Carnevale: a Viareggio il Trofeo Telethon premia i migliori carri della sfilata


Per il secondo anno consecutivo verrà assegnato il TROFEO TELETHON, riservato al carro più bello tra quelli di prima categoria: le votazioni che saranno raccolte durante le sfilate del 3-5 e 10 febbraio permetteranno al vincitore di aggiudicarsi il trofeo, la cui consegna avverrà il 10 marzo 2008 durante la serata di Gran Galà. A tutti i partecipanti al Carnevale di Viareggio sarà data la possibilità di VOTARE TRAMITE SMS il carro che dovrà aggiudicarsi il Trofeo Telethon; grazie all'SMS inoltre si potranno donare 2€ a Telethon, contribuendo quindi alla ricerca scientifica anche in mezzo alla festa. Il numero per inviare gli SMS è il 48548 ed è valido per quattro principali operatori telefonici italiani: PER VOTARE BASTA SCRIVERE IL NUMERO DEL CARRO PREFERITO COME TESTO DEL MESSAGGIO E POI INVIARLO AL 48548. Un messaggio di conferma vi ringrazierà del contributo e della votazione inviata. I carri in concorso sono nove.
Coriandoli e stelle filanti domenica al Quartiere 5
Primo appuntamento alle 14,00 al Borgo di Peretola dove, ai bambini in maschera, dopo aver sfilato sul palco, sarà offerto gratuitamente un biglietto per fare un viaggio a bordo del "trenino" fino al Borgo di Petriolo. Cenci e palloncini a tutti per allietare la festa. Maschere, Giullari e Novelle sfileranno lungo le strade di Brozzi dalle 15,00 accompagnati dalle musiche del gruppo "Sentiero dei tamburi" e dai "Trampolieri mangiafuoco". Alle 16,30 "Arrivano i Cantastorie": la festa si sposta nel salone del Gruppo 334 con lo spettacolo di pupazzi, burattini, attori e musica dal vivo, con Fiorella Cappelli e Roni Bargellini. Sempre alle 15,00 ma al Poggetto, il "Carnevale dei RagPazzi" aspetta tutti i bambini con una grande festa che durerà tutto il pomeriggio con un'animazione che vedrà clown, maghi, palloni, bolle d'acqua giganti, tante sorprese e merenda per tutti. "Sono iniziative che non sarebbero state possibili senza il sostegno di A.d.F. e la preziosa organizzazione delle varie associazioni, come il Comitato del Borgo, il Gruppo 334, la Fratellanza Popolare di Peretola e le Botteghe del Borgo che da sempre animano il nostro territorio" ha sottolineato la presidente del Quartiere 5 Stefania Collesei. Ma la festa del Carnevale proseguirà anche sabato 9 febbraio al Centro Commerciale "Le Piagge" (in via Lazio 10/7) dove dalle 15,00 si svolgerà la sfilata di mascherine ed al termine le più belle saranno premiate. Merenda per i bambini nella sala A.N.R.A.C. Le iniziative sono a cura del Quartiere 5, dell'A.d. F., del "Comitato del Borgo", della "Fratellanza Popolare di Peretola", delle "Botteghe del Borgo" e del "Gruppo 334".
Domani domenica 3 febbraio dalle ore 14.30 torna il Carnevale di Vaiano (Prato) giunto alla sua 26 esima edizione organizzato dal Comitato Carnevale dei ragazzi di Vaiano con il sostegno del Comune di Vaiano e numerosi sponsor privati. Per questa edizione sono cinque i carri allestiti che sfileranno nelle vie del paese insieme ai gruppi mascherati sia domani che la sera di martedì grasso 5 febbraio dalle ore 20.30 . Per quanto riguarda i temi dei carri, tutti colorati e fantasiosi, si comincia da quello realizzato dai bambini degli asili dedicato a “Cenerentola” e costituito da una grande zucca trainata da cavalli bianchi mentre i gruppi mascherati che la seguiranno saranno tanti bambini vestiti da piccoli topolini. Il Gruppo de La Tignamica si presenta invece un carro sul futuro che vuole rappresentare la Vaiano del 3001 con al centro il campanile simbolo di Vaiano rivisto e colorato e contornato da mezzi futuristi volanti. il gruppo storico del Carnevale di Vaiano, i “Fedelissimi” propone invece una nuova e ironica edizione del famoso film “Grease” e quindi con costumi e scenografie ispirate agli anni settanta e al famoso musical. Sul carro poi svetterà una enorme “Bentley” con il classico Juke-box curato in tutti i dettagli. Si vedranno poi anche i tubetti di brillantina simbolo di quell’epoca. Il più bello di questi tre carri allegorici sarà poi premiato da una giuria di esperti e gli sarà assegnato un prestigioso drappo realizzato dall’artista vaianese Piero Arrighini. Oltre ai tre carri in concorso ci saranno altri due carri realizzati da due gruppi di giovani. Il primo è dedicato al karaoke itinerante ed è stato realizzato dai ragazzi del Cray-Ish, con musica dal vivo su cui potranno salire tutti coloro che vogliono cantare una canzone tra stelle e coriandoli. Poi ci sarà un carro satirico, realizzato da i ragazzi guidati da Marco Sorri, che avrà come tema la “Vaiano beach”, la famosa spiaggia costruita sulle rive del Bisenzio la scorsa estate con un party e relativo rinfresco con tanto di ombrelloni e sdrai. Domani il corso mascherato sarà aperto dalla banda G. Puccini di Palaia con le majorettes. Il tragitto sarà quello classico che prevede la partenza del corteo dai magazzini ex Canovai, poi Viale Rosselli, Via Mazzini, Via Vannoni e la conclusione in piazza del Comune. In caso di pioggia la sfilata dei carri sarà ripetuta domenica 10 febbraio.
