Rubrica — Europe Direct

Festival d'Europa: l'inaugurazione domani

Alle ore 17.30 in piazza Santa Maria Novella. Cyber security, qualità nel settore agroalimentare, donne e cambiamento nel Mediterraneo tra i temi della prima giornata. Giovedì 7 Unione europea e immigrazione all'Università di Firenze


Domani si aprirà la terza edizione del Festival d’Europa. La cerimonia di inaugurazione si svolgerà in piazza Santa Maria Novella alle ore 17.30 alla presenza dei partner istituzionali e dei soggetti promotori del Festival. Seguirà l'esibizione degli sbandieratori degli Uffizi. Tra gli appuntamenti clou della prima giornata segnaliamo, dalle ore 14.30, a Villa Salviati l'apertura di "The State of the Union". Tra i relatori della giornata, Romano Prodi, ex Primo Ministro italiano, Giorgio Napolitano, ex Presidente della Repubblica Italiana, e, presso la Badia Fiesolana, dalle ore 16.30, Giuliano Amato, ex Primo Ministro italiano, Élisabeth Guigou, ex Ministro francese degli Affari europei e della giustizia, e Vaira Vike-Freiberga, ex presidente della Lettonia.

Cyber security, qualità nel settore agroalimentare, donne e cambiamento nel Mediterraneo tra i temi della prima giornata della manifestazione, che ha per protagonista l’Unione Europea e le sue politiche economiche, legislative, culturali, tra convegni, spettacoli, laboratori interattivi, mostre.

La giornata si aprirà alle ore 9.00, presso il Polo delle Scienze sociali, con il convegno “The EU and Member States in Global Affairs: Any sign of convergence?” (L'UE e gli Stati membri in Global Affairs: qualche segno di convergenza?). Organizzato dall’Università di Firenze, si affronteranno temi quali la cyber security, la definizione del reato di criminalità organizzata e la “energy security”. Alle ore 16.00 Roberto Adam, che è stato fino al 2013 capo del Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri e è attualmente docente presso la Scuola Nazionale dell’amministrazione di Roma, presenterà la lectio magistralis dal titolo: “L’azione dell’Unione Europea sulla scena internazionale: metodi, strumenti, competenze”.

Un altro tema chiave della giornata sarà la sicurezza alimentare: alle ore 9.30, presso la Sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi, si terrà il seminario che illustrerà le principali politiche, linee guida e strategie europee nel settore agroalimentare, e fornire il quadro delle più recenti tecnologie e innovazioni. Realizzato grazie al contributo della Commissione Europea, attraverso la rete Enterprise Europe Network, di cui PromoFirenze è partner, interverranno, tra gli altri, Alberto Spagnolli, capo dipartimento comunicazione EFSA; Giovanni Goglia, direttore ICQRF Toscana e Umbria; Fabio Modi, Toscana Certificazione Agroalimentare; Cristian Marinelli e Chiara Cherubini di PromoFirenze.

Alle ore 10.00, presso il Palagio di Parte Guelfa, si svolgerà invece la serie di incontri sul tema “Donne e cambiamento nel Mediterraneo: quale ruolo per la UE?”. Il contributo muove da una ampia esperienza nel campo degli studi di genere sviluppata all’interno della Scuola Superiore Sant’Anna a cui si aggiunge più recentemente un filone di ricerca che guarda al ruolo delle donne come fattore di cambiamento in diversi paesi del Mediterraneo. Dopo l’introduzione di Barbara Henry (Scuola Superiore Sant’Anna), interverranno Serena Giusti (Scuola Sant’Anna) sulla politica di vicinato della UE e la dimensione di genere; Leila Simona Talani (King’s College, Londra), sulla globalizzazione, tecnologia e marginalizzazione sociale delle donne del sud del Mediterraneo;Alessia Belli (Sant’Anna) sulle voci femminili di dissenso in Tunisia; Heidrun Friese (Università TU Chemnitz) sui “Limiti dell’Ospitalità. Politiche europee, mobilità, genere”; Giulia Daniele(Sant’Anna) sul ruolo delle donne nella risoluzione del conflitto israelo-palestinese e Francesca Vietti (Sant’Anna) su donne migranti e vulnerabilità dal Chiapas a Lampedusa.

