Rubrica — Editoria Toscana

Firenze Libro Aperto: tutte le novità del festival del libro di Firenze

Firenze Libro Aperto 2018 - Anteprima

Editori protagonisti. Incontri con autori, reading e performance musicali, comics, giovani e scuole, concerti


Firenze torna capitale del libro. Dal 28 al 30 settembre la seconda edizione alla Fortezza da Basso per Firenze Libro Aperto, il festival del libro di Firenze con il patrocinio di Regione Toscana, Consiglio regionale della Toscana e Comune di Firenze che viene promosso ai piani alti: dopo una prima edizione sotto ai Bastioni, sarà quest'anno al Padiglione Spadolini.

Tema i “Ponti” come filo conduttore scelto dalla direzione in questa edizione 2018: ‘la lettura come chiave di comprensione delle molteplici sfaccettature della realtà che sottolinei i legami nascosti e inattesi, offrendo nuove prospettive di conoscenza dell’oggi, con uno sguardo al passato e uno al futuro’.
Molti gli incontri, su quindici sale, di cui tre interamente dedicate ai più piccoli. Tanti gli ospiti tra i quali Alicia Gimenez Bartlett, Stefano Benni, Nanni Moretti, Diego De Silva, Vittorio Giardino, Giacomo Keison Bevilacqua, Sandrone Dazieri, Anna Maria Falchi, Leo Ortolani, Paolo Genovese, Antonio Manzini, Sio, Andrea Scanzi, Leonardo Gori, Sergio Staino, Sara Rattaro, Giuliano Scabia, Gianni Biondillo, Valentina D'Urbano, Federica Bosco, Anna Premoli, Claudio Marazzini, Paolo Crepet, Lorenza Indovina, Marco Vichi, Claudio Piersanti, Roberto Recchioni, Marcello Fois, Giampaolo Simi, Francesco Recami, Valerio Aiolli, Emiliano Gucci, Matteo Bussola, Vladimir Luxuria, Paola Barbato, Roberto Cotroneo.

«Numerosi incontri, presentazioni ed eventi cercheranno di ridurre le distanze tra le persone, tra mondi culturali e letterari distanti, tra differenti forme di espressione e di comunicazione – spiega Paolo Cammilli, direttore del Festival - Con questo ambizioso progetto che, lo rivendichiamo con orgoglio, non si avvale di contributi pubblici, vorremmo offrire un luogo di incontro e di scambio, nel quale tutte le realtà culturali ed editoriali possano interagire con un ampio pubblico, condividendo idee e proposte per costruire così nuovi ponti da attraversare insieme».

In particolare verranno affrontati i principali temi legati alla cultura. Molti gli incontri sulla lingua italiana e sul tema della parola, alcuni dei quali curati direttamente dall’Accademia della Crusca e della Società Dantesca italiana, con Claudio Marazzini, Andrea Felici, Vera Gheno, Bruno Mastroianni ed altri.

I reading Numerosi i reading, anche musicali, per permettere un approccio diverso alla lettura, tra cui quello di Nanni Moretti, reading spettacolo di due ore il Sabato 29 con Nanni Moretti che legge Ginzburg e Parise. Il regista leggerà alcuni estratti tratti dai “Sillabari” di Goffredo Parise e da “Caro Michele” di Natalia Ginzburg e quello di Lorenza Indovina della Domenica 30, ma anche reading di poesia e di letteratura per l’infanzia, ben cinque al giorno, dei classici per ragazzi. Un progetto importante sarà la presentazione dei quindici migliori progetti di avvicinamento alla lettura per i ragazzi portati avanti dal sistema dell Biblioteche toscane coordinato dalla regione Toscana, che parteciperanno ognuna con un evento di un’ora che faccia parte del progetto e coinvolga i ragazzi.

Ampio spazio anche alla letteratura di viaggio e cammino, con particolare attenzione a un corretto approccio alla natura e al rispetto dell’ambiente, con incontri cui tre giorni, con Cai e Avventure nel mondo, nonché con i maggiori festival di viaggio in Italia. Incontri con tutti i gruppi di lettura la domenica mattina, anche con alcuni degli autori presenti con l’esperienza del Book Club, I gruppi di lettura a confronto a cura di Cultura Commestibile coordinato da Paolo Ciampi e Simone Siliani. Una particolare attenzione al cinema, con Antonio Frazzi, Diego De Silva, Antonio Manzini e altri ospiti che parleranno del rapporto tra scrittore e camera da presa con un focus sul Cinema Western; e al genere ‘giallo’ in collaborazione con Pistoia Giallo.

