Balnearia 2016: domani l'inaugurazione

Concessioni balneari, Ciuoffo: "Lavoriamo a legge per rinnovi legati a riqualificazione offerta". A CarraraFiere dal 28 febbraio al 2 marzo anche la fiera professionale dell’ospitalità e ristorazione


FIRENZE– Si apre domani, domenica 28 febbraio, presso il complesso fieristico di Marina di Carrara, la 17esima edizione di Balnearia, il Salone dedicato alle attrezzature balneari, outdoor design e benessere. All'inaugurazione dell'evento, organizzato da CarraraFiere, in programma domenica alle 11.30, interverrà anche l'assessore al turismo e alle attività produttive Stefano Ciuoffo.

"Alla luce del parere - autorevole – dell'Avvocatura generale della Corte di giustizia europea, che non è però ancora la sentenza, la Regione Toscana continua a sostenere l'opzione, portata avanti dal governo, della proroga delle concessioni lungo un 'doppio binario'. Riteniamo pertanto che si debba operare incisivamente sul rinnovo delle concessioni con procedura di evidenza pubblica, così come tracciato nelle linee guida che la Giunta regionale ha di recente approvato e che stiamo perfezionando verso l'adozione e una integrazione di legge. La posizione di alcune regioni, ferme sulla richiesta di proroghe trentennali come unica prospettiva percorribile, rischia di riversare sugli operatori conseguenze insostenibili". Questo quanto afferma l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo, dopo che è stato reso noto il parere dell'avvocato generale della Corte di Giustizia Europea secondo cui non sarebbe compatibile col diritto europeo la proroga delle concessioni balneari al 2020. La posizione della Toscana sarà rafforzata da un intervento legislativo che, su modelli già consolidati, riconosceranno comunque agli operatori il valore delle attività in essere, puntando, contestualmente ai rinnovi delle concessioni, ad una valorizzazione delle strutture balneari esistenti e a una complessiva riqualificazione dell'offerta turistica. "La legge che stiamo predisponendo – continua Ciuoffo - potrà esprimere anche apprezzamenti della qualità degli interventi, della loro compatibilità paesaggistica, della tutela delle rilevanze storicizzate che potrebbero anche definire possibili ambiti di esclusione dalle procedure concorsuali. Tutto questo nell'intento di migliorare l'offerta della costa toscana e di tutelare gli operatori effettivi del settore, eliminando gli spazi di speculazione e intermediazione".