Alle ore 11.00 presso la St Mark English Church, si terrà la terza tavola rotonda sulla libera circolazione dei beni culturali nell’Unione Europea, un aggiornamento a quattro anni dalla prima edizione del Festival. L’evento, al quale parteciperà, tra gli altri, la vice presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, è organizzato dall’Associazione via Maggio e Associazione Antiquari d’Italia.

Per the State of the Union, la conferenza internazionale promossa dall’European University Instituteche porterà i vertici dell’UE a Firenze, dalle ore 15.00 presso Villa Salviati e la Badia Fiesolana si terrà l’incontro “Alcide De Gasperi research centre: a new Schuman Declaration”. Si discuterà della necessità di una nuova Dichiarazione Schuman per il XXI secolo, una nuova narrazione per l'Europa, 65 anni dopo quella di Robert Schuman (9 maggio 1950), pietra miliare nel processo di integrazione politica europea. Tra i relatori ci saranno Romano Prodi, ex Primo Ministro italiano, Giorgio Napolitano, ex Presidente della Repubblica Italiana, Giuliano Amato, ex Primo Ministro italiano, Élisabeth Guigou, ex Ministro francese degli Affari europei e della giustizia, e Vaira Vike-Freiberga, ex presidente della Lettonia.

Tra gli eventi clou della giornata, alle ore 11.00 In piazza Santa Maria Novella si aprirà lo stand dedicato alla scuola, a cura dell’Agenzia nazionale Erasmus + /Indire: si alterneranno, fino alle ore 19.30, vari appuntamenti dal tema “Apprendimento senza età e senza confini”. Si succederanno “Europart”, pitture e installazioni a cura degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze; “Dal linguaggio audiovisivo ai social network”, laboratorio permanente con alunni delle scuole fiorentine, a cura dell’Associazione Meet. E ancora videoproiezioni, la performance “Teatro per l’integrazione”, a cura del Teatro del Montevaso e “Note d’Europa”, concerto con le sonorità del fado portoghese “Cantando e Tocando o Alentejo”.

Alle ore 14.30, a Palazzo Medici Riccardi, si terrà l’’incontro “In Europa l’apprendimento non ha età”, presentazione della community per l’educazione degli adulti “Epale", sempre a cura dell’Agenzia Nazionale Erasmus+/Indire.

Tra gli eventi di spettacolo e intrattenimento della giornata, alle ore 9.00, presso il caffè letterario Le Murate, sarà presentato “Around Europe”, un viaggio documentato di cinque studenti di diverse nazionalità, in alcuni dei luoghi simbolo del 900 europeo. Alle ore 10.00, invece, si inaugurerà la mostra “Paper Reincarnations”, presso la Galleria Linea Spazio Arte Contemporanea, In esposizione 30 opere di cinque artisti fiorentini (Andrea Granchi, Gianna Scoino, Paolo Carandini, Nino Australi e Diego Gabriele), che trasformeranno i libri in tele e sculture, come lettere antiche trasformate in sculture, vecchi testi rivisitati in chiave contemporanea.

Alle ore 11.00 si svolgerà, presso la Biblioteca Medicea Laurenziana, la visita guidata “La biblioteca di Michelangelo e i manoscritti dei Medici, in cui si illustrerà la biblioteca realizzata da Michelangelo e tre opere manoscritte di opere di Omero, Virgilio e Dante (per info: 055 2937911). Alle ore 16.00, presso il cortile del plesso di Santa Verdiana, si inaugurerà la mostra “Insediamenti rupestri. Paesaggi culturali”, in cui si presenteranno le attività di ricerca svolte sulla Cultura Rupestre nell’ambito del bacino Mediterraneo, finalizzati alla comprensione dell’heritage rupestre, alle relazioni del costruito col sistema urbano e territoriale.

Alle ore 17.30, presso la Biblioteca delle Oblate, per il ciclo di incontri “Leggere per non dimenticare”, sarà presentato il libro di Nicola Lagioia “La Ferocia” (Einaudi,2014). Prima della presentazione, si terrà un momento di confronto e di riflessione sull’Europa, il suo presente e futuro.

