Luci, alberi ed emozioni natalizie intorno a Firenze

Da domenica 8 dicembre un ricco periodo di eventi che condurrà sino all'Epifania. Il Christmas Market di Manifattura Tabacchi dedicato ad artigianato e design. Un concerto a Santa Maria del Fiore. Evento benefico a Firenze per Cure2children e l'Istituto degli Innocenti. 30 presepi d’artista al Rivoli Boutique Hotel. La pista sul ghiaccio in Chianti. A San Piero a Sieve il Treno della Befana. Via dei Presepi, edizione record per il “Decennale” a Castelfiorentino


FIRENZE- Il 7 e l’8 dicembre 2019 il B9 di Manifattura Tabacchi si trasformerà in un grande mercatino natalizio: 600 mq dedicati al design e all’artigianato, con pezzi unici e in tiratura limitata. I maker di B9 apriranno i loro atelier per un’esclusiva vendita natalizia delle loro creazioni e dei prodotti, da accessori a pezzi di design unici, realizzati da special guest invitati per l’occasione. Nello spazio “Festa” di B9 si terrà l’evento, realizzato in collaborazione con l’Associazione Heyart, che vedrà la partecipazione di oltre 40 espositori provenienti da tutta Italia, tra artigiani tradizionali e digitali, designer e illustratori che presenteranno prodotti originali, rigorosamente handmade e in gran parte eco-friendly ed ecosostenibili. Non mancheranno buona musica e invitanti proposte enogastronomiche, oltre a laboratori creativi dedicati ad adulti e bambini e spettacoli per i più piccoli.

Domenica 8 dicembre per la Festa dell'Immacolata arriva “So this is Christmas”, evento ideato dall'Associazione "I Medici - Friends for Florence” a sostegno dell'Istituto degli Innocenti, una delle più antiche istituzioni italiane dedicate alla tutela dell’infanzia, e di Cure2children, la Fondazione che promuove la cura dei bambini affetti da malattie oncologiche (inizio ore 15:30 - info 340 4664033 / 3407315811). Musica classica e musica pop, intrattenimento, animazione per bambini, canti di Natale e tantissimi artisti, tra cui spicca Piero Torricelli, comico della trasmissione televisiva Zelig e ambasciatore di Cure2children. L'evento sarà presentato da Francesca Romeo, conduttrice televisiva di Rtv 38. Tra i vari ospiti che interverranno gli attori Desirée Noferini e Rosario Campisi, oltre alla cantautrice Marilena Catapano che si esibirà in un breve live. Spazio anche alla musica classica con il pianista David Boldrini (Italian Opera Florence) e il Coro di voci bianche della Scuola di Musica di Fiesole. Si aggiungono infine Tiziana Bellavista (soprano), Ramona Gabriela Peter (mezzosoprano), Davide Ciarrocchi (tenore), Romano Martinuzzi (baritono) dal Coro del Maggio Musicale Fiorentino. I quattro cantanti interpreteranno una selezione di arie d’opera di Mozart, Verdi, Puccini e Mascagni. L'iniziativa è patrocinata dal Comune di Firenze e dall'Istituto degli Innocenti ed è organizzata dall'Associazione "I Medici - Friends for Florence” la cui Mission è quella di sostenere iniziative in ambito sanitario (organizzare giornate di check-up gratuiti, visite specialistiche e diagnostica per screening e prevenzione oncologica - promozione alla salute), promuovere attività in ambito sociale che aiutino e sostengano le persone più svantaggiate (anziani, bambini e disabili), creare un luogo attivo e dinamico per proporre e sviluppare idee e creare opportunità per giovani di talento, diventare trait d'union tra le diverse fondazioni e associazioni sostenendo di volta in volta iniziative diverse.