Molti gli appuntamenti sulla cucina e sul benessere, con uno Show Cooking attrezzato, sia per chef stellati che per i giovani delle scuole alberghiere. Tra i momenti di incontro anche quelli con i campioni dello sport che saranno presenti al Festival per raccontare in un dialogo con il pubblico le loro esperienze di vita.

I Comics Infine un’ampia sezione, sui tre giorni, dedicata al comics e al disegno grafico, con ospiti importanti tra cui Vittorio Giardino, Leo Ortolani, Magnasciutti, Tuono Pettinato, Caluri e Pagani, Roberto Recchioni, Sio, Tito Faraci, Giacomo Keison Bevilacqua, Andrea Plazi e molti altri, con appuntamenti e workshop sui tre giorni.

Ampio spazio sarà dedicato alla musica: anteprima del festival con Stefano Bollani in piano solo il 26 settembre. Poi sarà la volta di Francesco Tricarico, Roberto Vecchioni, Francesco Motta, Leeroy Thornhill, Modena City Ramblers, Bud Spencer Blues Explosion, Dj Claptone e Ginevra di Marco. Al centro degli appuntamenti anche le illustrazioni e il fumetto, la filiera editoriale, la traduzione, la cucina, il viaggio, l’arte e la fotografia, con mostre legate al tema principale dei ‘Ponti’.

La borsa degli inediti Tutti gli autori di libri inediti potranno partecipare alla ‘Borsa degli inediti’ un incontro gratuito con gli editori presenti al Festival. Venerdì 28 Settembre, dalle ore 14 alle ore 17.30 gli autori potranno presentare alle case editrici interessate la loro opera. Saranno accettati tutti i generi letterari, compresa, ovviamente, la poesia. Gli autori dovranno presentarsi con il manoscritto, brevi note biografiche e un'accurata sinossi, che verrà discussa con gli editori.

Le scuole Firenze Libro Aperto darà ampio spazio a bambini, adolescenti e giovani e alle scuole con la direzione artistica di Stefania Costa presidente Associazione culturale La Nottola di Minerva. Tutte potranno partecipare al Festival. Ci saranno tre sale appositamente dedicate ai più giovani nelle quali, tre giorni su tre, dalle 10 alle 20, si alterneranno oltre 100 appuntamenti tra presentazioni di libri, laboratori, letture ad alta voce, eventi, incontri con autori e artisti. Ci sarà inoltre un’intera sezione comics e illustrazioni, con incontri ed eventi di prestigio. Sarà anche possibile per le scuole, dietro compilazione del modulo, prenotare la propria partecipazione ai singoli eventi.

La rivoluzione della fiera libraria Firenze Libro Aperto ha scelto di permettere la partecipazione degli editori a prezzi particolarmente bassi rispetto alle altre fiere, (circa il 70% in meno) proprio per permettere alla case editrici più piccole di partecipare, includendo la possibilità di almeno una presentazione gratuita nel programma principale.

Infine, un’offerta gastronomica integrata di altissimo profilo impreziosita da qualificate presenze nell’ambito dello street-food e da uno show-cooking interpretato dai migliori nomi dell’alta cucina italiana e internazionale.

