Voci d'Europa, un progetto di Maurizio Scaparro


Un omaggio al grande Luchino Visconti con l’inaugurazione della mostra fotografica Visconti tra cinema e teatro a cura di Caterina d’Amico e lo spettacolo Protocoles de rêves con Hanna Schygulla segneranno il 30 marzo il debutto di Voci d’Europa. Il progetto ideato da Maurizio Scaparro e realizzato in collaborazione con la Regione Toscana e l’Ente Teatrale Italiano fino al 17 aprile attraverserà Firenze ed alcuni tra i suoi spazi più significativi: il Teatro della Pergola, il Gabinetto Vieusseux, l’Istituto Universitario Europeo di Fiesole e il Cinema Alfieri Atelier, tracciando un percorso tra teatro, cinema e letteratura attraverso voci tra le più rappresentative del panorama europeo nell’intento di riannodare il filo con quella che è stata la tradizione internazionale di Firenze. Un’ideale geografia sviluppata per meridiani e paralleli creerà l’occasione di incontri e confronti tra arti e protagonisti rimandando l’eco di storie raccontate da registi, autori, attori, musicisti, mostrando le vitalissime differenze di generi e di lingue nelle loro mutazioni e feconde contaminazioni. E’ proprio il linguaggio con le sue affascinanti attualissime diversità ad essere insieme polo d’attrazione e d’irradiazione dell’idea fondante del progetto artistico di Scaparro, il valore della parola, la sua declinazione in differenti idiomi portatori in Europa di tutta la ricchezza del loro patrimonio.

Nasce allora parallelamente al programma degli spettacoli il Laboratorio interregionale sulle Lingue Italiane del Teatro, dedicato in particolare alla Babele linguistica del Teatro italiano dalle sue origini ad oggi, che si arricchirà del contributo prestigioso della lezione magistrale del Professore Tullio de Mauro, Presidente del Laboratorio, su: "Lingue storiche, lingue inventate, lingue dei gesti sulla grande piazza del teatro del mondo" il 14 aprile alle 17.00 al Gabinetto Vieusseux.

La Pergola in occasione di Voci d’Europa si proporrà nell’inedita veste di spazio aperto al pubblico per l’intera giornata dalle 10 alle 24, in un susseguirsi di spettacoli, incontri, approfondimenti, fino ad essere il luogo dove in presa diretta si concretizzerà la commistione tra letteratura teatro e cinema.

La mostra fotografica Visconti tra cinema e teatro prevede due zone: una legata alle Lingue del Teatro italiano studiate attraverso la trilogia di Visconti e il sud: La terra trema (la lingua parlata dei pescatori siciliani), Rocco e i suoi fratelli (la lingua degli emigranti), Il Gattopardo (la lingua degli aristocratici); l’altra dedicata alla regia teatrale con le immagini di uno tra i suoi più significativi spettacoli lo storico allestimento del Troilo e Cressida a Firenze a Boboli. La mostra allestita nella Sala Oro del Teatro della Pergola sarà accompagnata dalla proiezione no stop fino al 10 aprile dei suoi più celebri lavori.