Asciano si appresta a salutare il carnevale con il gran finale dedicato al “Testamento di Meio”. Domenica 3 febbraio a partire dalle 15 per le vie del borgo festa, musica, carri allegorici e ballerine brasiliane faranno da cornice all’attesissimo lascito di Meio, il ciabattino realmente vissuto nel 1600 nel borgo delle Crete e divenuto famoso per la sua arguzia ed ironia. I festeggiamenti partiranno alle 15 lungo corso Matteotti con la “Sbanda” di Lucignano, gruppo musicale folcloristico che suonerà per le vie della città con oggetti di lavoro quotidiano al posto dei tradizionali strumenti musicali. A seguire sfileranno in centro tre carri allegorici e due trenini per bambini, veri protagonisti della festa. Il tema di quest’anno è, infatti, “Il mondo di Nemo”, il pesciolino arancione reso celebre dal cartone animato della Walt Disney. Al fianco dei carri allegorici anche un’insolita quanto coloratissima sfilata di alcune ballerine brasiliane. Festa, musica e giochi che proseguiranno fino alle 18,30 quando dopo aver celebrato uno scherzoso funerale per Meio, ne verrà letto il “testamento”, un testo satirico in rima che mette alla berlina i personaggi locali e racconta i gossip e i fatti di cronaca avvenuti ad Asciano durante tutto l’anno appena conclusosi. Dopo battute e simpatici aneddoti, la maschera di Meio verrà bruciata quasi a voler lasciare indelebili nel tempo, tra festeggiamenti e goliardia di carnevale, le parole del ciabattino. Una festa, dunque, per cui si rinnova ogni anno l’attesa di cittadini e visitatori, la stessa attesa che ha già portato domenica scorsa tra le vie di Asciano oltre mille persone. Un gran finale di carnevale, dunque, che sottolinea il costante impegno nell’organizzazione di eventi e manifestazioni da parte della Pro Loco e dell’amministrazione comunale. In caso di maltempo i festeggiamenti saranno rinviati a domenica 10 febbraio.
Il borgo di Buonconvento si veste di goliardia, tradizione e gusto in occasione delle ultime giornate di carnevale. Numerosi gli appuntamenti tutti da vivere nel segno del divertimento domenica 3 e martedì 5 febbraio grazie alla partecipazione attiva dei quattro quartieri cittadini nell’organizzazione della manifestazione in collaborazione con l’amministrazione comunale. Domenica 3 febbraio a partire dalle 15 saranno infatti i quattro carri allegorici realizzati dai quartieri Grattacielo, Centro Storico, Stadio e Percenna a sfilare lungo via Roma e piazza Matteotti attirando l’attenzione e gli sguardi incuriositi di cittadini e visitatori. La Savana, Angeli e Diavoli, L’olimpo, Il Mago di Oz, questi i titoli dei carri ispirati, come da tradizione, a fatti di cronaca, attualità, costume o spettacolo in Italia come nel resto del mondo. In caso di maltempo la sfilata dei carri è rinviata a domenica 10 febbraio. ’appuntamento con i carri allegorici dei quartieri si rinnoverà poi martedì 5 febbraio, ultimo giorno di carnevale, quando, alle 15, saranno in mostra in piazza Matteotti. A fare da sfondo, per l’intero pomeriggio e in serata, la musica dal vivo di diversi gruppi locali per poi concludere con una cena tanto inedita quanto gustosa e divertente. L’appuntamento è infatti con la “sporcellata di beneficenza” che propone i maialini cotti su un grande braciere allestito in piazza Matteotti e preparati secondo la più antica tradizione sarda. Il ricavato della serata andrà poi in beneficenza all’associazione locale “Il Poderuccio”.

Redazione Nove da Firenze