DO! DIGITAL OPPORTUNITY

Rassegna dedicata all'esplorazione delle nuove possibilità creative nell'ambito delle tecnologie multimediali. Il 23 e 24 settembre all'EX3 presso il Centro per l'arte contemporanea in Viale Giannotti 81/83/85


MUSIC, INTERACTION DESIGN, MOVIE —
Il Centro per l'Arte Contemporanea Ex3 di Firenze inaugura la sua stagione di eventi con Digital Opportunity, rassegna dedicata all'esplorazione delle nuove possibilità creative nell'ambito delle tecnologie multimediali.

Venerdì 23 e sabato 24 settembre dalle 18:00 in poi interaction design, proiezioni di docu-film, live set e performance esclusive, tutto ad ingresso rigorosamente gratuito.

La line up della sezione serale vedrà come headliner sul palco JOAKIM e HAPPY MONDAYS. I protagonisti assoluti della giornata inaugurale dell'evento saranno proprio quest'ultimi: gli Happy Mondays sono stati infatti uno dei gruppi più futuristici in una Manchester che negli anni '80 guardava con attenzione maniacale ai ritmi ipnotici e ripetitivi della dance music. All'epoca si parlava di acid-house, non ancora di house music. Esisteva l'Hacienda, la storica discoteca dove si ritrovavano tutti gli sballati di Manchester, i pusher, i malavitosi e anche tutti gli artisti che animavano la scena indipendente cittadina. Quindi era facile incontrare Mike Joyce degli Smiths che ballava insieme a Reni degli Stone Roses mentre gli Happy Mondays davano spettacolo sul palco.

Tra le novità dell'ultima ora la presenza in line up dei Solar Bears, duo elettronico composto dagli irlandesi John Kowalski e Trench Rian ispirato alla cinematografia di Andrei Tarkovskij. I Solar Bears si formano nel 2009 e si accasano subito alla Planet Mu, una delle etichette di riferimento per artisti come Burial, Venetian Snares e Luke Vibert. Fin dai tempi del college dove frequentano il corso di ingegneria del suono, il duo condivide la passione per la settima arte e per compositori come Ennio Morricone e George Delerue. La loro performance è un mix di strumenti acustici, synth, nastri d'epoca e visual e sarà presentata per la prima volta in Italia proprio in occasione di Digital Opportunity.

Molto importante in questa prima giornata la presenza in cartellone della live performance One Minute Suite a cura di Andrea Mi, una piattaforma di verifica per le nuove modalità di interazione tra i suoni della nuova scena electronica e il flusso visivo digitale.

Il giorno successivo un'altra eccezionale esclusiva, JOAKIM, uno dei principali artisti della scena elettronica francese presenterà per la prima volta in Italia in esclusiva "Nothing Gold", il suo ultimo album uscito su Tigersushi records, innovativa etichetta da lui stesso fondata. Da subito legato alle principali label di settore come Versatille, !K7 e Kitsunè, con la Tigersushi Records produce artisti come Maurice Fulton, ESG, Poni Hoax e Metro Area. Joakim è un artista completo, oltre che musicista e DJ: a testimonianza di ciò le collaborazioni nella veste di remixer con Tiga, Alter Ego, Cut Copy e DJ Mehdi.

Sul fronte dell'interaction design da segnalare la collaborazione con IN.FACT e WERK che presenteranno Social Growing, un'installazione interattiva basata sulla filosofia del guerrilla gardening. Lo scopo è quello di stimolare le persone al "get green", ovvero a una maggiore sensibilità nei confronti della terra e nella cura delle piante. L'utente che utilizzerà Social Growing avrà la possibilità di piantare digitalmente un seme e guardarne il risultato su uno schermo per il suo intero ciclo vitale ma, soprattutto, avrà un green kit che permetterà di riprodurre lo stesso risultato all'interno dell'ambiente domestico. In base al seme scelto verrà data vita a fiori di specie differenti che si mostreranno al pubblico, in forma digitale,proiettandone le forme e dando la possibilità di osservare l'intero ciclo di vita dell'organismo scelto. Alla fine della dimostrazione uno schermo sarà colorato da tanti fiori quanti quelli degli utenti che avranno deciso di fare questa esperienza.

All'interno di Digital Opportunity, spazio anche al cinema d'autore con la proiezione del docu-film di Michael Winterbottom 24 Hour Party People, candidato alla Palma d'oro del 55° Festival di Cannes e miglior produzione di successo al British Independent Film Award. La seconda sera invece sarà la volta di Wristcutters, cult movie statunitense premiato anche al Sundance Film Festival. Principali ingredienti: colonna sonora eccezionale (Tom Waits, Joy Division, Gogol Bordello, Bobby Johnson) e un ottimo cast, tra cui emerge Tom Waits che recita una parte da protagonista, come non faceva dai tempi di Daunbailò e America Oggi.

Da segnalare infine la totale eco-sostenibilità di Digital Opportunity grazie ad un progetto di abbatimento della CO2 frutto della collaborazione con Impatto Zero® che si occuperà della rimboschimento delle aree verdi del pianeta in base alle emissioni di anidride carbonica prodotte dalla manifestazione.

Venerdì 23/09 - dalle 18:00

> proiezione del docu-film 24h party people di Micheal Winterbottom

> live/performance ONE MINUTE SUITE by Andrea Mi e Ergot

HAPPY MONDAYS

dj SHOW feat. Bez and Jamie Kelly (UK - factory records/hacienda)

SOLAR BEARS live + visual (IRL - Planet Mu)

Prima volta in Italia

> Dance for burgess - live

> Biga (Overknights) - dj set

> Pigs to Brooklyn (Sumo Production) - live a/v

> Ponz (Nothing Inc.) - dj set

> Luca La Porta (Kontact) - dj set

visual Orlando Caponnetto


Sabato 24/09 - dalle 18:00

> proiezione del film Wristcutters di Goran Dukic


JOAKIM

PRESENTS Nothing Gold Tour (FR - Tigersushi records)

New Album preview - Unica data Italiana


> BOTTIN (Italian do it better / Eskimo) - dj set


> Casa del Mirto - live

> Eels on Heels - live

>Tomato Sound Soup (Disco_nnect) - dj set

> Fab Mayday - dj set

visual Orlando Caponnetto


info: www.disconnectmusic.com - www.digitalopportunity.it

INGRESSO LIBERO


un progetto a cura di

disco_nnect e Ex3 - Centro per l'arte contemporanea
media partner: Goldworld.it, Zero
in collaborazione con
Common, Videominuto, Switch - creative social network, Noyz Toyz, Nothing Inc, In.Fact, Werk, Bar Argentina, Tape Club, Push Festival


Redazione Nove da Firenze