Hanna Schygulla, Massimo Ranieri, Nicola Piovani, il TeatrEuropa de Corse, Sir Antony Sher, Gregory Doran e Mario Scaccia saranno i grandi protagonisti che animeranno il palcoscenico della Pergola con i loro spettacoli in un viaggio tra memoria e presente. Fassbinder, Brecht, Borges, tra gli altri, le voci portate in scena da Hanna Schygulla in Protocoles de rêves (Sogni), mercoledì 30 marzo alle 20.45, nato per iniziativa del Moma di New York per festeggiare i sessanta anni dell’attrice; sette sogni prendono corpo attraverso video filmati dalla Schygulla nel 1979, sottolineati dalle canzoni composte e interpretate da Jean Marie Senia. Il grande repertorio della tradizione napoletana tra settecento e contemporaneità è protagonista di Nun è acqua di Massimo Ranieri, giovedì 31 marzo alle 20.45, che recupera radici anche lontane per creare nuove e sorprendenti contaminazioni tra gli stili. La voce della memoria europea è ricomposta in Ascoltami bene di Emanuela Giordano che da venerdì 1 a domenica 3 aprile tesse una ballata ispirata al "cuore pensante" di Etty Hillesum, giovane olandese nata nel 1914 da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica, e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943, interpretata da Mascia Musy. Le musiche delle colonne sonore di Nicola Piovani rielaborate per pianoforte, arricchite di canzoni, concertati, e combinate con i testi in versi e in prosa di Vincenzo Cerami faranno rivivere in Concerto Fotogramma, mercoledì 6 aprile alle 20.45, il sentimento di un film di Fellini, di Benigni, dei Fratelli Taviani, di Moretti. Tackling Shakespeare, conferenza spettacolo in lingua inglese, domenica 10 aprile alle 17.00, riunirà eccezionalmente entrambi sulla scena due dei più celebri protagonisti della Royal Shakespeare Company, l’attore Sir Antony Sher e il regista Gregory Doran definito dal Financial times "uno dei massimi registi shakespeariani della nostra era", in un mix di estratti da opere shakespeariane, intercalati dal racconto del loro lavoro insieme e sui testi. Chiuderà Voci d’Europa lo spettacolo di Maurizio Scaparro Mémoires di Carlo Goldoni, da mercoledì 13 a domenica 17 aprile, con Mario Scaccia, Max Malatesta e Gaia Aprea sulla vita del grande drammaturgo veneziano, un viaggio fantastico tra gli episodi che segnarono la sua vita di artista e di uomo. Scaparro, in queste giornate, registrerà alcuni momenti del film, prodotto dall’Istituto Luce, tratto dallo spettacolo, trasformando la Pergola in un set cinematografico e realizzando così, concretamente, quel connubio tra le arti suggerito dal sottotitolo della manifestazione: Teatro, Cinema e Letteratura.

Non mancherà nella programmazione uno spettacolo interamente dedicato al pubblico dei piccoli spettatori con la presentazione dello spettacolo del TeatrEuropa de Corse La grammaire de l’imagination ou L’art d’inventer des histoires, venerdì 8 aprile alle 10.00, tributo a Gianni Rodari, regia di Orlando Forioso, in forma di favola teatrale in tre lingue: francese, corso e italiano, comprensibile a tutti, per festeggiare con piccoli e grandi di ogni età la fantasia, l’immaginazione e la parola.

Agli spettacoli teatrali farà eco la sala dell’Alfieri Atelier dove verranno proiettati film del repertorio degli stessi protagonisti e dove il pubblico e gli operatori avranno occasione di incontrarli e continuare l’ideale intenso dialogo tra le scene. Anche qui teatro, letteratura e cinema si incontrano sullo schermo sotto il segno di autori, attori e musicisti, rispettivamente: Dacia Maraini e Piera degli Esposti con Storia di Piera (1983, Italia) per la regia Marco Ferreri (31 marzo ore 15) alla presenza di Hanna Schygulla, Vasco Pratolini e Metello (1970, Italia) regia Mauro Bolognini (1 aprile ore 16) con Massimo Ranieri, Kafka con Amerika (2003, Italia) regia di Maurizio Scaparro ( 5 aprile ore 21) introdotto dallo stesso regista, Ginger e Fred (1985, Italia, Francia, Germania) regia di Federico Fellini (7 aprile ore 21) con Nicola Piovani che firma la colonna sonora, per terminare con Shakespeare e il popolarissimo Shakespeare in love (1998, USA) regia John Madden (11 aprile ore 16) che vede tra gli attori anche sir Antony Sher.

In occasione di Voci d’Europa i teatri metropolitani Scandicci, Limonaia, Rifredi e Florida hanno raccolto l’invito di Scaparro a partecipare al progetto, individuando all’interno della loro programmazione produzioni significative che contribuiscono ad ampliare lo spettro delle voci.

A fine rassegna, il 15 aprile, sono in programma, presso l’Istituto Universitario Europeo di Fiesole, due incontri internazionali: il primo, dalle 10 alle 13, sarà diretto da Elie Malka, Direttore dell’Unione dei Teatri d’Europa, e avrà il titolo l’Italia in Europa, un incontro in cui si analizzerà, attraverso la testimonianza di teatranti italiani e europei, la presenza e il peso del Teatro italiano in Europa; il secondo, che si svolgerà dalle 15 alle 18 e avrà come direttore Franco Quadri, affronterà il tema Quale futuro per lo spettacolo nelle città d’arte italiane: museo o creatività. Parteciperanno le forze teatrali e cinematografiche fiorentine e alcuni esponenti dei teatri italiani pubblici e privati.

---------------------------------------------

Per gli spettacoli al Teatro della Pergola prevendite in corso da giovedì 17 marzo 2005 con facilitazioni per gli abbonati.

Redazione Nove da Firenze