Giovedì 12 Dicembre, Note al Museo - la rassegna musicale dell’Opera di Santa Maria del Fiore con la direzione artistica di Francesco Ermini Polacci - celebra in musica il Natale, e lo fa con un ricco florilegio di famose ma anche rare pagine strumentali dell’epoca barocca italiana, direttamente ispirate dalla festa più attesa dell’anno. Da Corelli, con il notissimo Concerto “Fatto per la notte di Natale”, a Manfredini, da Scarlatti a Torelli e Vivaldi, il programma è stato appositamente disegnato per evocare suggestive atmosfere natalizie dei Sei-Settecento. A farle rivivere, con le sonorità degli strumenti d’epoca e stile filologico, è il gruppo italiano Concerto de’ Cavalieri, con Federico Guglielmo violino principale, e sotto la bacchetta del suo fondatore Marcello Di Lisa. Una formazione che si è conquistata una sua notorietà internazionale grazie alla riscoperta di inedite partiture del Settecento italiano, documentata anche da un’articolata quanto premiata attività discografica, e a collaborazioni con cantanti di rilievo come Daniela Barcellona, Vivica Genaux, Ann Hallenberg, Andreas Scholl.

L'attualità che si fa spazio nella tradizione più cara del Natale, tra i 30 presepi d'artista che verranno esposti per l'ottavo anno consecutivo al Rivoli Boutique Hotel di via della Scala a Firenze, dall'8 dicembre al 6 gennaio, tra le eleganti sale dell'ex convento francescano risalente al XIV secolo. Raffigurazioni della Natività speciali, finemente ricostruite che rimandano a vicende che hanno segnato gli anni appena passati. Ecco dunque che in questa edizione ci sarà la riproduzione del Ponte Morandi, un omaggio alle vittime e insieme un monito per tenere alta l'attenzione su un tema drammaticamente attuale. Ci saranno opere uniche e monumentali, come il maxi presepe lungo 3 metri e profondo 1,60 di Claudio Ladurini, artista originario di Fiumalbo, in provincia di Modena. I suoi lavori, piccoli o grandi che siano, sono creazioni originali e ricercate, creati per far riflettere più che sorprendere. L'artista celebra la nascita di Gesù con ricostruzioni minuziose, realizzate in legno, ceramica e terracotta. La tradizione popolare viene esaltata e rivisitata attraverso la lente dell’attualità e degli importanti accadimenti che a volte possono sconvolgere il nostro quotidiano. Vengono proposti, tra gli altri, il tema dei migranti, del Papa e della tecnologia che conquista sempre più spazio nel nostro mondo. La mostra entra, come l'anno scorso, nel più grande progetto "Metti un presepe in Vetrina" promossa dai laici del vicariato di San Giovanni che coinvolge le attività e le botteghe del centro. All’ingresso, come sempre, ci sarà il Villaggio di Babbo Natale, ideato e realizzato da Salvatore Sciuto, con giochi di luci e strutture in movimento, dove la figura divertente di Santa Claus dà un'altra lettura del Natale, giocosa e spensierata: i suo magici Elfi sono all'opera, all'interno della Fabbrica dei Giocattoli, per la realizzazione dei doni da portare ai bambini. Novità di quest'anno: un vulcano che, attraverso un gioco di luci, simulerà un'eruzione, per un omaggio all'Etna e alle proprie origini siciliane. La mostra, a ingresso gratuito, è aperta ogni giorno dalle 11 alle 23. Come la scorsa edizione, che ha registrato oltre 4mila presenze, sarà anche un'occasione per raccogliere donazioni da destinare alla Fondazione Tommasino Bacciotti. Inaugurazione dunque domenica 8 dicembre, dalle ore 16, alla presenza dell'abate di San Miniato a Monte, padre Gianni Bernardo.

Venerdì 6 dicembre alle ore 16:00 prenderà il via il mercato natalizio di Scandicci “Pezzi Unici il tuo regalo fatto a mano”, organizzato da Confartigianato Imprese Firenze con il patrocinio del Comune di Scandicci. All'inaugurazione sarà presente anche una delle protagoniste della fiction “Pezzi Unici” l’attrice Anna Manuelli. In Piazza Togliatti, nell’area circoscritta tra via Monti e Via De Amicis, 18 aziende artigianali di qualità, depositarie di antiche tradizioni, esporranno i propri prodotti artistici per suggerire idee regalo da mettere sotto l'albero di Natale. Pezzi unici, fatti a mano, spazieranno dall'argenteria ai cappelli paglia, dalla pelletteria ai tessuti, da sculture e pitture ai prodotti da erboristeria, profumi e cosmetici artigianali, ma anche bici elettriche, acqueforti, arredamento. Non mancheranno interessanti momenti di lavorazioni dal vivo: gli artigiani dimostreranno i passaggi salienti del loro lavoro, fatto di passione e professionalità. Mentre banchi di street food artigianali di qualità consentiranno pause golose. Il mercato sarà plastic free al 100%. Verranno utilizzati prodotti riciclati ed ecocompatibili. E molti degli espositori presenti realizzano i loro manufatti utilizzando materiali recuperati. 

