Anche Ian Mc Ewan a ''Leggere per non dimenticare''

E' la rassegna letteraria che spazia tra architettura e religione, filosofia e storia fino alla mitologia, e che prenderà il via il prossimo 6 ottobre.


Ci sarà anche il famoso e apprezzato scrittore britannico Ian Mc Ewan tra i 58 ospiti della 167° edizione di "Leggere per non dimenticare", la rassegna letteraria che spazia tra architettura e religione, filosofia e storia fino alla mitologia, ideata da Anna Benedetti al via il 6 ottobre, dal titolo quest’anno "Fogli di memoria".

Mc Ewan sarà a Firenze il prossimo 17 novembre per presentare Solar, il suo dodicesimo romanzo, che affronta anche temi ambientali. Accanto a lui ci saranno anche, tra gli altri, l’enigmistica Stefano Bartezzaghi (20 aprile, con ‘Non nominare il nome di Dio in bagno’); Edoardo Boncinelli (2 marzo, ‘Mi ritorni in mente’); Giulio Giorello (15 ottobre, ‘Lussuria’), Antonio Scurati (2 febbraio, ‘Gli anni che non stiamo vivendo’); Corrado Augias (5 novembre, ‘I segreti del Vaticano’); Michela Murgia (16 febbraio, ‘Ave Mary’).

“Il bello di questa manifestazione - ha commentato l’assessore alla cultura Giuliano da Empoli - è che riesce sempre a raccogliere, anno dopo anno, incontri con autori che si rivelano coinvolgenti e vivaci, capaci di appassionare. E mi piace anche sottolineare la premura di Anna Benedetti ad aprire la rassegna anche ad autori stranieri come Mc Ewan o anche altri, come Nicolai Lilin e Ornela Vorpsi, che scrivono in italiano”.

“Il supporto e l’attenzione del Comune verso questo progetto si mantiene fortissimo - ha continuato - anche se, in tempi di tagli dal Governo centrale, non è stato semplice mantenere il nostro contributo. Fa piacere comunque che Anna Benedetti, che promuove una manifestazione di ottimo livello, abbia saputo attrarre anche sponsor e partner privati.

Gli incontri, salvo diversa indicazione, si svolgono i mercoledì e i venerdì alle 17.30 alla Biblioteca delle Oblate e si concluderanno a maggio prossimo.
Tutte le informazioni sul sito www.leggerepernondimenticare.it, oppure sul sito www.bibliotecadelleoblate.it. (edl)

Redazione Nove da Firenze