spesa alimentare per il Natale 2014. Tra alimenti e bevande le famiglie della regione spenderanno complessivamente circa 165 milioni di euro per il classico pranzo di Natale e il cenone della Vigilia, circa il 3% in più rispetto allo scorso anno - spiega l'associazione – I consumatori durante queste festività hanno infatti deciso di tagliare su altre voci di spesa, riducendo in primis i regali, addobbi e spostamenti, ma non intendono contrarre i consumi alimentari tipici del Natale, che appaiono in lieve salita rispetti a quelli del 2013. La parte del leone la faranno carne e pesce, per i quali si spenderanno poco più di 61 milioni di euro; 30 milioni invece la quota destinata a spumanti, vini e bevande varie. Per i dolci classici del Natale le famiglie pagheranno complessivamente circa 27 milioni di euro. Per tanto riguarda invece ristoranti e pubblici esercizi, la quasi totalità dei cittadini (il 95%) trascorrerà le feste in casa con parenti e amici. Solo il 5% opterà per cenoni e pranzi presso ristoranti e locali.



Nel Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio da oggi c'è un presepe particolare: è una Sacra Natività a dimensione d'uomo realizzata con una rete metallica. Una scultura degli studenti della Sacred Art School di Firenze, prima scuola al mondo tutta dedicata all'arte e all'artigianato sacri con sede alle Pavoniere alle Cascine. a scultura nel Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio è realizzata con una rete che, nelle intenzioni dei suoi autori, “permette di ricordare due caratteristiche che Dio inaugura e stabilisce nella relazione con noi a Betlemme: la docilità e la trasparenza”. I giovani artisti hanno voluto rappresentare anche l'umanità della Sacra Famiglia: “La stanchezza, la scomodità, la solitudine, il timore e l’umiliazione che sicuramente soffrirono Maria e Giuseppe, rimangono occulti tra le pieghe delle figure idealizzate che di solito scegliamo nel presepe”. In questa opera, “gli effetti che la luce produce nei corpi e nelle silhouette ci ricordano la quotidianità piena di luci e ombre della nostra vita, che vanno tessendo la nostra originale identità in un processo sempre nuovo di crescita, di maturazione e di umanità, alla luce dello sguardo attento e affettuoso del Dio-con-noi”.

Si conclude domani al Teatro Verdi di Firenze il tour toscano dell’ORT con il tradizionale "Concerto di Natale". L’appuntamento è pomeridiano con inizio alle ore 17.00. In programma musiche di Beethoven, Brahms e Dvořák. La Leonora n.3 è una delle ouverture pensate da Beethoven come introduzioni sinfoniche alla sua unica opera teatrale (dalla genesi assai faticosa) dapprima intitolata, appunto, Leonora, poi definitivamente “Fidelio”. L'opera racconta – e le ouverture ne fanno il riassunto in note – di come Leonora, travestitasi da uomo con il nome di Fidelio, si finga guardia carceraria per tentare di liberare lo sposo Florestano ingiustamente imprigionato da un tiranno per le sue idee politiche. Le Variazioni su un tema di Haydn del 1873 (ma il tema in realtà è popolare, non di Haydn come si credeva all'epoca) servirono a Brahms per prender coraggio e affrontare finalmente il genere sommo della sinfonia a cui aspirava da almeno vent'anni; solo che, fino a queste Variazioni, non si era mai sentito sicuro di poter padroneggiare bene l'orchestra. La Sinfonia Dal nuovo mondo (1893) è una delle prime composizioni americane della storia scritta utilizzando anche temi da spiritual e da canti indiani, quando il boemo Dvořák era direttore del National Conservatory of Music di New York.