Si apre domenica a San Piero a Sieve un ricchissimo programma di eventi che accompagnerà sampierini, mugellani e visitatori per tutto il periodo delle festività, per concludersi con il tradizionale appuntamento dell’Epifania. Domenica 8 dicembre artigiani, antiquari e semplici appassionati in piazza per l’edizione natalizia di “Mercanzie in Piazza” che per l’intera giornata, dalle 9, vedrà Via Provinciale colorarsi di luci, animarsi di voci e delle merci più disparate, con un ricco mercatino natalizio, il mercatino delle scuole di San Piero, animazione per bambini a cura di Festa&Festa e stand gastronomici con cioccolato, ciambelline e vin brulè a cura del Circolo Insieme e la musica itinerante di Silvano Blues DJ. Alle 12, nell’Oratorio della Compagnia, l’inaugurazione della mostra fotografica di Francesco Noferini e Carla Giuseppina RombyIl medioevo ritrovato – 1000 anni della Basilica di San Miniato: dalla basilica Romanica ai restauri dell’Ottocento”, a cura del Comitato per il Millennio della Pieve di San Piero. Ed a concludere una giornata ricchissima, alle 18 si avrà l’accensione delle luci natalizie che darà nuova luce al centro di San Piero ed in contemporanea, sempre presso la Pieve Millenaria, il concerto della Corale di Santa Cecilia di Borgo San Lorenzo diretta da Andrea Sardi. Le iniziative proseguiranno poi venerdì 13, alle 21, presso la Pieve di San Pietro, con il concerto del Coro Academy Singers, diretto da Gianni Mini ed accompagnato dal pianista Paolo Mugnai. Sabato 21 dicembre, Villa Adami ospiterà, a partire dalle 21, il monologo teatrale “Novecento” di A.Baricco, interpretato e diretto da Fabrizio Pinzauti. Mentre la Vigilia di Natale, alle 18, sul Sagrato della Pieve di San Pietro, ci sarà l’occasione di brindare alle feste, ed in contemporanea l’estrazione della sottoscrizione a premi a cura del Centro Commerciale Naturale de' Medici. Ma le iniziative non si esauriranno con Natale: sabato 28 dicembre, presso la Pieve, “Melodie Immortali” esibizione del Quartetto musicale e vocale della Camerata de’Bardi. Di tutt'altro genere il concerto rock agricolo dei “Quarto Podere” in programma domenica 5 gennaio, alle 21 presso l’Auditorium di San Piero. A conclusione del periodo festivo, secondo l’antico adagio che “l’Epifania, tutte le feste le porta via…” sabato 6 gennaio, oltre all’appuntamento di “Mercanzie con la Befana” lungo la via Provinciale, è previsto il consueto arrivo del suggestivo “Treno a vapore della Befana”, con rinfresco e giochi per tutti i bambini nel centro stoico e la tombola della Befana, alle 14.30, a Villa Adami.

