Rubrica — Mostre

Eike Schmidt "taglia" i capelli di Leonardo

A margine della presentazione dei quattro francobolli commemorativi di Leonardo da Vinci


(DIRE) Roma, 2 mag. - Poste italiane ha comunicato che oggi - 2 maggio - vengono emessi dal ministero dello Sviluppo economico quattro francobolli commemorativi di Leonardo da Vinci, nel V centenario della scomparsa, relativi al valore della tariffa B pari a 1,10 euro ciascuno. Tiratura: trecentomila esemplari di fogli, pari a 1.200.000 francobolli. I francobolli sono stampati dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato spa, in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente.
Bozzetti a cura del Centro filatelico della Direzione Officina Carte valori e Produzioni tradizionali dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato spa. Caratteristiche del foglio: tre dei quattro francobolli sono disposti su due file e inseriti in un foglio fustellato; il quarto, raffigurante il disegno dell'occhio, anch'esso fustellato, e' dislocato in alto a sinistra. Sullo sfondo del foglio e' riprodotta una pagina del 'Codice Arundel', British Library di Londra. Completa il foglio la leggenda 'Leonardo da Vinci 1452-1519'. Caratteristiche dei francobolli: i quattro francobolli, racchiusi all'interno di un foglio, riproducono rispettivamente un'opera di Leonardo da Vinci, precisamente da sinistra a destra partendo dall'alto:

  • particolare di studi di proporzioni del volto e dell'occhio, Musei Reali - Biblioteca Reale di Torino
  • 'Adorazione dei magi', Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi;
  • 'Ritratto di Musico', Pinacoteca Ambrosiana;
  • 'Testa di fanciulla' detta 'La scapiliata' Galleria Nazionale di Parma.

Completano i francobolli le rispettive leggende 'L'occhio', 'Adorazione dei magi', 'Ritratto di musico', 'La scapiliata', 'Leonardo da Vinci 1452-1519', la scritta 'Italia' e il valore della tariffa 'B'. L'annullo primo giorno di emissione e' disponibile presso l'Ufficio postale Roma 47 e presso l'ufficio postale Galleria degli Uffizi (Fi). I francobolli ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli 'Spazio Filatelia' di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it. E' stato realizzato anche un folder in formato A4 verticale a tre ante contenente il foglio, una busta primo giorno di emissione e un dittico di monete dell'Ipzs, al costo di 40 euro.

Mentre a Vinci 'vanno in scena' i capelli di Leonardo, da Firenze Eike Schmidt spara a zero sull'iniziativa: "Questa cosa sulla ciocca- attacca il direttore degli Uffizi- e' veramente sciocca. Nessuno specialista ci crede e tra l'altro e' estremamente improbabile che una ciocca di Leonardo potesse essere ritrovata in una collezione privata americana", spiega a margine della presentazione, nell'auditorium Vasari, dell'annullo filatelico da parte di Poste Italiane di 4 nuovi francobolli dedicati a Leonardo da Vinci nell'anniversario dei 500 anni della sua morte. "Per giunta, il collezionare ciocche di famosi personaggi oppure dei propri cari e' una tradizione che risale al romanticismo, all'Ottocento. Mentre sarebbe stato completamente fuori epoca per il Rinascimento. Solo per i santi martiri, nemmeno i beati, si tenevano parti del corpo, ma sicuramente non per grandi scienziati e grandi artisti. Di Beethoven, per esempio, abbiamo ciocche che potrebbero essere di centinaia di migliaia di musicisti, di persone con i capelli grigi, proprio perche' c'era questa 'cioccomania' nell'Ottocento". Per questo, conclude, "non lasciamoci troppo prendere dall'entusiasmo per Leonardo: questa cosa non vale nemmeno la pena di essere analizzata nel dettaglio". (Dig/ Dire)

Redazione Nove da Firenze