Corsa all’ultimo biglietto per “Più meglio di te – La vera storia di Babbo Natale e la Befana”, il nuovo esilarante spettacolo, scritto e interpretato da Alessandro Riccio assieme a due attori comici amatissimi dal pubblico fiorentino: Gaia Nanni e Lorenzo Baglioni. Un irriverente e divertentissima pièce, in programma al Teatro Everest di Firenze dal 26 al 31 dicembre e dal 2 al 4 gennaio. Già sold out le prime tre date per una parodia buffa e spassosa, che questo Natale presenterà a grandi e piccini i lati più inaspettati e nascosti delle relazioni tra un irriconoscibile Babbo Natale alle prese con una Befana del tutto inaspettata, in un susseguirsi di lazzi, colpi di scena, battute e gag che lasceranno il pubblico senza fiato. “Portare sulla scena Babbo Natale e la Befana è stata un’impresa titanica! – racconta Alessandro Riccio – Non è semplice lavorare con personaggi così noti al grande pubblico, più conosciuti di qualunque divo del cinema o della musica internazionale. E’ un testo che combina la magia del Natale e la quotidianità, che mira a intrattenere e divertire il pubblico mostrando il lato più umano dei vari personaggi”. Otto date che non dimenticano la solidarietà: parte del ricavato verrà infatti devoluto a sostenere il lavoro di lotta alla povertà realizzato da Oxfam Italia e di assistenza ai bambini affetti dalla sindrome di Down portato avanti da Trisomia 21 Onlus.


Sono aperte anche per Santo Stefano e per l’Epifania le mostre organizzate dalla Fondazione Bardini Peyon dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze a Villa Bardini (Costa san Giorgio 2 – Tel. 055 2638599). Sono le rassegne ‘Moses Levy. Luce marina. Una vicenda dell’arte italiana 1915-1935’ e ‘Volti dell’Ermetismo. Venturino a Villa Bardini e all’archivio Bonsanti’. L’orario è 10-19; il biglietto costa 8 euro. In entrambe le date sono organizzate visite guidate alle 16.30 e alle 17.30. Sono aperte anche i giorni di Natale e di Santo Stefano e a Capodanno le mostre allestite nella sede dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze (Via Bufalini, 6 – Tel. 055 5384001 – Ingresso libero). Sono la collezione di soldatini appartenuta all’economista Alberto Predieri e l’antologica dedicata ad Alfredo Serri. L’orario in tutti questi giorni è 10-13; 15-19.



Sperimentare i giochi che arrivano da ogni angolo del globo e curiosare tra i mercatini natalizi per un regalo ‘last minute’ sì, ma d’effetto. È ormai un punto di riferimento del Natale fiorentino il centro commerciale sorto tra via di Novoli e via Forlanini, che durante le feste si anima ancor di più grazie a ‘Il Natale che vorrei’, il ricco programma di eventi organizzati per il secondo anno consecutivo dall’associazione Piazza San Donato. Da non perdere tutti i giorni dalle 11 alle 19 l’opportunità offerta dal ‘Giocamuseo’, allestito al primo piano del centro commerciale. E’ possibile sperimentare i più diversi giochi: dai birilli svedesi al Mancala, un gioco africano. E poi calcetto, Subbuteo, maxi pista elettrica per far sfrecciare le macchinine e tante attività di animazione.

Il 24 Dicembre alle ore 23 verrà inaugurato il Presepe di Lecore nella Chiesa di San Pietro a Lecore nel comune di Signa. Quest'anno il titolo della rappresentazione e' "Dalle Radici della Speranza nasce la vita". Dove poggiare le speranze per la nostra vita se non nella tradizione della fede cristiana e delle proprie famiglie? Per sottolineare maggiormente questa esperienza umana possibile a tutti il 27 Dicembre alle ore 21, ci sarà un concerto suggestivo e particolare di Riccardo Marasco, il cantautore di musica popolare esperto e ricercatore di Laudi Mariane della tradizione gregoriana e del Laudario di Cortona. Verranno eseguite e cantate preziose odi quasi dimenticate della tradizione popolare che valorizzano con la musicalità la venuta di Gesu' Bambino. Il titolo del concerto sarà: Festa, Festa peccatore, parole tratte da una Laude del 1657.Il concerto gratuito si terrà all'interno della chiesa con alle spalle il suggestivo scenario del Presepe. In allegato l'intera programmazione degli eventi. Per info 3388864431.