Si preannuncia un’edizione da record per “La Via dei Presepi a Castelfiorentino”, che quest’anno celebra il suo Decennale in modo davvero spettacolare. Sono oltre 70 i presepi artistici e artigianali disseminati lungo 52 postazioni che si potranno ammirare nel centro storico alto a partire da domenica 8 dicembre (ritrovo ore 16.00, Piazza del Popolo) quando un corteo di musici e sbandieratori accompagnerà i visitatori fino alla Pieve per l’inaugurazione di uno dei presepi-simbolo di questa 10° edizione: una natività allestita con personaggi a grandezza naturale, animata da “InCanti di Natale”; una sequenza di video-scenografie luminose, atmosfere evocative che disegnano sulle antiche mura della Pieve la notte stellata del deserto, con le sue dune e le sue “presenze”, mentre in cima alla Torre una grande stella cometa indicherà il cammino a tutti gli abitanti di Castelfiorentino. Una “Via dei Presepi” particolarmente ricca nei numeri, dunque, ma anche per la qualità degli effetti speciali delle installazioni e la fantasia dei presepisti, che si sono cimentati nella realizzazione di piccoli e grandi capolavori utilizzando i materiali più impensati, perfezionandone alcuni già spettacolari e inventandone di nuovi. Presepi per stupire, come il “Presepe nel pozzo”, con un effetto cascata scenografico, oppure per pensare, come il “Presepe” con i Pinocchi, una natività tradizionale che intende lanciare il messaggio divino del bambin Gesù portatore della luce della “verità” in un mondo di menzogne, rappresentate da centinaia di pastori raffigurati con il famoso burattino di Collodi (via Ferruccio). Ancora, Presepi che hanno fatto la storia della manifestazione, come il “Presepe meteorologico”, in grado di scandire vari momenti della giornata e le mutevoli condizioni meteo passando dal mattino al tramonto, dalla nebbia al temporale (pioggia compresa) fino all’arcobaleno e all’immancabile caduta della neve (Chiesa di San Filippo), o il “Presepe in bicicletta”, che quest’anno si è praticamente sdoppiato grazie a una natività allestita in via Ferruccio e l’altra addirittura in Vaticano, nella sala di San Pio X (Castelfiorentino partecipa infatti alla 43° edizione di “Cento presepi dal mondo”). Presepi artistici e artigianali disseminati ovunque: dai davanzali ai balconi, dalle chiese alle vetrine dei negozi, in miniatura e di grandi dimensioni, lungo i nuovi sentieri di accesso al “Parco Piovanelli” che sono stati recentemente restaurati e riqualificati. Presepi allestiti dalle associazioni, dagli anziani (Casa di Riposo “EMD Ciapetti”) dai giovanissimi dei gruppi parrocchiali, dagli alunni e studenti dell’Istituto Comprensivo. Questi ultimi, oltre a una mostra di tutte le natività realizzate in dieci anni di partecipazione alla manifestazione, presenteranno anche il “Creato attende..”, riflessione dedicata al tema dell’ambiente visto come “Casa Comune”, realizzato con materiale di recupero. Un presepe che rappresenta il momento conclusivo di un percorso di ricerca su Davide Dall'Osso, artista che ha abbellito la città di Castelfiorentino con le sue sculture (realizzate, come è noto, utilizzando per l'80% materiale di recupero industriale). “La via dei Presepi” sarà aperta dall’8 dicembre al 6 gennaio nei seguenti orari: sabato, domenica e festivi ore 15.00-19.30, e che il cuore del centro storico alto (piazza del Popolo) sarà raggiungibile anche con il “Trenino natalizio”. Un nutrito calendario di eventi speciali contribuiranno a rendere la manifestazione ancora più ricca: dopo la serata inaugurale di Domenica 8 dicembre (con il gruppo di musici e sbandieratori della “Contrada San Pierino”) sabato 14 dicembre è in programma “Aspettando il Natale” a cura dell’Accademia della danza di Castelfiorentino e Certaldo (Pieve di Sant’Ippolito); a seguire, un nutrito calendario alla Collegiata di San Lorenzo: domenica 15 dicembre benedizione dei “Bambinelli”, giovedì 26 dicembre concerto natalizio del Coro di San Lorenzo (con i poeti Paolo Parrini, Maria Grazia Lotti, Massimiliano Chiti), domenica 29 dicembre spettacolo “Il colore del vento, il profumo del grano” (Compagnia teatrale “Passi di Luce”), sabato 4 gennaio Santa Messa presieduta da S.E. Mons. Luigi Marrucci, parroco di Castelnuovo d’Elsa nel periodo 1975-1985; domenica 5 gennaio Laudi e canti natalizi dell’antichità e della tradizione (gruppo “Viridiana”) e lunedì 6 gennaio arrivo dei Magi a Cavallo.