Presso lo spazio coworking Multiverso, alle ore 18.30, si inaugurerà la mostra “Europe is a region of the earth”, mostra collettiva n cui diversi artisti europei si confronteranno sul concetto di Europa e dell’essere cittadini europei. La tematica verrà affrontata nella sua accezione più ampia, utilizzando differenti forme artistiche, dalla pittura alla fotografia, dal disegno all’illustrazione. Tra gli artisti in mostra si segnalano il pittore e designer Javier Fernando Volovich, l’austriaca Martina Franziska Maier e la fotografa olandese Fleur Le Gros.

Per la Notte Blu, l’appuntamento dedicato alla nascita dell'Europa (9 maggio 1950), che si snoderà per la città fino al 10 maggio con un cartellone di 50 eventi, mercoledì alle Murate, nella sala delle Vetrate, alle ore 15.30, si terrà l’incontro “Cucine etniche del territorio”, dibattito e riflessioni sulle opportunità di uno scambio tra culture, anche attraverso il piatto (intervengono chef e esperti di cucina etnica). Seguirà, alle ore 18.00, il workshop “Senza Fiamma” di cucina sostenibile, ecologica e a spreco zero. Sempre alle ore 18.00, ma nel caffè letterario delle Murate, si terrà la proiezione di “Un tocco di zenzero” di Tassos Boulmetis (Grecia, Turchia, 2005, 108’) racconto di Fanis, astronomo di Atene, tra ricordi, anche quelli dolorosi del conflitto fra Turchia e Grecia. Seguirà, alle ore 20.45, “La cattiva strada”, viaggio nella canzone d’autore, da De Andrè a Battiato, dai Radiohead ai Police con Riccardo Mori, il concerto dei Jig Rig, con danze e melodie di Irlanda, Scozia e Bretagna, mentre, alle ore 22.00, alla libreria La Citè, si terrà il concerto jazz “Letter from Manhattan” con Fabrizio Mocata al pianoforte e Gianmarco Scaglia al contrabbasso, tratto dal cd omonimo di Mocata.

Le politiche e le strategie dell’Unione europea in materia di immigrazione e di asilo e l’interazione con quelle dei singoli stati membri. Sono i temi del convegno "L'approccio globale dell'Unione europea all'immigrazione: dalla cooperazione allo sviluppo al sistema di accoglienza", organizzato a Villa Ruspoli giovedì 7 maggio, alle ore 10, dal Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Firenze, in collaborazione con Oxfam Italia, Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione (ASGI) e Concord Italia, nell’ambito del Festival d’Europa (piazza Indipendenza, 9). Dopo i saluti di Sara Funaro, assessore a Welfare e sanità del Comune di Firenze, e di Giovanni Tarli Barbieri, direttore Dipartimento Scienze giuridiche, la prima sessione - presieduta da Roberto Zaccaria - sarà dedicata al ruolo dell’Unione europea nella gestione delle politiche migratorie. Nella sessione pomeridiana - presieduta dalla coordinatrice del convegno Adelina Adinolfi - si parlerà del sistema di accoglienza italiano e gli interventi si focalizzeranno sul l’impatto locale dell’immigrazione e sui problemi legati all’accoglienza di chi arriva nel nostro Paese. Uno sguardo alle esperienze europee ed internazionali sarà anche il focus del I congresso della Fondazione Andrea Devoto "Silenziose rivoluzioni culturali. Educarsi con la mediazione del mondo”. Il congresso si svolgerà giovedì 7 maggio e venerdì 8 maggio, al polo delle scienze sociali di Novoli (Aula Magna, edificio D6, via delle Pandette, 9 - inizio alle ore 9.30 entrambe i giorni) Gli interventi della due giorni saranno dedicati alle buone pratiche in ambito sociale e sanitario. A margine del congresso, e fino al 15 maggio, la Biblioteca umanistica e la Biblioteca di Architettura dell’Ateneo fiorentino (Biblioteca Umanistica, piazza Brunelleschi 4, - Biblioteca di Architettura, via Micheli 2) ospitano la mostra fotografica “Shoot4Change. Cambia il mondo con un click”, dedicata ai reportage fotografici in contesti di disagio.

Europe Direct — rubrica a cura di Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze — Centro di comunicazione ed informazione dell'Unione europea attivo nel Comune di Firenze dal 1999: www.edfirenze.eu

E-mail: europedirect@comune.fi.it