In occasione delle festività natalizie la Comunità Parrocchiale di Santa Brigida - con il patrocinio del Comune di Pontassieve e la collaborazione della ProLoco - organizza la manifestazione Natale a Santa Brigida. L'evento clou della manifestazione è il "Presepe Vivente", la tradizionale rappresentazione la cui prima edizione risale al 1984. La rappresentazione partirà il giorno della vigilia alle ore 22 e coinvolgerà più di 50 figuranti e la scenografia preparata sarà molto suggestiva con giochi di luce, costumi e musiche. Il Presepe Vivente si svolge all'aperto, a valle della Chiesa Parrocchiale in una sorta di anfiteatro naturale, un saliscendi immerso nel verde, dove verrà ricostruito sia il villaggio di Betlemme che la capanna dove nascerà Gesù. Il tutto con una voce fuori campo che si rifà al Vangelo di Luca. Questa coreografica rappresentazione sarà replicata i pomeriggi del 26 dicembre e del 6 gennaio alle ore 18,00.


Una festa per accogliere al meglio l’arrivo del Natale con il tradizionale bardiccio ed un buon bicchiere di vino. Mercoledì prossimo 24 dicembre a partire dalle 23 a Londa c’è la festa del Fusigno, una tradizione che si ripete da ormai 40 anni. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Londa in collaborazione con le aziende del territorio, la sezione Vab, l’associazione Ludorum Dies e il panificio Moncini. L’appuntamento è fissato per il termine della Santa Messa in Piazza della Repubblica (vicino al ponte sul torrente Rincine) qui saranno allestiti due falò dove sarà cotto il Bardiccio , una salsiccia tipica londese speziata e aromatizzata con finocchio che sarà servita con pane e vino sempre e rigorosamente locali. Quest’anno la nottata sarà anche allietata dalla musica, suonerà infatti il gruppo rock Grave Paradise. Quest'anno questa manifestazione è stata censita e ammessa alle votazioni per il Premio Italive 2014. Le votazioni espresse dai visitatori, che saranno raccolte fino a fine anno e giudicate da una commissione di esperti, determineranno il vincitore del Premio 2014 che verrà assegnato e consegnato il prossimo gennaio a Roma. Per votare basterà connetersi al sito. La storia orale tramanda che il termine "fusigno", deriva da “smangiucchiare”, “fare uno spuntino insieme dopocena intorno al focolare”. L’Amministrazione Comunale tutti gli anni rinnova questa importante tradizione come momento di socializzazione e di divertimento, oltre che per cogliere l’occasione per farsi tutti insieme gli auguri di Buon Natale.



Proseguono i concerti nel centro storico organizzati dall’assessorato alla cultura del Comune nell’ambito di Prato Festival. Nel giorno della Vigilia di Natale sarà protagonista il coro"Revolution Gospel Choir", diretto da Leandro Morganti, che, alle 17, canterà in piazza del Comune, proponendo brani gospel tradizionali, in piena atmosfera natalizia. Il coro nasce a Prato inizialmente come progetto, grazie alla passione per la musica del direttore artistico Leandro Morganti, che, con l’aiuto di Sergio Morganti, presidente del coro, realizza finalmente il suo sogno e nel 2006 fonda il Revolution Gospel Choir. Sin dalle prime esibizioni la formazione suscita grande interesse fra il pubblico, le autorità e gli addetti ai lavori e viene da subito sostenuto dal direttore ed insegnante Nehemiah H. Brown (USA) , fondatore della “Florence Gospel Choir School”. Il repertorio del coro è un viaggio attraverso la ‘musica nera’, dai tempi degli schiavi africani in America fino ai giorni nostri, e ripercorre la storia del blues, del jazz, del gospel, del rock fino ad arrivare all’R&B, oltre ad includere brani inediti scritti dallo stesso Morganti. Tutti i brani proposti sono in lingua inglese, ma il significato profondo che risiede in essi si diffonde grazie alle straordinarie voci dei ragazzi del coro e tocca il cuore di tutti, anche di chi non conosce la lingua, per uno spettacolo emozionante, gioioso e coinvolgente.