La XXXVI edzione di Tirreno CT aprirà i battenti domani, domenica 28 febbraio alle 10, per ricevere il grande pubblico professionale che, edizione dopo edizione, non manca di affollare i padiglioni del complesso fieristico di Carrara. Il tradizionale taglio del nastro avverrà alle ore 11.30 nell’atrio del Centro Servizi della fiera, alla presenza tra gli altri di Cosimo Ferri, Sottosegretario alla Giustizia, Stefano Ciuoffo, Assessore Attività Produttive, Commercio e Turismo della Regione Toscana, Stefano Bugliani, Consigliere regionale, Umberto Buratti, Sindaco di Forte dei Marmi e Riccardo Coppola, assessore alle Attività produttive, Commercio e Turismo del Comune di Carrara, oltre alle massime autorità della Provincia. Tutto il mondo dell’ospitalità. Questa edizione numero 36 non deluderà certo le aspettative dei visitatori, che troveranno ad accoglierli oltre 350 espositori in rappresentanza di più di 600 marchi commerciali, che nel loro complesso coprono tutti i settori della ristorazione e dell’ospitalità, dal “food and beverage” ai grandi impianti, dalle attrezzature ai servizi, comparti nei quali il nostro Paese eccelle a livello mondiale. Produzioni locali e C.C.I.A.A. A sottolineare le peculiarità delle produzioni agroalimentari e vitivinicole della Provincia di Massa Carrara provvede inoltre la Camera di Commercio, che anche quest’anno propone un grande spazio collettivo che ospita undici aziende, alle quali viene offerta l’opportunità di presentarsi a un vastissimo pubblico altrimenti per loro irraggiungibile. Si tratta di un vero trampolino di lancio per tutti quei prodotti che, pur meritevoli, non hanno alle spalle la struttura delle grandi imprese. Anche questa iniziativa sarà utile per sostenere il comparto turistico del nostro territorio, sotto il poco conosciuto profilo gastronomico e alimentare.A completare il panorama dell’offerta, per quanto riguarda la nostra Provincia, provvede Assipan, Associazione Italiana Panificatori e Affini, che effettuerà dimostrazioni della preparazione del Filon del Nonno e delle Focacce Massesi. Il programma della prima giornata. Dalle 10 alle 17, nello spazio Accademia Pizzaioli-Ristorazione Italiana dimostrazione con impasto e assaggi di “Pizza Scrocchiarella”. Mentre negli stand Assipan Associazione Italiana Panificatori e affini Massa Carrara, dalle 11 alle 13 presentazione dell’associazione, dimostrazioni della lavorazione del “Filon del Nonno” e delle “Focacce Massesi” e alle 15 dimostrazioni pratiche della produzione di “Biscotti per Vegani” e i “Cantuccini di Nazzano”. Sempre in tema di pizza, la Scuola Italiana Pizzaioli propone la realizzazione di un menù completo dalla pizza al dolce, per valorizzare le materie prime di alta qualità. Abbinamenti innovativi, proposte per il proprio locale-pizzeria. Dimostrazioni e degustazioni a cura dello staff di Pizza e Pasta Italiana, in collaborazione con Antonio Mezzalira, Maestro Gelatiere e Campione del Mondo di Gelateria. E la Scuola nazionale italiana pizzaioli ha in programma la produzione e dimostrazione con assaggi di pizza, pinsa romana, pizza alla Canapa, pizza al Carbone e focaccia.Dalle 10 alle 12 presentazione Campus Etoile Academy. Nell'area Amira, dimostrazione dal vivo col famoso maestro orientale “Tomi-San” direttamente dal Giappone. Come preparare, servire e abbinare il Sushi, una raffinata arte legata all’estetica. Presentazione dei prodotti enologici della Toscana con un abbinamento gastronomico regionale. Nello spazio Fib, alle ore 11,30 aperitivo Time in occasione dell’inaugurazione dell'evento e dalle 14 campionato “Prime Leve” della Federazione Italiana Barman. Fisar, Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori, ha previsto degustazioni guidate di vini e prodotti della delegazione di Empoli e provincia. La Federazione Internazionale Pasticceria Cioccolateria Gelateria, ha organizzato un vero forum con tanto di Campionato Italiano di Pasticceria Gelateria Cioccolateria categoria Scultura in Cioccolato e Praline, Zucchero e Dessert al Piatto. Per Oscar del Gelato, alle 10 produzione di elaborati, torte, semifreddi e gelati da parte degli associati mentre nel pomeriggio seminario su “Come e perché aprire una gelateria”.

Arriva a Marina di Carrara il tour di Fai Spazio, il servizio del consorzio Ecolight per la gestione sostenibile dei rifiuti professionali. Se Tirreno CT si propone come punto di riferimento per il settore dell’ospitalità e della ristorazione nel centro e nel sud Italia, ospitando l’anno scorso oltre 330 espositori nei circa 30mila metri quadrati di spazio fieristico, Ecolight - che è uno dei principali consorzi nazionale per la gestione dei rifiuti elettronici e delle pile e accumulatori - si pone come soluzione dei problemi che derivano dalla gestione dei rifiuti delle imprese. «Il rispetto dell’ambiente richiede precisi passaggi, in particolar modo alle aziende», premette Fabio Bianchi responsabile Affari generali di Ecolight. «La gestione dei rifiuti professionali è una materia che necessita di competenze specifiche al fine di evitare sanzioni». Infatti accanto ad una normativa è complessa e sempre in evoluzione, esistono questioni più prettamente burocratiche - come la compilazione dei formulari - ed amministrative che rendono ancora più articolata la gestione del proprio rifiuto per un’azienda. «La norma è però chiara in merito: l’azienda è responsabile del rifiuto che produce. È responsabile della sua gestione, del suo trattamento e smaltimento. È responsabile anche della scelta del partner cui affidare tutto questo», aggiunge Bianchi. «Troppo spesso però i rifiuti professionali, ovvero quelli prodotti da attività economiche, seguono percorsi non corretti mettendo a rischio sia l’ambiente, sia la stessa impresa». L’obiettivo del consorzio non è solamente non sottovalutare il problema dei rifiuti, ma anche potenziare i sistemi di raccolta al fine di garantire una corretta gestione sia sotto il profilo operativo, sia documentale. Il servizio Fai Spazio che Ecolight ha attivato garantisce una corretta gestione del rifiuto professionale e una perfetta tracciabilità dello stesso. «Siamo in grado di indicare dove è stato portato il rifiuto e cosa ne è stato fatto: quanta parte è stata inviata a smaltimento e quanta invece è stata sottoposta ad un trattamento per il suo recupero». Non certo ultimo, «assicuriamo tutte le procedure necessarie per adempiere correttamente alle prescrizioni fiscali», conclude il responsabile di Ecolight. A Tirreno CT Ecolight sarà nel Padiglione C, corsia 22, stand 603.

Redazione Nove da Firenze