Sesto Fiorentino: la rassegna letteraria dal 2 maggio all'11 giugno


Sesto Fiorentino, 29 aprile 2009 - Sandro Veronesi, Marco Aime, Enzo Fileno Carabba e Mimmo Franzinelli. Ma anche Giorgio Gaber, Carlo Emilio Gadda, Jason Goodwin e Giovanni Boccaccio. I grandi scrittori di ieri e di oggi saranno anche quest’anno i fiori all’occhiello della terza edizione di “Maggio di libri”, la rassegna letteraria organizzata dal Comune di Sesto Fiorentino coinvolgendo le scuole, le librerie e una trentina tra associazioni ed enti del territorio. Oltre settanta le iniziative - tutte a ingresso libero - messe in programma quest’anno, un ricco contenitore di incontri, spettacoli, mostre, presentazioni di libri, appuntamenti musicali e rappresentazioni teatrali. Nel cartellone spicca l’attesissima serata dei “Cacciatori di testi”: il 7 maggio lo scrittore fiorentino Sandro Veronesi presiederà la gara di lettura fra le classi degli istituti superiori sestesi presentata da Domenico Guarino (multisala “Grotta”, via Gramsci 387, ore 21). Un altro appuntamento clou sarà l’“Omaggio a Gaber”, una serata-spettacolo con il cantautore Giulio Casale e il giornalista Andrea Scanzi che si terrà il 13 maggio sempre al “Grotta” (ore 21). Novità importante dell’edizione 2009 è poi la collaborazione con “Leggere per non dimenticare”, la prestigiosa iniziativa fiorentina diretta da Anna Benedetti, insieme alla quale sono state organizzate le presentazioni del saggio di Emanuele Severino e Marco Aime “Il diverso come icona del male” (21 maggio, ore 10, Auditorium dell’Istituto “Calamandrei”, via Milazzo 13) e dell’ultimo romanzo di Enzo Fileno Carabba “Le colline oscure” (25 maggio, ore 17,30, Saletta della biblioteca “E. Ragionieri”, via Fratti 1). Anche i temi della memoria e dell’impegno civile trovano ampio spazio nel programma: il 9 maggio alle 18 la Saletta della biblioteca ospiterà alcuni testimoni delle stragi degli Anni di Piombo per la presentazione del libro di Alberto Conci “Sedie vuote”; il 27 maggio si parlerà della stagione dell’eversione nera con lo storico Mimmo Franzinelli, che sarà a Sesto Fiorentino con una lettura scenica dal titolo “Il laboratorio delle trame. Genealogia del terrore” (teatro della Limonaia, via Gramsci 426, ore 21,15); infine, il 30 maggio l’ex direttore del quotidiano L’Ora di Palermo Vincenzo Vasile e Giovanna Maggiani Chelli dell’Associazione dei familiari delle vittime di via dei Georgofili saranno al Circolo Arci Rinascita (via Matteotti 18, ore 17,30) per la presentazione del libro “La Sicilia delle stragi” di Giuseppe Carlo Marino, ordinario di storia contemporanea all’Università di Palermo. Tornano anche le cene letterarie, quest’anno dedicate a Jason Goodwin, Carlo Emilio Gadda e Giovanni Boccaccio (rispettivamente il 14 maggio, il 28 maggio e il 4 giugno), mentre tra le numerose mostre in programma si segnalano in particolare le due dedicate al Futurismo. Domenica 24 maggio alle 12 sarà inaugurata nell’atrio del palazzo comunale l’esposizione di opere “100 anni di libri futuristi” organizzata dal Comune e dalla Fondazione “Primo Conti”, che rimarrà visitabile fino al 7 giugno durante l’orario di apertura del Municipio. È fissato invece per domenica 31 maggio alle 11 il vernissage di “Sesto100: Omaggio al Futurismo” presso La Soffitta Spazio delle Arti (piazza Rapisardi 6, visitabile fino al 24 giugno).

Redazione Nove da Firenze