Arriva uno specialissimo Babbo Natale al Lido' di Montecatini Terme (Pt) che per il 25 dicembre propone una lunga giornata di appuntamenti per tutte le età. Ancora posti disponibili per il ricco pranzo di Natale che permetterà alle famiglie di godere dei suggestivi spazi architettonici del locale in un'atmosfera di festa davvero avvolgente. Non mancherà l'intrattenimento per i bambini con la speciale ed esclusiva presenza di Peppa Pig che coinvolgerà i piccini in giochi e foto. Anche il pranzo targato Lido' _ con inizio alle 13 _ sarà un regalo di Natale: costo di soli 39 euro (menù di pesce) per gli adulti mentre sarà gratis per i bambini da 0 a 3 anni e i giovani fino a 8 anni pagheranno 18 euro. La magica notte di Natale il Lido' cambierà volto per il Christmas Party che veicolerà tutti i presenti nello showbiz con personaggi da mille e una notte. Tanti volti noti della movida milanese che torneranno a festeggiare nel locale più 'cool' d'Italia: ci saranno la fascinosa modella Jennipher Rodriguez, l'ex opinionista di "Uomini e Donne" Karina Cascella, Guendalina Canessa ex del Grande Fratello e Franklin Santana il modello e attore venezuelano che ha partecipato a La Talpa e recitato ne L'ispettore Coliandro. La serata sarà davvero unica con animatori di livello provenienti dalle principali trasmissioni Mediaset come il performer Fabrizio Addes,Karina Bondar eletta nel 2013 Miss Girl of the Year oltre che Miss Lato B nel mondo 2014 e ballerina del Chiambretti Supermarket e Tanja una delle più gettonate nei corpi di ballo degli show Mediaset. Ma non è tutto visto che ci saranno ancoraElisabetta Roselli ex playmate di Playboy, la modella dei programmi Mediaset Anca Panduru, le modelle top Giselle e Patricia, per non parlare delle bellissime 'tentatrici' che hanno partecipato al programma di Maria De Filippi 'Temptation Island' Andrea Sasu e Ana Emilia Danciu.Sarà possibile vivere la serata, sotto la direzione artistica di Filippo Giaconi, anche nel nuovo spazio riservato the royal box, il priveè all'interno dell'arena (il cuore pulsante del locale) che rappresenta la zona più esclusiva del sabato notte con possibilità di prenotare tavoli vicino alla pista ma con la massima privacy.


Sabato 27 dicembre 2014 al teatro Mecenate alle ore 21,30 uno dei concerti più attesi della 19ma edizione del Toscana Gospel Festival. A rendere speciale un concerto gospel è quella forza misteriosa e speciale che la tradizione afroamericana del Toscana Gospel Festival riesce sempre a riproporre a livelli altissimi di qualità e intensità. Sabato 27 dicembre ad Arezzo ancora una volta questa magia si materializzerà grazie al gruppo di Cedric Shannon. Nato nel Missouri, Cedric ha trascorso la sua infanzia e adolescenza in un ambiente di fervore credente. Seguendo le orme del padre, ha iniziato a cantare nel coro giovanile, a nove anni cantava già da solista, e a undici ha fatto il suo primo concerto, accompagnato da un'intera orchestra. Diplomato al Central Visual and Perorming Arts di St. Luis, ha perfezionato il suo talento diplomandosi in musica e teatro, jazz e musical. Attore, cantante, insegnante, Cedric ha esordito nel mercato discografico a 25 anni, con un disco di grande successo "Salms of Deliverance". Si è esibito più volte in Vaticano, cantando alla presenza di Papa Giovanni Paolo II.


