Capodanno: le colpe di Renzi, quando non si sa cosa scrivere

Le solite polemiche sulle manifestazioni in piazza nella notte di San Silvestro, animate da giornali che non sanno come riempire le pagine nei giorni di festa, e l'intervento che non ti aspetti da un consigliere di opposizione


FIRENZE — "Ragazzi... Il nostro sindaco Renzi di motivi per attaccarlo in questi cinque anni ce ne ha dati tanti -scrive Francesco Torselli, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, nel proprio profilo Facebook- dalla gestione delle aziende partecipate alla pensione che si sta costruendo coi soldi della provincia e del comune; dal fallimento totale sulle grandi opere (tramvia, Tav, stadio...) alle promesse disattese (se entro la fine del mandato non ho trasformato le Cascine in un parco all'altezza dei parchi delle principali città europee, non mi ricandido...). Ma le polemiche su capodanno e sugli incivili che hanno trattato Firenze come una latrina sono insopportabili! Se un cretino urina sul sagrato del Duomo è colpa di Renzi? Se la mattina dopo capodanno Firenze era sporca è colpa di Renzi? Se qualcuno ha spaccato le solite bottiglie per terra è colpa di Renzi? Il Comune di Firenze ha organizzato uno dei capodanni più apprezzati d'Italia, con il concerto di Max Pezzali che ha richiamato gente da tutta Italia. Purtroppo tutto questo ha delle conseguenze. Conseguenza che per fortuna, e stavolta non per merito di Renzi, sono state limitate dai dipendenti di Quadrifoglio che all'alba del 2014 erano già impegnati a ripulire la nostra città. Fare politica e fare opposizione, se vogliamo essere credibili, significa attaccare la maggioranza sulle lacune (che tanto non mancano) amministrative. Le strumentalizzazioni e la demagogia lasciamole a chi è colpa di Berlusconi anche quando piove o tira vento. E a chi fa politica chiedo: se aveste fatto voi il Sindaco invece di Renzi, avreste mandato tutti a letto alle 21, senza organizzare nemmeno un brindisi dai salesiani? Io avrei fatto esattamente quello che ha fatto Renzi e forse l'idiota avrebbe urinato in piazza Duomo lo stesso. E se lo avessi visto lo avrei preso per un orecchio è costretto a pulire il sagrato col suo giubbottino da 500 Euro. Se lo avessi visto... Esattamente come sono sicuro avrebbe fatto Renzi se lo avesse visto. Siamo seri se vogliamo sperare di essere creduti!"

Redazione Nove da Firenze