Mostra su Leonardo Pisano al Museo di Storia Naturale


Dal 14 settembre all'11 novembre 2006 su iniziativa del Museo della Matematica "Il Giardino di Archimede" al Museo di Storia Naturale di Borgo Albizi 28 sarà aperta la mostra "Il ponte sul Mediterraneo. Leonardo Pisano. la scienza araba e la rinascita della matematica in Occidente.
L'inaugurazione della mostra avrà luogo il 13 settembre alle 18.
Alla fine del XII secolo Guglielmo della famiglia dei Bonacci, notaio del Comune di Pisa, portava con sé il figlio Leonardo alla dogana di Bugia e lì lo mandava a prendere lezioni di aritmetica e abaco. Per il giovanissimo Leonardo fu la scoperta di una vocazione alla quale dedicò il resto della sua vita. Appresa quanta matematica poteva durante numerosi viaggi in tutto il mondo arabo mediterraneo, ai quali forse si deve l’appellativo di Bigollo, Leonardo Fibonacci la travasò al suo ritorno a Pisa in una serie di opere che per alcuni secoli restarono senza pari nell’Occidente cristiano: più ampie ed elementari il Liber Abaci e la Practica geometriae, più concise ed avanzate il Flos, il Liber quadratorum e l’Epistola ad Magistrum Theodorum.
A otto secoli di distanza della pubblicazione del Liber Abaci, la mostra dedicata a Fibonacci è l’occasione per ripercorrere le vicende che hanno portato alla trasmissione della cultura matematica araba nell’Occidente cristiano, e per verificare la fecondità dell’incontro tra culture diverse e spesso in conflitto, ma anche aperte al dialogo e alla cooperazione.
La mostra è organizzata su quattro temi portanti. I primi due riguardano l’espansione del mondo e della cultura islamica, e il sorgere e l’affermarsi della città di Pisa nel Mediterraneo occidentale. Dall’incontro e dai trattati tra il comune pisano e il califfato almohade di Tunisi vengono poste le basi giuridiche per la determinazione di una serie di sedi commerciali dei pisani in territorio arabo, tra cui quella di Bugia dove Fibonacci ebbe la sua prima formazione matematica.
Segue una sezione più ampia dedicata al Liber Abaci nelle sue varie sfaccettature, nella quale vengono illustrati alcuni dei temi centrali dell’opera di Fibonacci, unitamente a una serie di giochi e problemi dilettevoli, primo tra tutti quello dei conigli che darà origine ai “numeri di Fibonacci” con i loro legami con la sezione aurea e con la natura e l’arte.
Infine, una quarta sezione è riservata agli sviluppi della cultura matematica dopo Fibonacci, in particolare a un fenomeno unico nel suo genere nella storia della scienza e del commercio: le scuole d’abaco. Presenti in molte città e comuni in tutta Italia, le scuole d'abaco hanno avuto una diffusione straordinaria in Toscana e soprattutto a Firenze, dove tra il 1300 e il 1500 si possono contare oltre 20 scuole, che per la prima volta sono individuate e documentate.
Alla mostra sono collegati due laboratori. Il primo, "I sistemi di numerazione e la diffusione delle cifre indo-arabe in Europa" è centrato sull'introduzione del sistema di numerazione posizionale e sulla sperimentazione di semplici tecniche di calcolo e metodi di risoluzione di problemi alternativi a quelli oggi usuali; in particolare verranno sperimentate tecniche di calcolo con le dita e con vari tipi di abachi antichi. Il secondo, organizzato dal Museo di Storia Naturale, è dedicato al tema "Dalle forme alla natura".

Orari di apertura e prezzi
La mostra sarà ospitata nei locali del Museo di Storia Naturale, Borgo degli Albizi 28. Dopo l'inaugurazione, che avrà luogo il 13 settembre 2006 alle 18, la mostra sarà aperta dal 14 settembre all'11 novembre 2006. L'orario di apertura è dal lunedì al sabato, ore 9,30-13 e 15,30-19. Ingresso: 3€. I visitatori avranno diritto a uno sconto sul biglietto d'ingresso al Giardino di Archimede.
Nell'ambito della mostra sono possibili su prenotazione visite guidate e laboratori per le scuole e per gruppi di almeno 12 persone, della durata di un'ora. Una delle attività (visita guidata o laboratorio) è compresa nel prezzo del biglietto; l'eventuale seconda costa 2 € a persona.

Informazioni e prenotazioni
per le visite guidate e il laboratorio "I sistemi di numerazione": tel. 055-7879594; fax 055-7333504; e-mail: fibonacci@math.unifi.it; per il laboratorio "Dalle forme alla natura", tel. 055-2346760.

Redazione Nove da Firenze