Anche quest’anno l’Acquario di Livorno festeggia con il pubblico le festività natalizie 2014 con una serie di iniziative, promozioni ed attività per il largo pubblico, rivolte in particolar modo a tutti bambini e ragazzi che tanto attendono il Natale in un’atmosfera di magia e sorpresa. Prosegue sino al 6 gennaio 2015, la speciale promozione “Porta una pallina di Natale, entri a metà prezzo”. Inoltre, apertura straordinaria tutti i giorni dal 26 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 inclusi. L’iniziativa promozionale rientra nell’attenzione che da sempre Costa Edutainment pone verso i più giovani e le famiglie e che si completa, oltre all’offerta economica, con il proseguimento delle animazioni in compagnia del polpo Otto e del percorso “Dietro le quinte” dedicate a bambini e famiglie con gli appuntamenti fino al 6 gennaio 2015.



Il Natale si avvicina e come ogni anno il Castello di Monteriggioni, uno dei borghi medievali più belli della Toscana, si veste per le feste con due eventi aperti al pubblico capaci di unire tradizione, spirito natalizio e valorizzazione del territorio. FIACCOLATA SULLA VIA FRANCIGENA. Il primo appuntamento è previsto per la sera del 24 dicembre 2014 quando, in collaborazione con il Club Alpino Italiano di Siena, il Comune di Monteriggioni organizzerà la tradizionale Fiaccolata di Natale sulla Via Francigena: un modo alternativo e suggestivo per attendere il Natale. Si tratta di un percorso affascinante, una camminata notturna tra Monteriggioni, Valmaggiore e Abbadia a Isola illuminata soltanto dal chiarore di centinaia di torce che, tutte insieme, formeranno un coreografico serpentone di luci. Il ritrovo è previsto alle ore 21 in piazza Roma, nel cuore del duecentesco Castello di Monteriggioni. Poi, alle 21.30, partirà la fiaccolata per arrivare ad Abbadia a Isola, passando attraverso un percorso di circa quattro chilometri con tratti alternati tra boschi e campi (è consigliato quindi un abbigliamento adeguato). Qui l'associazione volontariato ABBI organizzerà un punto di ristoro con prodotti tipici del territorio e sarà possibile partecipare alla S. Messa delle ore 23, celebrata nell'abbazia dei Santi Salvatore e Cirino. E dopo la messa il ritorno avverrà attraverso un servizio di navetta che porterà da Abbadia a Isola fino a Monteriggioni. La partecipazione alla camminata è gratuita, la fiaccola può essere acquistata prima della partenza. CONCERTO GOSPEL. E dopo il Natale il pensiero vola già al nuovo anno. Al Castello di Monteriggioni, infatti, si darà il benvenuto al 2015 a ritmo di gospel. Sempre nella bella e storica Piazza Roma, infatti, il 1 gennaio 2015 alle 16.30, si svolgerà il concerto dell'ensemble "Disciples Gospel Singer, un gruppo composto da giovani e bravi cantanti e musicisti (Donald Hurston, Trimeia Frasier, Laura Wilson, Rene Massey, Justin Deas, Keyboard) provenienti da Charleston. Il concerto, organizzato dal Comune di Monteriggioni in collaborazione con Siena Guitar Festival @SIENAGUITARFEST, è a ingresso libero.


Natale di giochi, divertimenti, musica ed eventi per grandi e piccini a San Quirico d’Orcia. Mercoledì 24 dicembre, Vigilia di Natale, doppio appuntamento con animazione natalizia alla biblioteca per i bambini (ore 10) e gli auguri videomusicali in Piazza della Libertà (alle 24). Il Natale a San Quirico d’Orcia proseguirà nella giornata di Santo Stefano (26 dicembre) con la proiezione del film “A Christmas Carol”, in programma alle 16.30 al Teatrino di Palazzo Chigi.

Redazione Nove da Firenze