La Regione Toscana porta e presenta al festival "Firenze Libro Aperto", che si terrà alla Fortezza da Basso dal 28 al 30 settembre, diciassette buone pratiche di promozione della lettura: quattordici sono rivolte ai bambini e ai ragazzi (e alle loro famiglie) e tre ai giovani adulti. "E' un progetto che valorizza il ruolo delle biblioteche - spiega la vice presidente ed assessore alla cultura, Monica Barni - e che coinvolge un pubblico difficile, quello dei ragazzi adolescenti che sono i soggetti più a rischio di abbandono dell'abitudine alla lettura". Ma il valore aggiunto delle diciassette pratiche è soprattutto quello di essere parte di un paniere di azioni coordinate dove si cercano nuove alleanze e sinergie tra tutti gli attori del sistema. Con l'obiettivo, alla fine, di rendere quelle pratiche ed azioni continuative.
"La lettura – ripete Barni – è una risorsa strategica su cui investire, un valore sociale e civile da sostenere". Da qui l'idea del progetto "Leggere in Toscana", un progetto che arriva da lontano e che si compone di partecipazione a festival letterari (a partire da quello di Torino) ed incontri sul territorio, del finanziamento a progetti sulla biblodiversità o all'attività delle reti documentarie ma anche della valorizzazione dell'editoria indipendente o del sostegno alle biblioteche che vanno in cerca nelle piazze o nei centri commerciali di potenziali lettori perduti.
La Regione Toscana sarà presente al festival "Firenze Libro Aperto". Delle diciassette buone pratiche che saranno raccontate nella tre giorni fiorentina dieci riguardano i progetti sulla bibliodiversità ammessi e finanziati col bando regionale, ovvero quella produzione meno standardizzata ma che aiuta ad arricchire pluralità e diffusione delle idee. Un paio di iniziative riguardano la scuola e i progetti educativi di zona. C'è anche un focus rivolto alla fascia dei piccolissimi, quelli da zero a sei anni, e poi un'iniziativa che riguarda la lettura in ospedale, in particolare in un ospedale pediatrico. Per adolescenti e giovani adulti si va da un progetto di libri per ragazzi letti da altri ragazzi ad un reading teatrale e musicale sul ‘68 ad una performance letteraria e sonora, in una ricercata contaminazione di linguaggi. Ecco tutt e le buone pratiche che saranno oggetto di incontri.

Nell’ambito della manifestazione Firenze Libro Aperto, CNA Editoria Toscana organizza la tavola rotonda "Mettersi in gioco" il coraggio e le difficoltà di essere una giovane editrice in Italia. L'appuntamento è per le ore 15 di venerdì 28 settembre; partecipano: Lorena Lo Giudice, Edizioni SuiGeneris; Massimo Pica, autore del “Morandazzo”, dizionario cinematografico comico, edizioni SuiGeneris; Vitaliano Alessio Stefanoni, CNA Editoria Piemonte; introduce e modera Luca Betti, CNA Editoria Toscana.

Lorena Lo Giudice e Massimo Pica ci porteranno a conoscenza della loro esperienza editoriale: la casa editrice “SuiGeneris”, nata nel 2014 da giovani che, con il supporto di CNA del quale ci parlerà Vitaliano Alessio Stefanoni, responsabile Editoria CNA Piemonte, si sta muovendo con successo nel panorama editoriale italiano. Gestita in modo eccellente e ricca di energia affronta la sfida difficile delle piccole case editrici mantenendo la propria identità e facendone l’energia propulsiva per imporre le proprie qualità. Questi esempi sono una vera ricchezza per tutta l’editoria italiana: Luca Betti, portavoce di CNA Toscana Editoria, ha colto questa preziosa opportunità facendo sì che il 28 settembre prossimo nel contesto di “Firenze Libro Aperto” i colleghi toscani possano trarre spunti per arricchire il proprio bagaglio di conoscenze.

Il programma è consultabile su firenzelibroaperto2018.it

Informazioni: info@firenzelibroaperto2018.it - segreteria@firenzelibroaperto.it

tel. +39 055 584378

Biglietti Firenze Libro Aperto: venerdì mattina 7 euro, gli altri giorni 10 euro intero, comprensivo dei concerti. Ridotto euro 5 e 8. Abbonamento tre giorni 20 euro. Concerto Stefano Bollani e ingresso al festival entro le 14.30 15 euro.

Prevendita biglietti concerti: circuito Box Office e Ticket One.

Editoria Toscana — rubrica a cura di Antonio Lenoci

Antonio Lenoci

Antonio Lenoci — Giornalista. Nato nel 1979 a Firenze è stato speaker radiofonico a Radio Rosa Toscana. Ha collaborato con Testate online della Toscana. Corrispondente da Firenze per Radio Bruno, network radiofonico nazionale.

E-mail: nove@nove.firenze.it