Idee regalo a base di prodotti della terra domani al Mercatale in Empoli

Sarà ancora ospite Pino Mariella con le arance di Tursi. E a Montelupo il mercato prosegue fino alle ore 18.00


EMPOLI – Ultimo ‘Mercatale’ prima del Natale. Sui banchi del mercato agroalimentare empolese, domani, sabato 19 dicembre 2020, in Via Bisarnella, zona parco Mariambini, dalle 8 alle 13, gli affezionati troveranno come sempre prodotti di qualità, genuini, a chilometro zero ma anche, come già detto, prodotti ‘fuori porta’: ospite ancora una volta l’azienda agricola di Pino Mariella con le sue succose arance direttamente dalla Basilicata e più precisamente dalla bella Tursi.

Si conferma ancora protagonista l’olio nuovo dell’azienda agricola di Roberto Romagnoli di Montespertoli che a Empoli porta anche carne di vitello, di maiale e salumi. Il Papini invece espone sul banco miele nostrano. Sempre da Montespertoli il Colle Fiorentino con la sua varietà di ortaggi di stagione. Gli immancabili formaggi di Maria a latte crudo dalla della Volterra. Da Lastra a Signa il pane di grani antichi del forno di Romolino. L’azienda agricola di Luigina da Certaldo che porterà come sempre verdure di stagione. Marco da Castelfiorentino dalla sua macelleria delizierà i palati con salumi di filiera rigorosamente toscana. Infine, Andrea con fave, marmellata, uova e una variegata scelta di verdure. Tornano da Pistoia il vivaio Petreti e Pischedda con una vasta varietà di piante, fiori e piante aromatiche.

Più tempo per fare compere e minor rischio di affollamento: il mercato settimanale di Montelupo, sabato 19 dicembre sarà prolungato fino alle ore 18.00. La richiesta è arrivata all’amministrazione comunale da parte di Confesercenti e il comune di Montelupo ha risposto positivamente nella convinzione che possa essere un’opportunità per il commercio e anche un modo per ridurre la concentrazione delle persone.

«Il commercio, lo ripetiamo da mesi, è uno dei settori maggiormente vessati dalla crisi economica conseguente all’emergenza sanitaria. L’amministrazione ha cercato in tutti i modi di accogliere le istanze provenienti sia dai negozianti che dagli ambulanti. Ricordiamo che già prima che lo decidesse il Governo avevamo stabilito la possibilità di non fa pagare la tassa di occupazione suolo pubblico. La situazione sanitaria non ci consente di fare iniziative di alcun tipo, ma il prolungamento del mercato costituisce da un lato un incentivo per le persone a fare acquisti in centro a Montelupo, ma dall’altro anche un modo per diluire la presenza delle persone ed evitare quindi assembramenti», afferma l’assessore al commercio Simone Focardi.

Redazione Nove da Firenze