Dacia Maraini cosmopolita e contemporanea

Presentato a Fiesole il repertorio bibliografico, pubblicato dal Consiglio regionale


Oggi a Fiesole, è stato presentato il libro "Dacia Maraini: bibliografia delle opere e della critica (1953-2014)" a cura di Federica Depaolis e Walter Scancarello. All'iniziativa, hanno accolto i prestigiosi ospiti, il Sindaco di Fiesole Anna Ravoni e l'Assessore alla cultura Barbara Casalini. Sono intervenuti il Presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, il professor Franco Contorbia ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova, lo scrittore e biografo Paolo Di Paolo, il critico letterario Eugenio Murrali e la giornalista di Repubblica Laura Montanari. Ospite d'eccezione della serata è stata senza dubbio la scrittrice Dacia Maraini.

“Una cittadina del mondo, una donna che ha respirato fin da piccola diverse culture, una scrittrice che ha saputo regalarci racconti struggenti, storie appassionate e lontane; ma anche una nostra concittadina, nata sulle colline a pochi minuti da Firenze”. Così il presidente del Consiglio Eugenio Giani, in occasione della presentazione.

L'opera presentata raccoglie i riferimenti bibliografici di oltre sessanta anni di attività letteraria e giornalistica della scrittrice italiana più tradotta al mondo. Gli autori hanno raccolto, anche grazie alla collaborazione di Dacia Maraini, con l’aiuto della quale hanno consultato il suo vasto archivio, i suoi scritti e i contributi critici a lei dedicati, prodotti nell’arco di tempo che va dal suo esordio letterario nel dicembre 1953 fino al dicembre 2014. La bibliografia si divide in due sezioni: le opere DI Dacia Maraini e le opere SU Dacia Maraini.

La scrittrice, che è nata a Fiesole nel 1936, si è cimentata in tutti i generi di scrittura dalla letteratura al reportage, dai saggi alle opere teatrali, dalla poesia ai racconti. Un’autrice straordinariamente prolifica e versatile che, proprio nella sua città natale, ha raccontato la realizzazione di una bibliografia che si propone di essere la base per gli studi sulla sua opera.

Redazione Nove da Firenze