Con le ghirlande di luci che illuminano ogni frazione e gli abeti vestiti a festa, messi a disposizione dall’amministrazione comunale, Barberino Tavarnelle accende il primo Natale da comune unico. Un incanto di musiche, abilità artigianali e fantasie da mettere sotto l’albero e condividere all’aperto. Nei borghi e nelle piazze, trasformate per l’occasione in piste di ghiaccio su cui far scivolare sogni e pattini, il benvenuto alla celebrazione della Natività è un mese di eventi in cui le vocazioni dei cittadini si intrecciano e si fondono.

L’atmosfera natalizia si prepara a invadere il Castello di Monteriggioni e il Complesso monumentale di Abbadia Isola con “Monteriggioni sotto l’albero”, cartellone di eventi che animerà il periodo delle feste fra musica, mercatini, tradizioni, storia e attività per bambini a partire da sabato 7 dicembre. Le iniziative contano sul patrocinio del Comune di Monteriggioni e sulla collaborazione con Monteriggioni A.D.1213, l’associazione Amici del Castello di Monteriggioni, l’associazione culturale L’Agresto e il CAI Sezione di Siena. Apertura fra tradizione e storia. “Monteriggioni sotto l’albero” si aprirà sabato 7 dicembre, alle ore 17, con la tradizionale accensione dell’albero di Natale in Piazza Roma, nel cuore del Castello di Monteriggioni, organizzata dall'Associazione Amici del Castello di Monteriggioni e accompagnata dal Coro della Cappella Universitaria di Siena. Domenica 8 dicembre, a partire dalle ore 16.30, sarà la volta del Natale ad Abbadia Isola con laboratori creativi e uno spettacolo teatrale per bambini ospitati nelle sale del Complesso monumentale fino alle ore 19.30. Alle ore 21.30, inoltre, la Sala Ildebrando ospiterà la lettura teatralizzata “Le origini del Natale”, terzo appuntamento della rassegna “In Chiostro”, con un dialogo tra un monaco di Abbadia Isola e un cavaliere agnostico raccontato dalle voci narranti di Matteo Marsan e Davide Lettieri e accompagnato dalle musiche di Giacomo Rossi. Il cartellone “Monteriggioni sotto l’albero” continuerà domenica 15 dicembre nel Castello di Monteriggioni, dalle ore 9 alle ore 19, con “Regali dal passato”, mercatino di collezionisti, ceramisti, artigiani e produttori locali, mentre il Complesso Monumentale di Abbadia Isola ospiterà, alle ore 21, “La favola di Valibona”, quarto appuntamento della rassegna “In Chiostro, con uno spettacolo teatrale tratto dal fumetto di Jacopo Nesti e Francesco Della Santa “L'eroe partigiano” la lotta di liberazione di Lanciotto Ballerini, scritto e interpretato da Antonio Fazzini. “Monteriggioni sotto l’albero” tornerà martedì 24 dicembre con la tradizionale Fiaccolata di Natale lungo la Via Francigena, con partenza alle ore 21 dal Castello di Monteriggioni e arrivo ad Abbadia Isola, organizzata dalla Sezione CAI di Siena. Sabato 28 dicembre, alle ore 18.30, sarà la volta del Concerto di Natale “Swinging Xmas” nel Castello di Monteriggioni, in Piazza Roma, con un repertorio natalizio in chiave jazz, mentre martedì 31 dicembre Monteriggioni saluterà il 2019 e accoglierà il 2020 con il Capodanno Medievale nel Complesso monumentale di Abbadia Isola dalle ore 19.30, organizzato per la prima volta dall’Associazione L’Agresto con un banchetto a base di piatti medievali accompagnato da giocolieri, giullari, maghi e trampolieri. Per informazioni, è possibile consultare il sito www.medievalitaly.it, mentre per il noleggio dei costumi medievali è possibile contattare l’indirizzo mail info@agrestomonteriggioni.it. Il nuovo anno, poi, sarà salutato mercoledì 1° gennaio, alle ore 15.30 nel Castello di Monteriggioni sulle note della musica gospel con il gruppo JP & the Soul Voices.

Redazione Nove da Firenze